Giovedì 19 Luglio 2018 - 3:42

Clan Zagaria, si costituisce Falco

CASERTA. La polizia di Caserta ha arrestato Alessandro Falco, 58enne di Trentola Ducenta, gravemente indiziato di essere prestanome e fiduciario del boss Michele Zagaria. Falco è destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere ed era ricercato dallo scorso 10 dicembre nell'ambito della maxi operazione contro il clan dei Casalesi fazione Zagaria. L'uomo, braccato dalle ricerche della Squadra mobile della Questura di Caserta, è si è consegnato ad Aversa oggi pomeriggio. Falco è amministratore e socio formale di maggioranza della società Cis Meridionale srl, proprietaria a sua volta del centro commerciale Jambo di Trentola Ducenta, posto sotto sequestro. E' accusato di aver gestito in prima persona i rapporti imprenditoriali e politici di Michele Zagaria e di aver custodito, nell'interesse del clan, le ingenti somme di denaro generate dal centro Jambo, fungendo da cassiere della liquidità della famiglia Zagaria.

Violenze e maltrattamenti a disabili, sette persone in manette

NOCERA INFERIORE. Pugni e schiaffi a portatori di handicap fisici e mentali gravi, violenze fisiche e psicologiche commesse durante il loro trasporto dalle rispettive abitazioni alla casa di cura Villa dei Fiori di Nocera Inferiore. E' quanto emerso dalle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica della città nel Salernitano e condotte dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera, culminate questa mattina nell'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip nei confronti di 7 dipendenti della casa di cura. Gli indagati sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di maltrattamenti.  L'indagine, avviata nell'ottobre 2014, ha consentito di documentare le responsabilità degli indagati, autisti e accompagnatori, riguardo "continui maltrattamenti ai danni di alcuni ospiti semiresidenziali della casa di cura, portatori di handicap fisici e mentali gravi, commessi durante gli stessi dalle rispettive abitazioni alla struttura sanitaria". I maltrattamenti si concretizzavano in violenze fisiche, pugni, schiaffi e strattoni, e psicologiche, con insulti verbali. In un caso in particolare, uno degli accompagnatori avrebbe provocato lesioni lievi a un 38enne. Le misure cautelari sono state eseguite tra Nocera Inferiore, Pagani e Roccapiemonte.

Premio giornalistico Buone Notizie 2016, al via la sezione giovani per tutti gli studenti campani

Dalla grande esperienza e successo del Premio «Buone Notizie – Civitas Casertana» – che dal 2009 premia i professionisti della comunicazione che nell’utilizzo della parola e dell’informazione non si fanno abbagliare da sensazionalismo e ansia da scoop – nasce, per il 2016, anche la sezione giovani del premio con una prova video sul tema Il Monumento come buona notizia del territorio.

La partecipazione è aperta a tutti gli studenti, italiani e stranieri, che frequentino le classi delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, dalla scuola primaria all’università, del territorio della Regione Campania. Si può partecipare singolarmente, in gruppi o per classi con un video, da inviare entro il 7 gennaio, della durata compresa tra i 30 secondi ed i 15 minuti che racconti o promuova – in maniera giornalistica e secondo i dettami del medium scelto (clip, spot, etc.) – un singolo monumento per narrazione. I vincitori riceveranno in premio collane di libri, corsi di scrittura creativa e stage giornalistici, comprensivi di visite presso testate del territorio campano e presso monumenti e beni architettonici, con guide e gadget per i partecipanti.

L’obiettivo del premio è quello di promuovere attraverso la sua attività il valore della informazione corretta ed equilibrata che viene seguita dal lettore o dallo spettatore per la sua completezza e precisione, per l’accuratezza delle fonti e la varietà dei commenti che analizzano i fatti. Per una Informazione, in una parola, che sappia raccontare alle persone non solo titoloni ma anche quello che succede veramente nella vita di tutti i giorni, i tanti fatti positivi che accadono, le storie esemplari. Una Informazione che tenga a mente perciò che la notizia ha sempre dei corollari, che con le parole si può uccidere e sa perciò ben dosare le ricadute negative delle news, perché nessuno venga mai diffamato per la gioia di un nemico politico o solo per aumentare la tiratura di una giornata.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il 349.3578947, il 333.7271484 o il 340.6338584 o scrivere a giovani@premiobuonenotizie.it. Regolamento su www.premiobuonenotizie.it 

Giovani Democratici e Pd di Casagiove organizzano convegno “La biblioteca: una risorsa per la città”

Casagiove (Ce). I Giovani Democratici ed il Partito Democratico di Casagiove comunicano che domenica 20 dicembre, presso il Quartiere Militare Borbonico, si terrà un convegno dal titolo “La biblioteca: una risorsa per la città”. 

Interverranno Roberto di Giacomo, segretario GD, Lucia Esposito, Presidente del tavolo permanente del Pes, Iolanda Capriglione, professoressa e Presidente sezione Unesco di Caserta, Stefanọ D’Alterio, professore e critico d’arte. Presente anche il primo cittadino di Casagiove Elpidio Russo; modera l’incontro il vice direttore di Vivi Casagiove Giacinto Di Patre.

Il convegno ha il duplice intento di voler, da una parte valorizzare un bene che insiste sul territorio comunale, quale la Ex caserma R. De Martino, dall’altra quello di creare nella città di Casagiove un luogo di aggregazione culturale che possa diventare polo attrattivo sia a livello locale che provinciale attraverso sinergie con gli enti di valore già esistenti sul territorio. L’incontro, sebbene proposto da una sigla di partito politica, tratta un tema di interesse generale ed è quindi nostro interesse sottolineare solo ed esclusivamente il bene che può nascere da tale sinergia per i cittadini della nostra città. Si invitano in cittadini a partecipare a quest’evento finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche culturali ed in particolare sulla questione biblioteca che allo stato attuale è purtroppo trascurata.

Espulsi dal programma accoglienza, reintegrati 5 immigrati

NAPOLI. Sono stati reintegrati cinque richiedenti asilo di Terzigno, Napoli, espulsi a luglio dal programma di accoglienza e saranno accolti in una struttura Sprar. E' stata la Prefettura di Napoli ha decidere per il reintegro, anche se provvisorio, dopo una manifestazione oggi davanti alla Prefettura e che una delegazione dei richiedenti è stata ricevuta negli uffici di piazza del Plebiscito. I ragazzi erano stati allontanati nel luglio scorso da un centro di prima accoglienza di Terzigno dopo un video denuncia, e oggi sono stati accompagnati da alcuni rappresentanti delle diverse chiese di Napoli, tra cui la diocesi e la chiesa valdese, e di associazioni come Arcigay e Acli che insieme alla chiesa Metodista, Luterana, Avventista, Battista e don Gaetano Castello (Responsabile servizio Ecumenismo e Dialogo - Diocesi di Napoli), in questi mesi hanno costruito una rete di supporto per i richiedenti asilo. La Prefettura durante l'incontro ha quindi comunicato il reintegro dei cinque ragazzi richiedenti asilo, attualmente ospiti della Chiesa Metodista di Portici, nel rispetto delle ordinanze del Tar della Campania del 19 novembre scorso. I cinque ragazzi, saranno accolti già da domani, da una struttura Sprar, operante su Napoli. Inoltre, il vice prefetto Gabriella D'Orso, si è impegnata contestualmente a favorire la soluzione del problema relativo all'assistenza sanitaria dei cinque. 

Le associazioni e le Chiese, durante una conferenza stampa, hanno espresso la loro soddisfazione per questo ulteriore successo nella vicenda legata ai 18 ragazzi di Terzigno espulsi a luglio dal programma di accoglienza per i richiedenti asilo. Esprimono la loro gioia perché i ragazzi potranno continuare, restando insieme, a seguire i loro percorsi di integrazione senza sconvolgimenti dovuti ad una destinazione lontana da Napoli e dalla rete di relazioni costruite in questi mesi. Associazioni e chiese hanno inoltre espresso una certa amarezza per aver dovuto ricorrere, ancora una volta, a manifestare pubblicamente per ottenere diritti e tutele che dovrebbero, invece, essere riconosciuti e difesi dallo Stato Italiano e senza il sostegno e la solidarietà delle rete di Chiese ed associazioni il destino di questi ragazzi sarebbe quasi certamente stato diverso e sarebbero potuti cadere nella rete della criminalità organizzata del territorio. Secondo associazioni e Chiese il reintegro non è il punto d'arrivo rispetto all'obiettivo di una restituzione piena della dignità e dell'umanità dei richiedenti asilo di Terzigno. Hanno infatti confermato il loro impegno nell'affiancarli nell'attesa che il Tar si pronunci nel merito della correttezza del provvedimento prefettizio di esclusione dal programma di accoglienza e del loro riconoscimento di asilo.

Poste Italiane e Aereonautica con Mentoring per i giovani a rischio di Napoli

Mentoring Usa-Italia sempre più attiva a Napoli. L’Onlus fondata da Matilda Raffa Cuomo, former first lady dello Stato di New York, presieduta da Sergio Cuomo, nei giorni 14 e 15 dicembre aprirà due nuovi programmi per prevenire e combattere la dispersione scolastica basati su metodo one-to-one, ideato nel 1986 da Matilda Cuomo, che consiste nel creare una relazione diretta tra un ragazzo (Mentee) ed un volontario (Mentore), instaurando un rapporto di reciproca fiducia teso a far emergere le potenzialità inespresse.

Lunedì 14 dicembre alle ore 11, presso il 55° Circolo didattico “Maurizio Vito Piscicelli”, prenderà il via il programma Mentoring sostenuto dalla Fondazione “Poste Insieme” Onlus nata dalla volontà di “Poste Italiane” per promuovere in maniera strutturata politiche di inclusione e solidarietà sociale. “Con il sostegno accordato al programma Mentoring – ha dichiarato la Presidente di Poste Italiane e di Poste Insieme Onlus Luisa Todini – la Fondazione istituita da Poste Italiane vuole ribadire la centralità del sistema educativo e scolastico quale strumento di inclusione e di sviluppo del Paese. Il progetto Poste- Mentoringaiuterà 165 ragazzi in quattro regioni del Sud Italia e per 11 istituti.

Martedì 15 dicembre alle ore 14.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Pozzuoli nel Rione Terra si terrà la cerimonia presentazione del programma Mentoring che sarà realizzato presso il I circolo didattico “Guglielmo Marconi” di Pozzuoli con il supporto attivo dell’Accademia Aeronautica Militare e del Rotary Club Pozzuoli. In questo caso l’attività di mentorato sarà effettuata dagli allievi dell’Accademia.

Il programma Mentoring, dal 1998 ad oggi, ha reinserito circa 10.000 ragazzi a rischio dispersione scolastica, affermandosi quale efficace intervento educativo diretto a migliorare la qualità del tempo che il ragazzo trascorre a Scuola; ciò, attraverso l’opera di un volontario Mentore, adeguatamente formato, non coinvolto nelle dinamiche scolastiche e familiari dello studente. Tra gli obiettivi dell’attività di mentorato si evidenziano: miglioramento dell’autostima, maggiore propositività e assertività a Scuola, più fiducia nel proprio futuro, sviluppo delle potenzialità, miglioramento del rendimento scolastico e della capacità di orientarsi nel mondo del lavoro.

Al Mezzano la V edizione dei Giochi delle Frazioni Casertane

CASOLLA (CASERTA) – Va alla frazione di Mezzano il trionfo ai V Giochi delle Frazioni Casertane – Casolla 2015, piccolo campionato comunale di giochi tradizionali organizzato dal Comitato Provinciale Asi di Caserta. La rappresentativa della piccola borgata casertana – capitanata da Mauro Vigilante – conquista due prime posizioni (gara podistica e tiro alla fune), due seconde posizioni (corsa con cucchiaio ed uovo e calcio 3 contro 3) ed un terzo posto (braccio di ferro) nelle classifiche per disciplina, imponendosi con tattica ed indiscusse capacità atletiche.

Al secondo posto della classifica generale è la frazione di Tuoro – capitanata da Gennaro Ascione – che segue a soli due punti di distanza. Il terzo posto è dei padroni di casa di Casolla – capitanati da Francesco Guida – che confermano la competitività della propria squadra e si dichiarano agguerriti per la prossima edizione. Al quarto posto Puccianiello – capitanato da Giovanni Masiello – che si impone in classifica di disciplina grande alla potenza dei suoi atleti di braccio di ferro.

Seguono Santa Barbara – capitanata da Giovanni Iannucci – che sfoggia un ottima costanza in gioco, tra il terzo e quarto posto in tutte le discipline e Staturano – capitanata da Rosario Vaiuso – squadra «cenerentola» del gruppo che non raggiunge le alte vette a causa dell’estrema gioventù della sua formazione ma che, nel cucchiaio ed uovo, agguanta una solidissima prima posizione. Fanalino di coda la rappresentativa del Rione Vanvitelli – capitanata da Giuseppe Dell’Aquila – che manca il centro in tutte le discipline.

L’evento, festa di giochi e colori, si è svolto ieri tra il largo Botteghelle ed il cortile dell’Oratorio San Lorenzo nella frazione di Casolla di Caserta. L’edizione ha visto la partecipazione di circa duecento atleti provenienti dall’intero comune di Caserta e di un gran numero di tifosi che ha animato l’intero centro della borgata pedemontana.

Come tradizione, la vittoria del titolo assegna, di diritto, l’organizzazione dei prossimi giochi. Appuntamento, dunque, in primavera per la VI edizione dei Giochi delle Frazioni – Mezzano 2016.

Nuovi servizi digitali, Poste incontra i consumatori

Poste Italiane rafforza il dialogo con le associazioni dei consumatori della Campania nel rispetto del principio di “centralità” del cittadino nell’azione aziendale. Per spiegare i punti salienti del processo di cambiamento, illustrare gli sviluppi del digitale come leva del miglioramento dei servizi e sottolineare il valore dell’istituto della conciliazione, Poste Italiane ha riunito i rappresentanti delle Associazioni a Napoli per una sessione di confronto sul tema “Il segno del cambiamento, cambiare per migliorare”, che ha offerto l’occasione di fare il punto sui programmi di sviluppo dell’azienda e sui nuovi servizi evoluti che saranno lanciati sul mercato. All’incontro hanno preso parte il coordinatore nazionale di Poste Italiane per i rapporti con le Associazioni dei Consumatori e i rappresentanti territoriali della Campania: Gerardo Ceres (Adiconsum), Giuseppe Stellano (Adoc) Rosalba Di Placido (Adusbef), Melania Capasso (Assoutenti), Dominique Festa (Casa del Consumatore), Nando Iavarone (Cittadinanzattiva), Matteo Marchetti (Codacons), Giuseppe Ambrosio (Codici), Rosario Stornaiuolo  (Federcosumatori), Maurizio Nunziante (Lega consumatori), Valeria Riccardi (Altroconsumo) e Eugenio Diffidenti (Mdc). La due giorni di lavoro ha anche permesso agli ospiti di visitare il Polo logistico e tecnologico realizzato all’interno del Palazzo delle Poste centrali di Napoli, nel quale vengono sperimentate nuove soluzioni di comunicazione digitale e viene garantito il supporto tecnologico ai servizi di e-government forniti alla Pubblica amministrazione, come ad esempio la lavorazione di tutte le richieste di permesso di soggiorno presentate in Italia. Nel corso dell’incontro è stata ribadita l’intenzione di favorire in misura sempre maggiore l’applicazione della procedura di Conciliazione, l’istituto previsto dalla Carta della Qualità di Poste Italiane grazie al quale il cliente può far ricorso presentando domanda attraverso le Associazioni dei consumatori per ottenere un rimborso dall’azienda secondo i casi previsti.

Giubileo della Misericordia anche a Caserta. Aperta, ieri, dal Vescovo la Porta Santa

CASERTA – Porta Santa aperta anche a Caserta e la Diocesi entra nel vivo del Giubileo della Misericordia. È mons. Giovanni D’Alise ad officiare l’importante evento, ieri pomeriggio, presso la settecentesca Cattedrale dedicata a San Michele Arcangelo.

Come accaduto per l’apertura della porta in Vaticano, il Vescovo di Caserta, dopo essere giunto in processione presso il Duomo, ha aperto la porta spingendola con le mani e l’ha varcata. Tanti, tantissimi i fedeli accorsi che, seguendo in processione D’Alise hanno attraversato la porta attraverserà e la navata centrale della Cattedrale. Il Vescovo, giunto al presbiterio, ha proseguito officiando la celebrazione eucaristica secondo la liturgia della III Domenica di Avvento. Ad animarla la Corale Diocesana di Caserta.

Tanti, tantissimi i fedeli presenti, tanto da riempire l’intera Cattedrale e piazza Duomo dove, in previsione del grande richiamo dell’evento, è stato predisposto un maxischermo per seguire la celebrazione interna. Tutta l’assistenza ai fedeli e, soprattutto, ai fedeli disabili è stata garantita dai soci dell’Associazione Cattolica Accollatori Sant’Anna, dalla Protezione Civile comunale e dalla Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri insieme a Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale.

L’omelia del Vescovo, sul testo del capitolo terzo del Vangelo di Luca, tocca il significato profondo di questo Giubileo fortemente voluto da Papa Francesco. Alle folle che interrogano, ieri come oggi, Giovanni il Battista chiedendo «che cosa dobbiamo fare?» il Vescovo, con le parole dell’Evangelista, risponde invitando al rispetto etico ed al senso dei propri ruoli. Misericordia è nella quotidianità, nel valorizzare al meglio il proprio talento mettendolo a disposizione di tutti, soprattutto dei più deboli.

Dopo la celebrazione di apertura, la Porta Santa diocesana sarà meta di pellegrinaggi programmati da ogni parrocchia del territorio, in un’ottica di attenzione e condivisione che predilige l’ascolto ed il rapporto con gli ultimi come chiave di questo particolare anno di grazia.

Caserta, torna in funzione l'orologio sulla facciata della Reggia

CASERTA. Martedì 15 alle ore 12 ripartiranno le lancette dell’orologio installato al centro del timpano sul prospetto sud del Palazzo Reale. L’intervento sul meccanismo che regolava il “Tempo Reale” è stato favorito dal cantiere di restauro del prospetto sud del Complesso vanvitelliano che ha consentito il ripristino delle campane collegate all’orologio. La riattivazione dell’orologio avverrà nel corso di una cerimonia che avrà inizio alle ore 11,30 nel piazzale antistante l'ingresso principale del Monumento, accompagnata dalle note della prestigiosa fanfara dei Bersaglieri della Brigata Garibaldi di Caserta. Il nuovo direttore generale della Reggia di Caserta Mauro Felicori, darà il via per la ripartenza dell'imponente e nobile orologio installato al centro del Timpano del prospetto sud del Palazzo Reale, fermo da circa venti anni. Si vedranno così ripartire quelle lancette che, testimoni attente e discrete dei tempi che furono, ritorneranno a scandire con il proprio ritmo, il rintocco delle proprie campane restituendogli la regale dignità perduta. La difficile riparazione dell'orologio è stata possibile grazie all'interessamento dell'Associazione Arma Aeronautica- Sezione di Caserta che ha raccolto, con enfasi e forte determinazione, l'accorato appello del funzionario responsabile della Valorizzazione della Reggia, Vincenzo Mazzarella. I delicati lavori di ripristino, effettuati magistralmente dalla ditta Panebianco di Pietramelara, sono stati resi possibile grazie a una “cordata” alla quale hanno partecipato la stessa Associazione Arma Aeronautica di Caserta, unitamente a Guelfo e Claudio Pisapia Assicuratori, al Lions Club Caserta Reggia e al Rotary Club di Caserta. La cerimonia avrà luogo nel piazzale antistante l'ingresso principale della Reggia, alla presenza di Autorità civili, religiose e militari oltre a scolaresche e cittadini.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis