Mercoledì 19 Dicembre 2018 - 17:20

Gassmann cittadino onorario di Napoli: «Città da assumere ad esempio nazionale»

NAPOLI. Alessandro Gassmann cittadino onorario di Napoli. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, insieme all'assessore alla cultura Nino Daniele e allo scrittore Maurizio De Giovanni, ha consegnato l'onorificenza al popolare attore, figlio del grande Vittorio, nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala della Giunta di Palazzo San Giacomo. «Napoli è diventata una grande novità nella mia vita. Conoscevo questa città per averci fatto teatro, ma era una conoscenza superficiale - ha raccontato Gassmann - Ora, invece, ho avuto la possibilità di lavorare in una serie importante come quella dei “Bastardi di Pizzofalcone" che mi ha permesso di vivere davvero questa città. Io ho chiesto di poter vivere nel Centro Storico. Per me è stata un'opportunità di lavoro ma soprattutto di crescita umana. Questa è una città dove tutto è vicino». «Voi napoletani - ha aggiunto - non avete alcuna forma di privacy e temevo di non poter avere qui i miei momenti di pausa, i miei silenzi e invece qui ho assorbito energia perché voi non siete mai stanchi e passate questa energia a chi vi frequenta, un'energia che vi deriva dalla vostra straordinaria cultura». «In un Paese che ha così tante difficoltà ad aprirsi credo che Napoli possa insegnare tanto. È giunto il momento di assumerla ad esempio nazionale per il suo atteggiamento pur nelle tante difficoltà che vive. Napoli è il posto giusto in cui stare in questo momento storico». 

Ricettazione di materiale elettronico, la polizia scova il market alla Vicaria

NAPOLI. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Vicaria e dell’Ufficio di Prevenzione Generale hanno denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione e immigrazione clandestina E.B M., 51enne, con numerosi precedenti specifici, e M H., 33enne, entrambi marocchini, e M. V., 19enne romeno, per il reato di incauto acquisto. Nel corso dei rafforzati servizi di controllo del territorio i poliziotti, transitando in via Di Lorenzo, angolo via Marvasi, notavano il 51enne marocchino, già noto alle forze dell’ordine per essere stato denunciato più volte per ricettazione,  che, insieme al giovane rumeno, venivano avvicinati da un  terzo  uomo che consegnava al magrebino una banconota da 20 euro, mentre contestualmente  l’altro  ragazzo estraeva dai pantaloni un telefono cellulare, che consegnava all’avventore. Gli agenti immediatamente bloccavano i tre uomini. Dal controllo del cellulare che era stato  “movimentato” appuravano che lo stesso era stato compendio di furto,  denunciato nel settembre del 2018. Una più attenta perquisizione consentiva di trovare in possesso del 51enne 2 cellulari di dubbia provenienza, privi di scheda sim e formattati, oltre alla banconota di 20.00 euro, poco prima utilizzata dal “cliente”. L’altro cittadino marocchino veniva a sua volta trovato in possesso di un cellulare I-phone e di un pc, dei quali non sapeva dare spiegazione. Dopo vari accertamenti gli agenti hanno deciso di perquisire l’abitazione del 51enne marocchino, nei pressi di via Cesare Rossarol, dove è stata rinvenuta e sequestrata altra merce elettronica di dubbia provenienza. Gli agenti stanno ora verificando la possibilità di rintracciare i legittimi proprietari per poter consegnare  quanto rinvenuto.

Movida sicura, controlli della polizia nei locali di Napoli e provincia

NAPOLI. Durante questo fine settimana  gli uomini della Polizia di Stato della Divisione Polizia Amministrativa e del Commissariato di Bagnoli hanno svolto vari controlli nei locali notturni di richiamo nella zona flegrea. Ad una nota discoteca è stata contestata la violazione di illecito amministrativo ed è stata comminata la sanzione di circa 7.000,00, in quanto gli agenti hanno accertato che venivano somministrate bevande alcoliche agli avventori oltre le 3 di notte. In provincia di Napoli gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore hanno effettuato numerosi controlli in alcuni locali, dove sono solito intrattenersi i giovani per consumare bevande ed ascoltare musica. Nell’occasione  sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria due gestori di un bar per schiamazzi notturni ed un altro gestore, invece,  è stato contravvenzionato per occupazione del suolo pubblico. Inoltre sono stati effettuati controlli presso alcune  sale scommesse, dove un gestore è stato contravvenzionato amministrativamente, perché assente durante l’attività dell’esercizio. Durante le festività e soprattutto nei fine settimana continueranno le attività di controllo e prevenzione della Polizia di Stato.  

Grande attesa per l'asta di beneficenza del cardinale Sepe, corsa ai biglietti

NAPOLI. Mancano soltanto poche ore alla Serata di domani presso l’Auditorium della Rai, ma già si vive la bellezza, l’entusiasmo e l’emozione dell’Asta di Beneficenza per l’Infanzia che dal 2006, per iniziativa del Cardinale Sepe e della Rai, si rinnova e si celebra per la raccolta di fondi da destinare all’infanzia che soffre, realizzando progetti in strutture ospedaliere pediatriche. Saranno battuti da Peppe Iodice doni preziosi offerti da Papa Francesco, dal Presidente della Repubblica Mattarella, dal Presidente del Consiglio Conte, dal Presidente della Regione De Luca, dal Sindaco di Napoli De Magistris, dal Prefetto Carmela Pagano e da tante altre personalità e concittadini.

Si vogliono realizzare, quest’anno, tre interventi, che forse non sono importanti per il costo, ma risultano senz’altro utili e significativi per la loro utilità e destinazione. In particolare, si pensa di creare una piccola sala di rianimazione (red point) presso l’Azienda Policlinico Federico II, a beneficio di bambini che si trovano in grave situazione di emergenza e dovrebbero essere trasferiti in altra struttura ospedaliera. Altro intervento riguarda la realizzazione, presso l’Azienda Policlinico Federico II,  di un Centro per la cura di lesioni vascolari che colpiscono bambini di peso inferiore a un chilo (il 20% circa dei nati) e possono avere conseguenze gravi sulla salute e sulla vita dei piccoli, portando, in casi estremi, alla morte. Terzo progetto riguarda la creazione, presso il Carcere Minorile di Nisida, di un Ambulatorio per la cura di patologie odontoiatriche a beneficio di giovani reclusi, che, quando non curati, potrebbero incorrere in tante altre malattie.

Una serata che si preannuncia particolarmente coinvolgente, che sarà condotta dall'attrice Veronica Mazza e avrà come ospite d’eccezione l’acclamatissimo cantante e musicista napoletano Gigi D’Alessio. Rispetto a questo appuntamento da non perdere è in atto, già da giorni, la corsa al biglietto. Pochissimi sono i posti ancora disponibili. È ancora possibile prenotare la partecipazione; basta recarsi negli uffici della Curia a Largo Donnaregina e chiedere della Redazione del settimanale Nuova Stagione.

È prevista la partecipazione di tutte le Autorità cittadine e dello stilista Rocco Barocco, che, in adesione all’invito del Cardinale, ha annunciato la sua presenza.

Corteo anticlan: Castellammare di Stabia si nasconde

CASTELLAMMARE DI STABIA. Il fallimento era garantito. Era nell'aria il flop della ''Marcia anticamorra'' che doveva svolgersi questa mattina partendo dal rione Savorito, dove il 7 dicembre sera i clan hanno inviato il loro messaggio di morte ai ''pentiti'' della camorra, bruciando un fantoccio in cima a un falò con lo striscione ''Così devono morire i pentiti abbruciati''.
Il promotore dell'iniziativa, Nino Di Maio, un cittadino che si batte per garantire i diritti ai diversamenti abili, ne aveva parlato sui social ieri sera: "Stanno cercando di scoraggiarmi in tutti i modi. Ma io non intendo fermarmi", raccontava. Ed era stato lui che - con un messaggio-volantino diffuso via web - aveva invitato soprattutto le mamme a unirsi a ''un corteo silenzioso'' per dire ''no alle mafie''. Ma si è ritrovato solo, circondato da pochi rappresentanti politici locali, il sindaco Gaetano Cimmino, i giornalisti e una massiccia presenza di forze dell'ordine.
Mancavano gli studenti, gli operai, la chiesa. Anche molte altre associazioni che si battono per la legalità erano assenti. Di certo si è trattato di una iniziativa reclamizzata per canali non convenzionali. Non era partita dalla politica né da sindacati o altre organizzazioni istituzionali ed è diventata l'ombra delle grandi manifestazioni cittadine che Castellammare di Stabia ha messo in campo nei periodi delle faide di camorra. Tuttavia, molti rappresentanti di partiti presenti in consiglio comunale si sono presentati all'appuntamento, alle ore 9 nel piazzale del ''falò della vergogna'', ben sapendo che avrebbero vissuto un momento di grande solitudine e abbandono da parte della cittadinanza.
Nemmeno gli abitanti del quartiere si sono fatti vedere. Qualcuno ha sbirciato dalle finestre delle palazzine popolari il presidio che si è sciolto dopo qualche ora, rinunciando a proseguire in corteo - com'era stato annunciato - lungo le strade di Castellammare di Stabia e fino al Comune.

 

Botti di Capodanno, sequestro a Qualiano

QUALIANO. I carabinieri forestali del Nipaaf di Napoli hanno dato esecuzione a un decreto di perquisizione emesso dalla procura di Santa Maria di Capua Vetere a carico di 9 persone indagate per gli articoli 416, 624, 625 e 648 del codice penale. Nel corso delle operazioni è stato arrestato il 50enne Giovanni Elefante perché nel luogo dove abita, a Qualiano, è stato rinvenuto un ingente quantitativo di materiale esplodente. I botti erano stipati in un locale pertinenza dell’abitazione con pericolo per la pubblica e privata incolumità. Sottoposte a sequestro 12 scatole contenente batterie pirotecniche di vario. L’arrestato attende il rito direttissimo.

Maltratta e minaccia il padre per soldi, arrestato

SANT'ANTIMO. Maltratta e minaccia il padre anziano per soldi, arrestato un 36enne. I Carabinieri della Tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato per tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia un 36enne del luogo già noto alle forze dell'ordine. All’interno della sua abitazione si era armato di coltello per costringere il padre 68enne a consegnargli dei soldi verosimilmente necessari per l’acquisto di droga. Poi aveva cercato di colpirlo ma l’uomo era riuscito a uscire di casa e a recarsi dai Carabinieri denunciando l’accaduto. Riaccompagnato dai militari dell’Arma nella sua abitazione, il malcapitato ha trovato ad attenderlo il figlio, che non accorgendosi in un primo momento della presenza dei carabinieri ha tentato nuovamente di aggredirlo, vendendo però subito bloccato e tratto in arresto. Successivi accertamenti hanno consentito di acclarare che da circa 5 mesi l’uomo era costretto a subire continue violenze fisiche e psicologiche finora mai denunciate. L’arrestato è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale

Va via con il figlio nonostante giudici le tolgano la potestà, denunciata

NAPOLI. “Sparisce” per 7 giorni col figlio su cui il Tribunale le ha appena tolto potestà. I Carabinieri trovano la mamma “rapitrice”. Era da amici a Napoli. Il 12 dicembre un cittadino ghanese 35enne domiciliato a Villaricca aveva denunciato ai carabinieri della locale Stazione che la mattina del 10 la sua ex compagna, una cittadina nigeriana 32enne, appena saputo che il Tribunale aveva tolto a entrambi la potestà genitoriale sul loro figlio naturale di un anno e mezzo si era allontanata portando via il piccolo, aggiungendo che la 32enne era sofferente di crisi depressive. Agli assistenti sociali che seguivano la ex coppia la donna aveva risposto al telefonino che era a casa del fratello a Milano e non aveva nessuna intenzione di tornare. Ieri sera i carabinieri della Stazione di Giugliano in Campania insieme a colleghi della Stazione di Villaricca l’hanno rintracciata a Napoli insieme al bambino. Erano a casa di amici della donna che li ospitavano e ai quali la 32enne ha verosimilmente fornito solo un racconto parziale dell’accaduto. Intanto la 32enne è stata denunciata per sottrazione di incapaci.

 

Rubano computer in una scuola, presi

QUARTO. Arrestati due ladri di pc, avevano derubato una scuola. I carabinieri della Tenenza di Quarto hanno arrestato per furto aggravato in flagranza di reato il 31enne Biagio D’Ambrosio, di Quarto, già noto alle forze dell'ordine e un suo complice minorenne, E. C., 17 anni, ache di lui di Quarto, incensurato. I due sono stati sorpresi nei pressi della scuola primaria “Viviani” sul corso Italia. Poco prima, secondo la ricostruzione dei carabinieri, vi erano penetrati rompendo una finestra e avevano rubato un computer portatile dall’aula di informatica del valore di 500 euro. L'ausilio didattico è stato subito restituito alla scuola. Il maggiorenne attende il rito direttissimo ai domiciliari. Il minore è stato accompagnato nel centro di accoglienza per minori sul viale Colli Aminei.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano