Mercoledì 13 Dicembre 2017 - 2:14

Ferì due persone per vendicare
il pestaggio: arrestato

CASTELLAMMARE DI STABIA. È stato individuato dai carabinieri e arrestato il quarto componente del gruppo che sparò nel centro antico, a Castellammare di Stabia, per vendicare un pestaggio. I militari hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea, a un 27enne del posto già noto alle forze dell'ordine. L'uomo era ricercato dal 6 dicembre scorso ed è ritenuto responsabile in concorso di lesioni personali aggravate e di detenzione e porto illegale di arma da fuoco aggravati dall'aver agito per finalità camorristiche del clan D'Alessandro. Su un'area rurale adiacente a via Vecchia Pozzano è stata trovata e sequestrata una semiautomatica calibro 40, con matricola punzonata e 5 cartucce, arma usata dal 27enne per ferire il 10 settembre scorso due persone, già note alle forze dell'ordine. L'arrestato è stato portato nel carcere di Secondigliano. 

Droga e proiettili, blitz ad Arzano

ARZANO. I carabinieri della tenenza di Arzano e del reggimento Campania hanno effettuato un servizio ad alto impatto e proceduto a controlli a carico di 20 persone sottoposte al regime di detenzione domiciliare, sia in fase di espiazione che in fase di giudizio.
Perquisizioni in un palazzo del rione 167 abitato da soggetti ritenuti contigui a una organizzazione criminale legata agli Amato-Pagano.
In un sottoscala è stato rinvenuto e sequestrato un involucro in cui erano stati nascosti un panetto di hashish da 100 grammi, 8 stecche di hashish (25 grammi), 28 dosi di eroina e 3 di crack.
Insieme alla droga c’era anche materiale per il taglio e confezionamento in dosi, 44 cartucce calibro 9 e 2 Bilancini di precisione.
Contestualmente sono stati eseguiti controlli alla circolazione stradale e controllati 36 veicoli e 76 persone. contestate 10 violazioni al codice della strada (mancanza di copertura assicurativa, omessa revisione, uso di telefonino alla guida, guida con patente sospesa).

De Pascale: occorre aumentare i controlli per evitare nuovi atti di bullismo

POMIGLIANO D’ARCO - Un incontro di riflessione sul tema del bullismo e del cyberbullismo si è svolto a Pomigliano D’Arco, promosso dall’Associazione “ad Astra”, presieduta da Giovanna Passariello.

“La presenza, tra i ragazzi, di rapporti interpersonali caratterizzati dall’interazione tra ‘vittima’ e ‘bulli’ – ha detto Carmine De Pascale, consigliere regionale della Campania, tra i promotori della legge regionale per prevenire e contrastare i fenomeni di bullismo e cyberbullismo –, è sempre più una condizione da non sottovalutare. E’ importante parlarne e denunciare gli atti di intimidazione”.

Recentemente uno studente della scuola media Mauro Leone, è stato pestato a sangue da tre coetanei all'uscita dell’istituto che sono stati messi in fuga dall’intervento di alcuni automobilisti che hanno messo in fuga i bulli.

Il generale De Pascale ha saputo, sin da subito, accogliere ed ascoltare le istanza da parte delle associazioni e delle vittime di bullismo intervenendo prontamente.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti Anna Oragano (dirigente della scuola “Mauro Leone”), Tommaso Angelone (comandante della compagnia Carabinieri di Castello di Cisterna), Afrodite Esposito (psicologa dello sportello antiviolenza Artemisia), Mattia De Cicco, assessore alle Politiche Sociali del comune di Pomigliano d’Arco.

Al temine si è svolto un dibattito, con quesiti rivolte ai relatori e agli esperti del settore da parte di genitori e degli alunni del complesso scolastico.

In moto con mitraglietta e pistola: agguato sventato

CASANDRINO. I carabinieri della stazione di Grumo Nevano nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno notato 2 uomini in sella a una ducati 1100 che stavano percorrendo via Falcone di Casandrino. la targa era parzialmente coperta con nastro adesivo. il guidatore calzava un passamontagna mentre il passeggero era a volto scoperto. Nonostante l’alt più volte intimato dai militari dell’arma i due si sono dati alla fuga finendo per immettersi, nelle fasi concitate del conseguente inseguimento, in via della Repubblica, chiusa al traffico, ove sono caduti rovinosamente dopo aver sbattuto contro un muro. dopo la collisione i 2 sono riusciti a dileguarsi a piedi per le campagne circostanti. A terra, vicino alla moto, sono state rinvenute e sequestrate una mitraglietta con 6 cartucce nel caricatore e una pistola semiautomatica calibro 9 con matricola abrasa, colpo in canna e 14 cartucce nel caricatore. la motocicletta è risultata oggetto di rapina denunciata ai carabinieri l’8 aprile scorso. Sul posto è intervenuta la sezione rilievi tecnici del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. Mentre proseguono le indagini per identificare i due uomini in fuga con ricerche e perquisizioni a carico di soggetti d’interesse operativo della zona, le armi sono state sequestrate e inviate al ris di roma per accertamenti dattiloscopici e balistici utili a verificare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue o intimidatori perpetrati negli ultimi tempi sul territorio circostante.

Torre del Greco, Natale con mostre, eventi, spettacoli e degustazioni

 TORRE DEL GRECO. Un ricco calendario di mostre, eventi, spettacoli e momenti degustativi: si tratta della rassegna “I Luoghi Comuni – Conoscere per ritornare” la rassegna che Federalberghi Costa del Vesuvio, in collaborazione con Assocoral e con altri partner culturali del territorio ha messo in campo. Una serie di appuntamenti, tutti gratuiti, che dal 13 dicembre p.v., giorno dell’inaugurazione, al 3 gennaio 2018 attireranno visitatori e turisti nella città di Torre del Greco.

“La nostra associazione – dichiara la Presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio, Adelaide Palomba – nata nel 2014 si occupa di rappresentare gli albergatori del territorio. In questo settore ci siamo sempre resi conto che offrire un ricco panorama di eventi, spettacoli, momenti degustativi potesse rappresentare l’arma decisiva per trattenere i turisti che fanno visita alle nostre città. Luoghi Comuni è tutto questo: una vetrina di appuntamenti culturali che, in linea con il periodo dell’anno, punta a offrire una serie di spettacoli e di eventi per gli appassionati della buona musica, dell’arte e della cultura. Con questa kermesse, infatti, pensiamo di rendere ancora più interessante e vivo il Natale a Torre del Greco attirando su questo territorio anche visitatori da altri comuni e da altri paesi. L’iniziativa, in particolare punta, anche alla valorizzazione turistica e alla diffusione di luoghi storici poco conosciuti o sotto utilizzati: è il caso di Villa Sora, villa De Nicola, l’area delle Cento Fontane e il Museo Civico della Santissima Trinità: luoghi che mirano a diventare punti di un percorso turistico finalizzato alla ri-scoperta del territorio”. “Nell’essere umano è insito un naturale “senso del luogo”, ossia quel sentimento che ci fa attribuire agli spazi una connotazione emotiva forte, personale, trasformandoli in luoghi. Ultimamente accade sempre più spesso che si riconosca come luogo “proprio” una città che non è quella di origine. Il progetto “Luoghi Comuni” ha l’intento di individuare luoghi di rilevanza storica, artistica e culturale che possano farsi ospiti di eventi mossi a raccontare la Città: la sua storia, la sua bellezza, gli eroi che l’hanno abitata, la musica che l’ha impreziosita, il corallo che ne ha fatto una stella agli occhi del mondo. L’idea è quella di motivare al ritorno, e per questo è importante che si diffonda conoscenza. Conoscere per ritornare” le parole della Direttrice Artistica, Anna Lia Perna.

“Siamo molto lieti di aprire la rassegna “Luoghi Comuni” organizzata con Federalberghi Costa del Vesuvio, perché il corallo e i cammei sono il simbolo di Torre del Greco. Una mostra, quella dal titolo “Seduzione senza tempo” che prova ad esportare la tradizione artigianale delle nostre produzioni ben al di là della città che le ha generate. Il percorso che propone la nostra rassegna fotografica è quello di collegare ed esaltare la produzione torrese  in relazione all’utilizzo del corallo e dei cammei nelle arti figurative e nella moda, nel passato e nei tempi più recenti così come si evince dalla mostra il cui allestimento è stato curato da Cristina Del Mare e grazie al lavoro di Gigia Iacobelli” dichiara Tommaso Mazza, Presidente di Assocoral.  

Appuntamento, dunque, per mercoledì 13 dicembre presso il Museo Civico SS Trinità in via Circumvallazione con l’inaugurazione della mostra “Seduzione senza tempo: coralli e cammei tra memoria e modernità: l’inaugurazione che si terrà alle ore 19 del 13 dicembre 2017, prevede inoltre un momento dedicato alla moda con la presenza di 7 modelle che sfileranno con capi di corallo realizzati dagli artigiani torresi ed un momento degustativo di prodotti tipici.

Alle ore 21 del 13 dicembre, Nel salone interno del Museo Civico ex Santissima Trinità, alle ore 21 del 13 dicembre 2017, si terrà il concerto dei "So Nice Duo”: Catello Tucci al violoncello e Gennaro Venditto alla chitarra, interpreteranno dei brani del repertorio classico rivisitati in maniera brillante e dei brani della musica classica napoletana.

Tra gli appuntamenti più attesi anche il recital di Ernesto Mahieux, attore di fama internazionale,  vincitore di un David di Donatello che il 22 dicembre alle ore 20,30 a Villa De Nicola (per la cui concessione si ringrazia la Città Metropolitana e il Presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati del foro di Torre Annunziata, l’avvocato Gennaro Torrese) presenterà “Per una bomba in meno” spettacolo che ripercorre la sua carriera. “E’ per me motivo di orgoglio – ha dichiarato l’attore durante la conferenza stampa – mettere in scena uno spettacolo nella mia Torre del Greco, città che ho scelto come “luogo” della mia vita ed in cui vivo con la mia famiglia. Sarà una bella occasione per ripercorrere la mia carriera.

Tutti gli eventi sono a carattere gratuito: in alcune e limitate circostanze, a causa della location scelta e dei limitati posti a disposizione, potrà essere richiesta una prenotazione via mail agli indirizzi indicati in basso.

Caivano e Grumo Nevano, sì alla ristrutturazione delle scuole

NAPOLI. Il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris, ha approvato i progetti di fattibilità tecnica ed economica per i lavori di ristrutturazione ed adeguamento funzionale delle sedi centrale e succursale dell'Istituto Morano di Caivano e per i lavori di ricostruzione del muro di cinta dell'Istituto "Giordano Bruno" di Grumo Nevano. I due plessi del "Morano" sono stati già oggetto di interventi di manutenzione ed adeguamento per dotarli di spazi didattici adeguati alla tipologia degli indirizzi di studio (tecnico nella sede centrale e alberghiero nella succursale) e per migliorare la fruibilità degli ambienti comuni. 

Ucciso e gettato in discarica: scoperto il killer

Attirò con l'inganno e uccisero nel 2015 il presunto autore di una violenza sessuale ai danni di un minore: arrestato il responsabile a Napoli. La Squadra Mobile ha infatti dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di Sembianza Salvatore, con precedenti penali e di polizia, ritenuto responsabile di omicidio, porto e detenzione di arma da fuoco, distruzione e soppressione di cadavere. Sembianza, già detenuto per altra causa, è ritenuto responsabile, in concorso con un esponente del clan Mazzarella, attualmente collaboratore di giustizia, dell'omicidio del cittadino tunisino Chafai AbdelmadiJ, assassinato a colpi d'arma da fuoco a Napoli nel giugno 2015. Le indagini, coordinate dalla locale Direzione Investigativa Antimafia, corroborate dalle dichiarazioni del citato collaboratore, hanno consentito di ricostruire la dinamica, il movente e le modalità esecutive del fatto di sangue. La vittima, ritenuta autore di una violenza sessuale ai danni di un minore, fu attirata dal Sembianza presso un'abitazione nel quartiere partenopeo di Poggioreale; lì il collaboratore esplose due colpi di arma da fuoco alla tempia del cittadino tunisino. I predetti, accertata la morte del Chafai, ne occultarono il cadavere in una busta, bruciandolo ed abbandonandolo in un discarica di San Pietro a Patierno, ove venne rinvenuto la mattina dell'8 giugno 2015 da personale dell'Arma dei Carabinieri. L'omicidio del cittadino tunisino si inquadra nelle dinamiche criminali, in continua evoluzione, della zona di Piazza Mercato e delle Case Nuove.

Ruba smartphone a passante: preso

NAPOLI. Gli agenti della Polizia Municipale del Reparto Tutela Emergenze Sociali, impegnati nel servizio di controllo di piazza Garibaldi per la prevenzione e repressione di fenomeni di microcriminalità, hanno arrestato un pregiudicato napoletano che aveva rubato del cellulare una passante che transitava in via Alessandro Poerio. La ragazza, una ventenne napoletana, mentre parlava al cellulare è stata improvvisamente colpita con violenza alla spalla dall'uomo che le strappava dalle mani il telefonino di ultima generazione. L'uomo, F.S. di 30 anni della provincia di Napoli, è stato immobilizzato ed arrestato. A seguito degli accertamenti di rito, il malvivente risultava essere pluripregiudicato per una lunga serie di reati analoghi pertanto è stato condotto nel carcere di Poggioreale a disposizione della magistratura. Il cellulare è stato restituito alla vittima.

Non compra più droga dal clan, pusher pestato

CASTELLAMMARE DI STABIA. I carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Napoli a carico di 4 persone ritenute responsabili a vario titolo di lesioni personali aggravate e di detenzione e porto illegali di armi da fuoco aggravati da finalità mafiose. Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea i militari dell’Arma hanno accertato che il 10 settembre scorso si era saputo che un pusher aveva interrotto l’approvvigionamento di droga da personaggi legati al clan camorristico dei D’Alessandro e che per punizione era stato pestato da un 20enne e da un complice. Subito dopo, per vendicare lo spacciatore, era partita una spedizione punitiva, con tanto di plateale scorreria in armi nel centro città, affollato di persone come ogni domenica mattina. I militari dell’Arma sono riusciti ad accertare le modalità della spedizione: sul posto erano giunti in scooter e su bici elettriche i 4 “incaricati”, tutti già noti alle forze dell'ordine (uno dei quali condannato per associazione camorristica come appartenente al clan con sentenza passata in giudicato); 2 erano armati di pistola; i 2 complici avevano il compito di accompagnarli, di bloccare il traffico per agevolare il blitz e di favorirne la fuga.
Il 20enne era stato ferito al piede da un proiettile; un 57enne (la cui posizione è ancora al vaglio) da un proiettile all’addome; entrambi furono portati in ospedale e sottoposti a interventi chirurgici senza gravi conseguenze.

Ergastolo ai killer di Genny Cesarano

Uccisero un 17enne, Genny Cesarano, durante una 'stesa' di camorra al rione Sanita' il 6 settembre 2015. Oggi il gup Alberto Vecchione ha condannato i killer al massimo della pena. Ergastolo per Luigi Cutarelli, Antonio Buono, Ciro Perfetto e Mariano Torre (nella foto Agn) che da quattro giorni ha deciso di pentirsi. A nulla sono valse le confessioni rese in aula, per il giudice non meritano le attenuanti. Sedici anni sono stati inflitti al boss pentito Carlo Lo Russo, il mandante della sparatoria che aveva come obiettivo l'uccisione di qualche affiliato al gruppo di Pietro Esposito, il quale il giorno prima aveva fatto fuoco contro la casa del capoclan a Miano, area nord di Napoli. Era in corso la guerra per la spartizione dei proventi illeciti della zona al centro della citta' e per mesi si sono susseguiti omicidi e intimidazioni. Genny, estraneo a questa dinamica, era in piazza Sanita' davanti la chiesa di San Vincenzo quando fu colpito da un proiettile alla schiena mentre scappava con altre persone.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici