Lunedì 19 Novembre 2018 - 18:31

Terribile schianto sulla Statale, un morto e quattro feriti

SALERNO. Una persona è morta e quattro sono rimaste ferite in un incidente stradale verificatosi sulla strada statale 166 degli Alburni, tra i comuni di Capaccio e Roccadaspide, in provincia di Salerno. L'incidente ha coinvolto due veicoli. Sul posto sono subito intervenute una squadra di pronto intervento Anas, un'ambulanza del 118 e le forze dell'ordine, per gli accertamenti della dinamica e la gestione della viabilità. A perdere la vita un'anziana di 84 anni. L'impatto frontale, ha visto coinvolti un furgone e un'auto della Protezione civile di Roccadaspide guidata da un
volontario e sulla quale viaggiavano tre anziane donne dirette presso un centro di dialisi.  Una di loro, A.Q., è morta sul colpo, mentre le altre due sono rimaste gravemente ferite e sono state trasportate in ambulanza negli ospedali di Salerno e Roccadaspide. Sulla dinamica dell'incidente indagano i carabinieri della compagnia di Agropoli.

 

 

Acquistava beni intestati ai familiari, maxi-sequestro nel Salernitano

MERCATO SAN SEVERINO. I militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno hanno sequestrato quest'oggi, tra Mercato San Severino, Castel San Giorgio e Siano, beni mobili e immobili per un valore complessivo di tre milioni di euro a Raffaele Botta, 55 anni, pregiudicato di Siano, e a due suoi figli (terzi interessati). Secondo gli investigatori l'uomo reinvestiva i profitti provenienti dall'attività di usura acquistando immobili, beni, terreni e aziende, che poi venivano intestati a familiari e terzi prestanome. I militari hanno messo i sigilli a due appartamenti (uno a Castel San Giorgio e uno a Mercato San Severino); un box per auto (a Castel San Giorgio); un terreno con annessi rustici (a Castel San Giorgio); tre bar (due a Mercato San Severino e uno a Siano); un negozio di abbigliamento (a Castel San Giorgio); una azienda per la lavorazione di marmi (a Siano) e un motociclo. L'uomo, considerato elemento contiguo al clan camorristico "Bisogno", attivo a Cava de' Tirreni e nei comuni limitrofi, è ritenuto responsabile del reato di usura (a seguito di sentenza di condanna passata in giudicato nel 2013).  

Rischio infiltrazioni, da oggi Commissione d'Accesso al Comune di Orta di Atella

ORTA DI ATELLA. Terremoto in municipio, stamattina  si insedia la Commissione Antimafia. L'insediamento è stato improvviso, senz'alcuna comunicazione preventiva nei giorni precedenti e ha colto tutti di sorpresa. Su disposizione del Ministero degli Interni, il prefetto di Caserta Carmela Pagano ha autorizzato la richiesta di delega all’esercizio dei poteri di accesso ed accertamento nei confronti dell'amministrazione comunale di Orta guidata dal sindaco Angelo Brancaccio (nella foto).  La commissione sarà coordinata da un Prefetto, e annovererà al proprio interno le rappresentanze del territorio di Carabinieri e Polizia, il GICO della Guardia di Finanza, la Direzione Investigativa Antimafia, e un rappresentante del provveditorato delle Opere Pubbliche Campania e Molise che dovranno eseguire accertamenti sulla documentazione amministrativa dell'ente nel periodo compreso  della gestione Brancaccio, con lo scopo di stabilire l'esistenza o meno di presunti condizionamenti mafiosi nella gestione dell'attività amministrativa. La commissione avrà 60 giorni di tempo, derogabili a 90, per effettuare le verifiche e presentarle al prefetto il quale, a sua volta, le inoltrerà al ministro degli Interni.

Giuseppe Bianco

Regionali, Caldoro: «Primarie sì ma se regolamentate per legge»

NAPOLI. «È una opinione legittima, Fitto ha questa posizione sua di voler fare sempre le primarie, lo dice da sempre. Secondo me le primarie come le concepiamo in Italia sono sbagliate; èuno strumento gestito male che ha forti ripercussioni come abbiamo nel Pd, e non mi riferisco alla sola Campania». Così il governatore campano Stefano Caldoro, a margine dell'inaugurazione dell'anno giudiziario presso la Corte dei conti a Napoli, risponde ai cronisti che gli chiedono un commento a proposito delle dichiarazione di Raffaele Fitto che stamane dal capoluogo partenopeo ha rilanciato l'idea di scegliere i candidati alle elezioni amministrative di maggio attraverso appunto le primarie. «Le primarie - prosegue Caldoro - sono una cosa buona e seria se sono le primarie americane, che sono regolate per legge. La mia posizione quindi differisce da quella di Fitto che vorrebbe le primarie all'italiana, che in questa fase non sono utili».

Corte dei Conti, Cottone: «Campania a due facce»

NAPOLI. Inaugurazione dell'Anno giudiziario presso la Corte dei Conti della Campania. Dalla relazione del procuratore regionale Tommaso Cottone emerge una 'Regione Buona' ed 'una Regione Cattiva'. Quest'ultima presenta «preoccupanti manifestazioni di illegalità diffusa che si concretizza in dannose forme di malgoverno, di cattiva amministrazione e di resistenza a qualsivoglia cambiamento». La 'Regione buona' presenta invece «forme di virtuosità di particolare interesse: segnale che, nelle varie articolazioni amministrative sono in atto processi di riqualificazione della spesa pubblica, di lotta agli sprechi, di moralizzazione della politica, dalla volontà di uscire dalle emergenze». Nelle premesse del Procuratore regionale la Campania viene definita «una realtà complessa e contraddittoria» che presenta dunque «due facce contrapposte» che inducono a ritenere «che si sia in presenza non di un solo soggetto, ma di due soggetti distinti, di due diverse Regioni». Nel corso del 2014, in seguito ai controlli effettuati, sono emerse, in Campania, 5543 posizioni di invalidità civile irregolari su 18.846 controlli. Positivi, invece, i dati su sanità e trasporti anche se il risanamento è stato ottenuto in virtù di una spending review che ha finito per penalizzare la qualità dei servizi ai cittadini. Il governatore Stefano Caldoro sottolinea che «le carenze del personale sanitario sono una cosa che non può andare avanti». E il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, evidenzia che «si è fatto riferimento alle negatività delle stagioni passate, ma anche alla virtuosità che si è messa in campo, garantendo i servizi e i diritti ai lavoratori»

Regionali, Fitto: «Noi nel centrodestra»

NAPOLI. Contesta il metodo di selezione delle candidature, che non è passato per le primarie ma esclude nettamente posizioni diverse da quelle ufficiali. Raffaele Fitto, a Napoli per un incontro con i 'ricostruttori', ai giornalisti che chiedono se esista la possibilità di un appoggio al candidato del centrosinistra, risponde che l'ipotesi è «assolutamente impossibile». «Aspettiamo che venga ufficializzata - dice - la candidatura di Stefano Caldoro, ma non possiamo che essere saldamente nel centrodestra» Il problema vero per Raffaele Fitto è nella costruzione delle alleanze. «Siamo a decine di giorni dalla presentazione delle liste - sottolinea l'esponente di Forza Italia - senza sapere ne' con chi siamo alleati, né con chi ci alleeremo e né quali sono i programmi». 

Maltempo, Campania nella morsa della neve

NAPOLI. Maltempo in tutte le province della Campania. Disagi in tutto il Salernitano. A Baronissi sradicati dieci alberi, necessario l’intervento della Protezione civile. Disagi per la neve a Teggiano, Padula e Montesano sulla Marcellana. E scuole chiuse a Padula. Problemi e disagi anche in Irpinia, con raffiche di vento a cento chilometri orari sul valico di Monteforte. Innevati i comuni montani di Sant’Angelo dei Lombardi, Teora, Bisaccia, Montemarano. Nel Sannio, situazione critica in Val Fortore dove è stata disposta la chiusura delle scuole. Chiuso oggi il cimitero di Benevento. Analoghi problemi in Terra di Lavoro. A Caserta, il sindaco Pio Del Gaudio ha disposto la chiusura delle scuole. E istituti scolastici chiusi anche a Piedimonte Matese, nell’Alto Casertano, a causa del forte vento che ha provocato la caduta di molto alberi.

La Federazione medici: «La Regione ricorra per sblocco turnover»

NAPOLI. Un ricorso della Regione alla Corte Costituzionale per porre fine al blocco del turnover nella sanità campana. A chiederlo è la Federazione regionale degli Ordini dei medici della Campania in una lettera inviata al presidente della Regione Stefano Caldoro. Nella lettera, la Federazione chiede «una presa di posizione forte a tutela della salute dei cittadini messa a rischio dall’austerity scellerata del Governo». Il presidente della Federazione, Silvestro Scotti, pone in risalto «la mancanza di qualsiasi ragionevolezza da parte del ministero dell’Economia nella valutazione di quanto fatto negli ultimi anni per risanare i conti. Il blocco del turnover non è più tollerabile, visto il raggiungimento del pareggio di bilancio del comparto sanità. È iniquo, soprattutto per le centinaia di milioni spesi per straordinari e per attività libero professionale intramuraria».

Srm, Scudieri confermato presidente

NAPOLI. L’Assemblea dei soci di SRM – Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo - ha confermato oggi Paolo Scudieri quale Presidente di SRM per il prossimo triennio. Paolo Scudieri, ingegnere, 55 anni, noto imprenditore napoletano, è presidente dell’azienda di famiglia Adler Group di Ottaviano (poliuretani espansi, rivestimenti insonorizzanti per aeronautica, nautica e automotive) azienda cresciuta in modo significativo negli ultimi anni, anche grazie ad importanti acquisizioni fatte all’estero e in Italia. E’ presente anche nel settore agroalimentare dove ha recentemente promosso l’apertura di “Eccellenze Campane” a Napoli. «Ringrazio i soci di SRM per la fiducia che mi hanno dimostrato volendomi confermare quale Presidente di SRM - ha dichiarato Paolo Scudieri appena eletto - SRM si è rafforzata molto in questi ultimi anni, consolidando il suo ruolo di Centro Studi specializzato su Mezzogiorno, Mediterraneo ed economia Marittima. Una tripartizione tematica coerente con le caratteristiche dell’economia e del territorio e che intendiamo sviluppare in stretta sinergia con i soci. Il prossimo triennio ci vedrà impegnati ulteriormente su questi temi – e in particolare sulle filiere produttive più importanti - con l’impegno di facilitare il confronto e lo scambio di informazione tra mondo dell'impresa e il settore creditizio».

Regionali, del Magistris: «Né con De Luca, né con Caldoro»

NAPOLI. L'associazione DemA non farà liste e «non darà indicazioni di voto» per le regionali in Campania di maggio 2015. Lo ha assicurato il sindaco di Napoli e presidente dell'associazione Luigi de Magistris. Tuttavia, il sindaco ha ammesso di essere «molto interessato» rispetto al voto di maggio perché - ha spiegato «in questi tre anni e mezzo alla guida del Comune ho avuto più ostacoli che sostegno da Palazzo Santa Lucia e, dunque, auspico ci possa essere un miglioramento». Un duello, quello tra il presidente uscente Stefano Caldoro e il vincitore delle primarie del Pd Vincenzo De Luca, in cui - ha affermato de Magistris - «non mi sento di sostenere né De Luca né Caldoro, pur essendo due candidature rispettabili». Poi ribadisce: «Nino Daniele non è il mio candidato ora né lo sarà se dovesse accettare la proposta di candidatura. È bello che ci siano partiti che hanno pensato a lui perché è un assessore della mia giunta che lo ha fortemente voluto». 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale