Lunedì 19 Febbraio 2018 - 8:59

Senza patente, provocò incidente mortale sulla Sorrentina. Non risarcirà l'Axa

TORRE ANNUNZIATA. Sette anni fa, in un drammatico incidente stradale, perdeva la vita un giovanissimo avvocato, il 24enne Andrea Chiappetta, figlio del giudice Stefano Chiappetta. Al ragazzo prematuramente scomparso venne intitolata anche un’aula del Tribunale di Torre Annunziata, dove si stava formando e dove il padre lavorava. 
Ebbene, il processo per il risarcimento delle persone rimaste vittime in quel sinistro che coinvolse bel tre autovetture, ha un epilogo che merita di essere raccontato. Dopo quell’incidente, infatti, Emanuele Spera (che guidava l’auto in stato di ebbrezza e senza patente, poiché gli era stata sospesa) ha venduto tutto il suo patrimonio immobiliare, per sottrarsi al pagamento dei danni ai 4 feriti. Spera era alla guida di una Toyota e risultò che non era in possesso della patente, per giunta era anche positivo all’alcoltest. 
Con un lungo iter giudiziario, le compagnie assicuratrici hanno indennizzato un po’ tutti e volevano rivalersi su Spera, in quanto se il guidatore è ubriaco l’assicuratore non copre i danni. 
O meglio, l’assicurazione paga i terzi, ma poi si rivale su coloro che hanno “aggravato il rischio”.
La società AXA ha proposto un’azione revocatoria (in soldoni: un’azione per far tornare indietro “il bene” e dichiarare inefficace la vendita) contro Spera. Ma il Tribunale l’ha rigettata e li ha condannati alle spese. Per Andrea Chiappetta sono stati risarciti 1.375.840 euro - corrisposti agli eredi Chiappetta.
Particolare curioso: il patrimonio immobiliare di Spera (quello sul quale avrebbe voluto rivalersi l’assicurazione) è finito nelle mani del Antonio Somma, famoso per essere il patron della Bivans, la maggiore scuderia italiana di cavalli da trotto e rinomato broker stabiese, salito agli onori della cronaca per essere impegnato in azioni giudiziarie su Londra e New York, sul quale hanno indagato anche investigatori israeliani e a cui furono sequestrati centinaia di migliaia di euro, poi dissequestrati dal Tribunale di Torre Annunziata. 

Comune: sì a mille assunzioni
in tre anni

NAPOLI. La Giunta del Comune di Napoli ha approvato la delibera sul piano del fabbisogno del personale 2018/2020, provvedimento con il quale viene fatta la programmazione delle assunzioni che saranno attuate nell’Ente nel prossimo triennio. «Le scelte operate sono il frutto di un delicato equilibrio tra la necessità di incrementare la dotazione organica effettiva dell’Ente e quella di contenere la spesa del personale nei limiti imposti dal legislatore negli ultimi anni e ovviamente l’onere finanziario che le assunzioni comportano è coerente con il contenuto del piano di riequilibrio appena approvato» dice il proponente Enrico Paniniis.

I dipendenti a tempo indeterminato in servizio al primo gennaio 2018 sono 7.397 (compresi i dipendenti di qualifica dirigenziale). Nel 2017 si sono ridotte di ben 782 unità, confermando il trend degli ultimi anni, e nel prossimo biennio (2018/2019) cesseranno la loro attività lavorativa  almeno altre 1000 unità. A fronte di tale riduzione, si è  programmata la copertura di  410 posti, nel 2018, di 415 nel 2019 ed infine di 195 posti nel 2020, tutti di categoria C e D in vari profili (agente di polizia municipale, profili educativi, ingegneri e architetti, vari profili amministrativi ). E’ prevista anche la copertura a tempo indeterminato di 19 posti di qualifica dirigenziale nell’anno 2019.

Acquistavano on line, ritiravano merce e scappavano senza pagare: coppia nei guai

SANT'ANTIMO. I carabinieri della tenenza di Sant'Antimo hanno scoperto che 2 complici si erano organizzati per truffare i clienti di un sito di annunci rispondendo ad alcune inserzioni di oggetti di elettronica e concordando un incontro durante il quale si impossessavano della merce senza pagare, lasciando i venditori con nulla in mano, i carabinieri li hanno incastrati organizzando la vendita simulata di un tablet: i 2 hanno risposto all'annuncio e si sono presentati all'appuntamento ma si sono trovati davanti i militari. hanno tentato il tutto per tutto provando a fuggire, ma sono stati bloccati e tratti in arresto per violenza, resistenza e lesioni a un p.u. L'immediata perquisizione a casa ha portato a rinvenire una bici elettrica provento di una truffa consumata con quelle modalità pochi giorni fa e un fucile sovrapposto con canna mozza rubato a cellole nel 2011; risponderà per questo anche di ricettazione e detenzione clandestina di armi modificate. è stata denunciata per ricettazione anche la 31enne, anche lei di Sant'Antimo, arrivata sul luogo concordato per la vendita insieme ai 2 arrestati: la donna è stata trovata in possesso, a casa, di 2 bici elettriche di dubbia provenienza, quindi sequestrate. Gli arrestati sono in attesa del giudizio direttissimo. 

Scontri tra polizia e centri sociali a Bologna

BOLOGNA. Scontri a Bologna tra la polizia e gli attivisti dei centri sociali, che stamani hanno cercato di occupare piazza Galvani dove questa sera alle 19.30 è previsto l’arrivo del segretario nazionale di Forza nuova Roberto Fiore, per impedire il comizio. Gli agenti, in tenuta antisommossa, hanno allontanato i manifestanti, che volevano occupare la piazza per impedire l’iniziativa al grido "oggi è la nostra Resistenza", e in seguito ad alcune cariche tra piazza Galvani e via Farini, nel centro storico cittadino, con spintoni e manganellate, sei ragazzi sarebbero rimasti feriti. In mattinata, alcuni attivisti del collettivo Hobo avevano bloccato il Consiglio comunale sventolando uno striscione che recitava "siete complici dei fascisti". Poi i collettivi, un centinaio di attivisti tra le varie sigle bolognesi, tra cui Hobo, Vag51, Làbas e Cua, si sono spostati in piazza Galvani, successivamente allontanati dalla polizia. Ora il presidio è su via Farini e l’obiettivo, dicono i manifestanti, è andare avanti per tutta la giornata, fino a quando, stasera, Forza nuova arriverà in piazza per il comizio di Fiore. Alle 17.30, invece, in piazza Maggiore, davanti al Sacrario dei caduti, si svolgerà il sit in antifascista organizzato da Arci, Cgil, Cisl, Uil, Anpi, al quale parteciperanno anche LeU e il Pd.  

Esplode cantina, un morto a Bologna

Un uomo di circa 60 anni è morto in un'esplosione intorno alle 13 nella cantina di in una palazzina di via Pietro Canonici, una traversa di via Toscana in zona San Ruffillo, alla periferia di Bologna. Le cause dell'incidente  escluderebbero una fuga di gas. Pare che l'uomo stesse maneggiando un ordigno bellico. E' stato un vicino a lanciare l'allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco, oltre a personale del 118 e al pm di turno Bruno Fedeli insieme al procuratore aggiunto Valter Giovannini.

Minaccia il fratello con un fucile a canne mozze: arrestato a Villaricca

VILLARICCA. Ha aggredito e minacciato di morte con un fucile il fratello maggiore, con cui convive, durante una lite per pochi euro che il minacciato sosteneva gli fossero stati rubati dal fratello più piccolo: in casa dei 2 sono intervenuti i carabinieri di Marano. Perquisendo l'appartamento hanno rinvenuto e sequestrato un fucile a canne mozze con matricola punzonata - di cui i militari stanno accertando la provenienza - che era stato nascosto all'interno del caminetto e 18 cartucce. Un 19enne del posto è stato arrestato per detenzione illegale di armi, minacce e ricettazione. adesso è in carcere. 

Truffa con la tecnica dello specchietto: due presi a Pomigliano

POMIGLIANO. Arrestati per truffa dai carabinieri di Pomigliano i “soci” Leonardo Bevilacqua, 50enne, sorvegliato speciale con l’obbligo di soggiorno a Nola e Virginia Bruzzese, 41enne, entrambi già noti alle forze dell'ordine. La truffa è stata consumata su via Terracciano dove i 2, a bordo di una Fiat 500L, hanno tamponato il conducente - un 40enne di Pomigliano - di una Fiat Punto in coda nel traffico davanti a loro e, come da copione, gli hanno attribuito la responsabilità del sinistro chiedendogli 100 euro per riparare i danni e finirla là.
L'uomo per non avere problemi ha tirato fuori 50 euro dal portafogli ed è andato via, ma mentre si allontanava ha notato movimenti strani: la coppia stava facendo la stessa cosa raggirando un altro automobilista.
A quel punto la prima vittima ha capito di essere stata truffata e ha chiamato subito il 112.
I carabinieri, arrivati sul luogo indicato, hanno notato l’auto dei 2 che si stavano dileguando dal luogo del reato e li hanno inseguiti; la donna è stata bloccata subito mentre l’uomo ha provato a darsela a gambe, invano. bloccati entrambi, sono stati recuperati i 50 euro provento del raggiro, restituiti alla vittima.
Gli arrestati sono stati tradotti ai domiciliari in attesa del giudizio con rito direttissimo.

Suor Orsola Benincasa, da lunedì 19 l’Open Week

Una buona notizia per molti studenti campani. Da quest’anno non bisognerà più attendere settembre per conoscere la propria sorte sull’ammissione ad alcuni dei principali corsi di laurea a numero programmato: Economia, Giurisprudenza, Psicologia e Scienze della Comunicazione. Dopo il successo della sperimentazione dello scorso anno l’Università Suor Orsola Benincasa ha, infatti, varato in via definitiva una sessione stabile di test d’ingresso in primavera. Quest’anno dal 12 al 23 marzo. Un’opportunità valida per il Corso di laurea triennale in Economia, il primo in Italia specificamente dedicato alla Green Economy, per il corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione, per il corso di laurea triennale in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva e per il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza, l’unico a numero programmato nel Mezzogiorno nel settore degli studi giuridici.

Ai test sarà possibile iscriversi anche esclusivamente online (fino al 22 marzo, cioè il giorno antecedente all’ultima giornata di test) selezionando il giorno e l'orario di proprio gradimento per sostenere la prova in Ateneo (ci saranno ben quattro sessioni giornaliere: ore 9, 11, 13 e 15). Alle prove possono partecipare tutti coloro che sono in possesso di un diploma di istruzione secondaria superiore o che lo conseguiranno nell'anno scolastico 2017-18. In tal caso le eventuali immatricolazioni saranno perfezionate entro il 31 Luglio con la comunicazione di avvenuto conseguimento del titolo. La partecipazione al test d'ingresso è completamente gratuita ed è possibile iscriversi anche a più di un test per poi riservarsi la possibilità di scegliere a quale corso iscriversi. La ‘rivoluzione’ che anticipa la scelta dell’Università varrà anche per le immatricolazione ai corsi ad accesso libero: Scienze dell’educazione, Lingue e culturale moderne e Scienze dei Beni Culturali: turismo, arte e archeologia. Sarà possibile iscriversi a questi corsi già dal 27 marzo.

“Ancora una volta al Suor Orsola - spiega Paola Villani, direttore del Servizio di Orientamento dell’Ateneo - abbiamo provato a mettere al centro delle nostre scelte le esigenze degli studenti che avranno l’opportunità di iniziare a confrontarsi con la scelta del proprio futuro con ampio anticipo. Anche con la possibilità di sbagliare e riprovare il test qualche mese dopo o di provare più opzioni e magari cambiare idea. Tutto per centrare l’obiettivo di concedere ai nostri giovani la possibilità di una scelta sempre più consapevole e sempre più provata”.

Per coloro che, infatti, non supereranno o non sosterranno i test d'ingresso nella sessione primaverile ci saranno altre due possibilità: una sessione estiva (9-20 Luglio) alla quale ci si potrà iscrivere già dal 27 Marzo e una sessione autunnale (5-26 Settembre) alla quale ci si potrà iscrivere sempre fino al giorno prima dell’ultima scadenza.

Ci sarà invece il 14 settembre il test d'ingresso per l'iscrizione al Corso di Laurea magistrale in Scienze della Formazione Primaria, direttamente abilitante all’insegnamento nella scuola per l’infanzia e nella scuola primaria, per il quale il Suor Orsola è al secondo posto in Italia per numero di posti disponibili (423 posti lo scorso anno).

Ultimo appuntamento con i test d’ingresso al Suor Orsola sarà quello del 10 ottobre per l’accesso al Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei beni culturali, uno dei pochi in Italia direttamente abilitante all'esercizio della professione del restauratore.

Tutte le novità sui test d’ingresso saranno presentate a partire da lunedì nel corso delle cinque giornate annuali del tradizionale appuntamento con l’Open Week organizzato dal Servizio di Orientamento dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Sono già oltre duemila gli studenti delle scuole secondarie superiori iscritti all’Open Week che sarà strutturato anche quest’anno soprattutto come dimostrazione pratica di una giornata di vita universitaria con pillole di lezioni, simulazioni dei test d’ingresso e laboratori pratici per sperimentare le principali attività dell’Ateneo: archeologia, restauro, lingue, radiofonia, giornalismo, green economy e molto altro (programma completo su www.unisob.na.it/eventi).

Clan Mazzarella, ecco perché la Dda ha emesso i fermi

NAPOLI. I 10 fermi emessi a carico degli affiliati al clan Mazzarella, capeggiati dal ras Francesco "o' parente" (poi tramutati in 9 ordinanze diu custodia cautelare), sono scaturiti dal pericolo che l'escalation di violenza criminale a San Giovanni a Teduccio potesse coinvolgere delle persone innocenti. Bisognava fermare il gruppo di fuoco e così, dopo una informativa dei poliziotti della squadra mobile della questura, la DDa h fatto scattare i provvedimenti. Tutti i particolari dell'inchiesta sull'edizione del quotidiano ROMA in edicola

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli