Mercoledì 19 Dicembre 2018 - 16:30

Quattromila euro falsi sotto il sedile dell'auto, due arresti

NAPOLI. Duecento banconote da 20 euro false per un totale di 4mila euro: è quanto hanno trovato i Carabinieri del Reggimento ''Campania'' insieme ai colleghi della compagnia Stella di Napoli sotto il sedile di un'auto fermata per un controllo in via Foria. A bordo del veicolo c'erano due catanesi, un 32enne di Mascali e un 24enne di Piedimonte Etneo, entrambi già noti per reati contro il patrimonio e arrestati per introduzione nello Stato di monete false. I due si trovano ora in carcere a Poggioreale. 

Calendario delle avvocate modelle, Vitagliano: le critiche? Pretestuose

NAPOLI. “Donne in difesa”, martedì 18 si terrà la presentazione del calendario 2019 con avvocate che prestano la loro immagine per illustrare 12 norme in difesa delle donne. L’appuntamento - uno dei tanti - si terrà presso il Row club (ex Mamah) in via Vito Fornari. 

L’iniziativa ha riscontrato tantissimi consensi ma, come sempre accade, c’è chi ha voluto esprimere il proprio dissenso. In sostanza: la bellezza in toga indigna, viene violata la sua sacralità. Insomma, con tanto di pregiudizio, strumetalizzazione e provocazione si parla di “avvocate miss”, interessate ad esaltare il loro fascino.

«Niente affatto. Con l’iniziativa intrapresa abbiamo cercato di tenere ferma l’attenzione sulla violenza di genere. L’interesse della collettività sui temi affrontati dal calendario deve essere catturato e mantenuto vivo in ogni modo, purché questo sia lecito e rispettoso della professione che amiamo ed a cui abbiamo donato gran parte della nostra vita». Così Jessica Vitagliano, una delle 12 avvocate modelle, che “rappresenta” il mese di novembre dedicato alla violenza sulle donne. «L’iniziativa nasce dall’idea del collega ed amico Sergio Pisani, il quale ha voluto realizzare dodici scatti con protagoniste altrettante colleghe - racconta Vitagliano - tra cui la sottoscritta, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica in riferimento ai soprusi e vigliaccate maschili. Il calendario, realizzato con la collaborazione preziosa del fotografo Giancarlo Rizzo e della Makeup artist Giuliana Giuliani, sarà messo in vendita dal 18 dicembre ed il ricavato sarà devoluto in beneficenza a Save the Cildren». 

«Il calendario in questione è intitolato “Donna in difesa”: l’ideatore ha dato risalto a chi nella società odierna è costretto a misurarsi con violenze e prevaricazioni quotidiane: fidanzate, mamme, mogli, compagne. E poi - continua Jessica Vitagliano - ci sono le avvocate, che hanno la possibilità di difendere i soggetti deboli del nostro ordinamento giuridico, per l’appunto le donne».

Le altre 11 avvenenti avvocate sono Roberta Maiello, Manuela Montella, Emilia Russo, Daniela Pasquali, Caterina Sanfilippo, Cecilia Gargiulo, Ilaria Grumetto, Federica Marciano, Ritassunta Catalano, Claduia Salzano e Giovanna Sestile. Il calendario, in particolare, eccezion fatta per il mese di gennaio dedicato all’art. 24 della Costituzione (diritto alla difesa), presenta una carrellata dei maggiori reati concernenti la violenza di genere: febbraio, ad esempio, racconta la violazione degli obblighi di assistenza familiare, con donne abbandonate, sole a fronteggiare le difficoltà economiche in cui cadono dopo la separazione. Luglio ricorda la violenza sessuale, novembre lo stalking. «Non ci bloccheranno le sterili critiche di chi ci vuole dire quando e come dobbiamo indossare la toga - conclude Vitagliano - Noi, in quanto avvocate, abbiamo un rapporto con la toga indissolubile che, nelle vicende della vita che ci frappongono ostacoli o insulti, ci dà la forza di dire “io non mi fermo”». 

Sequestrata a Napoli discoteca abusiva in un palazzo

NAPOLI. Doppio intervento della Polizia municipale di Napoli che ha imposto lo stop a due serate danzanti in corso in altrettanti locali privi di autorizzazione e dove gli avventori erano in numero maggiore rispetto a quanto consentito. Gli agenti dell'Unità operativa Vomero-Arenella guidati dal capitano Gaetano Frattini sono intervenuti in un edificio in piazza De Nicola dove, al pianterreno e al primo piano, erano in attività due locali che in contemporanea avevano organizzato due serate danzanti con la presenza di numerosi avventori e con musica diffusa a volume assordante. Per quanto riguarda il locale al pianoterra, dove era in corso una serata danzante con consolle e dj, gli agenti hanno riscontrato che il titolare dell'attività era autorizzato amministrativamente solo come bar e non era in grado di fornire altra documentazione. Gli agenti hanno quindi multato il titolare per la diffusione di musica senza autorizzazione e in quanto diffondeva musica con impianto professionale senza essere in possesso di autorizzazione. La serata danzante è stata sospesa e sono state sequestrate le apparecchiature musicali, mentre il titolare è stato denunciato all'autorità giudiziaria perché, sebbene avesse il certificato prevenzione incendi dei locali per 130 avventori, è stata riscontrata la presenza di 270 avventori senza esibire alcun certificato di agibilità.  Per quanto riguarda l'altra attività esercitata al primo piano dell'edificio, il titolare è risultato sprovvisto di tutte le autorizzazioni ed è stato sanzionato per la diffusione di musica senza autorizzazione e perché diffondeva musica con impianto professionale senza essere in possesso di autorizzazione. Inoltre la serata danzante è stata sospesa e gli avventori, presenti in 245, sono stati fatti defluire presso l'uscita. Si è proceduto quindi al sequestro dei locali e delle attrezzature musicali e a denunciare il titolare perché sprovvisto del certificato di agibilità. Inoltre l'uscita di sicurezza del locale era posta sul retro della consolle dj, non era evidenziata e il passaggio era ostruito dalle attrezzature lasciando un corridoio di percorrenza di circa 30-40 centimetri, quindi molto pericoloso in caso di evacuazione per qualsiasi emergenza.

Cardarelli, impronte digitali per i dipendenti

NAPOLI. Novità per i dipendenti del Cardarelli di Napoli. L'ospedale è infatti pronto a dire addio ai vecchi badge marcatempo: a partire da mercoledì 19 dicembre si apre l'era delle impronte digitali. A tutti i dipendenti dell'Azienda ospedaliera basterà la conferma con un dito per iniziare e per concludere il proprio turno di lavoro. Un sistema “anti-furbetti" che prende avvio «solo dopo aver ottenuto le massime garanzie di sicurezza dei dati, ma anche di legittimità del processo di innovazione da parte del Garante per la Privacy» riferisce l'azienda in una nota. Nel parere si specifica che «l'obiettivo principale dell'installazione del sistema di rilevazione biometrica è di garantire che ogni dipendente registri l'inizio della prestazione lavorativa unicamente per se stesso e non per altri colleghi». Un sistema «a vantaggio della stragrande maggioranza dei cardarelliani, che in questo modo non rischieranno di veder macchiata la propria reputazione da eventuali “furbetti"», rileva l'ospedale. Ma la rivoluzione tecnologica che prenderà avvio mercoledì 19 dicembre non riguarda solo i dipendenti: dalla prossima settimana sarà possibile utilizzare la nuova applicazione e-Cupt, una App che permetterà al cittadino di prenotare comodamente da smartphone, tablet o personal computer le visite specialistiche delle quali dovesse avere bisogno. «Il nostro obiettivo - sottolinea il direttore generale Ciro Verdoliva - è quello di semplificare la vita al cittadino». L'App potrà essere utilizzata da tutti gratuitamente, basterà registrarsi collegandosi col proprio computer all'indirizzo https://prenotazioni.cupt.it/aocardarelli/login, oppure scaricare l'App direttamente dal proprio smartphone su Play Store e i Tunes, e compilare tutti i campi obbligatori. Per effettuare la prenotazione di una visita, dopo aver inserito il codice impegnativa e i dati anagrafici relativi all'assistito per il quale l'impegnativa è stata prescritta dal medico curante, l'App mostrerà all'utente la prima disponibilità per l'erogazione della prestazione da ricevere contenuta nell'impegnativa. L'utente potrà inoltre decidere se prenotarsi in quella data oppure sceglierne una successiva a seconda della propria disponibilità. Inoltre il cittadino che ha prenotato una prestazione sanitaria, se per qualche motivo è impossibilitato a recarsi in ospedale il giorno previsto, potrà spostare la data della visita medica. Questa nuova applicazione si aggiunge a quelle già in essere del Call center, attraverso il numero verde 800 019 774 - o recandosi personalmente presso gli sportelli del Cup Cardarelli. Si riuscirà, in questo modo, a snellire anche le linee telefoniche del numero verde del Cup evitando così lunghe attese telefoniche. «Con questo nuovo sistema - dice il direttore sanitario Franco Paradiso - i cittadini potranno fruire di informazioni in tempo reale non solo sulla disponibilità delle prestazioni sanitarie offerte dalla Azienda, ma anche sulla tempistica dell'erogazione delle prestazioni». Un'implementazione tecnologica «fortemente sostenuta», rilevano dal Cardarelli, dal presidente Vincenzo De Luca. 

Natale, sequestrati oltre 10mila giocattoli pericolosi

NAPOLI. Il reparto Tutela Emergenze Sociali e Minori della Polizia Municipale ha sequestrato circa 10.350 giocattoli in quanto non conformi alla normativa vigente e trovati in  commercio in vari esercizi commerciali cittadini. I controlli messi in campo hanno riguardato il contrasto alla merce  immessa in commercio priva di requisiti sanitari e/o di sicurezza  previsti dalla normativa nazionale quali l’omologazione CE e i dovuti  adeguamenti nel caso di dispositivi elettrici e elettronici. Si è ancora una volta riscontrata la vendita, soprattutto in concomitanza delle festività natalizie, di prodotti destinati ai minori fabbricati con sostanze e materiali potenzialmente nocivi e non rispondenti ai canoni di legge in quanto riportanti parti talmente piccole da poter essere facilmente ingerite o addirittura inalate oppure fabbricati con materiali non adatti a sopportare le sollecitazioni cui vengono sottoposti tanto da rompersi o deformarsi. Gli agenti hanno controllato 12 esercizi commerciali ed hanno posto in sequestro e  sottratto al mercato cittadino centinaia di animali di pelouche, palline di gomma contenenti liquidi, armi giocattolo, pupazzi di Babbo Natale e articoli vari destinati all’infanzia. Tutta la merce è risultata essere priva di requisiti di sicurezza e  potenzialmente fabbricata con sostanze pericolose per la salute con sanzione a carico del trasgressore da 1.500 a 9.000 euro elevata a carico di 4 commercianti nella zona  adiacente a Piazza Garibaldi e precisamente in Via Nolana, Via Capuana e Via Siniscalchi. Il D.Lgs. N. 54 dell’11 aprile 2011 è la normativa di attuazione  della Direttiva CEE 2009/48/CE sulla sicurezza dei giocattoli e si applica ai prodotti progettati o destinati, in modo esclusivo o meno, a essere utilizzati per fini di gioco da bambini di età inferiore a 14  anni e prevede obblighi a carico dei fabbricanti, degli importatori ed infine anche a carico dei distributori al dettaglio che garantiscono che essi siano stati progettati e fabbricati conformemente ai requisiti richiesti in modo da non compromettere la sicurezza e la salute dell’utilizzatore finale con particolare riguardo ai minori di 36 mesi.

Agguato in pieno giorno, ferito un 41enne

TORRE ANNUNZIATA. Agguato questo pomeriggio a Torre Annunziata. A rimanere a terra ferito un 41enne di Gragnano, C. C., con precedenti per droga. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata. 

San Gennaro, attesa per il miracolo

NAPOLI. Si rinnova l'appuntamento di Napoli e dei devoti di tutto il mondo con il Miracolo di San Gennaro. Dopo i prodigi di maggio e settembre, Canale 21 trasmetterà in diretta, a partire dalle ore 9.50 di domenica 16 dicembre, la trepidante attesa della liquefazione del Sangue di San Gennaro. Cuori e telecamere puntati verso il Duomo di Napoli per l'apertura della cassaforte che nella Cappella del Tesoro custodisce il Sangue del Martire. A seguire la Santa Messa celebrata dall'Abate Prelato del Tesoro di San Gennaro, Monsignor Vincenzo De Gregorio con l'auspicio di applaudire tutti insieme il festoso sventolare di fazzoletti bianchi che annuncia il compiersi del Miracolo. Tale prodigio si rinnova dal 16 dicembre 1631 quando San Gennaro "fermò" la lava che dal Vesuvio si dirigeva minacciosa verso Napoli. La diretta, coordinata dal direttore Gianni Ambrosino, sarà condotta da Peppe Iannicelli con gli interventi di Antonio Salamandra. «Canale 21 è la televisione - dichiara editore Paolo Torino - dei grandi eventi della fede, dell'arte e della cultura. Sono elementi essenziali della nostra comunità che attraverso il nostro lavoro vogliamo valorizzare e promuovere».

Ministro dell'Ambiente Costa: fiume Sarno priorità nazionale

CASTELLAMMARE DI STABIA. Sindaci dei 42 Comuni del Bacino del Sarno convocati al Ministero dell'Ambiente subito dopo le festività Natalizie. Il ministro Sergio Costa affronterà i 3 problemi che vivono le popolazioni dell'area del Bacino Sarno: inquinamento, completamento degli impianti di depurazione con i collettori fognari, il rischio idrogeologico.
Il progetto di restituire all'area del fiume Sarno una nuova vita sarà inserito in un Master Plan che avrà alla direzione Vera Corbelli, Segretario generale del Distretto idrografico dell'Appennino Meridionale. ''L'obiettivo - ha spiegato il ministro Costa al termine del suo percorso nei Comuni del fiume Sarno - è coordinare tutte le attività scollegate tra Enti competenti: province, Città metropolitana, Ente Parco e Regione con il Ministero che ritiene il problema dell'Ambiente una priorità nazionale''.

Profumi e dvd falsi, nei guai un 33enne alla Maddalena

NAPOLI. Un 33enne denunciato dai carabinieri per vendita di 131 profumi falsi e 7.500 cd e dvd. Servizi contro il commercio di merce falsificata nella “Maddalena” da parte dei carabinieri della compagnia Stella e del reggimento “Campania”. Denunciato per commercio di prodotti falsi P.L., un 33enne di Secondigliano già noto alle forze dell’ordine, trovato a vendere su una bancarella di fortuna 131 confezioni di profumi di marche famose e 7.550 cd e dvd di canzoni e film. Il tutto, del valore complessivo di circa 22mila euro, è stato sequestrato.

Spaccia benzodiazepine in internet point, un arresto al Vasto

NAPOLI. Spaccia benzodiazepine in internet point, arrestato 20enne del Gambia. I carabinieri della compagnia stella hanno tratto in arresto per spaccio di stupefacente un 20enne incensurato di origine gambiana, M.L.H., sorpreso in un internet point del quartiere a spacciare alcune pasticche ad un acquirente di origine africana. Bloccato e perquisito, è stato trovato in possesso di 438 pasticche contenenti come principio attivo fondamentale il “clonazepam” (una benzodiazepina) ed un telefono cellulare provento di furto. Arrestato, il ragazzo è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano