Martedì 21 Agosto 2018 - 9:57

La Littizzetto chiede scusa alle suore di clausura

NAPOLI. Luciana Littizzetto è tornato sull'argomento suore napoletane alla trasmissione "Che tempo che fa" su Rai 3. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, quando le sorelle di clausura tramite Fb se la sono un po' presa con l'attrice comica torinese rea, a detta loro, di averle apostrofate come represse, la querelle non è finita.  «Questa settimana mi hanno fatto il culo tutti - ha esordito la Littizzetto nella trasmissione -. Pensavo che almeno con le suore di clausura sarei stata al sicuro, invece... Hanno fatto quel commento su Facebook. Su Facebook? Le suore di clausura? Ma Facebook non ce l'ho neanche io! Cos'è, la nuova clausura 2.0? Tra poco si faranno anche il piercing, il tatuaggio o leggeranno la Bibbia sull'iPad» ha ironizzato l'attrice.  «Davvero le suore guardano la tv e soprattutto guardano me? Ma siamo su Radio Maria? - ha proseguito -. Devono vedere casomai Lorena Bianchetti! Glielo devo dire: non mi guardate, sono pericolosissima! Sono una pecora nerissima, finirete all'inferno! Loro hanno pensato che io avessi detto che fossero represse. Ma non l'ho mai pensato nè detto: 'represso' è un termine brutto, non fa ridere. Represso è Fabio Fazio... Non sarei mai intervenuta se non avessero assaltato il Papa come colombe sul pane. Povero Papa, pareva Stanlio! E poi il cardinale di Napoli ha detto cose toste... Le suore - ha concluso la Littizzetto - hanno detto che se cercavano un uomo c'erano ben altri luoghi e ben altri uomini del Papa. Ma dove sono? Ditemelo! Scriveteci su Facebook! Chiedo scusa a loro se si sono sentite offese. Ma per ridere bisogna prendere in giro».

Al Te.Co. c'è "Il club delle indecise" di Giovanni Meola

Il 27 e 28 Marzo presso lo spazio di Via Diocleziano 316, la compagnia del Te.Co Teatro di Contrabbando, giovane realtà teatrale napoletana, mette in scena il testo dell'autore e regista Giovanni Meola "Il Club delle Indecise".

Sinossi: Un monologo ironico che affronta tematiche estremamente attuali, in cui la protagonista, Daniela, si trova a dover scegliere tra due ragazzi, Davide e Gianluca. Giunta alla soglia dei trent’anni senza mai prendere una posizione, Daniela ha, infatti, affidato la sua intera vita “al fato, al destino, al karma…agli altri, probabilmente", come lei stessa sostiene. La sua indecisione (a tratti cronica), tuttavia, non si limita ad una mera, seppur controversa, questione sentimentale, ma si estende a tutte le piccole e grandi scelte che è chiamata a compiere per iniziare a prendere consapevolezza di quale sia il suo posto nel mondo. Ma il tempo incalza e alla vigilia di un evento importante per il suo futuro, Daniela si vedrà costretta a cercare di prendere le redini della sua vita, avvalendosi come sempre dei consigli e dell’aiuto delle sue taciturne “amiche”.

 

Autore: Giovanni Meola

Regia:  Chiara Vitiello

Produzione: Te.Co Teatro di Contrabbando

Interpreti:  Francesca Romana Bergamo

Scene e Costumi: Federica Rubino

 

Informazioni:

Quando: 27 e 28 Marzo

Luogo: Te.Co Teatro di Contrabbando - Via Diocleziano 316 (Fuorigrotta)

Orario:  20.30

Ingresso:  10 euro 

Basilica di San Gennaro, Dado Moroni e Max Ionata omaggiano Stevie Wonder

Dopo l’omaggio a Duke Ellington, DADO MORONI e MAX IONATA il 28 marzo, nella loro UNICA DATA NAPOLETANA, presentano un progetto dedicato ad un’altra leggenda del mondo della musica, il re del soul, STEVIE WONDER. Decisivo nella storia della black music, Wonder ha contribuito all’evoluzione del soul e del rhythm and blues, grazie alle prolifiche contaminazioni con pop, funky, reggae e jazz. Proprio dal jazz Dado e Max iniziano questo viaggio alla scoperta del "meraviglioso” Stevie interpretando in maniera originale e ricercata i suoi pezzi più importanti, amati universalmente.

Il pubblico avrà l’opportunità di attraversare e visitare il complesso monumentale delle Catacombe di San Gennaro, antico luogo di sepoltura del II sec. d.C., prima di accedere alla imponente Basilica paleocristiana di San Gennaro extra moenia, edificata tra la fine del V e gli inizi del VI secolo, dove avrà luogo il concerto. Un evento unico che si propone come raffinato incontro tra archeologia, storia, musica e territorio, dove si avrà la possibilità di scoprire e riscoprire il nostro patrimonio artistico, il talento di musicisti internazionali e l’energia della cooperazione capace di realizzare progetti dal fortissimo impatto sociale. L'evento è realizzato dalla cooperativa "La Paranza" onlus, l'agenzia ATOM Concerti e il collettivo DarteVaria, sotto l'egida di Fondazione San Gennaro e Fondazione con il Sud. Partner per la backline, Alberto Napolitano.

Basilica di San Gennaro extra moenia
ingresso dalle Catacombe di San Gennaro
via Capodimonte 13, Napoli

biglietto 16 euro

Orario d’ingresso per visita guidata alle Catacombe di San Gennaro:

dalle 18,45 alle 19,45

Inizio concerto 20,30

info: 0817443714 - 320 039 25 70 – 3319551994

Il cantante Franco Ricciardi: sono drogato di web

NAPOLI. "Sono drogato di web: mangio e posto. E mi sveglio alle 13,15. La critica è snob. Sono stanco di essere calpestato dai critici che non fanno domande intelligenti. Anche se dopo ventinove anni non ho ancora capito che musica faccio". Così Franco Ricciardi ospite di Ettore Petraroli e Rosario Verde nel programma "I Radioattivi" in onda su Radio Club 91. "E' vero sono dipendente dai social ma non voglio guarire". Il cantante partenopeo reduce dal David di Donatello rivela inoltre di avere anche un profilo privato, oltre alla pagina aperta, "per pubblicare ancora più in libertà e racconta di mettere i piedi a terra alle 13,15 e di sollevarli da terra alle 6 del mattino anche se amo il sole, il giorno e la notte mi fa paura. Ma è il momento in cui faccio le cose migliori, tra cui la musica". E ancora: "La critica è snob non ascolta la musica che è in giro: i critici non chiedono nulla di intelligente, sempre le stesse domande e mai dettagli profondi della persona"

"The Voice", c'è spazio per altri due napoletani: Gregorio Rega e Giovanni Scardamaglio

Il penultimo appuntamento con le Blind Audition di “The Voice of Italy” si è concluso con altri 13 nuovi talenti accolti nei team. Tra questi ben due provengono dalla provincia di Napoli. Sono Giovanni Scardamaglio di Ercolano e Gregorio Rega di Roccarainola.

GIOVANNI. Nasce a Torre del Greco ma vive ad Ercolano (NA). Diplomato in elettrotecnica, lavora come volontario in una Onlus e fa il commerciante di abbigliamento americano con lo zio e il padre al mercato dell’usato. Ha iniziato a cantare all’età di 5 anni: si arrangia facendo piano bar e cantando con alcuni gruppi e in particolare con un coro gospel. Da poco ha iniziato a suonare la tastiera e ora si sta approcciando al sax. Dice che nella sua voce c’è dentro del soul e del blues e traspare tutta la sua napoletaneità.

GREGORIO.  È nato a Nola ma vive a Roccarainola (Na). Canta da quando aveva 19 anni ma solo da 4 anni prende lezioni. Ha imparato a suonare la chitarra da autodidatta. Si esibisce ai matrimoni e nel tempo libero aiuta il padre con il lavoro amministrativo in una scuola. Sogna di fare un disco, vendere milioni di copie ed aprire un’etichetta discografica per aiutare i ragazzi della sua terra ad emergere.

GLI ALTRI TALENTI. Nella quarta puntata, condotta da Federico Russo, i coach Roby e Francesco Facchinetti, J-Ax, Noemi e Piero Pelù hanno selezionato anche: Alessia Labate (Marano Principato, Cosenza), Andrea Orchi (Roma), Arianna Alvisi (Capena, Roma), Carola Campagna (Carate Brianza, Monza Brianza), Chiara Beltrame (Padova), Davide Fusaro (Roma), Marco Andreotti (Lucca), Maria Luce Gamboni (Urbino – Pesaro Urbino), Massimiliano Marchetti (Viareggio, Lucca), Maurizio Musumeci (Paternò, Catania), Silvia De Santis (Imola, Bologna). 

Manca una sola audizione al buio (la quinta puntata andrà in onda mercoledì 25 marzo) prima della seconda fase della gara, quella delle Battle, in cui i talenti si sfideranno sulla stessa canzone come in un match nel ring allestito sul palco.

Le voci scelte dopo la quarta puntata e i team di appartenenza:

TEAM FACH: Alessia Labate, Chiara Beltrame, Maria Luce Gamboni, Giovanni Scardamaglio, Chiara Dello Iacovo, Sarah Jane Olog, Sofia Mancino, Sara Vita Felline, Valentina Caturelli, Claudio Placanica, Alex Ceccotti, Fabio Curto, Clelia Granata, Alberto Slitti
TEAM J-AX: Arianna Alvisi, Carola Campagna, Maurizio Musumeci, Fatima Diallo, Lavinia Viscuso, Virginia Cristaldi , Francesca Cini, Ludovica Cola, Ilenia Bentrovato, Raffaele Esposito, Chiara Iezzi, Nathalie Coppola, Giuseppe Boscaglia
TEAM NOEMI: Andrea Orchi, Gregorio Rega, Massimiliano Marchetti, Roberto Pignataro, Benny Pierri, Viola Laurenzi, Keniatta Baird, Alexandre Vella, Dany Petrarulo, Amelia Villano, Nicol Manenti, Thomas Cheval
TEAM PIERO PELÙ: Davide Fusaro, Marco Andreotti, Silvia De Santis,  Denise Cannas, Luca Gagliano, Marco De Vincentiis, Valerio Miglietta, Martina Liscaio, Ira Green, Tommaso Gregianin, Mariangela De Santis, Alessandra Salerno, Roberta Carrese

La V-Reporter Valentina Correani ha interagito con il pubblico via web, attraverso il sito ufficialewww.thevoiceofitaly.rai.it. Sui Social Network “THE VOICE of Italy” è attivo su Facebook: thevoiceufficiale, Twitter: @THEVOICE_ITALY con gli hashtag  #tvoi e per le squadre #teamnoemi #teampelù #teamjax #teamfach, Instagram: thevoice_italy e Vine: @thevoice_ita

Con l’App ufficiale di “The Voice of Italy” (disponibile per Android e iOs) si può diventare un Coach  e costruire il proprio Team. Sarà come essere seduti sulla poltrona rossa.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli