Domenica 18 Febbraio 2018 - 11:37

Avellino, picchiato e legato a un albero da coetanei: denunciati un 17enne e un 18enne

AVELLINO. Picchiato e legato a un albero da due coetanei. È successo nel tardo pomeriggio di ieri ad Avellino, dove i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà due giovani ritenuti responsabili dei reati di estorsione, sequestro di persona e rapina.Il giovane vittima della violenza era giunto da Altavilla Irpina con un 17enne suo compaesano e un 18enne suo coetaneo residente nel capoluogo irpino. Alla fermata del pullman, ad attendere i due ragazzi di Altavilla Irpina vi era il giovane avellinese che, insieme al 17enne, ha costretto il malcapitato a salire a bordo dell'auto condotta dalla madre. Nel garage i due aggressori hanno colpito con delle mazze di legno il giovane di Altavilla Irpina al quale, dopo aver legato le mani dietro la schiena, hanno collocato un manicotto da moto in bocca, bloccandolo con del nastro adesivo, per impedirgli di gridare.Dopo aver fumato uno spinello, i due violenti hanno portato l'amico in un noccioleto e, privandolo dell'orologio, lo hanno legato a un albero. «Se non ti uccide il freddo ti uccido io domani», queste le ultime parole pronunciate da uno di loro prima di andare via. Con tutte le sue forze il ragazzo è riuscito a liberarsi e a chiedere aiuto. Dopo poco una pattuglia del Nucleo radiomobile della Compagnia di Avellino lo ha rintracciato nel luogo dove si era nascosto. Alla base dell'episodio di violenza, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, vi sarebbe il debito economico di qualche giorno prima, 25 euro, che la vittima non aveva ancora corrisposto ai due. 

Agroalimentare, Regione Campania-Izsm a Fiera agricola Verona

L’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno partecipano alla Fiera Agricola di Verona, che si concluderà domani e che è alla sua 113ª edizione. Nel corso della manifestazione sono stati presentati i prodotti agroalimentari di eccellenza e i sistemi di tracciabilità presenti in Campania a tutela dei consumatori e della salubrità delle produzioni. Allo stand della Regione “La Campania, eccellenze certificate”, infatti, sono stati presentati i prodotti campani certificati con il sistema QR Code Campania ed è stato illustrato, nel corso del Milk Day, il sistema di Tracciabilità della filiera bufalina. Grazie alla collaborazione con il Consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala Campana, inoltre, allo stand è stato possibile degustare la mozzarella di bufala campana Dop. 

Terra dei fuochi, Tuccillo: Daspo per chi sversa rifiuti

Una norma da inserire nel regolamento di Polizia urbana per consentire di applicare il Daspo anche nei confronti di chi si rende responsabile di trasporto abusivo, abbandono, sversamento e combustione illecita di rifiuti. Questo è quanto ha deliberato oggi la cabina di regia per la Terra dei fuochi, con un invito rivolto ai Comuni a provvedere in tal senso.

Grazie ad esso, come prevede il decreto Minniti sulla sicurezza, il sindaco può comminare un Daspo, ovvero un ordine di allontanamento, per almeno 48 ore, nei confronti del soggetto o dei soggetti protagonisti delle condotte illecite nei pressi di istituti scolastici, luoghi di cultura, parchi pubblici, mercati, siti turistici, ferrovie, aeroporti e stabilimenti balneari. Nel caso poi di una recidiva, il provvedimento può essere esteso - d'accordo con il Questore - fino a 6 mesi o a 2 anni in presenza di un pregiudicato.

«Questo provvedimento - spiega il presidente dell'Anci Campania, Domenico Tuccillo - proposto e approvato dalla cabina di regia per la Terra dei fuochi su iniziativa dell'Incaricato del ministero dell'Interno, vice Prefetto Gerlando Iorio, e dell'Anci Campania, dimostra la volontà di opporre un contrasto sempre più efficace al fenomeno degli sversamenti abusivi. La sanzione del Daspo, accanto a quella pecuniaria fino a 300 euro, nei confronti dei soggetti che si rendono responsabili di condotte illecite, offre ai Comuni uno strumento che può risultare decisivo nella battaglia di civiltà da combattere in Terra dei fuochi, a garanzia della legalità e della salute dei cittadini».

«Con la cabina di regia - conclude il presidente Tuccillo - stiamo attuando nuove modalità di intervento intensivo e coordinato con l’impegno congiunto delle Forze dell’Ordine, dell’Esercito e delle Polizie locali in ambiti territoriali ristretti. Si tratta di iniziative mirate, già assunte in questi giorni a Giugliano, Castel Volturno, Afragola, Marcianise e nei prossimi giorni a Casoria, Terzigno, Maddaloni e Mondragone, che hanno effetti immediati e visibili nei Comuni contro ogni crimine ambientale».

Maltempo, allarme della Protezione civile: peggioramento da stasera

NAPOLI. La perturbazione meteorologica che sta già interessando la regione Campania vedrà un peggioramento a partire dalla serata di oggi. Considerate le elaborazioni del Centro funzionale, la Protezione civile della Regione Campania ha diramato un nuovo avviso di criticità idrogeologica di colore Giallo valevole sull'intero territorio regionale dalle 20 di stasera e fino alla stessa ora di domani. Si prevedono, infatti, precipitazioni sparse, anche a possibile carattere di rovescio o temporale, puntualmente di moderata o forte intensità; venti forti occidentali con locali raffiche e mare molto agitato. 

La criticità riguarda il rischio Idrogeologico localizzato con possibili ruscellamenti superficiali con fenomeni di trasporto di materiale; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; occasionali fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate.

«Si raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi in ordine alla tenuta delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso e ai fenomeni di dissesto idrogeologico possibili per le previste precipitazioni» conclude la nota della Protezione civile.

 

 

Protezione civile, allerta meteo da mezzanotte

NAPOLI. La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di criticità meteo per pioggia vento e mare, valevole a partire dalla mezzanotte. L'allerta riguarda tutto il territorio regionale soprattutto per i venti che spireranno forti meridionali. Il mare si presenterà agitato. Tale quadro meteo proseguirà anche nei prossimi giorni. Oltre all'allerta meteo per vento e mare, nelle zone della Piana campana, a Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, la criticità è Gialla anche per il dissesto idrogeologico per le previste precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, puntualmente di moderata intensità. La criticità riguarda il rischio Idrogeologico localizzato con possibili Ruscellamenti superficiali con fenomeni di trasporto di materiale; Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse. Si raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi in ordine alla tenuta delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso e ai fenomeni di dissesto idrogeologico possibili per le previste precipitazioni. 

Choc in classe nel Casertano, studente accoltella la prof

CASERTA. Uno studente di 17 anni ha accoltellato un'insegnante nell'istituto superiore Ettore Majorana di Santa Maria a Vico, in provincia di Caserta. Il fatto è avvenuto intorno alle 12. L'insegnante ha riportato una ferita alla guancia sinistra, suturata all'ospedale di Maddaloni, ed è stata giudicata guaribile in 15 giorni. Il ragazzo è in stato di fermo. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il ragazzo, residente ad Acerra, ha aggredito la professoressa per futili motivi dovuti a presunte offese da parte della stessa durante l'orario di lezione.

«È gravissimo quanto avvenuto», è la «ferma condanna» della ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Valeria Fedeli. «È inaccettabile - ha detto - il fatto stesso che lo studente sia andato a scuola portando con sé un coltellino». La ministra Fedeli ha subito chiamato la dirigente dell'Istituto per avere informazioni di «contesto» e ha parlato con l'insegnante ferita al volto, esprimendo «piena solidarietà e vicinanza a lei, alla dirigente, a tutto il corpo docente». Sottolinea Fedeli: «Simili episodi di violenza non dovrebbero mai accadere, men che meno in un luogo come la scuola, in cui educhiamo le nostre ragazze e i nostri ragazzi al rispetto e il cui obiettivo è formare cittadine e cittadini consapevoli e responsabili».

Choc in classe, studente accoltella la prof

CASERTA. Uno studente di 17 anni ha accoltellato un'insegnante nell'istituto superiore “Ettore Majorana" di Santa Maria a Vico, in provincia di Caserta. Il fatto è avvenuto intorno alle ore 12. L'insegnante ha riportato una ferita alla guancia sinistra, suturata all'ospedale di Maddaloni, ed è stata giudicata guaribile in 15 giorni. Il ragazzo è in stato di fermo. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, il ragazzo, residente ad Acerra, ha aggredito la professoressa per futili motivi dovuti a presunte offese da parte della stessa durante l'orario di lezione.

Sparatoria a Castel Volturno, grave un uomo

CASERTA. Un uomo è in gravi condizioni dopo essere stato colpito da un proiettile a Castel Volturno. È accaduto poco dopo le 13 nella zona di Pinetamare. I carabinieri della compagnia di Mondragone stanno cercando di ricostruire la dinamica della tragedia che è ancora avvolta nel mistero. Il ferito è stato trasportato al Pronto soccorso della clinica Pineta Grande e la prognosi è riservata. Alcune indiscrezioin parlano di una possibile lite tra vicini finita in tragedia. 

Consiglio regionale, ok a fondo per editoria locale

NAPOLI. Passa l'esame dell'Aula con il voto della maggioranza dei consiglieri regionali (34 voti favorevoli sui 38 consiglieri presenti; quattro i voti contrari espressi dai consiglieri del M5S) il Disegno di legge "Norme in materia di informazione e comunicazione istituzionale e di sostegno all'editoria locale" - il disegno di legge, ad iniziativa del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. La norma istituisce il Fondo regionale per il pluralismo informativo e l'innovazione dell'informazione locale prevedendo misure di sostegno per l'editoria radiotelevisiva locale e per la stampa quotidiana e periodica locale finalizzate, tra l'altro, all'innovazione tecnologica, alla conversione delle strumentazioni per la produzione di contenuti web, alla modernizzazione del sistema regionale di produzione dell'informazione locale, agli abbonamenti alle agenzie di stampa locali con sede in Regione Campania, alla produzione e trasmissione di notiziari radio televisivi su base locale. Il Fondo si avvale di euro 500 mila per l'anno 2018 e 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

IL SINDACATO DEI GIORNALISTI. Quasi tutto l'impianto degli emendamenti proposti dal Sindacato unitario giornalisti della Campania è stato inserito nella legge “In materia di informazione e comunicazione istituzionale e di sostegno dell'editoria locale” approvata dal consiglio regionale della Campania. «Un ringraziamento va a tutti i consiglieri regionali che hanno fatto proprie le nostre proposte – affermano il segretario del Sugc, Claudio Silvestri, e la delegata al lavoro autonomo e alle pari opportunità Laura Viggiano – In particolare quelle che ampliano la platea ai liberi professionisti e favoriscono le pari opportunità, e quelle che estendono le opportunità anche ai siti di informazione online. È un passo in avanti con un contributo importante del sindacato».

 

 

 

Elezioni, Beneduce: porterò in Parlamento le istanze del territorio

«Porterò in Parlamento le istanze e le problematiche del nostro territorio su cui continuo a battermi in Consiglio Regionale: ho accettato la proposta di candidatura al Senato da parte del mio partito, in rappresentanza delle forze di centrodestra» lo annuncia Flora Beneduce. La consigliera forzista si rivolge al suo ampio elettorato: «Vi chiedo di sostenermi come avete sempre fatto, non solo con il voto ma con quel costante rapporto che ogni buon politico dovrebbe avere con i cittadini che rappresenta». Beneduce è candidata nel collegio uninominale Campania 04 al Senato che comprende i comuni di: Calvizzano, Casandrino, Giugliano in Campania, Melito di Napoli, Mugnano di Napoli, Qualiano, Sant'Antimo, Villaricca; Bacoli, Barano d'Ischia, Casamicciola Terme, Forio, Ischia, Lacco Ameno, Marano di Napoli, Monte di Procida, Pozzuoli, Procida, Quarto, Serrara Fontana. Pasionaria delle battaglie politiche, Beneduce è nota per la sua intensa attività a favore di una Sanità giusta ed efficiente, per la quale si batte con specifiche competenze: è infatti medico plurispecializzato, primario degli Ospedali Riuniti Penisola Sorrentina e membro della Commissione Sanità regionale.

 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica