Giovedì 23 Febbraio 2017 - 1:19

Marijuana in casa “fiutata” dai cani: arrestato 46enne di Trecase

TRECASE. Con il supporto del nucleo carabinieri cinofili di Sarno, i militari di Trecase hanno perquisito l'abitazione di Alfredo Pagano, un 46enne del luogo: "fiutati" circa 100 grammi di marijuana suddivisi in 5 involucri e 37 grammi di hashish. Trovati anche più di 500 euro in denaro contante, ritenuti provento di attività illecita, un bilancino di precisione e materiale vario per taglio e confezionamento delle droghe. L'uomo è stato tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e dopo le formalità è stato tradotto ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Auto nuove per i vigili a Torre Annunziata: c'è anche una moto confiscata alla camorra

TORRE ANNUNZIATA.  Due auto Fiat Panda, due motociclette nuove, due elettriche in via di messa a punto, e una moto confiscata alla camorra. Queste le novità del parco automezzi del corpo di Polizia Municipale di Torre Annunziata, che saranno messe a disposizione del servizio di polizia giudiziaria. La moto confiscata alla camorra, una Honda SH 150, è stata assegnata al Corpo di Polizia Municipale torrese dalla Prefettura, settore Beni Confiscati, attraverso la procedura prevista dalla legge. Sarà data in dotazione a vigili in borghese, che la utilizzeranno, in aggiunta a quelli già previsti dalle altre forze dell'ordine, per servizi e pattugliamenti di polizia giudiziaria e di contrasto all'abusivismo ambientale. «Ringrazio il comandante della Polizia Municipale Mario Accardo per l'impegno profuso - commenta l'assessore Michele Pagano - lo svecchiamento del nostro parco auto era necessario, perché a lungo termine automezzi vecchi risultano molto più dispendiosi di quelli nuovi, oltre ad essere meno efficienti».

Corruzione, indagato il sindaco di Meta: sequestrati 15mila euro

META DI SORRENTO.  La Guardia di Finanza di Massa Lubrense ha eseguito questa mattina un sequestro preventivo finalizzato alla confisca di 15mila euro nei confronti del sindaco del Comune di Meta Giuseppe Tito, indagato per corruzione ed induzione indebita. Secondo la Procura di Torre Annunziata, il fatto risalirebbe al 2012, anno in cui Tito era assessore del Comune di Meta. I finanzieri hanno inoltre notificato al sindaco, al comandante della polizia municipale, a due funzionari del Comune di Meta e a quattro imprenditori della penisola sorrentina, un avviso di conclusione indagine per peculato, corruzione, induzione indebita, abuso d'ufficio, turbativa d'asta, falsità ideologica, appropriazione indebita ed emissione di false fatture. 

Rapina ai Quartieri, preso pregiudicato

Nella giornata di ieri, gli agenti della Squadra mobile della polizia di Stato hanno arrestato Massimo Porcino, pregiudicato 33enne dei Quartieri Spagnoli, ritenuto responsabile dei reati di rapina aggravata in concorso con un complice non ancora identificato e di lesioni personali. Il 21 marzo dello scorso anno, in sella a uno scooter con il complice e armato di coltello, aveva rapinato una giovane coppia in via Duomo all’angolo con via San Biagio dei Librai di cellulare e portafogli. Pochi attimi dopo la rapina, i due giovani avevano incontrato i poliziotti in servizio per la repressione della criminalità diffusa. La dettagliata descrizione dei rapinatori e della moto aveva consentito agli investigatori di identificare rapidamente Porcino. Il quadro probatorio ha pertanto convinto il gip del Tribunale di Napoli a emettere un provvedimento di custodia cautelare presso il domicilio. Ieri pomeriggio i poliziotti lo hanno riconosciuto, bloccato e subito sottoposto agli arresti domiciliari. Proseguono invece le indagini per la identificazione del complice.

Gragnano, in auto 93 dosi di cocaina e crack: arrestato

GRAGNANO. Aveva 93 dosi di crack e cocaina in macchina, scoperto dai carabinieri. In manette è finito il 43enne Salvatore Volgare, del luogo. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato sorpreso durante un servizio di contrasto allo spaccio dai carabinieri dell’aliquota operativa di Castellammare di Stabia in piazza Matteotti a smerciare una dose di cocaina a un soggetto. Il “cliente” è stato bloccato e segnalato alla Prefettura quale acquirente. Volgare e la sua auto sono stati sottoposti a perquisizione: nascosti nella berlina c’erano 60 dosi di crack, 33 di cocaina e 85 euro in banconote di vario taglio. Il 43enne aveva cercato di disfarsene gettandole in un’aiuola, ma invano: è stato arrestato per spaccio e adesso è in attesa del rito direttissimo.

Nasconde più di un chilo di eroina in camera da letto: arrestata

CASALNUOVO. I carabinieri della tenenza di Casalnuovo hanno arrestato una 28enne resasi responsabile di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. È stata bloccata dai militari su viale dei platani subito dopo aver venduto una dose di hashish a un acquirente. Poi, durante la perquisizione personale e domiciliare, il grande rinvenimento: 5,3 grammi di hashish addosso e 1,26 chili di eroina in casa, divisi in dosi e nascosti in camera da letto. La droga è sotto sequestro. La donna è stata portata al carcere femminile di Pozzuoli.

Milano, tassisti lanciano uova contro auto Uber

MILANO. Nella notte a Milano alcuni autisti di Uber e le loro auto sono stati oggetto di lancio di uova da parte di gruppi di tassisti. In piazza Lugano un uomo che prestata servizio di trasporto attraverso il software Uber è stato avvicinato da una decina di tassisti che hanno bersagliato la sua vettura con alcune uova.

In via Tonale un altro autista, di 58 anni, è stato avvicinato da un gruppo di tassisti, che hanno aperto una porta del veicolo e hanno lanciato un uovo all'interno. Poi hanno colpito la fiancata con altre uova.

In via Zola alle 5.20 dei passanti hanno segnalato un gruppo di tassisti che inveivano contro due minivan di Uber, lanciando alcuni oggetti contro i due veicoli.

Truffe agli anziani, raffica di arresti

NAPOLI. Un'organizzazione di napoletani dedita a truffare anziani in giro per l'Italia. I carabinieri del Reparto Operativo - Nucleo Investigativo del Comando Provinciale della Spezia, con il supporto del Comando Provinciale di Napoli, nel corso delle prime ore di stamane, stanno eseguendo nel capoluogo partenopeo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale della Spezia, nei confronti di numerose persone, tutte ritenute responsabili dei reati di “associazione per delinquere” e “truffa” aggravata. I provvedimenti sono stati emessi a conclusione di un’attività d’indagine sviluppata dal Reparto Operativo – Nucleo Investigativo, a partire dalla fine dello scorso mese di agosto e coordinata dalla Procura della Repubblica della Spezia, contro un’associazione per delinquere finalizzata alle truffe, composta da soggetti di origine napoletana, operativa su tutto il territorio nazionale e specializzata nell’odiosa attività criminosa in danno di anziani e persone appartenenti alle fasce deboli, approfittando della loro minore capacità di autotutela. L’indagine, denominata “Sciacallo”,  è stata avviata a seguito di un tentativo di truffa, perpetrato nella mattinata dell’8 giugno scorso alla Spezia ai danni di un’anziana donna, mediante il modus operandi del cd. “falso avvocato/appartenente alle forze di polizia”.  Le risultanze investigative, successivamente acquisite, hanno consentito di individuare la contestuale operatività di più gruppi associativi, dediti alla commissione di truffe, perpetrate anche con altri modi operandi, tra cui quella del falso corriere nel ritiro di plichi e merci presso inconsapevoli esercizi commerciali e del raggiro attraverso la tecnica dello specchietto rotto.

Casavatore, nel garage
di due incensurate oltre 100 chili di sigarette

CASAVATORE. I carabinieri delle stazioni di Borgoloreto e San Pietro a Patierno hanno perquisito a Casavatore un garage in Piazza Immacolata nella disponibilità di 2 donne del luogo, madre e figlia, di 57 e 33 anni, incensurate. All’interno del locale, 11 colli contenenti 5.240 pacchetti di sigarette di contrabbando: 105 chili di tabacchi. La merce è stata sequestrata, le 2 donne denunciate per detenzione di tabacchi lavorati esteri a fini della vendita.

Torre del Greco, 30 giovani denunciati

TORRE DEL GRECO. Controlli a tappeto dei carabinieri sul territorio corallino, periferia e centro città sotto la lente d'ingrandimento dei carabinieri della compagnia di Torre del Greco. I militari dell'Arma agli ordini del capitano Emanuele Corda in pochi giorni hanno denuciato in stato di libertà trenta giovani per guida senza patente o in stato di ebbrezza, consumo di sostanze stupefacenti, furto di energia elettrica, e porto abusivo di arma bianca. Un bilancio importante per la task force condotta dai carabinieri della compagnia di viale Campania. I militari dell'Arma in questi giorni hanno predisposto un capillare servizio di controllo con vari posti di blocco in centro e in periferia. Nei controlli a tappeto sono stati denunciate anche undici persone per guida senza patente o guida in stato di ebbrezza, altri diciannove sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori abituali di sostanze stupefacenti. Tra le persone fermate anche un uomo che è stato sorpreso dai miliari della Dante Iovino a girare armato e per questo è stato denunciato per porto abusivo di arma da fuoco.

Carla Cataldo

Pagine

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano