Giovedì 20 Settembre 2018 - 8:39

Incendio sul Vesuvio, Forestale ancora al lavoro

NAPOLI. Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato sono ancora al lavoro nel Parco Nazionale del Vesuvio, tra Terzigno e San Giuseppe Vesuviano con l' appoggio di elicotteri, per spegnere i focolai dell'incendio divampato nel pomeriggio di ieri. «Al momento - ha detto il Comandante provinciale della Guardia Forestale, Angelo Marciano - le fiamme sono sotto controllo». Tre o quattro i distinti focolai individuati all' origine del rogo. Finora - informa la Forestale - le fiamme si estendono su una superficie di circa tre ettari di vegetazione a querceto misto. La Pineta del Vesuvio è stata per il momento solo lambita dalle fiamme. 

Inchiesta Gmc, revocati domiciliari a Brancaccio

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha disposto la revoca degli arresti domiciliari per l’ex sindaco di Orta di Atella Angelo Brancaccio, disponendo per l’ex amministratore, ed ex consigliere regionale dell’Udeur, il divieto di dimora in provincia di Caserta. Brancaccio, assistito dall’avvocato Mario Griffo, era finito in carcere e successivamente agli arresti domiciliari lo scorso anno nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Napoli. Brancaccio era stato accusato di corruzione con l’aggravante mafiosa in relazione alla vicende della società Gmc, creata a metà degli anni 2000 dai fratelli imprenditori ritenuti collegati al clan dei Casalesi Sergio e Michele Orsi, quest’ultimo ammazzato nel giugno del 2008 dai componenti dell’ala stragista della cosca guidata da Giuseppe Setola, con alcuni Comuni del Casertano, tra cui Gricignano d’Aversa, dal quale il riferimento alla Gricignano Multiservizi, e appunto Orta di Atella. La Gmc gestì numerosi servizi per conto degli enti locali, tra i quali anche la raccolta dei rifiuti.

Blue tongue, oltre 300 animali morti in Irpinia

AVELLINO. Sono oltre 300 gli animali morti tra Bagnoli Irpino e Laceno, a causa della blue tongue. A lanciare l’allarme il direttore di Coldiretti Campania e Avellino, Salvatore Loffreda, nel dibattito con il presidente della Commissione agricoltura regionale Maurizio Petracca, Paolo Sarnelli, responsabile del settore veterinario della Regione Campania e Vincenzo Aiala, vicepresidente della commissione regionale sanita. «La Regione Campania ha acquistato i vaccini e nessuno è andato a ritirarli all’Istituto Zooprofilattico di Portici - dice - ormai la vaccinazione è inutile, oggi ci troviamo con un gregge debilitato e malato. Bisognava fare prevenzione mesi fa, non certamente adesso». Sono oltre 217mila i capi ovini in Campania, 37mila in provincia di Avellino. 

Asl napoletane, scattano le ispezioni della Regione

NAPOLI. È in azione da questa mattina, nelle tre Asl della provincia di Napoli, il nuovo nucleo ispettivo insediato dalla Regione su indicazione del presidente Vincenzo De Luca, che ha il compito di controllare e verificare le attività delle strutture sanitarie pubbliche e private. Sono già al lavoro tre gruppi, composti da cinque unità ciascuno, cui è affidato il compito ispettivo nella Asl Napoli 1, Asl Napoli 2 e Asl Napoli 3. L’'obiettivo è controllare le attività delle singole aziende sanitarie e quelle dei centri convenzionati, con particolare riferimento alla qualità delle prestazioni e all’'appropriatezza delle stesse. Dei nuclei ispettivi fanno parte dirigenti medici, medici, farmacisti, veterinari e amministrativi.

Cava de' Tirreni, 17enne violentato: due arresti

CAVA DEI TIRRENI. Avrebbero costretto un ragazzo di 17 anni a subire abusi e uno stupro di gruppo, filmando le scene con un telefono cellulare, probabilmente per alimentare il circuito della pedopornografia e forse anche per tenere sotto ricatto il ragazzo e fare in modo che non rivelasse a nessuno quel segreto. Gli incontri avvenivano in un centro massaggi a Cava de' Tirreni, nel Salernitano. In manette questa mattina è finito uno dei gestori del centro e un presunto complice, entrambi 50enni. Nei loro confronti il gip del tribunale di Salerno ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di violenza sessuale di gruppo e pedopornografia. Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri di Nocera Inferiore che hanno svolto le indagini. I due arrestati non avrebbero fatto tutto da soli. Dai filmati sequestrati dagli inquirenti emerge la presenza di altri due uomini che avrebbero partecipato allo stupro di gruppo indossando maschere e parrucche: si sta cercando ora di identificarli. L'incubo per la vittima 17enne è durato sei mesi, da ottobre 2015 ad aprile scorso quando la madre del ragazzo intuì qualcosa e si rivolse ai carabinieri.

Policlinico Sun De Luca visita il nuovo Pronto soccorso Ostetrico

NAPOLI. Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, visita il nuovo Pronto Soccorso Ostetrico del Policlinico universitario Sun. Accompagnato, tra gli altri, dal rettore Giuseppe Paolisso e dal commissario straordinario Maurizio Di Mauro, il governatore ha incontrato i medici e il personale sanitario della struttura che da pochi giorni costituisce un moderno e attrezzato presidio al servizio della città e che si è dotata di un nuovo reparto di Ostetricia e nido fisiologico appena attivato insieme alla Terapia Intensiva Neonatale (trasferita dall’ospedale Annunziata nel rispetto del decreto 28) ed il nuovo complesso operatorio di Ostetricia che prevederà anche il parto in acqua. Il pronto Soccorso Ostetrico è dotato di camera calda che potrà accogliere l’ambulanza e consentire alla donna o al neonato di essere accettata dagli operatori in ambiente confortevole senza subire traumi o escursioni termiche. «L’apertura di questa struttura - ha detto De Luca - è un segnale importante per tutta la sanità campana». 

Omicidio Mongillo: arrestato il fratello di Antonio Zampella, il presunto killer

CASERTA.  I carabinieri di Caserta hanno portato in carcere Umberto Zampella, il giovane di 22 anni ai domiciliari per rapina, nei cui abitazione e' stato ammazzato Marco Mongillo, il ragazzo di 20 anni, dipendente di una pizzeria ucciso a Caserta lo scorso venerdi' 7 luglio da un colpo di pistola alla testa sparato dall'amico 19enne Antonio Zampella (fratello di Umberto), in carcere con l'accusa di omicidio volontario, detenzione di arma clandestina e ricettazione. Al giovane viene contestato il fatto di avere concesso l'accesso nell'abitazione dove stava scontando i domiciliari a persone non autorizzate. Il provvedimento e' stato emesso dalla Corte di Appello di Napoli. Umberto Zampella, a cui non viene contestata alcuna responsabilita' in merito all'omicidio di Mongillo, e' stato chiuso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Si sono intanto tenuti questa mattina alla Chiesa del Buon Pastore di Caserta i funerali di Marco Mongillo, il ragazzo di 20 anni, dipendente di una pizzeria, ucciso lo scorso venerdi' 7 luglio da un colpo di pistola alla testa sparato dall'amico 19enne Antonio Zampella, in carcere con l'accusa di omicidio volontario, detenzione di arma clandestina e ricettazione. Gremito sia l'interno che il cortile esterno della Chiesa, dove gli amici hanno affisso numerosi striscioni in ricordo del giovane, come quello con la scritta "Senza te il nostro cuore e' come un puzzle incompleto". Durante l'omelia il parroco don Antonello Giannotti ha parlato di "una morte assurda, incredibile, senza spiegazioni, figlia di spavalderia, di gioco, di mancanza di autocontrollo. Vogliamo sapere, abbiamo il diritto di sapere perche' Marco e' stato ucciso". Commossi i familiari, i tanti amici e conoscenti presenti. Al termine della funzione sono stati liberati dei colombi e lanciati in aria palloncini bianchi che sorreggevano l'immagine del giovane. Sul fronte delle indagini ieri c'e' stata l'autopsia sulla salma del giovane all'istituto di medicina legale di Caserta; la relazione del medico legale sara' depositata entro sessanta giorni. I legali del presunto omicida Antonio Zampella, Mario Mangazzo e Michele Di Fraia, stanno nel frattempo valutando se presentare ricorso contro la decisione del Gip di tenere in carcere il 19enne al Tribunale del Riesame, anche in considerazione della confessione del giovane, che darebbe pochi margini di manovra. Proseguono inoltre gli accertamenti degli inquirenti della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere; al momento l'ipotesi privilegiata resta quella del "gioco" finito in disgrazia, mentre la pista del litigio, ventilata dal Gip Nicoletta Campanaro nell'ordinanza che ha convalidato l'arresto, non ha ancora trovato riscontri. 

Sanità, De Luca nomina tre direttori generali

NAPOLI. Il Presidente della Regione CAMPANIA Vincenzo De Luca, nella riunione di oggi della Giunta, ha nominato i nuovi Direttori generali dell'Azienda Ospedaliera Cardarelli, dell'Azienda Sanitaria "Napoli 2" e dell'Azienda Sanitaria "Napoli 3". Il nuovo direttore generale del Cardarelli e' Ciro Verdoliva (nella foto con il governatore), attuale commissario ad acta per l'Ospedale del Mare. Direttore generale dell'Asl Napoli 2 e' Antonio D'Amore, che ha svolto nella stessa azienda le funzioni di commissario. Direttore generale dell'Asl Napoli 3 e' Antonietta Costantini, gia' commissario nella stessa Asl. "I tre nuovi direttori generali - si legge nella nota della regione - firmeranno un contratto nel quale sono prefissati gli obiettivi da raggiungere, con particolare riferimento al risanamento finanziario e al miglioramento dei Lea (livelli essenziali di assistenza). Ogni tre mesi e' previsto il monitoraggio delle attivita' svolte, e ogni sei mesi e' prevista la verifica degli obiettivi prefissati".

Furto in tabaccheria al Vomero, bottino 10 mila euro

NAPOLI. Un furto e' stato compiuto nella notte nella tabaccheria del presidente del Centro Commerciale Naturale Vomero-Arenella, Enzo Perrotta (nella foto di NapoliToday). Sconosciuti hanno forzato la saracinesca dell' esercizio commerciale, in via Bernini, ed hanno sottratto circa 10 mila euro in tabacchi e 300 euro in contanti che erano nella cassa. Il furto e' stato scoperto poco prima delle 6. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato Vomero. 

 

 

"Desidero esprimere massima solidarietà al presidente del Centro Commerciale Naturale Vomero Arenella, Enzo PERROTTA, che questa notte ha subito un grave danno nel suo negozio di Via Bernini. Non sono ancora chiare le circostanze e le implicazioni del reato perpetrato nei suoi confronti, ma tuttavia è necessario ricordare che Enzo PERROTTA, oltre ad essere un riferimento per il commercio del quartiere, è da anni impegnato in una dura lotta contro il racket e il mercato nero dei fitti. Il Comune di Napoli non starà a guardare. In queste ore sentirò la Prefettura e chiederò che nei prossimi giorni venga convocato un tavolo inter-istituzionale per esaminare la recrudescenza di questi fenomeni". Lo dice l'Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli, Enrico Panini

Eav, la Regione chiede
al Governo un'anticipazione
di cassa

NAPOLI.  "Da mesi discutiamo dei 700 milioni di euro di debiti che gravano sull'Eav, azienda il cui bilancio ordinario è stato risanato e per questo, in una riunione al ministero dell'Economia abbiamo chiesto un'anticipazione di cassa per fare una transazione con i creditori dell'azienda". Lo ha detto il governatore Vincenzo De Luca a Radio Kiss Kiss. "Stiamo lavorando per avere dal Governo un'anticipazione di cassa di qualche centinaio di milioni di euro per fare una transazione con i creditori - ha spiegato - perché se gli assicuriamo di pagarli il giorno dopo, facendogli un'offerta transattiva anche del 50% loro firmano subito".
 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno