Giovedì 20 Settembre 2018 - 8:37

Picchiava la moglie: finisce in carcere

SAN PRISCO. I carabinieri della Stazione di San Prisco hanno eseguito un ordine di carcerazione per espiazione pena per i reati di lesioni e maltrattamenti in famiglia, emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di G.B., 51 anni, del luogo. L’uomo dovrà espiare una pena di tre anni e un mese di reclusione per le predette condotte, poste in essere in Grazzanise nel 2009 nei confronti della ex moglie. Lo stesso è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. 

Accoltellato ad Agropoli, due in carcere

AGROPOLI. Sono stati portati in carcere a Vallo della Lucania i due giovani di Agropoli accusati di aver aggredito e accoltellato Florigi Cantalupo, 35enne, nella notte di mercoledì scorso nella cittadina cilentana. I due giovani di 19 e 20 anni, sono accusati di tentato omicidio in concorso. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, i due, a bordo di uno scooter, avrebbero avuto un diverbio con Cantalupo, che in quel momento era nella propria automobile in compagnia della fidanzata, in seguito alla rottura di un specchietto retrovisore. Tornati poco dopo sul posto armati di un coltello, avrebbero aggredito l’uomo e il 20enne lo avrebbe colpito con quattro coltellate, una delle quali, la più grave, al collo. 

Disastro rifiuti, Chianese resta in carcere

CASERTA. Rimarrà in carcere Cipriano Chianese , imprenditore nel settore dei rifiuti definito “re delle ecomafie” del clan dei Casalesi. A stabilirlo il Tribunale del Riesame di Napoli - ottava sezione collegio A - che ha confermato l’ordinanza emessa dalla Corte d’Assise partenopea che ha condannato Chianese a 20 anni di carcere al termine del processo Resit, relativo allo smaltimento illegale di rifiuti nella discarica di Giugliano in Campania utilizzata anche dal Commissariato di Governo durante i periodi più acuti dell'emergenza rifiuti. 

Legambiente: Campania maglia nera per l'inquinamento

NAPOLI. Un punto inquinato ogni 23,5 km di costa, ancora una volta sotto accusa la mancata depurazione. Dei 31 punti monitorati dal laboratorio mobile di Goletta Verde di Legambiente, il 64% è risultato inquinato o fortemente inquinato. Nel mirino ci sono sempre canali, foci di fiumi e torrenti che continuano a riversare in mare scarichi non adeguatamente depurati. Una situazione ben nota che in alcuni casi raggiunge record assoluti: alcuni dei punti monitorati da Legambiente risultano ormai inquinati per il settimo anno consecutivo: la foce del torrente Savone a Mondragone; la foce del Regi Lagni, lo sbocco del canale di Licola, la foce Lagno vesuviano, la foce del fiume Irno e del fiume Sarno. Ecco la fotografia per la Campania scattata dal resoconto finale del viaggio di Goletta Verde 2016, la storica campagna estiva di Legambiente, realizzata grazie al sostegno del Consorzio obbligatorio degli oli usati e dei partner tecnici Nau e Novamont. 

Ruba in appartamento ma la padrona di casa lo sorprende: arrestato

CERVINO. Ruba in un appartamento incurante del fatto che all’interno si trovassero una donna e i suoi due figli di 2 e 6 anni; anzi, quando la donna ha iniziato a urlare, nel tentativo di zittirla, l’ha afferrata violentemente alla gola minacciandola di morte in presenza dei figli. È quanto accaduto la scorsa notte a Cervino, in provincia di Caserta, dove i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maddaloni e della stazione di Santa Maria a Vico hanno arrestato in flagranza di reato per rapina in abitazione un 61enne del luogo, Luigi Tramontano. 

Bimba morta in piscina, attesi i risultati del Ris

BENEVENTO.  Proseguono senza sosta le indagini sulla morte di Maria Ungureanu, la bambina di 9 anni trovata morta nella piscina di un centro ricevimenti la sera del 19 giugno. Gli investigatori si stanno concentrando sulla ricostruzione delle amicizie e delle conoscenze della bimba: a tal fine l’altroieri, in Procura a Benevento, i genitori di Maria, Marius e Andrea, sono stati ascoltati per circa nove ore dai pm che indagano sulla vicenda in qualità di persone informate sui fatti. Nei giorni precedenti i pm avevano ascoltato diversi testimoni. Restano due gli indagati: Daniel Ciocan, 21enne rumeno conoscente della famiglia di Maria, e la sorella Cristina, 29 anni. Nei prossimi giorni sono attesi i risultati degli esami svolti dal Ris su alcuni indumenti della bambina trovati nel centro ricevimenti, nei pressi della piscina all'interno della quale è stato rinvenuto il corpo senza vita di Maria Ungureanu. 

Fiducia e leggi rapide, aggiornato lo Statuto regionale

NAPOLI. Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha promulgato, in via definitiva, la legge di revisione dello Statuto regionale. Entrano in vigore le nuove norme in materia di questione di fiducia e procedimento legislativo abbreviato. In Consiglio la proposta di legge è stata approvata a maggioranza assoluta in due distinte deliberazioni, la prima l’8 febbraio, e la seconda i 29 aprile. Come previsto dalla Costituzione italiana, sulla revisione statutaria poteva essere richiesto referendum da parte di cittadini e consiglieri regionali; tuttavia, a distanza di tre mesi dalla seconda deliberazione, nessun referendum è stato richiesto, e da oggi, 9 agosto 2016, è definitivamente in vigore. «Una svolta straordinaria per la Campania, si accelerano ulteriormente anche le decisioni del Consiglio in direzione della semplificazione», ha dichiarato il numero uno di Palazzo Santa Lucia. 

Ariano Irpino, trovato cadavere di badante polacca

ARIANO IRPINO. Il corpo senza vita di una donna è stato trovato ad Ariano Irpino dalla Polizia di Stato. È il cadavere di una donna di nazionalità polacca, Katarzyna Gorka, 45 anni, della quale non si avevano più notizie da 24 ore e che svolgeva la mansione di badante per due anziani che abitano poco distante dal luogo del ritrovamento del corpo. Non sono ancora chiare le cause della morte. Sul corpo non ci sarebbero segni di violenza. Gli accertamenti esterni del medico legale hanno però evidenziato una ferita alla testa che, secondo fonti della Questura di Avellino, potrebbe essere compatibile con una caduta accidentale. 

Bimba ferita a Vitulano: l'ha salvata il seggiolino

SANTA MARIA CAPUA VETERE. È stato il seggiolino a salvare la vita della bimba di 3 anni ferita a una mano da un colpo di pistola l'altra sera a Vitulazio. Secondo le verifiche balistiche dei Carabinieri che indagano su quanto accaduto, uno dei colpi di pistola esplosi, secondo gli investigatori, da Biagio Capasso, 32enne fermato dai militari in esecuzione di un decreto del pm, ha colpito la mano della bambina dopo aver perforato il portellone posteriore dell’auto, il sedile posteriore e il seggiolino. Il caso ha voluto che i genitori avessero sistemato il seggiolino in posizione perpendicolare al senso di marcia, per far stare più comoda la bimba che durante i fatti dormiva, invece di sistemarlo nella posizione normale, cioè con lo schienale appoggiato al sedile posteriore. Questo ha fatto sì che il proiettile, che ha perforato in due punti il seggiolino, si sia conficcato nella mano sinistra della vittima, invece di colpire gli organi vitali. 

Ecoballe, verifiche di Anac e Finanza sulle gare

NAPOLI. Il Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di Finanza di Roma, su apposita delega dell’Autorità nazionale anticorruzione, avvalendosi dell’ausilio di personale della neo istituita Sezione Anticorruzione del Nucleo Polizia Tributaria di Napoli, ha eseguito verifiche sulle procedure di gara adottate per l’affidamento del servizio ed avviato un monitoraggio sullo stato di attuazione degli interventi di rimozione, recupero o smaltimento dei rifiuti. Le procedure oggetto di controllo riguardano circa 800.000 tonnellate di rifiuti in balle, stoccati presso 8 siti ubicati in diverse località della regione Campania e, in particolare, nelle province di Napoli, Caserta e Salerno. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno