Sabato 20 Ottobre 2018 - 11:01

Renzi: «Cancelleremo la vergogna della Terra dei Fuochi»

"Crediamo nella Campania come luogo che non sia più chiamato terra dei fuochi, noi vogliamo cancellare questo scandalo, questa vergogna". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi , in visita allo stabilimento Getra di Marcianise. 

"E' vero che questa vergogna l'hanno fatta altri, ma nella vita capita di doversi assumere responsabilità per colpa di altri. Noi restituiremo alla provincia di Caserta e alla Campania la bellezza di questo luogo e lo faremo, costi quel che costi".

"C'è una grande necessità di aprire il nostro territorio alle aziende che portano posti di lavoro ed è fondamentale che ci sia l'impegno di un giusto business ambientale, dal profondo del cuore grazie a Coca-Cola per questo investimento", ha detto ancora Renzi durante la sua visita. "Grazie ai dipendenti per la passione che mettono quotidianamente nel loro lavoro. Noi tutti insieme - ha poi sottolineato - prendiamo un impegno: restituire a questa terra la possibilità di credere nel futuro".

"Per troppo tempo tutto ciò che è qualità, eccellenza e innovazione nel Mezzogiorno è stato scientificamente mascherato, cancellato, finanche nascosto", ha aggiunto. "E' stato nascosto - ha spiegato Renzi - dalla mancanza di attenzione da parte della politica nazionale, ed è giusto che oggi chi la rappresenta si faccia carico della sua quota parte di responsabilità, ma anche dall'incapacità di mostrare realtà concrete, forti e autorevoli perché tutto era e talvolta è sommerso dagli aspetti negativi, che pure ci sono stati, ci sono e che andranno eliminati".

"Ci dicevano che era impossibile cambiare le cose in Italia. Stiamo dimostrando che non è così", ha ricordato il premier. "C'è chi vive solo di rassegnazione, poi c'è gente che si tira le maniche della camicia e ci prova", ha aggiunto.

Truffa Rc auto, campani assicurati come lombardi: 1.200 denunciati

NAPOLI. I finanzieri del Gruppo di Legnano, in provincia di Milano, hanno scoperto un'associazione a delinquere operante nell'alto milanese specializzata nel procacciare fraudolentemente, in favore di automobilisti residenti nella regione Campania, polizze assicurative 'Rc Auto' a tariffe notevolmente inferiori rispetto a quelle che i beneficiari avrebbero dovuto versare in base alla loro effettiva residenza. Gli ''ideatori'' del meccanismo sono stati denunciati per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e sostituzione di persona. Gli automobilisti ''beneficiari'' della frode sono stati invece deferiti all'Autorità Giudiziaria per il concorso nella truffa. Le indagini sono iniziate dopo la denuncia presentata da un agente di una delle compagnie di assicurazioni frodate che, da un riscontro interno, si era accorto che oltre 40 polizze richieste dalla stessa persona, un napoletano di 36 anni residente a Buscate, erano state emesse sulla scorta di documenti di identità e carte di circolazione con dati falsi. Le prime indagini hanno accertato che il soggetto aveva richiesto l'emissione di molte altre polizze alle agenzie della stessa compagnia assicuratrice di Gallarate e Magenta. Lo sviluppo delle indagini ha consentito di accertare che il trentaseienne napoletano, usando i medesimi collaudati meccanismi, era riuscito a raggirare altre agenzie con sedi a Milano e nei comuni dell'hinterland, ottenendo l'emissione di oltre 1.200 polizze 'Rc Auto' sempre in favore di cittadini campani solo formalmente residenti in Lombardia. I risparmi conseguiti illecitamente sulle tariffe ammontano ad oltre 250.000 euro su un montante di premi pari a circa 1 milione di euro.

Comune di Capaccio Paestum, sì unanime del consiglio regionale

Un lungo iter terminato con l'approvazione all’unanimità in consiglio regionale, della legge "Cambio di denominazione del "Comune di Capaccio" in "Comune di Capaccio Paestum"  proposta dal Generale Carmine De Pascale, capogruppo consiliare "De Luca Presidente in Rete" .  Si tratta di un’iniziativa nata nella precedente legislatura e caratterizzata anche dallo svolgimento di un referendum che ha rivelato la volontà favorevole alla proposta da parte dei cittadini di Capaccio. "Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto - commenta De Pascale - il cambio di denominazione del comune di Capaccio valorizzerá  il territorio in quanto il nome di Paestum rappresenta un brand riconosciuto in tutto il mondo ed un'attrazione turistica globale per il valore storico del sito archeologico. In questo modo si avrà un'impatto positivo su tutta l'economia del territorio. Ne beneficerà il settore turistico,  commerciale  e dei prodotti dell'enogastronomia tipica locale". Grande apprezzamento nelle parole del sindaco di Capaccio  Italo Voza che aggiunge - ringrazio a nome mio, della cittadinanza e del mondo intero, culturale e turistico, il Presidente De Luca ed il Generale De Pascale che ha portato avanti questa iniziativa. Non aver cambiato niente ma aver aggiunto il toponimo "Paestum" rappresenta un evento storico che porterà alla valorizzazione ed alla promozione a livello mondiale,  non solo del Comune di Capaccio, ma del territorio intero".

Schiaffi e minacce all'asilo, maestra arrestata per maltrattamenti ad Avellino

AVELLINO. La Polizia di Avellino ha eseguito una misura cautelare personale, che dispone gli arresti domiciliari a carico di una 58enne, insegnante presso una scuola materna di Avellino: la donna sarebbe responsabile di violenze fisiche e psicologiche su alcuni bambini, di età compresa tra i 3 e i 5 anni, che frequentavano il secondo anno della scuola.

Le indagini, condotte dai poliziotti della Squadra Mobile avellinese, avviate in seguito alle denunce di alcuni genitori, hanno consentito di acclarare che l'insegnante era solita minacciare verbalmente i bambini che spesso venivano anche schiaffeggiati e strattonati.

Poste Vita alla Giornata della Previdenza a Napoli

NAPOLI. La Giornata Nazionale della Previdenza si svolgerà in piazza Plebiscito ed è considerata una vera e propria EXPO del Welfare. È la manifestazione più importante in Italia  dedicata al mondo del lavoro e della previdenza. Il programma dei tre giorni prevede incontri, convegni e workshop per avvicinare e sensibilizzare i cittadini su temi di stretta attualità e interesse come la pensione, il lavoro e la salute allo scopo di aumentare e migliorare la diffusione della cultura previdenziale. Poste Vita è presente con un proprio stand in cui esperti consulenti sono a disposizione del pubblico per illustrare  Postaprevidenza Valore, il piano individuale pensionistico in grado di offrire una solida copertura previdenziale accessibile a tutti, a partire da 50 euro al mese. Inoltre, quest’anno Poste Vita organizza, per domani mattina, 12 maggio, il convegno dal titolo “Busta arancione: una buona base di partenza per sviluppare coscienza previdenzale”, al quale interverranno fra gli altri Francesco Maietta, Responsabile Area Politiche sociali del Censis, e  Sergio Sorgi, vice Presidente di Progetica. Poste Vita è leader di mercato nella Previdenza con oltre 805 mila polizze Postaprevidenza Valore, sottoscritte a partire da giugno 2005, mese del suo ingresso nel settore.

Criminalità, De Luca: «Ora il pugno di ferro»

NAPOLI. «Come Regione abbiamo in corso un programma di videosorveglianza in diversi quartieri di Napoli e in altre aree della regione. Entro giugno completiamo l’installazione di 51 telecamere ai Decumani e investiamo 300mila euro per il rione Sanità». A dirlo, nel consueto appuntamento settimanale su Lira Tv, è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Nel breve tempo occorre la repressione senza molti fronzoli, occorre mettere in campo il pugno di ferro. Ognuno è in grado di capire che se si va a mitragliare una caserma dei carabinieri, o vai ad uccidere in mezzo alla gente, bisogna eliminare i delinquenti dal consorzio civile. C’è una risposta da parte dello Stato con l’arresto di un altro boss. Poi bisogna capire che occorre un programma educativo e qui abbiamo deciso di tenere aperte le scuole tutto l’anno per avere luoghi dove accogliere bambini e bambine con le loro famiglie. E poi c’è il lavoro più di fondo, quello di creare occupazione aprendo cantieri. Questo lo faremo con l’uso dei fondi europei. Dobbiamo mettere in condizione la magistratura di poter lavorare in maniera serena», dice De Luca.

Casalesi, arrestato l'ex sindaco di Grazzanise

GRAZZANISE. Stamattina i carabinieri di Santa Maria Capua Vetere hanno eseguito otto arresti, di cui sei in carcere. Tra questi l'ex sindaco di GRAZZANISE Enrico Parente, l'attuale dirigente dell'ufficio tecnico tecnico comunale di GRAZZANISE e l'imprenditore Alessandro Zagaria, già arrestato nei giorni scorsi per altro filone. Le indagini della Dda portano a ipotizzare a carico degli indagati i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, intestazione fittizia di beni e reati in materia di armi.

Commercio: Salerno, inaugurato cantiere centro La Fabbrica

 

SALERNO. Il centro commerciale polifunzionale La Fabbrica, che nascerà a Salerno, sarà il primo eco-park shopping center in Italia, un complesso commerciale e polifunzionale con aspetti innovativi di greening e sostenibilita', energie rinnovabili, fotovoltaico sistemi di riciclo e riuso dei materiali». Il progetto prevede uno sviluppo commerciale su una superficie di 18.630 mq. Oltre al centro commerciale, ci sarà - tra le altre cose - una Spa, una piscina interna e una esterna, un'area fitness, campi sportivi, parcheggi e un parco verde, oltre ad un'area dedicata al food. Il progetto nasce su iniziativa dell'imprenditore Gianni Lettieri, presidente della societa' promotrice Meridie SPA. Questa mattina, nel corso dell'inaugurazione del cantiere, Lettieri ha spiegato: «A Salerno mancava una struttura del genere. I tempi di realizzazione sono veloci perché la struttura gia' esiste: entro 7/9 mesi sarà pronta. Un ringraziamento particolare va alle maestranze che si sono adattate a questa riconversione industriale. Qui, prima, facevamo i pannelli fotovoltaici ma il settore e' morto. Abbiamo - ha detto ancora Lettieri - investito circa 28 milioni di euro. Oltre a questo investimento, non dimentichiamo il centro commerciale LeCotoniere, a Fratte. La settimana prossima inaugureremo l'allargamento di via dei Greci, un'opera pubblica fatta a nostre spese». «Pensiamo di utilizzare i fondi europei - ha detto il presidente della Regione Vincenzo De Luca - anche per completare programmi di arredo urbano perfino nelle zone industriali. 

Ha riaperto dopo quattro anni la funivia del Faito

MERCOLEDÌ 04 MAGGIO 2016 12.19.07 

 

CASTELLAMMARE DI STABIA. -Taglio del nastro a Castellammare di Stabia per il ripristino della Funivia del FAITO. A inaugurarla il presidente della Regione, Vincenzo De Luca. Con lui i dirigenti Eav e numerosi consiglieri regionali.  «La riapertura della funivia del Faito è una straordinaria occasione di rilancio turistico e di creazione di lavoro». A dirlo, nel corso del primo viaggio inaugurale dell'impianto, riaperto dopo quattro anni, è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Abbiamo mantenuto un impegno - dice il governatore campano - E tra un mese apriremo anche la funicolare di Montevergine, per la quale abbiamo un ritardo di quatto settimane dovuto al fatto che hanno rubato i cavi e la centralina elettrica. Comunque, rimedieremo anche a questo problema e quando apriremo l'impianto ci faremo fare pure una benedizione da qualche frate...». 

Droga: spaccio tra province Caserta e Frosinone, 5 misure cautelari

CASERTA. Cinque misure cautelari, tra cui un arresto in carcere e un altro ai domiciliari, sono state notificate oggi dai carabinieri di Pontecorvo (Frosinone) ad persone accusate di detenzione e cessione di ingenti quantità di sostanze stupefacenti nelle province di Caserta e Frosinone. Le indagini che hanno portato all'emissione delle misure  cautelari da parte del gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere sono state condotte dai militari di Pontecorvo tra l'ottobre del 2014 e marzo 2015. In carcere è finito Pierpaolo Bianchi, 32 anni mentre per Emanuele Lancia, 26 anni, il giudice ha disposto i domiciliari. Per gli altri indagati - Valerio Pelegalli, 26 anni; Pasquale Gerardi, 45 anni, e Raffaele Calo', 31 anni - il gip ha disposto l'obbligo di dimora e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Uno degli indagati è al momento irreperibile.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli