Martedì 24 Gennaio 2017 - 16:07

Boscoreale, il sindaco aggredito nel suo ufficio

BOSCOREALE. Gravissimo episodio stamattina presso la Casa Municipale. Il sindaco Giuseppe Balzano, mentre era nel suo ufficio, ha subìto un’aggressione fisica e verbale da una cittadina che era accompagnata dal marito, subendo una ferita a una mano e una contusione al polso.

Nel trambusto il consigliere comunale Ernesto Fiore, presente nell’ufficio, intervenendo per difendere il sindaco, è stato a sua volta colpito da una violenta borsata alla testa.  Sindaco e Consigliere comunale sona ora in ospedale per accertamenti. Danni sono stati provocati anche agli arredi d’ufficio del primo cittadino.

Non sono noti, al momento, i motivi che hanno spinto la cittadina boschese ad effettuare il gravissimo gesto.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione, che hanno identificato l’autrice del gesto, a sua volta trasferita in ospedale dai sanitari del 118, e poi gli agenti della polizia locale.

Visibilmente provato, il sindaco Giuseppe Balzano, prima di recarsi in ospedale, ha così commentato “Non mi spiego il motivo di così tanta violenza. E’ inaccettabile, tuttavia, che per qualsivoglia ragione una cittadina che, senza alcun appuntamento, ha avuto libero accesso alla Casa Municipale, possa aver compiuto un simile gesto. Sono stato e sarò sempre disponibile a colloquiare con chiunque cittadino, ma non posso più tollerare che si verifichino casi del genere che mettono a repentaglio la mia incolumità fisica e quella di altri amministratori”. 

 

Santa Maria la Carità, tenta di estorcere una statua di Padre Pio: arrestato

SANTA MARIA LA CARITA'. I carabinieri di Sant'Antonio Abate hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare domiciliare emessa dal gip di Torre Annunziata a carico di Amato La Mura, un 48enne del luogo già noto alle forze del'ordine ritenuto responsabile di tentata estorsione aggravata.

Nel corso di indagini coordinate dalla procura oplontina i carabinieri hanno accertato che per 3 mesi tentò di estorcere soldi a un'imprenditore del settore ceramica presentandosi insistentemente e che poi, minacciandolo con una spranga di ferro, voleva gli consegnasse una statua di padre pio, quella che teneva in esposizione nel piazzale della ditta, alta più di 2 metri.
La consegna non si verificò grazie all'intervento dei carabinieri, venuti a conoscenza della vicenda. Le indagini, svolte grazie a dichiarazioni testimoniali e all?esame delle immagini prese da sistemi di videosorveglianza, hanno consentito di identificare e accertare l'identità del malvivente.

 

Melito, centinaia di dosi di droga nella cuccia di un cane

MELITO. I carabinieri della Tenenza di Melito e dell’aliquota radiomobile di Giugliano hanno tratto in arresto 2 soggetti del luogo già noti alle forze dell'ordine resisi responsabili di spaccio. Sono Salvatore e Antonio Aiese, 32 e 28 anni, arrestati nel rione popolare “Legge 219”. Durante un servizio di osservazione i militari li hanno sorpresi mentre spacciavano a numerosi “clienti” e hanno notato che per rifornirsi facevano la spola da un’ampia cuccia per cani di grossa taglia. I Carabinieri hanno ispezionato i box e hanno scoperto il sistema per tenere la droga “al sicuro”. Centinaia di stecchette di hashish in una cassetta metallica in una botola interrata nella cuccia, esattamente 168 stecchette e un panetto di hashish (peso complessivo circa 700 grammi), 11 dosi di cocaina, 144 bustine di marjuana e più di 300 euro in contante, sottoposti a sequestro.

Rione Sanità, identificati i killer di "Genny" Cesarano: già erano in carcere per camorra

NAPOLI. Operazione all'alba dei poliziotti della Squadra mobile della questura, che hanno notificato in carcere a quattro esponenti del clan Lo Russo un'ordinanza di custodia cautelare per omicidio, tentato omicidio, porto e detenzione illegale di armi, reati aggravati dal metodo mafioso. Si tratta di Antonio Buono, Luigi Cutarelli, Ciro Perfetto e Mariano Torre. Le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli e della  Mobile, che si è avvalsa del supporto del Servizio Centrale Operativo, hanno fatto piena luce sulle dinamiche e le responsabilità individuali del giovane ammazzato il 6 Settembre 2015, in Piazza San Vincenzo al Rione Sanità. Hanno collaborato, al buon esito delle indagini, anche i poliziotti della squadra giudiziaria del commissariato San Carlo Arena. Importanti si sono rivelate le dichiarazioni del boss pentito Carlo Lo Russo.

La Regione accoglie tutti i progetti del Comune di Qualiano

QUALIANO. La Regione accoglie tutti i progetti presentati dal Comune di Qualiano. Il Fondo di Rotazione per la Progettazione, mette in graduatoria cinque importanti progetti che il Comune ha presentato e che concorreranno ad intercettare i finanziamenti previsti, per i singoli settori in particolare per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Vanno, infatti, in questa direzione “Qualiano mille passi nel verde”, come il progetto di riqualificazione della strada di collegamento “Ponte di Surriento- Rotonda di San Pasquale Baylon, oppure l’efficientamento energetico dell’edificio “Casa comunale ed edificio scolastico di Viale Europa, oltre a l’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione con il fotovoltaico e impiego di soluzioni tecnologiche innovative per uno sviluppo urbano sostenibile. Nei progetti anche una pianificazione che guarda all’E-Governement per lo sviluppo di una piattaforma abilitante ed efficientamento dei processi di dematerializzazione ed implementazione di servizi innovativi multicanale, rivolti a cittadini ed imprese.

«È un primo risultato raggiunto  ed è stato premiato il lavoro dei professionisti e la lungimiranza dell’Amministrazione, che davvero non si lascia sfuggire una sola occasione per intercettare fondi e risorse che possano darci la possibilità di cambiare il volto della nostra città e fortificare la rete infrastrutturale dell’intero territorio. - ricorda il sindaco Ludovico De Luca (nella foto) - Non dimentichiamo poi che esistono altri progetti di “area”, che necessariamente interessano tutta l’hinterland giuglianese e che attraversano più territori e Comuni».

Le proposte approvate dalla Regione sono in tutto 1806, per 204 di queste vi è già il finanziamento per la progettazione. Al 185° posto vi è il Comune di Qualiano con il progetto di efficientamento energetico dell'impianto di pubblica illuminazione ed impiego di soluzioni tecnologiche innovative in ambito di Smart City. Il  costo di tale opera ammonta a  €2.440.257.

La  Regione ha già comunicato, che vi sarà  un raddoppio delle risorse stanziate, con un quasi certo scorrimento della graduatoria. Tra i progetti con possibilità di finanziamento a seguito di scorrimento,  vi sono  altri 2 proposte in graduatoria: al N.511 quella che riguarda l’e-governement per lo sviluppo di una piattaforma abilitante ed efficientamento dei processi di digitalizzazione e dematerializzazione ed implementazione di servizi innovativi multicanale rivolti ai cittadini e alle imprese e 789.889 euro, serviranno per la copertura economica dell’intera opera. Al N.512 si è piazzato il progetto per la riqualificazione delle aree urbane degradate finalizzate al progetto "Qualiano mille passi nel verde".  Il costo di realizzazione dell’opera ammonta a €4.379.600. Per gli altri progetti al momento non vi è la copertura dei fondi regionali, ma l’immissione in graduatoria li accoglie e promuove il progetto di massima, che potrebbe essere finanziato attraverso altri canali.  

Terra dei fuochi, il ministro: 70% dei roghi in meno

NAPOLI. "Sul versante roghi, l'anno 2016 ha confermato la tendenza in costante diminuzione degli incendi dolosi di rifiuti nelle aree della provincia di Napoli e Caserta. Con esclusivo riferimento ai comuni della cosiddetta terra dei fuochi, si registrano punte di oltre il 70 per cento in meno rispetto allo scorso anno. Io credo che questa attivita' di controllo abbia portato ad una riduzione di quegli episodi sul territorio che distruggono l'ambiente. Tale risultato, lo voglio dire, è stato possibile grazie al controllo ad ampio raggio da parte delle Forze dell'ordine, della polizia locale e degli ispettorati del lavoro dell'Inps e dell'Inail mirati sulle aziende che trattano le categorie merceologiche connesse agli abbandoni e ai roghi sulle aree nelle quali sono insediate". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti nel corso del Question Time al Senato.

Pozzuoli, ecco i fondi per riqualificare Monterusciello

POZZUOLI. Pozzuoli è al centro della progettazione europea. I dieci progetti proposti dall'amministrazione comunale in Regione Campania sono stati tutti selezionati e ritenuti ammissibili al finanziamento per un importo di lavori stimabili in complessivi 45 milioni di euro. «È una notizia che ci riempie di orgoglio - ha sottolineato il sindaco Vincenzo Figliolia - Siamo tra i migliori comuni, per qualità e numero di idee approvate. E l'aspetto più importante è che buona parte di questi finanziamenti riguarda la riqualificazione delle periferie. Per la nostra città significa tanto, sopratutto per zone come Monterusciello, Licola, Toiano e Agnano».

Casoria, nuove opere pubbliche

CASORIA. Il Settore Lavori pubblici del Comune di Casoria ha bandito tre nuove gare per altrettanti interventi che riguardano l’edilizia scolastica, la riqualificazione delle vie del centro e il verde pubblico attrezzato. Si tratta dell’affidamento in appalto dei lavori di manutenzione ordinaria della scuola “Mauro Mitilini” di via Brodolini, dell’ammodernamento di via Marconi (nel tratto compreso tra via Principe di Piemonte e via Pio XII) e delle opere di sistemazione a verde e messa a dimora di alberi finalizzate a rendere immediatamente fruibile il parco di via Michelangelo. Tutti gli interventi sono visibili sul portale degli acquisti della Pubblica Amministrazione MEPA.

«Proseguono gli interventi per migliorare la qualità della vita nella nostra città – commenta il sindaco di Casoria, Pasquale Fuccio (nella foto) -, stiamo accelerando il più possibile sul fronte della scuola, dell’arredo e della viabilità urbana, della fruibilità del verde pubblico. L’obiettivo è attivare procedure sempre più snelle e trasparenti per garantire alla cittadinanza gli standard di vivibilità che merita».

Per quanto riguarda l’istituto di via Brodolini, l’intervento – il cui importo complessivo è di circa 157mila euro – interesserà soprattutto i servizi igienici del plesso ed opere urgenti per la messa in sicurezza dell’edificio scolastico, tra cui la spicconatura dell’intonaco delle facciate, il rifacimento dell’impianto idrico di carico e di scarico, la fornitura e posa in opera di pavimenti, rivestimenti, sanitari e rubinetterie, insieme alla sostituzione degli infissi.

Per la riqualificazione di via Marconi, invece, l’ammontare dell’appalto a base d’asta è di circa 180mila euro. Il tratto interessato è quello che va da via Principe di Piemonte a via Pio XII e i lavori riguarderanno l’arredo urbano, i marciapiedi e l’illuminazione di una delle arterie centrali della città.

Diversi gli interventi invece da porre in essere nell’area di 30mila metri quadrati di via Michelangelo, quotati complessivamente circa 51mila euro, che riguardano più tipologie di opere, tra cui il decespugliamento e la potatura degli alberi preesistenti, la preparazione del terreno ad aratura e taglio del tappeto erboso, la realizzazione di aree di drenaggio, la messa a dimora di alberi, il ripristino dei pilastri adiacenti l’ingresso al parco, il rifacimento della copertura dell’edificio di ingresso, gli interventi di predisposizione dell’edificio centrale ed il trasporto a discarica dei rifiuti presenti sull’area.

«Sul parco di via Michelangelo per quest’Amministrazione si gioca una sfida importante – conclude il sindaco Fuccio –, si tratta di un’area abbandonata per anni, di proprietà del Comune, che abbiamo già riaperto con una serie di iniziative, anche internazionali, ma che contiamo di restituire definitivamente alla città in tempi brevissimi. È un processo avviato, sono le prime opere ma ci saranno nuovi interventi nel 2017. Non si tratta del classico bando ma di un percorso da farsi con la cittadinanza con un lavoro paziente e condiviso».

Frattamaggiore, arrivano i fondi per due progetti territoriali

FRATTAMAGGIORE. Un miliardo e 90 milioni di euro. Questa è la cifra che la Regione Campania dovrebbe spendere nel 2017 per le opere che si possono cantierare velocemente. Si tratta di fondi europei da impiegare per le esigenze dei comuni campani. Complessivamente, sono arrivati in Regione 1926 progetti e 1800 di questi sono stati ammessi. Il governatore De Luca, ha sostenuto di essere già pronto a mettere in campo i primi 50 milioni di euro per finanziare 204 progetti esecutivi dei comuni campani, con l’utilizzo dei fondi europei.

L'amministrazione di Frattamaggiore, guidata dal sindaco Marco Antonio Del Prete (a sinistra nella foto con il presidente Vincenzo De Luca), ha ricevuto il finanziamento per la progettazione di due importanti opere, che sono riuscite ad entrare nelle prime 200 delle 1.800 totali. I progetti riguardano l'adeguamento e l'efficientamento dell'edificio scolastico succursale “G. Genoino" (con apporto di energia da fonti rinnovabili) e dell'intero impianto di pubblica illuminazione cittadina, attraverso le tecnologie smart, per un investimento totale di più di quattro milioni di euro.

Il sindaco Marco Antonio Del Prete ha così commentato: «Questi finanziamenti rappresentano una testimonianza reale e concreta del nostro impegno. Infatti, quando si lavora bene, come in questo caso, i risultati arrivano sempre. Per questo, ritengo opportuno evidenziare due caratteristiche. La prima è rappresentata dalle importanti capacità e professionalità messe in campo dall'ufficio tecnico del nostro Comune, al quale va un ringraziamento per l'ottimo lavoro che ha svolto e svolge quotidianamente. La seconda riguarda l'impatto che avranno questi progetti. Abbiamo infatti dimostrato, non a chiacchiere ma con i fatti, la nostra attenzione sia nei confronti dei più piccoli che dell'intero contesto cittadino guardando al futuro ed utilizzando le nuove tecnologie in modo che Frattamaggiore sia sempre un passo avanti».

Campania, 33 milioni per gli lsu: firmata la convenzione

NAPOLI. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha incontrato questa mattina a Roma il ministro Giuliano Poletti e ha sottoscritto la Convenzione per 33 milioni di euro fra la Regione Campania e il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per garantire la continuazione delle attività dei 4.314 lavoratori socialmente utili presso gli enti locali della Campania. Le risorse assegnate alla Regione Campania saranno utilizzate per assicurare, per tutto l'anno 2017, la copertura dell'assegno per attività socialmente utili e dell'assegno al nucleo familiare a tutti i lavoratori impegnati negli enti locali del territorio regionale. La Convenzione prevede anche un impegno sinergico fra Regione e Ministero per realizzare un programma concreto di azioni mirate allo svuotamento del bacino, con particolare riferimento alla realizzazione dei processi di stabilizzazione. "Con il ministro Poletti - ha dichiarato il Presidente De Luca - questa mattina abbiamo affrontato tutte le situazioni di criticità e precarietà del lavoro nella nostra regione. Un quadro generale difficile, nel quale questo primo atto concreto garantisce la stabilità per oltre quattromila lavoratori socialmente utili. Verificheremo nel corso dei prossimi giorni, insieme al ministero, gli interventi da realizzare in tempi brevi per il resto della platea del precariato".

Pagine

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
SEX AND NAPLES
di Mariagrazia Poggiagliolmi
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano