Domenica 17 Dicembre 2017 - 3:54

Restauro Teatro Grande, sequestro da 6 milioni di euro all'ex commissario straordinario degli Scavi

POMPEI. Il restauro che cementificò il Teatro Grande di Pompei negli Scavi avrebbe provocato un danno da 6 milioni di euro alle casse dello Stato. Questa, dunque è la somma sequestrata questa mattina dalla Guardia di Finanza al commissario straordinario dell'emergenza Scavi di Pompei, Marcello Fiori.

Il restauro, per il quale era stata programmata una spesa pari a 450mila euro, lieviò nei costi fino a 8 milioni di euro.

Le indagini erariali condotte dai finanzieri oplontini, diretti dal colonnello Carmine Virno e coordinati dal procuratore Donato Luciano, hanno permesso di accertare il danno pe le forniture in lavori condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010.

Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata. Insieme a Marcello Fiori, la Procura della Corte dei Conti di Napoli indaga per danno erariale i funzionari Salvatore Nastasi, Giuseppe Proietti, Stefano De Caro, Raffaele Tamiozzo, Maria Grazia Falciatore, Roberto Cecchi, Jeannette Papadopoulos, Bruno De Maria e Maria Pezzullo.

Non paga l'affitto e aggredisce con un martello
il padrone di casa

NAPOLI. Gli agenti del commissariato di polizia "Pianura", hanno arrestato un pregiudicato di 52anni, Patrizio Barreca, da cinque anni era locatario di un appartamento per il quale non pagava l'affitto e, benché il proprietario gli avesse intimato di lasciare quell'abitazione, stamane, non ha esitato ad aggredirlo con un martello ed una chiave inglese. Il tempestivo intervento della Polizia ha impedito conseguenze ulteriori. Moroso da anni, l'arrestato pretendeva anche 5mila euro al fine di liberare l'appartamento occupato.

Stop incidenti nell'edilizia, corso di formazione a Napoli

NAPOLI. A pochi giorni dall'ultimo infortunio costato la vita a un operaio edile precipitato da un tetto in salita Tarsia a Napoli, il Centro Formazione e Sicurezza in edilizia (in sigla Cfs, presieduto da Paola Marone), annuncia nuove iniziative sul territorio per “insegnare” la sicurezza e organizza un incontro per analizzare le recenti disposizioni regionali su “Prevenzione e protezione dei rischi di cadute dall’alto nelle attività in quota su edifici". Appuntamento lunedì 18 dicembre, dalle ore 14, nella sede del Cfs in via Bianchi. Il Cfs organizzerà dunque ulteriori azioni sul territorio per la diffusione della cultura della sicurezza che possano raggiungere il più alto numero di cantieri e lavoratori operativi a Napoli e provincia, con particolare attenzione alle realtà più piccole. “Nei mesi scorsi – spiega il Presidente Cfs Paola Marone – abbiamo organizzato, di concerto con l’Inail, incontri formativi itineranti con il Camper della Sicurezza. Gli infortuni più frequenti nei cantieri sono gli stessi di 50 anni fa e comprendono come prima causa le cadute dall’alto. Ancora oggi, soprattutto nei piccoli cantieri per lavori privati, vi è una scarsa percezione e consapevolezza dei rischi da parte di datori di lavoro e lavoratori, c’è resistenza nell’adottare comportamenti a tutela della propria salute e sicurezza”.
Negli ultimi anni, grazie ad una forte campagna di sensibilizzazione mediatica sulla cultura della sicurezza, il numero di infortuni nelle costruzioni, è andato riducendosi. Se nel 2003 le costruzioni totalizzavano 63,4 infortuni per mille occupati (contro una media di tutte le attività di 43,9), nel 2016 il valore delle costruzioni è sceso a 26,3. “Ma questo dato – conclude Marone - pur confortante, non è sufficiente. Si può e si deve fare di più”. "Nei cantieri – evidenzia il Vice Presidente del Cfs, Giovanni Passaro, Segretario Fillea Cgil di Napoli - si continua a morire. Questi lutti sono l’effetto di un’economia che non riparte. Si paga il pedaggio di anni di mancati investimenti in sicurezza e in nuove tecnologie all'altezza di garantire buona occupazione, rispetto dei diritti e salute dei lavoratori. Per effetto delle attuali norme sulle pensioni, aumenta anche l’età degli occupati nei cantieri: quando riflessi e lucidità dimininuiscono, i rischi logicamente si aggravano".

Un fucile a canne mozze nascosto in un'area condominiale

BRUSCIANO. Un fucile a canne mozze carico con due cartucce calibro 12 caricate a pallettoni e nascosto in una colonnina in muratura costruita in area comune (illegalmente) nelle cantine di una palazzina dell’insediamento popolare “ex legge 219” insieme a 11 cartucce. Lo hanno scoperto e sequestrato i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna durante un servizio di controllo straordinario del territorio effettuato anche contro diffusi fenomeni d’illegalità.

Si scioglie il sangue di San Gennaro: è il terzo miracolo

NAPOLI. Il terzo miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro, previsto come da tradizione il 16 dicembre, è avvenuto alle 12,12.  È il cosiddetto "miracolo laico", che avviene all'interno della Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro, cappella del Duomo di Napoli gestita dalla Deputazione di San Gennaro e quindi di "proprietà" della città e non della Curia. Questa mattina l'abate della Cappella, monsignor Vincenzo De Gregorio, ha esposto la teca con il sangue del Santo patrono di Napoli ai fedeli presenti tra i quali le celebri "parenti di SanGennaro", donne che in primissima fila invocano il miracolo pregando San Gennaro con formule antiche tramandate nei secoli. Il miracolo del 16 dicembre si ripete dallo stesso giorno del 1631, quando, secondo i fedeli, l'intervento di San Gennaro impedì che un'eruzione del Vesuvio distruggesse la città. Il prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro è atteso ogni anno in tre date precise: il sabato che precede la prima domenica di maggio (la cerimonia prevede una processione dal Duomo alla Basilica di Santa Chiara), il 19 settembre (ricorrenza di San Gennaro) e il 16 dicembre. 

Acerra, arrestata con 26 chili di sigarette di contrabbando

ACERRA. I carabinieri della tenenza di Casalnuovo e della stazione di Pomigliano d’Arco hanno tratto in arresto Maria Lombardi, 58enne del luogo già nota alle forze dell'ordine. La donna è stata trovata in possesso di 1.100 pacchetti di sigarette di contrabbando di varie marche, nazionali ed estere e del peso complessivo 23,5 chili, che teneva nascoste in casa, verosimilmente in attesa di distribuzione per la vendita al dettaglio. 

Sequestrati frutti di mare fuorilegge

NAPOLI. I carabinieri della motovedetta e del nucleo subacquei di Napoli nell’ambito di servizi disposti dalla compagnia Napoli Centro per contrastare la vendita di prodotti ittici senza indicazione di tracciabilità e tutelare la salute pubblica hanno effettuato controlli nella zona di Porta Capuana e nei quartieri di San Giovanni a Teduccio e Barra con l’ausilio di personale del servizio veterinario dell’Asl. Quattro persone (un ristoratore e 3 ambulanti abusivi) sono state denunciate. Il ristoratore è un 77enne al quale sono stati sequestrati 10 chili di alimenti vari, soprattutto carne, trovati in cattivo stato di conservazione nel suo ristorante di via Palepoli. I 3 ambulanti sono una 58enne che esponeva in vendita a Porta Capuana 15 chili di frutti di mare, un 69enne che ne aveva messo in bella vista 10 chili su via Ravello e altra signora, una 33enne, che esponeva 15 chili di lupini sul corso Sirena. Il tutto senza alcuna o con scarsa protezione dagli agenti atmosferici o inquinanti e senza alcuna delle prescritte indicazioni di tracciabilità. La merce è stata sequestrata e avviata alla distruzione.

Nei giardinetti pubblici le cucce dei pitbull da combattimento

NAPOLI. I carabinieri della compagnia di Bagnoli dopo aver notato che un’area verde pubblica tra via Tertulliano e via Romolo e Remo era stata recintata abusivamente da ignoti, sono intervenuti sul posto insieme alla Polizia locale e ai colleghi Forestali del Cites. All’interno delle recinzioni abusive c’erano 2 cani adulti di razza pitbull tenuti in condizioni igienico sanitarie non idonee (uno dei quali privo di microchip). Uno dei 2 animali è risultato essere di un 34enne di via Romolo e Remo già noto alle forze dell'ordine; l’altro di una 31enne incensurata di via Tertulliano, che subito dopo hanno consegnato i cani spontaneamente a personale veterinario per il loro trasferimento in una struttura più idonea. L'area è stata presidiata fino al completamento di demolizione e smaltimento dei manufatti mediante macchine operatrici dell’amministrazione comunale. L’area verde è stata quindi restituita alla fruizione della comunità.

Rapina a Giugliano, ferito un uomo

GIIUGLIANO. Un uomo di 41 anni è rimasto ferito a Giugliano nel corso di una tentata rapina in vai Casacelle. La vittima, ferita ad una gamba con un colpo d'arma da fuoco sparato da due banditi, è stata trasportata d'urgenza all'ospedale San Giuliano di Giugliano: le sue condizioni non sono gravi. Indagano i poliziotti del locale commissariato. L'uomo è stato ferito mentre si trovava all'interno del suo deposito di slot machine.

Spaccio, 8 arresti tra Napoli e Salerno: anche 3 minorenni

NAPOLI. I carabinieri di Poggiomarino hanno dato esecuzione a 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip di Torre Annunziata su richiesta della locale procura, e a 3 misure del collocamento in comunità emesse dal gip per i minorenni di Napoli nei confronti di 8 soggetti di Poggiomarino, Boscoreale, Scafati e Sarno ritenuti responsabili di spaccio. Le indagini dei militari sono iniziate a novembre 2016 quando, grazie al sistema di videosorveglianza comunale, hanno notato una serie di cessioni di stupefacente da parte degli indagati. L'attività di indagine, supportata anche dai diversi riscontri, ha quindi permesso di accertare molteplici episodi di spaccio e l'esistenza diverse ''cellule'' di spacciatori attive nel territorio di Poggiomarino: i soggetti, ognuno con il proprio ruolo, trattavano con i grossisti per approvvigionarsi, dividevano la sostanza in dosi e la immettevano nelle loro piazze di spaccio. Oltre al reato di spaccio, a due grossisti di Poggiomarino è stata contestata anche l'estorsione ai danni di alcuni pusher, minacciati per costringerli alla corresponsione del prezzo della droga fornita. Sequestrati, durante l'attività di indagine, circa 1,2 chili di stupefacente. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli