Martedì 21 Agosto 2018 - 9:57

Restauro Teatro Grande, sequestro da 6 milioni di euro all'ex commissario straordinario degli Scavi

POMPEI. Il restauro che cementificò il Teatro Grande di Pompei negli Scavi avrebbe provocato un danno da 6 milioni di euro alle casse dello Stato. Questa, dunque è la somma sequestrata questa mattina dalla Guardia di Finanza al commissario straordinario dell'emergenza Scavi di Pompei, Marcello Fiori.

Il restauro, per il quale era stata programmata una spesa pari a 450mila euro, lieviò nei costi fino a 8 milioni di euro.

Le indagini erariali condotte dai finanzieri oplontini, diretti dal colonnello Carmine Virno e coordinati dal procuratore Donato Luciano, hanno permesso di accertare il danno pe le forniture in lavori condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010.

Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata. Insieme a Marcello Fiori, la Procura della Corte dei Conti di Napoli indaga per danno erariale i funzionari Salvatore Nastasi, Giuseppe Proietti, Stefano De Caro, Raffaele Tamiozzo, Maria Grazia Falciatore, Roberto Cecchi, Jeannette Papadopoulos, Bruno De Maria e Maria Pezzullo.

Sequestrato l'arsenale della camorra

BRUSCIANO. Armi e munizioni sono stati sequestrati dai Carabinieri a Brusciano, in provincia di Napoli. Nello scantinato di una palazzina del rione popolare "ex legge 219" i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Castello di Cisterna hanno trovato e sequestrato un fucile a pompa risultato rubato a Mantova, una doppietta a canne mozze rubata qualche mese fa ad Acerra, un fucile a canne mozze carico, un quarto fucile, 3 revolver carichi di cui uno con matricola abrasa, un centinaio di cartucce, un revolver a salve, una pistola lanciarazzi, materiale per la pulizia della armi, 5 coltelli e un tirapugni. Il fucile a canne mozze e due pistole erano in un borsello nascosto nel fondo di un tosaerba, mentre due fucili erano invece riposti nella pancia di un tavolo di legno estendibile. Sono state trovate nel locale anche 38 biciclette verosimilmente oggetto di furto. Il tutto è stato sequestrato a carico di ignoti. 

Ghanese chiede asilo politico e nel frattempo rapina due turisti

NAPOLI. Da un anno in Italia, con un permesso di soggiorno in attesa del riconoscimento di protezione internazionale scaduto lo scorso mese di giugno, Musa Jarju, 21enne ghanese, è stato arrestato nel tardo pomeriggio di ieri dalla polizia  per il reato di rapina, resistenza e lesioni. E' accaduto agli Orefici, dove una coppia di turisti inglesi ha vissuto un brutto quarto d'ora. Dopo aver strappato alla donna uno Smartphone da 800 euro, l'extracomunitario è scappato inseguito dal fidanzato della vittima, che poco dopo ha perso le sue tracce. Ma un cittadino napoletanoo, udite le urla della donna, si è affacciato dal balcone dell'abitazione riuscendo a fornire agli agenti del commissariato Vicaria-Mercato la via di fuga e una dettagliatissima descrizioni del fuggitivo. La vittima ha riconosciuto il suo aggressore che è stato successivamente condotto al carcere di Poggioreale.

In casa fa troppo caldo: fratelli evadono e vengono acciuffati

VOLLA. Evadono per il troppo caldo e vengono subito beccati. I carabinieri della stazione di Volla hanno tratto in arresto per evasione i fratelli Giuseppe e Alberto Mozzillo, di 43 e 45 anni, agli arresti domiciliari nella stessa abitazione di Volla. Erano scesi insieme nel cortile della palazzina per prendere aria, convinti di non essere visti da fuori grazie al muretto di recinzione. Durante un controllo i carabinieri li hanno però notati e riconosciuti. mentre i militari superavano la cancellata del condominio i 2 sono corsi su in casa per nascondere la loro evasione ma i carabinieri, oltre ad averli appunto riconosciuti, hanno notato il loro affanno; li hanno dunque tratti in arresto per evasione. Terminate le formalità di rito, i Mozzillo sono stati giudicati con rito direttissimo nel tribunale di Napoli Nord dopo di che tradotti nuovamente ai domiciliari.

Preso mentre tenta di svuotare il bancomat

SAN VITALIANO. All’alba un malfattore è stato bloccato dai carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna mentre stava tentando di svuotare il bancomat dell’ufficio postale di via Giuseppe Venuso.
Gaetano Esposito, un 27enne di Marigliano già noto alle forze dell'ordine per spaccio, era arrivato a bordo di una fiat 500 vecchio modello e stava forzando il terminale con un palo di ferro; il bottino a cui puntava erano 45mila euro depositati nell’a.t.m. per far fronte alle esigenze del fine settimana. Colto sul fatto è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato e accompagnato in carcere.

Va dalla ex in discoteca e la minaccia: arrestato

BACOLI. Ha il divieto di avvicinarsi alla ex fidanzata, ma la raggiunge in discoteca e la minaccia: arrestato dai carabinieri a Bacoli. Lui è un 24enne di Bagnoli già noto alle forze dell'ordine lei, la ex fidanzata, è una 23enne di Pozzuoli. Il ragazzo era già stato sottoposto al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa emesso poco più di un mese fa dal gip di Napoli alla luce della denuncia per atti persecutori sporta dalla giovane ai carabinieri di Fuorigrotta. da gennaio, dopo che si erano lasciati, infatti, la ragazza viveva un incubo: aveva cambiato il numero di cellulare e non usciva quasi più per non incontrare l’ex. lui la tormentava con insulti per strada, percosse, calci, tirate di capelli, aggressioni, appostamenti sotto casa fin quando la ragazza tornava, minacce in chat e su applicazioni social.
Emesso e applicato il divieto di avvicinamento, lui non se ne è curato molto, tanto che ieri sera ha raggiunto la ex fidanzata a Bacoli, nella discoteca in cui stava trascorrendo la serata con gli amici. L’ha notata parlare con un amico incontrato lì e non ci ha visto più: si è avvicinato a lei e l’ha minacciata, poi ha schiaffeggiato il ragazzo.
Un’amica della ragazza ha avuto la freddezza di chiamare subito il 112. in pochi minuti sono intervenuti i militari della stazione di Bacoli. I carabinieri hanno tratto in arresto il 24enne all’interno della discoteca e lo hanno accompagnato in carcere.

Crepe sul ponte a Pozzuoli, riaperto dopo una breve chiusura

POZZUOLI.  È stato chiuso in via precauzionale questa mattina ed è stato riaperto alla circolazione veicolare nel pomeriggio il ponte della Domitiana in località Licola, nel comune di Pozzuoli. Il ponte è stato chiuso in via precauzionale in mattinata per la presenza di alcune crepe segnalate da diversi residenti, e dopo le verifiche ne è stata assicurata la staticità. Sul posto sono intervenuti i tecnici del Comune di Pozzuoli, l'Ufficio segnaletica, la Polizia municipale puteolana e i Vigili del fuoco. "È stato compiuto un lavoro preciso per garantire la sicurezza della strada grazie anche alla presenza dell'ingegnere Sarno della Città Metropolitana", dichiara il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia. "Grazie a un fondamentale e attento gioco di squadra - aggiunge Figliolia - è stata riaperta l'importante arteria. I tecnici hanno assicurato la staticità del ponte".

Ercolano, escursionista si perde nella riserva: ritrovato dai carabinieri

ERCOLANO. Un escursionista di 40 anni residente a San Sebastiano al Vesuvio stava facendo un’escursione insieme ai suoi genitori all’interno della riserva del “tirone alto vesuvio”.
ad un tratto ha deciso di allontanarsi dal sentiero principale e di lui si sono perse le tracce. I familiari hanno subito lanciato l’allarme; grazie al numero di emergenza 1515 la segnalazione è arrivata ai carabinieri della stazione “parco di torre del greco” di pattuglia in zona. I militari hanno preso contatti con i genitori del disperso procurandosi il suo numero di cellulare, quindi lo hanno contattato dandogli le indicazioni e orientandolo anche grazie al suono della sirena. L’uomo è stato rintracciato dopo poche ore nel territorio del comune di ercolano. era in buone condizioni di salute.

Frattamaggiore, preso con la marijuana

FRATTAMAGGIORE. I carabinieri della stazione di Frattamaggiore hanno arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio un 25enne incensurato di Casoria, L.D.P. Era su via roma e ha insospettito i militari che lo hanno perquisito: era in possesso di 3 bustine di marijuana del peso complessivo di 9 grammi e di una stecca  di hashish del peso di un grammo. Dopo le formalità èdi rito stato posto agli arresti domiciliari.

Sequestrata discarica abusiva a Chiaiano

NAPOLI. Gli agenti del Reparto Tutela Ambientale della Polizia Municipale di Napoli, durante il servizio di controllo del territorio, hanno individuato una discarica abusiva su suolo comunale ai margini di via Comunale Margherita. Tra i rifiuti abbandonati vi erano anche due carcasse di automobili, un materasso e scarti speciali di varia provenienza. Gli agenti hanno svolto indagini e rilievi dei materiali per individuare elementi utili alla ricerca dei responsabili degli abbandoni. L'area in questione era già stata sottoposta a sequestro nel febbraio scorso, e successivamente oggetto di procedura di ripristino da parte del Comune di Napoli. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli