Sabato 23 Settembre 2017 - 4:14

Caos primarie, Paolucci lascia il Pd
e Gennaro Migliore si ritira

NAPOLI. «Con dolore, ma coerente con le mie convinzioni, ho deciso di lasciare il Pd. Continuerò con serietà il mio lavoro di parlamentare europeo nel Gruppo
S&D in Europa se accetteranno la mia richiesta di adesione». A scriverlo in una lettera aperta ai suoi elettori è Massimo Paolucci, deputato europeo eletto in Campania, nelle liste dei democrat. «Ho sempre pensato, e continuo a pensare, che il Pd sia la nostra casa naturale, lo storico approdo delle diverse esperienze e culture del centrosinistra italiano. Ho difeso questa tesi anche quando il mio dissenso su alcune scelte compiute da Renzi era molto forte. Quel che non posso
tollerare è vedere il mio partito trasformarsi geneticamente. Quel che non posso sopportare è l'ipocrisia, la doppia morale. Tutti, a Napoli e a Roma – aggiunge – sanno che le nostre prossime primarie saranno un grande revival di Forza Italia. Tutti vedono le fotografie riportate dai giornali. Tanti, navigando sulla rete, hanno "scoperto" fotografie imbarazzanti. Tanti sanno che le nostre prossime primarie saranno un replay peggiore di quelle svolte nel 2011».

E in serata Gennaro Migliore ritira la sua candidatura alle primarie Pd in Campania. La decisione è maturata dopo le tensioni registrate nel partito campano e un colloquio con il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Ovviamente la decisione fa pensare a un accordo in vista delle Amministrative a Napoli il prossimo anno. Potrebbe essere il futuro candiodato a sindaco del Pd in opposizione a de Magistris.

 

 

Gestione carburanti, a giudizio i fratelli Cosentino

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Nicola Cosentino, attualmente detenuto, i fratelli Giovanni e Antonio, entrambi ai domiciliari, e altre 12 persone, tra cui l'ex prefetto di Caserta Maria Elena Stasi per i reati di estorsione e illecita concorrenza con l'aggravante di aver agito per agevolare il clan camorristico dei Casalesi in relazione alla gestione degli impianti di carburanti di proprietà della famiglia dell'ex sottosegretario, sono stati rinviati a giudizio dal gup Antonella Terzi. I fratelli del boss Michele Zagaria, Pasquale e Antonio hanno scelto il rito abbreviato (per Antonio il processo comincerà a Napoli il 14 aprile, per Pasquale l'udienza deve essere fissata); tutti gli altri compariranno il 9 aprile prossimo al tribunale di Santa Maria Capua Vetere davanti al collegio presieduto da Giampaolo Guglielmo, lo stesso davanti al quale è in corso il processo Eco4 che vede imputato Cosentino per concorso esterno in associazione mafiosa. 

Avellino, sgominata banda di spacciatori

AVELLINO. Una rete di spacciatori è stata smantellata dai carabinieri dai carabinieri della Compagnia di Baiano e dai militari del comando provinciale di Napoli che hanno eseguito cinque misure cautelari, due delle quali in carcere e una ai domiciliari e altre due con divieto di dimora a Montoro. Il tutto nell’ambito dell’operazione denominata “Bravi ragazzi”. Destinatari cinque giovani di età compresa tra i 21 e i 27 anni che rifornivano la zona di Montoro e alcuni comuni del salernitano di hashish e cocaina. Le indagini, coordinate dal procuratore capo di Avellino, Rosario Cantelmo, erano state avviate circa dodici mesi fa. I cinque giovani finiti sotto accusa, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti vendevano cocaina, hashish e marijuana tra le province di Avellino e Salerno. Nascondensodi, se così si può dire, dietro rapporti di amicizi, incontravano i clienti alla luce del sole. In una prima fase delle indagini, i carabinieri avevano effettuato un sequestro di 300 grammi di hashish, detenuti da uno degli indagati. I carabinieri hanno anche scoperto che la droga veniva nascosta nelle prese d’aria dell’auto con la quale si recavano ad incontrare i clienti.

Caserta, sequestrati beni ad ex consigliere provinciale Ferraro

CASERTA. Beni per un valore di circa 1,7 milioni di euro, costituiti da una società, 14 terreni, 4 appartamenti, 2 veicoli e 6 rapporti di credito bancari, sono stati sequestrati dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Caserta a Sebastiano Ferraro, 48 anni, ex consigliere provinciale di Caserta, coinvolto nell’inchiesta “Il Principe e la scheda ballerina” che vede alla sbarra in questo momento anche l’ex sottosegretario del Pdl Nicola Cosentino. Ferraro fu arrestato il 6 dicembre 2011, con l’accusa di voto di scambio politico-mafioso insieme ad altri politici e amministratori, fra cui l’ex sindaco di Casal di Principe, Cipriano Cristiano. Per questi avvenimento, Ferraro è stato condannato con giudizio abbreviato, nel 2013, a sei anni e otto mesi di carcere. Il decreto di sequestro preventivo, che riguarda beni siti nelle province di Caserta e Taranto, è stato emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Primarie, partita la richiesta per annullarle: ma è giallo

NAPOLI. Le primarie in Campania, nonostante le campagne elettorali già partite e l'organizzazione messa in moto dal Pd regionale, tornano di nuovo in discussione con un giallo. ieri si è sparsa la voce di una raccolta firme tra i circa 90 componenti dell'assemblea regionale, e che avrebbe visto un'adesione alta, al 60% circa, per riportare di nuovo al vaglio di Roma l'ipotesi del candidato unitario, spendendo ancora il nome del presidente del Cnr Luigi Nicolais, 72 anni, docente universitario, in passato anche ministro della Funzione pubblica nel governo Prodi 2006-2008 dopo aver affiancato Antonio Bassolino come assessore alla Regione Campania. Ma la mail non avrebbe le firme necessarie e ci sarebbe stato un giallo legato all'invio. Dopo tre rinvii della data alla ricerca di un profilo che soddisfacesse le varie anime del partito in Campania, dunque, le primarie restano comunque in bilico, anche se ci sono candidature da Psi e Idv, forze politiche pero' che avevano aderito alla concultazione del Pd.

Morte di Schiavone, esposto in Procura

NAPOLI. I familiari di Carmine Schiavone, boss pentito dei Casalesi morto domenica all'ospedale di Viterbo, hanno presentato una denuncia alla Procura della Repubblica riguardo la morte dell'ex ras. Per questo motivo, e per effettuare accertamenti circa le cause del decesso, la Procura di Viterbo ha iscritto nel registro degli indagati una dozzina tra medici e infermieri che hanno avuto in cura Schiavone nel nosocomio. La notizia è stata anticipata dal Corriere della Sera. Schiavone era ricoverato nell'ospedale di Viterbo a seguito di una caduta ed era stato sottoposto ad un intervento di neurochirurgia su una vertebra. 

Sport e media, successo del corso di formazione per giornalisti a Caserta

CASERTA. Oltre un centinaio di giornalisti di Napoli e Caserta hanno affollato la sala convegni del Centro Culturale Sant'Agostino, dove ha sede l'Assostampa Caserta con l'Emeroteca punto di riferimento di moltissimi ricercatori, per l'interessante e riuscito seminario di aggiornamento su:"Lo sport e il nuovo linguaggio dei media", organizzato dall'Ordine dei Giornalisti della Campania con il supporto del Sindacato Giornalisti Campani e dell'Assostampa Caserta (nella foto da sinistra: Michele De Simone, Pio Del Gaudio, Davide Tizzano, Gianfranco Coppola, Ottavio Lucarelli).

I lavori sono stati introdotti dal presidente dell'Assostampa Caserta Michele De Simone e dal presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, che era accompagnato dal tesoriere dell'Ordine Paolo Mainiero e dalla dirigente del Sindacato Giornalisti della Campania Antonella Monaco. Significativo il saluto del sindaco di Caserta Pio Del Gaudio che ha seguito attentamente buona parte dei lavori del seminario, proponendo anche quesiti e domande ai relatori. Un parterre quello dei relatori veramente di primissimo piano, visto che a intrattenere l'attento uditorio c'erano Nicola Lombardo, Direttore della Comunicazione del Calcio Napoli; Francesco De Luca, capo della redazione sportiva del quotidiano Il Mattino; Gianfranco Coppola, caporedattore e responsabile sport Rai Tg3Campania; Davide Tizzano, oro olimpico ad Atlanta e Seul e attuale vicepresidente della Federazione Italiana Canottaggio.

Nei quattro interventi, tutti di altissimo livello, sono stati illustrati non solo i temi primari legati al ruolo dell'informazione sportiva all'interno dei media, ma anche quelli sopravvenuti in riferimento ai social network, ai giornali on line e, in generale, a tutte le nuove forme di comunicazione presenti in maniera rilevante nel mondo dello sport. Nicola Lombardo (proveniente dalle fila giornalistiche per aver lavorato all'Agenzia Reuter, a Sky Tg24 ed altri importanti network prima di approdare alla corte del presidente De Laurentiis) e Francesco De Luca (anche inviato ai Giochi Olimpici ed a grandi eventi sportivi internazionali) hanno approfondito soprattutto le problematiche di comunicazione nel mondo del calcio, con particolare riguardo, ovviamente al Calcio Napoli, di cui i due relatori, protagonisti dell'informazione sullo sport e la squadra più amata in Campania e non solo, hanno svelato aneddoti e curiosità. Il campione olimpico Davide Tizzano, nel ribadire l'impegno del Coni e delle Federazioni a mettere a disposizione dei media attraverso interviste e servizi le storie di vita e di impegno sportivo dei grandi atleti, ha ancora una volta sollecitato la stampa sportiva a dare spazio ai cosiddetti sport "minori" che sarebbe meglio definire "olimpici", ricordando di seguirli non solo durante i Giochi ma in tutti gli altri appuntamenti nazionali e internazionali. Sull'informazione televisiva ha dato un contributo essenziale Gianfranco Coppola che ha raccontato episodi significativi del backstage sportivo con particolare riferimento alla provincia di Caserta, definita "leader in Campania" per le sue numerose eccellenze sportive.

Dopo un vivace dibattito tra i relatori ed i partecipanti al seminario, De Simone e Lucarelli hanno chiuso l'incontro dando appuntamento ad altri appuntamenti in programma a giugno ed ottobre nell'ambito delle iniziative di aggiornamento che in Campania, a differenza di altre Regioni, sono organizzate con la partecipazione gratuita degli iscritti all'Ordine dei Giornalisti.

Il dirigente del SGC Antonella Monaco ha invitato tutti ad aderire alla campagna #menogiornalimenoliberi contro i tagli all'editoria, che rischiano di far chiudere più di 200 giornali, firmando la petizione

https://www.change.org/p/meno-giornali-meno-liberi-petizione-per-il-governo-e-il-parlamento-italiani

Regionali, Sel: «Pronto un nostro candidato»

NAPOLI. «Ci siamo dati 24 ore di tempo. Ascolteremo una serie di forze, di personalità e movimenti su alcuni nomi sui quali stiamo ragionando, saremo più precisi nella giornata di domani». A dirlo all'Adnkronos Salvatore Vozza, coordinatore regionale di Sel in Campania, in merito alla scelta del candidato per le prossime elezioni regionali. «La decisione è questa: noi mettiamo in campo un candidato, al di là del Pd - sottolinea Vozza - Il Pd facesse quello che ritiene di fare. Penso che ci sia una strada alternativa tra il Pd e Caldoro che noi vogliamo rappresentare». Vozza aggiunge che Sel sta lavorando per una «coalizione che coinvolga varie forze ed esperienze civiche»Quanto al nome del candidato, «ci sono diverse ipotesi in campo».

Capodrise, donna uccisa a martellate dal vicino

CAPODRISE. Una donna di 56 anni, Pasqualina Sica, è stata uccisa a Capodrise, nel Casertano, da un suo vicino di casa. L’uomo, settant’anni, avrebbe aggredito la donna con un martello a seguito di un litigio per motivi condominiali. La donna assassinata era un’insegnante di francese in un’istituto professionale cittadino. Per l’omicidio della professoressa è stato fermato il suo vicino di casa, Tommaso Senzio, 51 anni. L’uomo è stato portato al commissariato di Marcianise. Sembra che tra i due vicini, ci fossero continui litigi. 

Pagine

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici