Venerdì 20 Aprile 2018 - 4:52

La Iervolino: «Delusa dal Pd e da De Luca»

NAPOLI. «Delusa» dalle posizioni del Partito democratico rispetto alla sinistra, da quella che definisce «transumanza tra un partito e l'altro» e «di chi nel mio partito si pone al di sopra delle leggi». È severo il giudizio di Rosa Russo Iervolino, ex ministro dell'Interno e per dieci anni sindaco di Napoli, commentando all'Adnkronos il quadro politico in vista delle elezioni regionali in Campania. «I miei punti di riferimento sono la Costituzione e le leggi - spiega - e le leggi possono anche essere cambiate. Ma finché ci sono si rispettano e non mi piace la posizione di chi nel mio partito si pone al di sopra delle leggi». Il riferimento è a Vincenzo De Luca, ex sindaco di Salerno e candidato alla presidenza della Regione Campania, sul quale pendono gli effetti della legge Severino che prevede la sospensione dalla carica per i condannati in primo grado. 

Benevento, scoperto falso dentista: denunciato

BENEVENTO. Da anni si spacciava per dentista senza avere i requisiti professionali. È stato scoperto dai militari della Guardia di Finanza di Benevento, che hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla Procura di Benevento. Il dentista abusivo operava in un ambulatorio odontoiatrico nel comune di San Nicola Manfredi ed esercitava da anni la professione odontoiatrica. All'entrata dei finanzieri, nello studio erano presenti numerosi pazienti che hanno confermato di essere clienti dell'indagato. Le Fiamme Gialle hanno quindi proceduto al sequestro dei locali e di tutte le attrezzature dello studio.

Processo Cosentino, rinvio al 21 maggio

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Nemmeno il tempo di iniziare che è stato subito rinviato, al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il processo a carico dell'ex sottosegretario Nicola Cosentino e altre 11 persone tra cui i fratelli Antonio e Giovanni (entrambi ai domiciliari) e l'ex prefetto di Caserta Maria Elena Stasi, dal 2008 al 2013 deputata del Pdl, tutti imputati per i reati di estorsione e illecita concorrenza con l'aggravante di aver agito per agevolare il clan camorristico dei Casalesi per la gestione degli impianti di carburanti di proprietà della famiglia dell'ex sottosegretario. L'udienza è stata rinviata al prossimo 21 maggio per un difetto di notifica all'ex sindaco di Villa di Briano Raffaele Zippo, persone offesa assieme all'imprenditore Luigi Gallo che oggi era presente in aula insieme con i responsabili dell'associazione “Antonino Caponnetto” costituitasi parte civile. Presenti in aula alcuni imputati, tra cui Antonio Cosentino, mentre Nicola, detenuto a Terni, e Giovanni, hanno rinunciato a partecipare all'udienza. 

Gmc, divieto di dimora per Lettieri

CASERTA. Divieto di dimora in Campania per l'ex sindaco di Gricignano d'Aversa, Andrea Lettieri, arrestato il 25 marzo scorso assieme all'ex sindaco di Orta di Atella, Angelo Brancaccio, e all'imprenditore Sergio Orsi per concorso esterno in associazione mafiosa e altri reati aggravati in relazione alle vicende della Gmc Multiservizi, la società che tra il 2005 e il 2007 si aggiudicò numerosi appalti in comuni casertani in vari settori, tra cui la raccolta dei rifiuti. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Napoli. Lettieri, difeso dagli avvocati Raffaele Costanzo e Giuseppe Stellato, fu sottoposto ai domiciliari il 2 aprile scorso su decisione del gip di Napoli Pasqualina Laviano. 

Riabilitazione, protesta dei centri sotto la Regione

NAPOLI. I centri di riabilitazione in rivolta sotto Palazzo Santa Lucia. La materia del contendere è sempre il decreto 108 dell’ottobre 2014 in cui, secondo i manifestanti, non viene previsto l’adeguamento delle tariffe dei centri per disabili, né la loro riconversione. Al contario, dicono «vengono previsti tagli per 1530 posti nei semiconvitti per disabili mentali». Una sforbiciata che rischia di incidere sui livelli occupazionali, con perdite di posti di lavoro e conseguente riduzione dei servizi per i disabili e le famiglie. Tra i circa 2mila manifestanti, anche  Toni Nocchetti, presidente dell’associazione “Tutti a scuola”. «A fronte di risparmi per le casse regionali di circa 42 milioni di euro - dice - ci sarà una penalizzazione per i disabili, le loro famiglie e i centri». In tal senso, oggi ci potrebbe essere un incontro sulla questione. Da Palazzo Santa Lucia, però, arriva immediata la replica. «In relazione alla manifestazione promossa dall’Aias, rappresentativa di pochi centri di riabilitazione, sono opportuni alcuni chiarimenti. Detti centri, che rappresentano una piccola percentuale delle circa 150 strutture accreditate dalla Regione, sono concentrati nelle ASL Napoli 1 e Napoli 3 Sud. In queste Aziende si è riscontrata un’anomala concentrazione di talune prestazioni riabilitative in eccesso, fino a un livello del 70% superiore rispetto ai fabbisogni stabiliti dal ministero della Salute. Nelle altre Asl non esiste un analogo fenomeno». E ancora: «Sul punto la Regione ha deciso di attivare gli opportuni controlli e verifiche, utilizzando le misure previste dal Protocollo di collaborazione con la Guardia di Finanza, per verificare l’appropriatezza delle prestazioni riabilitative rese nelle strutture extraospedaliere private accreditate presso le predette Asl». 

Suicidi per la crisi, è record in Campania

MILANO. Link Campus University, università di Roma non statale legalmente riconosciuta dell'Ordinamento Universitario Italiano istituita nel 1999, ha condotto uno studio sui suicidi legati alla crisi attraverso Link Lab, il Laboratorio di Ricerca Socio-Economica dell'Università degli Studi Link Campus University, che da oltre tre anni studia il fenomeno e che adesso pubblica i dati complessivi di un'attività di monitoraggio avviata nel 2012. Le regioni più colpite dal fenomeno appaiono in ogni caso quelle del Veneto e della Campania che dal 2012 al 2014 fanno registrare rispettivamente il 17,7% e l'11,6% del totale dei suicidi per crisi economica. Dal 2012 al 2014 sono stati rispettivamente 198 gli imprenditori (il 45,1% del totale) e 183 i disoccupati (41,7% sul totale) vittime di suicidio per crisi economica. 

Battipaglia, violentarono 27enne: due arresti

BATTIPAGLIA. Due cittadini stranieri accusati di violenza sessuale nei confronti di una ragazza rumena di 27 anni sono stati fermati dal Nucleo operativo e radiomobile della compagnia dei carabinieri di Battipaglia. I due, entrambi pregiudicati, sono un rumeno di 27 anni, Lucian Manolache e un marocchino di 34, Youssef Aghnaj, residenti a Battipaglia. Le indagini, svolte dai carabinieri con il coordinamento della Procura, sono partite grazie alla denuncia della giovane violentata la notte del 31 gennaio scorso. I due avvicinarono la donna all'uscita di un locale notturno di Battipaglia frequentato soprattutto da stranieri convincendola a salire in macchina con loro. Ma invece di accompagnarla a casa come promesso, raggiunsero la zona del Castelluccio, e al suo rifiuto di avere un rapporto sessuale, la violentarono. 

Regionali, De Luca: «Su Salerno frottole di Caldoro»

NAPOLI. «Quando il Presidente della Regione Campania si riduce a raccontare frottole sulla città di Salerno, facendo il provocatore e cercando di spostare l'attenzione dai disastri della Campania, vuol dire che davvero egli è alla frutta». Si e' rivolto direttamente al governatore della Campania, il candidato del centrosinistra alle prossime regionali Vincenzo De Luca. «Gli rinnovo - ha affermato l'ex sindaco di Salerno in una nota - ancora una volta la mia sfida ad un pubblico confronto su Salerno ed anche su tutto il resto». E ancora: «Rivolgeremo al Presidente “pro tempore" della Campania una semplice domanda finale: - ha aggiunto il candidato del centrosinistra - ci indichi un'opera voluta, progettata e realizzata dalla Regione Campania in cinque anni».

Raid vandalico in una scuola dell'Avellinese, danni ingenti

AVELLINO. Gravi atti di vandalismo la notte scorsa ai danni dell'istituto scolastico comprensivo di Pratola Serra (Avellino). Ignoti, sulla cui identificazione indagano i carabinieri, hanno svuotato gli estintori, rovesciato banchi, rotto vetri e danneggiato le attrezzature della palestra. I danni ammontano a diverse migliaia di euro.

 

Stuprarono una ragazza, arrestati due stranieri

SALERNO. Sono stati fermati dal Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Battipaglia due cittadini stranieri accusati di violenza sessuale nei confronti di una ragazza rumena di 27 anni. I due, entrambi pregiudicati, sono un rumeno di 27 anni, Lucian Manolache e un marocchino di  34, Youssef Aghnaj, residenti a Battipaglia. Le indagini, svolte dai carabinieri con il coordinamento della procura, sono state avviate grazie alla denuncia della giovane violentata la notte del 31 gennaio scorso. I due avvicinarono la donna all'uscita di un locale notturno di Battipaglia frequentato soprattutto da stranieri convincendola a salire in macchina con loro. Ma invece di accompagnarla a casa come promesso, raggiunsero la zona del Castelluccio, e al suo rifiuto di avere un rapporto sessuale, la violentarono. La ragazza, qualche giorno dopo decise di denunciare tutto, fornendo importanti dettagli per ricostruire la violenza subita. I due fermati si trovano al carcere di Fuorni.

 

 

 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno