Mercoledì 18 Ottobre 2017 - 4:09

Salma vicino al bagno, De Luca querela chi ha segnalato su Fb

NAPOLI.  Partirà presto, forse nelle prossime ore, una querela nei confronti di quanti hanno diffuso la cosiddetta "fake news" di una salma nel bagno dell'ospedale Cardarelli di Napoli dove sarebbe stata lasciata per alcune ore. A dirlo ai giornalisti è il presidente della Campania Vincenzo De Luca a margine di una conferenza stampa sulla campagna di vaccinazioni per l'accesso alla scuola. Per il governatore quanto accaduto ieri - con la continua diffusione della notizia nonostante le smentite ufficiali del direttore generale del nosocomio e dei NAS "è vergognoso e criminale" perché si è trattato di "falsa informazione". De Luca se la prende anche e soprattutto con Rai news sottolineando che ancora ieri sera, dopo i chiarimenti ufficiali, scorreva il titolo con "la notizia falsa e, solo dopo, la dicitura 'dal Cardarelli smentiscono'". "È sconcertante, indegno.... Vi pare questo il modo di fare informazione?". L'ipotesi del governatore è che ci siano "aree di potere interesse a mantenere la situazione com'è. Ma - aggiunge - saranno spazzate via. Il Cardarelli oggi è uno dei migliori ospedali d'Italia".

Contrabbando, sequestrate 1,3 tonnellate di sigarette a Caserta

CASERTA. Nell'ambito della costante attività istituzionale di controllo del territorio volta alla repressione di fenomeni illeciti, personale del Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta ha intercettato e pedinato lungo l'asse autostradale A1 un camper sospetto di grandi dimensioni, con targa slovacca, che ha imboccato l'uscita di Caserta centro e ha terminato la propria corsa in un parcheggio nell'area industriale di Marcianise. All'atto del controllo l'autista di nazionalità ucraina, in evidente stato di tensione, ha dichiarato di essere venuto in Italia per trascorrere un periodo di ferie. I militari operanti - insospettiti dall'atteggiamento del conducente nonché dal fatto che avesse noleggiato un camper con 6 posti letto per soggiornare da solo - hanno deciso di procedere ad un accurato controllo dell'automezzo. A seguito dell'ispezione del camper le Fiamme Gialle casertane hanno rinvenuto - abilmente occultati nel vano cuccetta, nel bagno, negli armadi e nel bagagliaio - n. 6.265 stecche di sigarette di contrabbando per un peso complessivo di circa 1,3 tonnellate.

Cominciata la demolizione del camino nella centrale di Sessa

E' cominciata oggi alla centrale nucleare del Garigliano, a Sessa Aurunca nel Casertano, la demolizione del 'camino' da parte della Sogin, la societa' statale che si occupa di dismettere gli impianti nucleari. Le attivita' finalizzate allo smantellamento (decommissioning) del camino - una struttura tubolare in cemento armato alta 95 metri, con un diametro che varia dai 5 metri della base ai 2 metri della sommita' - furono avviate nel marzo 2014 con lo scopo di consentire l'apertura del cantiere e la sua demolizione come struttura convenzionale. Dopo i collaudi di sistemi e macchinari, l'impermeabilizzazione delle aree e il consolidamento delle strutture, Sogin ha infatti decontaminato le pareti interne. Tale operazione e' stata svolta da un robot di tecnologia italiana, movimentato da remoto all'interno del cono. Ora avverra' la demolizione, per la quale sara' adottata la tecnica della frantumazione controllata, che prevede l'installazione di una piattaforma, ancorata all'esterno nel terreno, che sosterra' appositi macchinari che smantelleranno gradualmente la struttura partendo dall'alto, con la caduta dei materiali di risulta all'interno del camino stesso. I detriti saranno rimossi periodicamente per evitarne l'accumulo alla base. Per gli ultimi 30 metri verra' utilizzato un mezzo meccanico cingolato. "La demolizione del camino - dice Luca Desiata, amministratore delegato di Sogin - e' la fase finale di un progetto rilevante nel programma di smantellamento della centrale del Garigliano. Un'attivita' - aggiunge Desiata - caratterizzata da soluzioni progettuali e tecnologiche tutte italiane, che confermano l'eccellenza dello know-how di Sogin nel decommissioning nucleare". Il camino verra' completamente smantellato entro la fine dell'anno. I lavori produrranno 920 tonnellate di materiale, di cui 900 di cemento e 20 di metallo, che verranno smaltiti presso operatori autorizzati per il loro recupero e riutilizzo. Al termine, nello stesso punto verra' realizzato un nuovo camino di 34 metri, un'altezza 3 volte inferiore all'attuale, che servira' per lo scarico dei residui gassosi derivanti dalle successive operazioni di smantellamento. 

Morta Adriana Tocco, era il garante dei detenuti

È morta Adriana Tocco, garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive della liberta' personale della Campania. Il Capo del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia, Santi Consolo, e l'Amministrazione penitenziaria tutta esprimono in una nota "profondo cordoglio". Era "una donna di grande valore e di profonda umanita' - si legge -, che ha dedicato gran parte della sua vita ai detenuti. La dottoressa Tocco lascia un'impronta profonda nel mondo penitenziario per il suo continuo impegno nell'affermazione e nella tutela dei principi di umanita', di rispetto e di solidarieta', nella ferma e nobile convinzione che i detenuti, riprendendo una delle sue citazioni, '...se pur colpevoli dei reati piu' odiosi, sono titolari di diritti costituzionalmente garantiti. Il significato stesso della giustizia e' garantire il trattamento leale, morale e imparziale di tutte le persone'".

Fatto a pezzi per gelosia, arrestato complice di Ciro

CASERTA. C'è un secondo arresto nell'ambito delle indagini per l'omicidio di Vincenzo Ruggiero, l'attivista gay 25enne ucciso e fatto a pezzi per gelosia ad Aversa, in provincia di Caserta, lo scorso 7 luglio. In carcere è già finito Ciro Guarente, con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Ora il pubblico ministero della Procura di Napoli Nord ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti di un cinquantunenne, residente a Ponticelli, per concorso nell'omicidio, detenzione, porto e cessione abusiva di armi. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri del reparto territoriale di Aversa in seguito alle indagini dopo il fermo di Guarente e il ritrovamento del cadavere a Ponticelli. Oggi il gip ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 51enne. Il suo ruolo nella vicenda ha trovato riscontro dopo l'interrogatorio di Guarente.

Legambiente: mare inquinato, la Campania resta agli ultimi posti

ROMA. Su 260 punti campionati lungo tutta la costa italiana, sono 105 (pari al 40%) i campioni di acqua analizzata risultati inquinati con cariche batteriche al di sopra dei limiti di legge. Colpa degli scarichi fognari non depurati. Ben 38 i "malati cronici", cioè quei punti in cui le situazioni critiche erano già state denunciate più volte negli ultimi cinque anni e che si concentrano soprattutto nel Lazio (dove ce ne sono otto), in Calabria (sette), in Campania e Sicilia (cinque). È il bilancio finale, poco rassicurante, di Goletta di Verde 2017, la campagna di Legambiente che quest'anno ha interessato 7.412 km di coste. A fronte di questa situazione, e dopo i tanti appelli inascoltati lanciati ad amministrazioni ed enti competenti per verificare le cause dell'inquinamento, Legambiente ha presentato alle Capitanerie di Porto 11 esposti, uno per ogni regione in cui sono presenti i malati cronici di inquinamento, sulla base della legge sugli ecoreati che ha introdotto i delitti ambientali nel codice penale, tra cui il reato di inquinamento ambientale.

In auto con la bimba e oltre un chilo di cocaina

SALERNO.  Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Salerno, Sezione Narcotici, nell'ambito delle attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti in città, già predisposte dal Questore di Salerno in occasione del periodo estivo, hanno arrestato in flagranza di reato un cinquantenne di Pontecagnano Faiano. Gli agenti insospettiti dal fatto che l'uomo si trovasse a bordo di un'autovettura con targa bulgara ed in compagnia di una bambina, hanno ritenuto di procedere al controllo del veicolo ma alla vista dei poliziotti l'uomo ha tentato di darsi alla fuga.

Prontamente bloccato, l'uomo è risultato con diversi precedenti penali tra cui reati in materia di stupefacenti, lesioni e minacce. Quindi è stata effettuata una perquisizione sul posto a seguito della quale è stato rinvenuto un panetto di cocaina del peso di un chilo e 150 grammi nascosto nel cofano posteriore vano ruota di scorta. Per questo l'uomo è stato arrestato in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione dell'autorità giudiziaria è stato, condotto presso la locale casa circondariale di Fuorni. La bimba in sua compagnia, dopo i dovuti accertamenti, è risultata essere sua figlia ed è stata affidata alla madre.

Trovato con 4.300 euro falsi

CASERTA. Fermato per un controllo, è stato trovato con 86 banconote da 50 euro false. Le banconote, nascoste in un raccoglitore per foto, erano di ottima fattura e pronte per essere messe in circolazione. Sono stati i finanzieri della Compagnia di Mondragone, in località ''Ischitella'', a Castel Volturno, a fermare F.R., un 64enne italiano, risultato gravato da numerosi e specifici precedenti di polizia. Sottoposto a un controllo più approfondito, le Fiamme Gialle hanno così rinvenuto i soldi falsi. Sequestrati anche i 4 telefoni cellulari che l'uomo aveva con sé. Il 64enne è stato denunciato a piede libero per spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate e ricettazione. Le indagini proseguiranno per capire nel dettaglio il sistema di falsificazione e l'origine delle banconote.

Molotov contro il centro immigrati: due arresti

CASERTA. Con una bottiglia di plastica contenente benzina avrebbero appicato nel gennaio scorso le fiamme al Centro per immigrati di Vairano Patenora, in provincia di Caserta. I carabinieri di Vairano Scalo, nel Casertano, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Daniele Cannine, classe 1971 e Anzit Anouar, nato in Marocco (entrambi residenti in Vairano Patenora), ritenuti gravemente indiziati del delitto di concorso in tentato incendio, con l'aggravante di avere commesso il fatto per motivi di odio razziale. Il provvedimento restrittivo costituisce il parziale epilogo di un'indagine - diretta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere - iniziata nel gennaio 2017, condotta mediante complessi accertamenti, che ha consentito di acquisire gravi indizi a carico dei due indagati per il tentato incendio del Cta Europa di Vairano Patenora, domicilio di richiedenti asilo.

Caserta, scoperta discarica di rifiuti interrati

CASERTA. I militari del Noe di Caserta unitamente al Comando Stazione di Grazzanise, con l'ausilio di personale tecnico dell'Arpac Dipartimento di Caserta e dei W.F. del Comando Provinciale di Caserta, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno proceduto ad eseguire un'attività di scavo nell'agro del comune di Santa Maria la Fossa, già oggetto di sequestro da parte della Polizia locale. L'attività di scavo si è resa necessaria al fine di verificare la presenza di rifiuti interrati, vista la formazione spontanea di "fumarole" a seguito di un incendio di sterpaglie domato nei giorni precedenti e successivi campionamento eseguiti dall'Arpa Campania, avevano evidenziato la presenza oltre i limiti consentiti, di Composti Organici Volatili del tipo Benzene. Gli scavi hanno permesso di portare alla luce un ingente quantitativo di rifiuti speciali, derivanti dall'attività di produzione nel settore calzaturiero e della raccolta degli abiti usati. Gli accertamenti, diretti a ricostruire i quantitativi di rifiuti interrati, la qualità e l'origine nonché individuare gli autori sono tuttora in corso.

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica