Venerdì 18 Agosto 2017 - 4:58

Flora Beneduce sul CEINGE e sul depuratore di Punta Gradelle

 "Ho presentato una interrogazione a risposta scritta al Governatore De Luca per rispondere alle richieste di numerosi lavoratori del CEINGE che da sei mesi non percepiscono lo stipendio". Interviene così la Consigliera regionale Flora Beneduce componente della Commissione Consiliare Sanità. Il CEINGE, una società consortile interamente partecipata da soci pubblici (Regione Campania attraverso la Società Sviluppo Campania Spa, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Napoli, CCIAA di Napoli, Università degli Studi di Napoli Federico II), svolge ricerca nel campo delle biotecnologie avanzate e delle sue applicazioni nel settore della salute ed è stato riconosciuto come Centro di Riferimento Regionale per la biologia molecolare clinica - genetica di laboratorio e la diagnostica di malattie congenite del metabolismo. "Nell'ultima finanziaria abbiamo stanziato un contributo straordinario di 500.000 Euro che non è stato ancora erogato, creando enormi difficoltà al centro di ricerca che è stato obbligato a sospendere le attività diagnostiche costringendo i pazienti a rivolgersi a laboratori privati ad andare fuori Regione. Chiedo chiarimenti al Presidente De Luca per cercare di scongiurare il pericolo di decadenza di una struttura che è un fiore all'occhiello per la Regione Campania e che forse con una gestione più oculata e lungimirante potrebbe essere remunerativa per la Regione stessa e per gli altri enti che la compartecipano". Per quanto riguarda il depuratore di Punta Gradelle  precisa che "e' il risultato di un impegno delle Istituzioni a vario livello per assicurare un mare pulito in Penisola Sorrentina; a questo risultato deve corrispondere l'ottimizzazione del funzionamento del suo ciclo biologico. Ho ritenuto opportuno sensibilizzare l'ente gestore Gori sulla necessita' di informare adeguatamente i cittadini al fine di evitare di immettere in fogna liquami indifferenziati.Inoltre bisogna continuare nell'impegno intrapreso nella regolamentazione e controllo degli scarichi provenienti da attivita' non assimilabili a quelle civili - ha aggiunto  - da una parte pubblicizzando l'obbligo che hanno i gestori di pretrattare i liquami e dall'altra predisponendo misure di sostegno per quelli che hanno necessita' di procedere ad adeguamenti. Bisogna continuare nell' impegno condiviso per migliorare il sistema di gestione delle acque bianche che vanno non solo separate da quelle nere ma, gestite per garantirne il corretto deflusso. Evitare che l'impianto subisca danni e' nell'interesse di tutti quanti hanno profuso il proprio impegno - ha concluso la consigliera - ivi compresa Gori, ed e' per questo che e' prioritario evitare che lo stesso possa subire battute d'arresto facendo ripiombare il mare della penisola sorrentina nel vortice dell'inquinamento". (MiSi)

 

Comune casertano sciolto per camorra

ROMA. Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell'Interno Marco Minniti, ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di San Felice a Cancello (Caserta), Laureana di Borrello (Reggio Calabria), Bova Marina (Reggio Calabria) e Gioia Tauro (Reggio Calabria), per accertati condizionamenti dell'attività amministrativa da parte della criminalità organizzata. La gestione degli Enti, già sciolti per motivi amministrativi, viene pertanto affidata -riferisce una nota di Palazzo Chigi- ad apposite Commissioni, a norma dell'articolo 143 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti locali. 

Uccise il ladro, indagato per omicidio

VILLA LITERNO. Carlo Diana, il meccanico di Villa Literno che nella notte tra il 20 e il 21 marzo del 2016 sparò e uccise un ladro albanese di 37 anni che era entrato nel giardino della sua villa, rischia il processo per omicidio volontario. Al meccanico è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini da parte della Procura di Napoli Nord con l’accusa di omicidio volontario. Inizialmente era indagato per eccesso di legittima difesa. Ma approfondite indagini hanno evidenziato elementi che non corrisponderebbero con la versione dell’uomo. Sembra, infatti, che ci siano incongruenze nel suo racconto arrivate dall’autopsia sul corpo dell’albanese, dalle immagini di una telecamera nei pressi dell’abitazione e dagli accertamenti balistici. Diana raccontò di essere stato svegliato dalla figlia che mentre rincasava aveva notato la presenza dei ladri nel giardino. Con l’albanese c’erano due complici che poi lo abbandonarono ferito all’ospedale di Aversa. Nel giardino i carabinieri rinvennero 7 bossoli. L’uomo raccontò di aver sparato dal balcone ma non con l’intenzione di uccidere. Per la Procura la sua versione non corrisponde al risultato degli accertamenti.

Arrivati gli immigrati a Salerno: a bordo bimbo morto di 3 anni

SALERNO. È arrivata al porto di Salerno la nave norvegese Siem Pilot che trasporta 990 migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. In mattinata si svolgeranno le operazioni di sbarco, mentre sul molo è già pronta la macchina dei soccorsi. Presente a bordo anche il corpo senza vita di un bambino di 3 anni, del quale non si conosce la provenienza. Il bimbo dovrebbe essere sepolto nel cimitero di Salerno. I migranti che sbarcheranno a Salerno saranno poi smistati in varie regioni: circa 100 resteranno in Campania, mentre gli altri saranno trasferiti in Lombardia, Piemonte, Trentino, Veneto, Emilia Romagna.

Sanità, flash mob dell'Anaaao-Assomed contro il Governo

NAPOLI. Un flash mob per «ricordare al ministro Beatrice Lorenzin che la Campania esiste e che le strategie politiche non possono e non devono mettere a rischio l’assistenza ai cittadini». È quanto si legge in un documento di Anaao-Assomed che annuncia l’iniziativa in programma giovedì prossimo alle 12.30. «Tutti i medici dirigenti dell’Anaao-Assomed Campania incroceranno simbolicamente le braccia per sei minuti in segno di attesa. Quell’attesa che per sei mesi nel 2015, e già da un mese adesso, ci costringe a perdere terreno rispetto ai livelli essenziali di assistenza» spiega Bruno Zuccarelli, segretario regionale del sindacato. 

Ospedale del Mare, ecco il cronoprogramma per l'apertura completa

NAPOLI. Ospedale del Mare, prima dell’estate un altro step per la dotazione di posti letto e conseguente apertura di reparti. A settembre la seconda tappa. Passaggi che precederanno, poi, l’apertura del Pronto soccorso di primo livello ad ottobre e di quello di secondo livello entro fine dicembre. Entro il 30 giugno, saranno attivati 91 posti complessivi (69 ordinari e 22 di day surgery) distinti per area chirurgica, area medica e area day surgery relativamente ad attività in regime di “elezione. Subito dopo l’estate, entro il 30 settembre, si procederà all’attivazione di 189 posti complessivi (151 ordinari, 14 di day hospital e 24 di day surgery) distinti per Unità Operative di area chirurgica, area medica relativamente ad attività in regime di “elezione”: un aggiornamento dell’autorizzazione relativa al primo step. 

Da Portici la campagna Jairo-Mediterraneo per la tutela dei nidi di tartarughe nel Cilento

PORTICI. Parte dal Centro Ricerche Tartarughe Marine SZN di Portici la "Campagna Jairo-Mediterraneo" di Sea Shepherd per il monitoraggio e la tutela dei nidi delle Tartarughe sulle spiagge del Cilento. La cooperazione tra la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli e Sea Shepherd Italia, permetterà di unire le competenze scientifiche per lo studio e la conservazione delle tartarughe marine dell'Ente di Ricerca partenopeo con l’efficacia, la competenza e l’entusiasmo dei volontari dell'organizzazione internazionale no-profit per realizzare due mesi di monitoraggio delle spiagge del Cilento nel periodo di massima probabilità di nidificazione. Il progetto sarà presentato con una Conferenza Stampa domani, lunedì 8, alle ore 10, presso il Centro Recupero Tartarughe Marine di Portici, sito nei locali dell’ex macello e recentemente inaugurato. La "Campagna Jairo-Mediterraneo" sarà un programma intenso di perlustrazione delle coste cilentane le quali, nel corso di pochi anni, hanno registrato un esponenziale aumento delle nidificazioni di tartaruga marina (da 1 nido ogni 2/3 anni si è giunti registrare 10 nidi in una sola stagione). Comunicazione costante ed interscambio di esperienze e conoscenze sono la base di questo lavoro.

I volontari dell’organizzazione avranno l’importantissimo compito di individuare tutti i tentativi di nidificazione che avverranno nell’area monitorata. Ogni segnalazione sarà trasferita prontamente alla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli che, in quanto unico Ente in Campania autorizzato a effettuare interventi di cura dei nidi ai fini scientifici e conservazionistici, invierà i propri specialisti per mettere in atto tutte le misure necessarie per lo studio e la protezione del sito. I dati raccolti in questi ultimi anni dimostrano, infatti, che, in assenza di un pattugliamento delle coste, molti nidi sono individuati solamente al momento della schiusa. Purtroppo, prive dell’adeguata protezione le uova sono esposte a notevoli rischi, dovuti principalmente all’intensa fruizione turistica dell’area, che possono ed hanno provocato una mortalità anche superiore al 60%.  La "Campagna Jairo-Mediterraneo" di Sea Shepherd avrà come obiettivo quello di evitare questa strage silente, identificando e proteggendo i nidi di tartaruga marina deposti lungo le coste cilentane. 

Beneduce (Fi), ferma condanna per gli episodi di violenza contro i medici

 "Attacchi verbali e violenze fisiche a danno di medici e infermieri nei nosocomi campani continuano a ripetersi con una cadenza quasi quotidiana. E' tempo che i direttori generali adottino misure adeguate per garantire gli operatori sanitari che con grande sacrificio cercano di colmare le lacune del nostro sistema sanitario regionale" - questo e' il commento di Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia e componente commissione Sanita', all'aggressione del marito di una paziente ai danni di un infermiere del Cardarelli. "Bisogna stringere un nuovo patto con la popolazione, gli operatori sanitari non sono un impedimento per raggiungere l'obiettivo salute" - aggiunge la consigliera. "Spesso gli infermieri, sopratutto quelli di Pronto Soccorso, non denunciano neppure le aggressioni verbali perche' si sentono soli e abbandonati e ancora peggio chi entra in servizio sa gia' che e' possibile che subira' una violenza". "E' una tematica questa molto delicata che in molti casi abbassa il livello motivazionale di medici e infermieri che si devono difendere da persone di cui devono prendersi cura". "Non possiamo accettare che la violenza faccia parte del lavoro - conclude la Beneduce - per questo rivolgo un appello ai direttori generali per avviare una campagna di sensibilizzazione accompagnata da interventi formativi finalizzati a fornire al personale sanitario indicazioni sulla gestione di situazioni che possono sfociare nella violenza". MiSi

Monsignor Aiello nuovo vescovo di Avellino

AVELLINO. Il nuovo vescovo di Avellino è monsignor Arturo Aiello. A nominarlo è stato Papa Francesco. Aielo prende il posto di Francesco Marino che è stato trasferito a Nola. Aiello, 62 anni, originario di Vico Equense, lascia la diocesi di Calvi Teano dopo 11 anni.

Politica: a Melito nasce il Movimento operativo per il sociale

Una nuova avventura politica in vista delle prossime elezioni amministrative che si terranno l’11 giugno. Nasce, a Melito di Napoli, “MOSMovimento operativo per il sociale”, un progetto politico frutto della sinergia di un gruppo di giovani professionisti, imprenditori, lavoratori, studenti universitari pronti a scendere in campo per restituire alla loro cittadina degne condizioni di decoro e di vivibilità.

“Vogliamo costruire un progetto politico alternativo in una fase storica contrassegnata da una dilagante disaffezione dell’opinione pubblica rispetto al modello tradizionale dei partiti e alle tematiche della cittadinanza attiva, ma non sarà affatto facile.  – scrivono in una nota i promotori - Provarci in una realtà così complessa come quella di Melito di Napoli, segnata da problematiche note agli onori della cronaca e bistrattata da anni di immobilismo politico che non hanno fatto altro che accentuarne ulteriormente la portata, è, come ben può immaginarsi, impresa ancora più ardua”.

Legalità, trasparenza, partecipazione ed ascolto saranno i valori cui si ispirerà la loro proposta. Il gruppo aderirà a “demA – Democrazia ed Autonomia”, il movimento lanciato dal Sindaco partenopeo Luigi De Magistris, e sosterrà alle elezioni la coalizione guidata dal giovane avvocato Raffaele Caiazza.

“Il nostro obiettivo prioritario non può che essere invertire la tendenza di un disfacimento economico e sociale che negli ultimi anni ha colpito il nostro territorio, lavorando incessantemente per porre rimedio alle ataviche inefficienze strutturali che lo connotano e riportarlo sulla via della rinascita” chiudono i promotori di MOS.

 

 

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale