Martedì 28 Marzo 2017 - 4:41

Piedimonte Matese, denaro in cambio di soffiate a pompe funebri

PIEDIMONTE MATESE. Segnalazioni sulle condizioni di salute di pazienti in imminente pericolo di vita o nominativi di persone defunte in cambio di denaro. È l’ipotesi accusatoria formulata dalla magistratura nei confronti di sei indagati che gravitavano nell’ospedale di Piedimonte Matese, ritenute responsabili, a vario titolo e in concorso tra loro, di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio. L’attività investigativa, svolta nell’arco del 2011, ha consentito di accertare che due dipendenti del nosocomio, un portantino e un addetto alla sala mortuaria, fornivano «con carattere di continuità» informazioni a due ditte di onoranze funebri sulle condizioni di salute di pazienti ricoverati e di cui era imminente il decesso o sui decessi avvenuti.

Sanità, De Luca: «Il ministro chieda scusa alla Campania»

NAPOLI. «Basta con le gestioni commissariali nella sanità. È stata approvata una nuova legge che prevede che il presidente della Regione possa essere commissario. Io non ho nessuna voglia di farlo, il mio obiettivo è fare uscire la Campania» dal piano di rientro». A dirlo, nel consueto appuntamento settimanale su Lira Tv, è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Quello che io sostengo è che i commissari esterni sono un danno e un ostacolo intollerabile - attacca -. Sono elemento di confusione amministrativa e sovrapposizione di competenze. Penso che il ministro della Sanità debba chiedere scusa dieci volte alla Campania, al di là della persone. Abbiamo l’aspettativa più bassa di vita in Italia, è una vergogna. La Campania paga quasi 400mila euro l’anno per due signori che vengono non si sa da dove e vengono qui due volte alla settimana. Ma stiamo scherzando?»

Rifiuti tossici, il pentito Perrella: «Quelli dell'ex Italsider sotterrati a Giugliano»

NAPOLI. «I rifiuti tossici dell’Italsider di Bagnoli furono smaltiti in un terreno dove ora ci sono 250 villette». A dirlo Nunzio Perrella, collaboratore di giustizia dal 1992. Il complesso sotto il quale sono sepolte le scorie è quello del Parco Simona una struttura che si trova in località  Licola a Giugliano. L’occasione per la rivelazione è la presentazione del libro “Oltre Gomorra”, edito da Cento Autori, e scritto dallo stesso Perrella, presentatosi a volto coperto per ragioni di sicurezza, con il giornalista Paolo Coltro, presentato nella sede dell’Ordine dei giornalisti della Campania. «In quella zona - spiega Perrella - sono sotterrati i rifiuti della Lombardia. I proprietari delle case sanno tutto, sono persone importantissime. Ma nessuno parla perché si ha paura di perdere villette che costano anche 300 o 400mila euro. I rifiuti erano smaltiti da altri miei colleghi, io facevo il costruttore e quando sono diventato attivo nel campo dei rifiuti ho conosciuto i vari Avolio, Chianese ed altri»

Portici, apre il il nuovo Centro Ricerche Tartarughe Marine

PORTICI. Tutto pronto per l’inaugurazione della nuova sede della Stazione Zoologica Anton Dohrn, che domani, venerdì 20, alle ore 11, taglierà il nastro del nuovo Centro Ricerche Tartarughe Marine e Osservatorio del Golfo di Napoli, realizzato con il sostegno e il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, della Regione Campania e del Comune di Portici. La nuova sede sarà ospitata presso i locali dell’ex macello comunale, concesso in comodato ventennale dal Comune di Portici, diventando così luogo di ricerca e divulgazione scientifica per la Regione Campania e per l'intero Paese.
Il nuovo Centro di Portici rappresenta il più grande nucleo di ricerca sulle Tartarughe Marine del Mediterraneo, raccogliendo l’eredità e l’esperienza del Turtle Point di Bagnoli.
La nuova sede si sviluppa su 600 mq coperti e oltre 7.000 mq scoperti e ospita laboratori avanzati per le analisi ambientali, un ambulatorio con sala chirurgica e radiologica per le tartarughe marine, e una ricca esposizione didattica. Sarà possibile visitare i nuovi acquari tematici dedicati ai descrittori di qualità ambientale degli ecosistemi marini dove si verrà accolti da modelli in dimensioni reali di grandi vertebrati marini del Mediterraneo. Molte le novità che interesseranno il centro che si avvarrà di una tecnologia multimediale interattiva fruibile agli ospiti e alle scolaresche che visiteranno la sede. Turisti, cittadini e professionisti del settore, saranno in grado così di conoscere i problemi ambientali che affliggono il Mar Mediterraneo oltreché seguire le migrazioni e il comportamento delle tartarughe marine rilasciate dopo le adeguate cure di riabilitazione, grazie agli avanzati sensori di cui saranno dotate. Con questo nuovo progetto la Stazione Zoologica Anton Dohrn, in stretta collaborazione con le Università e gli Enti di Ricerca, vuole promuovere e sviluppare la ricerca scientifica per la tutela della risorsa mare ed essere strumento esecutivo e di servizio per le Istituzioni, la Scuola, la Pubblica Amministrazione.
In questo straordinario luogo, occasione di rinascita culturale e scientifica, la Stazione Zoologica Anton Dohrn intende condividere con i cittadini con i risultati della ricerca scientifica marina e rendere tutti partecipi della necessità di operare insieme per la conoscenza e conservazione della biodiversità e della salute del Mediterraneo, a partire dal Golfo di Napoli.   

Clan Belforte, pizzo di Natale: 3 fermi

CASERTA. La Squadra Mobile di Caserta e i Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Caserta hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Direzione distrettuale antimafia nei confronti di Maria Buttone, moglie di Domenico Belforte, considerato boss dell'omonimo clan, del figlio Salvatore Belforte e della compagna di quest'ultimo, Alessandra Golino. I tre sono ritenuti responsabili di concorso in estorsione continuata, con l'aggravante dell'aver commesso i fatti col metodo mafioso e al fine di favorire i clan camorristico Belforte attivo a Marcianise (Caserta) e nei comuni limitrofi.

Rifiuti, De Luca: 25 siti di compostaggio

NAPOLI. "Avvieremo in tempi brevi un investimento di 220 milioni per 25 siti atti ad ospitare gli impianti di compostaggio che sono essenziali per rendere autonoma la Campania nel ciclo dei rifiuti ed evitare di portare fuori l'umido con costi enormi per i cittadini. Ma se vogliamo evitare, come abbiamo stabilito, la costruzione di nuovi termovalorizzatori dobbiamo provvedere a dotarsi di questi impianti". A dirlo, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Santa Lucia, e' il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. "Questo ci consentira' di presentarci con serieta' all'Ue per porre fine alla multa giornaliera di 120 milioni di euro al giorno". I Comuni che avrebbero fatto richiesta sono Napoli per la zona est, Pomigliano, Afragola, Cancello Arnone, Caserta Lo Uttaro, Maddaloni, Rocca d'Evandro, Casal di Principe, Avellino, Conza della Campania, Chianche, Salerno, in questo caso per il potenziamento, Fisciano, San Mango Piemonte, Pontecagnano, Castelnuovo Cilento, Benevento, Baselice e poi abbiamo gli impianti di Stir". Questi ultimi sono quelli di Caivano, Giugliano, Tufino, Battipaglia, Casalduni, Pianodardine e Santa Maria Capua Vetere.

Matrimonio nella Reggia, indagata la cantante Aprile

Spunta anche il matrimonio "con truffa" all'interno della Reggia di Caserta dalle indagini del Reparto operativo del Comando provinciale dei Carabinieri di Caserta, culminate questa mattina nell'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti, tra gli altri, di Antonio Zagaria, fratello del boss Michele, dell'ex consigliere regionale campano, Pasquale De Lucia, e di Rita Di Giunta, ex consigliere comunale di Castel Volturno ed ex capo segreteria di De Lucia.  Il matrimonio è quello della cantante Silvia Aprile, celebrato nel 2010: in quell'occasione fu fatta richiesta di utilizzo dei locali della Reggia per un evento di presentazione di un album musicale con annessa cena di gala per artisti e produttori discografici. In realtà, ottenuta l'autorizzazione, la cantante si presentò sul posto in abito da sposa e quella che doveva essere una cena di gala diventò il banchetto nuziale con tanto di invitati, all'insaputa della Soprintendenza che protestò pubblicamente una volta appreso l'accaduto. Secondo quanto emerso dalle indagini del Reparto operativo del Comando provinciale dei Carabinieri di Caserta, Rita Di Giunta avrebbe fatto pressioni su diversi enti, tra questi l'Ept, per organizzare l'evento raggirando la Soprintendenza e il divieto di celebrare matrimoni all'interno del palazzo vanvitelliano. Silvia Aprile è ora indagata per truffa e falso.

Pd, Renzi incontra Paolo Siani e poi va a Scampia: «Ci vuole un progetto complessivo»

NAPOLI. «Giornata napoletana. Prima sono andato a pranzo da Paolo Siani, pediatra e primario di chiara fama. Ho ascoltato le sue considerazioni sui minori, sulla sanità, sulla povertà minorile, sulla necessità di scommettere sulla cultura e sull'educazione come presupposto della legalità. Ho ripensato al coraggio di questa famiglia, nel ricordo del fratello Giancarlo, grande giornalista e giovanissimo martire di camorra. Poi sono andato a Scampia. Ho chiamato il mio amico scout padre Fabrizio Valletti e gli ho chiesto di farmi vedere - senza dirlo a nessuno - il cuore di questo territorio, simbolo di tante realtà disagiate. Il mio Governo ha stanziato molti fondi per le periferie e ha messo a disposizione del Comune di Napoli le cifre necessarie per abbattere le famigerate Vele, ma non bastano i soldi. Occorre un progetto complessivo, perché le persone per ripartire ci sono e ne ho incontrate diverse anche oggi a cominciare dal mio amico Gianni Maddaloni, 'O Maé, che con la sua palestra rappresenta una delle più belle esperienze di riscatto non solo sportivo». A scriverlo sul proprio profilo Facebook è il segretario del Pd, Matteo Renzi, al termine della sua giornata napoletana. Il tutto mentre il governatore VIncenzo De Luca, il giorno dopo la manifestazione di Campania Libera, scrive che «si è tenuta ad Afragola una iniziativa, che aveva come tema "Obiettivo Lavoro", promossa da una delle liste civiche e di programma che mi affiancano da ben sei anni. Questa manifestazione è diventata su qualche organo di informazione, il lancio improvviso e insidioso del mio "partito personale". Indifferenti al fatto che, da venti anni, contrasto l'idiozia dei partiti personali».

Caserta, caso di meningite: il sindaco chiude due scuole

Caso sospetto di meningite a Caserta. Il sindaco Carlo Marino, appreso dall'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta e dall'ospedale Cotugno di Napoli del sospetto caso di meningite, con un'ordinanza firmata ieri ha disposto per oggi la chiusura in via precauzionale della scuola dell'infanzia di via Benevento e della scuola elementare di via Montale dell'istituto comprensivo 'Ruggiero'. Il provvedimento è stato deciso "al fine di evitare qualsiasi rischio per la salute pubblica connesso al sospetto caso di meningite in corso di accertamento".

Torna il maltempo,
è di nuovo allerta in Campania

NAPOLI. La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un nuovo avviso di avverse condizioni meteo per piogge e temporali con conseguente criticita' idrogeologica di colore Giallo valevole per la giornata di domani e fino alle 6 di lunedì mattina. L'allerta riguarda la gran parte del territorio inclusa la citta' di Napoli e la fascia costiera. L'avviso del Centro Funzionale regionale evidenzia "Precipitazioni da sparse a diffuse a locale carattere di rovescio e di isolato temporale, anche di moderata intensita'" nonche' "Possibili grandinate" per le zone: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini; Alto Sele; Piana Sele, Alto Cilento; Basso Cilento. In queste stesse aree, si attendono anche precipitazioni nevose a quote superiori ai 500-600 metri e, localmente, anche a quote inferiori, con apporti al suolo deboli o anche moderati. Nel resto della regione Precipitazioni sparse, a prevalente carattere nevoso, con apporti al suolo moderati. Su tutta la Campania gelate persistenti a quote collinari e localmente anche a quote inferiori. La Sala operativa della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere o mantenere in vigore tutte le misure previste dai piani comunali di protezione civile per la criticita' idrogeologica e di seguire le indicazioni già fornite relative alle precipitazioni nevose, sia in ordine alla tutela delle fasce deboli della popolazione, con particolare riferimento ai senza fissa dimora, che per le precauzioni da assumere a salvaguardia del territorio, ivi compresa la corretta informazione ai cittadini. La Protezione civile raccomanda agli automobilisti di mettersi in viaggio con le dotazioni da neve: pneumatici invernali e catene.

Pagine

Rubriche

SEX AND NAPLES
di Mariagrazia Poggiagliolmi
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)