Venerdì 24 Novembre 2017 - 19:19

Truffatore finisce in manette ad Avellino

AVELLINO. Aveva preso l’abitudine di prenotare pranzi per i dipendenti della sua azienda “fantasma”. E faceva pagare fino a trenta volte in più al ristoratore i dolci che avrebbero dovuto chiudere il pranzo. Un uomo di 55 anni, originario della provincia di Avellino, secondo la ricostruzione degli investigatori, era riuscito a truffare alcuni agriturismi tra Ariano Irpino e Zungoli. L’uomo si presentava come ingegnere, stabiliva il menu e chiedeva ai ristoratori di prendere contatto con una nota pasticceria napoletana per ordinare i dolci, in particolare babà al rum. A rispondere la telefono era lo stesso 55enne che imponeva il pagamento in contrassegno dei prodotti. Una volta consegnati i dolci e incassato il denaro, l’“ingegnere” scompariva.

L'assessore non c'è, salta il consiglio regionale sull'acqua

 NAPOLI. Salta la seduta del consiglio regionale per il riordino del sistema idrico per l'assenza dell'assessore Giovanni Romano. Il tutto mentre i comitati per l'acqua pubblica si erano riuniti in presidio davanti alla sede del consiglio regionale della Campania. I manifestanti hanno esposto degli striscioni davanti all'ingresso della sede del parlamentino con le scritte: “Giù le mani dall'acqua”, “L'acqua è un diritto, non una merce” e “Il mio voto va rispettato”. Intanto, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, critica la proposta di legge regionale che punta alla costituzione di un Ato unico. «Si sta tentando un blitz illegittimo. La Regione Campania perimetra diversamente. Lascia Napoli insieme a una parte della provincia di Caserta e sposta alcuni Comuni nel perimetro della Gori».

Avellino, prenotava finti pranzi: denunciato per truffa

AVELLINO. Aveva preso l'abitudine di prenotare pranzi per i dipendenti della sua azienda fantasma facendo pagare fino a trenta volte in più al ristoratore i dolci che avrebbero dovuto chiudere il pranzo. Così un 55enne della provincia di AVELLINO, secondo la ricostruzione degli investigatori, aveva truffato alcuni agriturismitra Ariano Irpino e Zungoli. L'uomo si presentava come ingegnere, ordinava il menu e chiedeva ai ristoratori di prendere contatto con un nota pasticceria napoletana per ordinare i dolci, in particolare babà al rum. A rispondere la telefono era poi il 55enne che imponeva il pagamento in contrassegno dei prodotti. Una volta consegnati i dolci e incassato il denaro, l' ''ingegnere'' faceva perdere le tracce. Ma i carabinieri hanno scoperto la truffa e denunciato il 55enne.

Vendeva droga davanti ai bambini sullo scuolabus illegale

CASTEL VOLTURNO. Riaccompagnava i bambini con lo scuolabus abusivo e, senza curarsi della presenza dei piccoli, lungo il tragitto vendeva dosi di droga: bloccato dai finanzieri di Mondragone. I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Mondragone, nell’ambito delle attività finalizzate alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato D.R.V., 44enne originario di Napoli, domiciliato a Castel Volturno. La pattuglia del Nucleo Mobile delle Fiamme Gialle notava l’uomo giungere in via Papa Roncalli - Località Scatozza - alla guida di un furgone di colore bianco e parcheggiare l’automezzo in prossimità dell’ingresso della scuola materna “Roncalli”, dove svolgeva, abusivamente, il servizio di “scuolabus”. D.R.V., dopo aver fatto salire alcuni bambini per riaccompagnati dalle rispettive famiglie, con assoluta noncuranza, si dirigeva verso un’autovettura appena giunta e sporgendosi all’interno di essa, al termine di una breve trattativa, prelevava dal marsupio che teneva a tracolla una bustina di cellophane e la consegnava alla persona seduta al lato passeggero, ricevendo, contestualmente, del denaro. Insospettiti da tale circostanza, i militari, dopo aver allertato ed ottenuto la presenza di un’altra pattuglia di rinforzo, sono intervenuti ed hanno tempestivamente bloccato ed identificato i soggetti coinvolti nella vicenda. Prima di procedere agli ulteriori approfondimenti del caso, i finanzieri hanno provveduto a riaccompagnare a casa tutti i bambini, che nel frattempo attendevano sul pulmino. Le indagini e successive perquisizioni personale e domiciliare di D.R.V., hanno permesso di sequestrare 10 bustine di cellophane all’interno del marsupio che lo stesso portava a tracolla al momento dell’intervento dei militari, contenenti marijuana per 9,1 grammi, nonché una pistola lanciarazzi illegalmente detenuta all’interno della propria abitazione. L'uomo è stato arrestato e condotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Bellona, villetta trasformata in fabbrica clandestina di borse “Armani”

BELLONA. Una villetta trasformata in opificio illegale. La scoperta è dei militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel quadro della costante attività di analisi e controllo economico del territorio con particolare attenzione al fenomeno della contraffazione. In particolare, all’interno della fabbrica clandestina a Bellona, nel Casertano, i finanzieri del nucleo di polizia Tributaria hanno scoperto borse e portafogli di alta gamma “neutri”, identici agli originali sui quali veniva apposto il marchio “Armani” contraffatto. Gli articoli erano presumibilmente destinati alla rivendita sul mercato campano ad un prezzo “al dettaglio” di circa 40 euro per le borse e di 25/30 euro per i portafogli. Sequestrati circa 15.000 prodotti, tra borse, portafogli e accessori contraffatti, oltre ai macchinari utilizzati per l’attività illecita nonché la villetta destinata ad opificio. Due cittadini cinesi, sorpresi all’interno dell’immobile intenti alla lavorazione, sono stati denunciati alla Procura di Santa Maria Capua Vetere. 

Regionali, Alfano: «Solo locale l'eventuale accordo con Caldoro»

NAPOLI. «Ogni ipotesi di alleanza con Stefano Caldoro che non abbiamo ancora deciso, non ha il respiro di un accordo nazionale. Noi non faremo nessun accordo nazionale con la Lega e conseguentemente con Forza Italia, nel senso che FI si è già consegnata alla Lega e lo sta dimostrando in queste ore. Un accordo con Caldoro nascerebbe su basi esclusivamente territoriali. Essendo noi già al governo con il governatore campano si tratterà di un patto locale non nazionale». A dirlo il leader di Nuovo centrodestra, Angelino Alfano, nel corso della trasmissione televisiva Omnibus su La7. 

Regionali, si voterà il 31 maggio

ROMA. Probabile slittamento della data per le elezioni amministrative in 7 regioni e 1056 comuni. Non si voterà il 10 maggio, ma il 31, in un unico turno tra regionali e amministrative. Il decreto per l'indizione delle elezioni di primavera potrebbe andare in consiglio dei ministri già nella seduta di giovedì. E l'indicazione dell'election day, ai sensi della norma approvata con la legge di stabilità, sarebbe per l'ultimo giorno di maggio. Ad indicare la data del 10 maggio era stato Matteo Renzi nel corso di una riunione del Pd. Ma il presidente del consiglio aveva aggiunto che si trattava di una indicazione di massima, suscettibile di modifiche. 

Ericsson, accordo azienda-sindacati

MARCIANISE. Nessun licenziamento collettivo fino a marzo 2019; saturazione di organici fino a 335 lavoratori, come da intesa del giugno 2014, fino a marzo 2018; saldo tfr ai richiedenti; monitoraggio semestrale con Mise. Questi i punti salienti dell’accordo tra la Ericsson e i sindacati dei metalmeccanici sui quali si è pronunciata l’assemblea dei lavoratori.«Ci siamo spesi molto e i risultati finalmente sono visibili. Nessun licenziamento e conferma delle commesse fino al 2018. La Regione, insieme al Mise, monitorerà costantemente che l’accordo venga mantenuto nei termini stabiliti. La Campania ed il Sud non possono più permettersi di perdere centri produttivi e posti di lavoro. 

Santa Maria a Vico, medico muore in un incidente

SANTA MARIA A VICO. Un medico dell'ospedale Rummo di Benevento, Giuseppe Cicala, 47 anni, di San Nicola la Strada, è morto questa mattina a causa di un grave incidente stradale avvenuto a Santa Maria a Vico. L'uomo viaggiava sulla Statale Appia a bordo della sua Volvo quando, per cause ancora in corso di accertamento, mentre percorreva un cavalcavia si è scontrato frontalmente contro un autocarro che trasportava prodotti surgelati guidato da un 41enne di Afragola. Il medico è deceduto sul colpo, mentre il camionista, ferito, è stato portato nell'ospedale di Caserta e non è in pericolo di vita. 

Clan Belforte, arrestati tre affiliati

CASERTA. La polizia di Caserta ha arrestato tre persone, affiliate al clan Belforte - fazione di Maddaloni. Si tratta di Pasquale Magliocca, Benito Cerreto e Domenico Tostelli. I tre sono accusati di estorsione aggravata dalla metodologia mafiosa. In particolare, le indagini condotte dalla squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, riguardavano una vicenda estorsiva avvenuta a luglio del 2013 a danno del titolare di un'agenzia di scommesse di Maddaloni compiuta da emissari della fazione maddalonese del clan Belforte, realizzata a pochi giorni dall'arresto - operato nel contesto di indagini coordinate dalla Procura antimafia relative ad analoghe condotte estorsive - di colui che era ritenuto l'allora reggente del gruppo, Vittorio Lai. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici