Lunedì 24 Aprile 2017 - 18:56

Droga dall'Olanda: 17 arresti in Campania

CASERTA. I carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca e del Comando provinciale di Caserta hanno eseguito 17 misure cautelari, di cui 16 ordinanze di custodia cautelare in carcere e una agli arresti domiciliari, emesse dal gip di Napoli su richiesta della Dda partenopea, nei confronti di altrettanti indagati per il reato di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti.L'indagine, condotta tra il 2014 e il 2016 dai Carabinieri di Sessa Aurunca e coordinata dal pm della Dda di Napoli Ilaria Sasso del Verme e dal procuratore aggiunto di Napoli Giuseppe Borrelli, ha permesso di far luce su due associazioni a delinquere, una composta da tunisini e l'altra da nigeriani, finalizzate​ all'introduzione nel territorio nazionale di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, eroina e cocaina, acquistati all'estero, in particolare in Olanda, e importati in territorio italiano tramite l'utilizzo di corrieri che la ingerivano confezionata in ovuli oppure la trasportavano all'interno di vani appositamente ricavati in autoveicoli in loro uso. La droga veniva poi distribuita successivamente all'ingrosso e al dettaglio in diverse regioni italiane: Campania, Lazio, Liguria, Umbria e Toscana. Come riportato dal gip nel provvedimento cautelare, le indagini hanno consentito di documentare numerosi episodi di spaccio, di arrestare in flagranza di reato 7 persone, nonché di sequestrare circa 5 chili di eroina, 100 grammi di cocaina e oltre 9mila euro in contanti, provento dell'attività di spaccio. Gli arresti di oggi, che hanno permesso di disarticolare i due gruppi, sono stati eseguiti a Sessa Aurunca, Lusciano, Trentola Ducenta, Castel Volturno e Gricignano d'Aversa in provincia di Caserta, a Benevento, a Napoli, a Sant'Antimo (Napoli), ad Anzio (Roma), a Perugia, a Siena, a San Giuliano Terme (Pisa) e Cagliari.

Caserta, segregata in casa e costretta a commettere furti

CASERTA. Uno nuova storia di struttamento familiare a Caserta. I poliziotti hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 27enne rumeno Ciurariu Tonicel. Il provvedimento ha riguardato anche la madre e la sorella, Tercuta e Doina, nei cui confronti è stata eseguita la misura del divieto di dimora nel Comune di Curti. I tre si sono resi responsabili, a vario titolo, di maltrattamenti contro familiari conviventi, violenza e minaccia per costringere altri a commettere reati, lesioni personali pluriaggravate e sequestro di persona aggravato in concorso. In particolare, l’attività di indagine ha permesso di svelare molteplici condotte poste in essere dal cittadino rumeno ai danni della coniuge, con la complicità dei propri familiari; la vittima subiva sofferenze fisiche e morali tali da renderle la vita quotidiana dolorosa, mortificante ed intollerante, veniva segregata in casa per giorni, percossa più volte, anche con oggetti contundenti, e costretta a commettere furti in più esercizi commerciali, sorvegliata a vista e picchiata quando si rifiutava di commettere reati.

Caldoro: Sanità, Campania ultima per Lea

NAPOLI. "Beatrice Lorenzin conferma. Mio ultimo anno con i Lea a 139 punti. Con De Luca calo di 40 punti nel suo primo anno. Oggi la Campania è ultima in Italia". Così su twitter Stefano Caldoro, capo dell'opposizione di centrodestra in Consiglio Regionale della Campania.

Traffico di cuccioli di razza, maxi-sequestro di beni

La Guardia di Finanza di Aversa ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni e disponibilita' finanziarie per circa 9 milioni di euro nei confronti di amministratori e gestori di fatto di tre societa' con sede nelle province di Caserta e Napoli. Nei loro confronti reati tributari riguardanti un'evasione fiscale commessa tra il 2011 e il 2016. Il provvedimento cautelare scaturisce da approfondite indagini che hanno permesso di appurare l'esistenza di un'articolata rete di societa', intestate anche a consapevoli prestanome, volte a commercializzare cuccioli di razza provenienti da Stati esteri (essenzialmente Ungheria) e che, secondo l'ipotesi accusatoria, realizzano ingenti profitti attraverso l'omesso pagamento delle imposte in Italia.

Salerno, blitz antidroga: 33 arresti

SALERNO.  Maxi operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Salerno che, in diversi comuni della provincia, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip su richiesta della Dda, nei confronti di 33 indagati, ritenuti responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e altri cosiddetti "reati fine" con l'aggravante del metodo mafioso. Circa 200 i militari impegnati nell'operazione con l'ausilio di unità cinofile.

De Luca offende la Ciarambino e scoppia la polemica

Clima acceso prima, durante e dopo la seduta del Consiglio regionale della Campania che ha approvato il maxiemendamento alla legge di stabilità regionale sul quale il governatore Vincenzo De Luca ha posto la fiducia. Dopo lo scontro tra Stefano Graziano (Pd) e consiglieri Cinque Stelle, al termine della seduta, conclusa con l'approvazione del testo con 32 voti favorevoli e 14 contrari, i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno esibito cartelli con la scritta "Siamo in Delucrazia", in segno di protesta contro la decisione di porre la fiducia e, a detta degli stessi pentastellati, svilire il ruolo del Consiglio regionale. Poco dopo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti: durante la registrazione, De Luca è sembrato infastidito dalla voce di Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle, che poco lontano, insieme agli altri membri del suo gruppo consiliare, stava girando un video per testimoniare la protesta. Mentre parlava del caso dell'ospedale di Nola, De Luca si è interrotto dicendo: "C'è una signora che disturba anche quando sta a 100 metri di distanza, questa chiattona". A chi gli ha fatto notare che le sue parole potevano essere considerate fuori luogo, De Luca ha risposto: "Non ho fatto nomi, stavo parlando di miei amici che stanno passando lì".

Campania, Palumbo eletto presidente dei giovani imprenditori di Confindustria

NAPOLI. Questo pomeriggio, nella sede di Confindustria Campania, ha avuto luogo la prima riunione del nuovo Comitato Direttivo dei Giovani Imprenditori di Confindustria Campania che ha eletto Francesco Giuseppe Palumbo Presidente dei Giovani Imprenditori Campani per il triennio 2017-2020*.

Palumbo, che succede a Nunzia Petrosino, è Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno. 37 anni, laureato in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Salerno, specializzato in amministrazione e management aziendale ed in marketing e direzione commerciale, è Presidente del Consiglio d'Amministrazione della Medis srl, medicina e sicurezza sui luoghi di lavoro, azienda da lui cofondata, che opera su tutto il territorio nazionale. È operativo anche nel settore del franchising della ristorazione con il brand “I Paccheri Italian Pasta and Mozzarella Restaurant” e nello shop food di prodotti artigianali Made in Italy, di prevalenza campana.

Una borsa di studio intitolata al magistrato Federico Bisceglia

NAPOLI. Ricordando Federico Bisceglia. Una giornata di studio sui reati ambientali, partendo dall’esempio del magistrato autore di numerose inchieste sulla “Terra dei fuochi” morto due anni fa in un tragico incidente stradale. L’iniziativa, promossa dall’Università degli studi di Napoli Parthenope e dal consorzio nazionale dei rifiuti dei beni a base di polietilene Polieco, si svolgerà domani, giovedì 23, dalle 9.30 alle 17.30 a Napoli presso Palazzo Pacanowsky. “La nuova tutela  penale dell’ambiente tra prevenzione, accertamento e oneri risarcitori- ripristinatori”: questo il nome della giornata, che sarà suddivisa in una prima sessione dal titolo “Dal disastro “innominato” all’inquinamento e disastro ambientale” e in una seconda dal titolo “Reati ambientali e problematiche processuali”.

Ad aprire i lavori saranno i saluti del rettore e del coordinatore del corso di studi in Giurisprudenza della Parthenope, Alberto Carotenuto e Marco Esposito, il presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli Armando Rossi, il vicesindaco di Napoli Raffaele Del Giudice e il direttore del Polieco Claudia Salvestrini.

«L’iniziativa si inserisce in un piano di formazione continua su temi di particolare rilevanza e delicatezza, andando dalle aule  dell’università alle aule del tribunale», spiega la docente Carla Pansini, promotrice della Giornata. Nell’occasione, sarà annunciata anche l’istituzione, sostenuta da Polieco, di una borsa di studio in memoria di Bisceglia da assegnarsi alla migliore tesi di laurea in tema di reati ambientali e lotta alla criminalità dell'ambiente.

«Il contrasto ai crimini ambientali passa attraverso l’adeguata formazione delle figure deputate all’attuazione della normativa ambientale -  afferma il direttore del Polieco Claudia Salvestrini -  ed è in questa ottica che si inserisce la borsa di studio, nata per stimolare l’ approfondimento degli ecoreati e per raccogliere il testimone di un magistrato cui le popolazioni della Terra dei fuochi devono tanto».

Parthenope, scambi culturali con l'università francese

NAPOLI. Questa mattina, con inizio dalle ore 10, presso la sede di palazzo Pacanowski del’Università Parthenope, aula 2.5, avrà luogo la giornata internazionale “Hector Malot au carrefour des cultures”. La giornata, fortemente voluta da Antonio Garofalo (nella foto), direttore del Dipartimento di Studi Economici e Giuridici e da Carolina Diglio, presidente del corso di studi di Mangement delle Imprese Internazionali e coordinatrice del dottorato di ricerca in “Eurolinguaggi e Terminologie Specialistiche” vedrà la partecipazione di studiosi ed esperti di chiara fama, quali Francis Marcoin, Danielle Dubois-Marcoin, dell’università d’Artois, Aldo Antonio Cobianchi, segretario nazionale della SIDEF (Società Italiana dei Francesisti), Luigi Ferraiuolo, noto giornalista di TV2000.

Previsti in apertura i saluti di Jean Paul Seytre, Console Generale di Francia e, in collegamento Skype, l’intervento dell’erede dello scrittore, Agnès Thomas-Maleville, giornalista e scrittrice.

A fare gli onori di casa Raffaella Antinucci e Maria Giovanna Petrillo relatrici in questa giornata densa cui illustri enti hanno voluto concedere il patrocinio: l'AMOPA, l'Association des membres de l'ordre des palmes académiques, dall'Institu Français di Napoli, dalla nota associazione Italiques, nonché dall'Università d'Artois e dall'Associazione degli Amici di Hector Malot e dalla Sidef .

Si tratta di un momento di studio volto a riscoprire l’importanza di questo “figlio indipendente di Balzac” - spiega Marcoin - ovvero, di un grande fotografo della realtà contemporanea, giornalista e romanziere del XIX secolo nonché autore dell’indimenticabile “Sans famille”.

"L’incontro è organizzato nell’ambito del programma di scambio dell’università campana - conclude Garofalo - ; Francis Marcoin, infatti, visiting professor presso il dipartimento di studi economici e giuridici, proveniente dall'Université d'Artois, direttore del Centre Robinson (Centre de Ressources et de Recherche sur la Littérature de Jeunesse et sur les Politiques d’incitation à la lecture des jeunes), nonché direttore della rivista internazionale Cahiers Robinson, e presidente dell’Associazione “Les amis d’Hector Malot” terrà dei seminari dottorali e degli incontri con gli studenti con la collega Danielle Dubois volti all’approfondimento della lingua e della cultura francese. 

Autismo, confronto sulla nuova legge regionale

NAPOLI. "La nostra Campania è tra le prime regioni impegnate ad elaborare un testo sull'Autismo": così Flora Beneduce (nella foto) consigliera regionale, nella Commissione Sanità, al convegno "Spunti di studio verso una nuova legge regionale sull'Autismo" organizzato dall'Associazione Giuristi del Golfo, Foro di Napoli, che si è svolto al Tribunale di Napoli, col patrocinio morale della Regione Campania.
«Da quando ho presentato la proposta di legge a settembre 2015, ho incontrato tanti genitori di bambini e adulti autistici che chiedono alla Regione di tracciare un percorso per i loro figli che preveda un progetto di vita e non solo un'assistenza dedicata in ambito strettamente sanitario», ha detto la Beneduce.
«Un progetto di vita con noi e dopo di noi per sostenerli attraverso un canale comunicativo capace di includerli in famiglia e nella società - continua la consigliera regionale della Campania - In Commissione Sanità si avvia a definizione un lungo percorso per licenziare un testo organico sull'Autismo. Il confronto con le associazioni è stato molto utile e gli emendamenti presentati al testo sono frutto di una riflessione condivisa su molti aspetti, che possono migliorare qualitativamente il testo in definizione in questi giorni».
Hanno partecipato, oltre a Flora Beneduce, Armando Rossi e Sabrina Sifo, rispettivamente presidenti del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Napoli e dell'Associazione giuristi del Golfo; la presidente ANGSA, Associazione nazionale genitori soggetti autistici Campania, Claudia Nicchiniello; Antonello Maria Mazza e Clara Niola, per l'Associazione giuristi del Golfo. Ha moderato il segretario Ordine avvocati di Napoli. Maurizio Bianco.

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli