Venerdì 20 Ottobre 2017 - 1:58

Torre del Greco, l'Amatori Rugby compie 50 anni

TORRE DEL GRECO. L’Amatori Rugby compie cinquant’anni. E per festeggiare questa importante ricorrenza domani, sabato 26 settembre, la società ha organizzato una giornata all’insegna dello sport e dei ricordi. Si parte alle 9 con una celebrazione eucaristica per commemorare i tanti sostenitori del sodalizio che nel corso di queste decenni hanno fatto grande l’Amatori e che oggi non ci sono più. Alle 11 la vera e propria festa sportiva in programma all’ex Aura Sport di via Del Monte, dove si svolgerà un incontro-happening “rugby touch” che vedrà cimentarsi atleti, dirigenti, familiari e amici all’insegna dello spirito di uno sport noto per la capacità aggregativa, che si evidenzia nell’ormai caratteristico “terzo tempo”. In serata infine momento conviviale per chiudere il programma di festeggiamenti.

Aggredisce e picchia la moglie, arrestato 34enne del Pallonetto

NAPOLI. I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato un 34enne del Pallonetto Santa Lucia in quanto ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali in danno della moglie, nonché resistenza a pubblico ufficiale. Verso le 17.00 di ieri i poliziotti sono stati inviati dalla Sala Operativa della Questura in via Supportico d’Astuti per una violenta lite familiare. Le urla hanno consentito di individuare immediatamente l’appartamento.  Al loro arrivo gli agenti sono stati accolti dalla donna che in forte stato di agitazione ed il corpo ricoperto di varie ecchimosi ha chiesto aiuto. E’ quindi arrivato il marito e nonostante la presenza degli agenti ha continuato a minacciare la moglie chiedendole con insistenza del denaro. Successivamente ha provato ad aggredire l’anziana madre per poi rivolgere le proprie invettive e degli spintonamenti agli stessi poliziotti in quanto gli impedivano di raggiungere la moglie.Constatata la presenza dei due figli minori, le ferite riportate tanto dalla moglie quanto dalla stessa madre, gli agenti hanno quindi deciso di bloccare ed arrestare l’uomo ponendo fine alle violenze ed al clima di terrore che quest’ultimo aveva instaurato. Dopo l’arresto il 34enne è stato subito condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Poliziotto ferito: fermato un estorsore, identificato l'uomo che ha sparato che è in fuga

La sparatoria è avvenuta ieri sera in via Giacomo Leopardi. Il poliziotto ferito, Nicola Barbato, era impegnato in un'operazione antiestorsione.

Refezione scolastica con cibi scaduti: in manette imprenditori, funzionari e un ex vice sindaco

NAPOLI. Operazione dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli a carico di 11 persone ritenute a vario titolo responsabili di associazione per delinquere e di turbata libertà degli incanti, corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio, frode in pubbliche forniture e falsità ideologica commessa da Pubblico Ufficiale, nonché estorsione e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Nel corso di indagini coordinate dalla Procura di Napoli i militari dell’Arma hanno scoperto l’esistenza di una associazione criminale facente capo a un imprenditore attivo nella refezione scolastica: mediante l’intervento di amministratori e dirigenti pubblici e con la complicità di altre persone il gruppo otteneva l’aggiudicazione di appalti per la fornitura di pasti in scuole delle province di Napoli, Avellino e Salerno, determinando l’esclusione dalle gare delle ditte concorrenti, anche con la promessa di posti di lavoro per parenti e amici.
 

Bagnoli, arriva Nastasi. Il sindaco: violata la Costituzione

NAPOLI. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha ricevuto nel tardo pomeriggio di ieri una nota dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Claudio De Vincenti che lo informa della nomina di Salvatore Nastasi a Commissario straordinario per Bagnoli-Coroglio. Lo rende noto Palazzo S.Giacomo. "Con questa nomina voluta dal Presidente del Consiglio, nella sua opera di saldatura di ben individuati centri di potere, si viola la Costituzione e si attenta all'autonomia della Città di Napoli. Di fronte a tale violenza istituzionale ed incisiva protervia nel perseverare nel minare la coesione sociale e gli equilibri democratici reagiremo in maniera adeguata e proporzionata sul piano istituzionale e politico", è il primo commento del primo cittadino. "Abbiamo parlato con l'Avvocatura - ha concluso - questa è un'altra mossa sbagliata del presidente del Consiglio che viola la legge con questa nomina. La impugneremo in tutte le sedi". Dice stop alle polemiche il governatore campano Vincenzo De Luca che invoca la necessità di "far presto per recuperare i gravi ritardi che ci sono stati" considerando poco utile "per Napoli il protrarsi di conflitti istituzionali che rischiano di produrre solo altri intollerabili ritardi". De Luca, inoltre, individua nella cabina di regia lo strumento idoneo per decisioni che "non possono che essere espresse dalle istituzioni del territorio". No alle carte bollate ma si' alla collaborazione è l'invito che viene anche dal capodelegazione del Pd al Parlamento Massimo Paolucci: "Che senso ha, adesso, scatenare una feroce guerra mediatica e istituzionale a colpi di ricorsi come ha annunciato questa mattina Luigi de Magistris?". Dal fronte del centrodestra via libera a Nastasi. Riccardo Villari (Fi) invita de Magistris a mettere da parte i complotti, mentre lo sfidante di de Magistris quattro anni fa, Gianni Lettieri, apprezza le doti manageriali di Nastasi che definisce "l'uomo giusto per rilanciare Bagnoli".

Poliziotto ferito gravemente: identificato il responsabile, fermato un complice

NAPOLI. Tragedia in via Leopardi a Fuorigrotta. Alle 20.30 di ieri un poliziotto della Squadra Mobile del servizio Antiestorsione, Nicola B. di 53 anni,  è stato ferito con due colpi di pistola durante un'operazione di appostamento in abiti civili. È caccia al killer e ai complici che sono scappati in scooter. Questa mattina i medici del Loreto Mare devono decidere i tempi dell'intervento chirurgico, probabilmente in giornata. Le indagini sono coordinate capo della Squadra Mobile Fausto Lamparelli.

Torre del Greco, paziente ferisce un medico

TORRE DEL GRECO. Per fortuna le ferite sono state lievi. Ma al reparto Servizi psichiatrici di diagnosi e cura dell'ospedale Maresca di Torre del Greco si sono vissuti attimi di paura. Un paziente, sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio, ha tirato fuori un coltello ferendo un medico alle gambe e alle braccia. Soccorso dai colleghi, è stato medicato al pronto soccorso per ferite giudicate guaribili in 20 giorni. Il protagonista del ferimento è stato bloccato e disarmato. Cgil, Uil, Fials, Fsi e Nursingup denunciano «le gravi carenze del reparto Spdc» e il fatto che «all'interno della Salute Mentale è stata eliminata la vigilanza armata a tutela degli operatori».

Fiaccole e lacrime per ricordare Enza

TERZIGNO. Centinaia e centinaia di persone hanno invaso ieri le strade del comune vesuviano in occasione della fiaccolata dedicata alla memoria di Enza Avino, la giovane mamma terzignese uccisa dal suo ex compagno già più volte denunciato per stalking, Nunzio Annunziata. Partita da via Gionti, laddove trova sede il Comune, la processione con candele, cartelloni e fiocchi rossi fortemente voluta dal sindaco Francesco Ranieri, dall’amministrazione comunale di Terzigno e dall’intera cittadinanza, ha percorso diverse strade principali del comune ancora sconvolto dal tragico omicidio, ma anche dal successivo tentativo di emulare il gesto dell’Annunziata, fortunatamente rimasto senza gravi conseguenze. Il figlio di Enza, Carmine, ha sfilato accanto al sindaco Francesco Ranieri. Tra i luoghi toccati dalla folla nutrita ma composta anche via Benvenuto Cellini, laddove Enza abitava insieme ai suoi genitori, e via Fiume, teatro della sparatoria in cui la donna ha perso la vita. Proprio nei pressi della farmacia dove Enza fu colpita a morte sono stati deposti fiori. Grande la commozione dei partecipanti, accorsi in massa non solo da Terzigno e dai paesi limitrofi. Tantissime donne, ma anche piccoli alunni con indosso il grembiule, associazioni, fasce tricolori e rappresentanti delle forze dell'ordine, non solo del posto. Tra i presenti, anche il deputato Paolo Russo, il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Nola Francesco Urraro, e l’ex ministro Nunzia De Girolamo, che ha dichiarato di voler continuare a mantenere alta l’attenzione sul grave problema della violenza sulle donne in Parlamento. Accanto a lei, diversi esponenti della politica nazionale e regionale, oltre che locale. La loro presenza e le loro parole di vicinanza alla famiglia Avino e di condanna al terribile gesto che ha portato alla morte di Enza sono risuonate con forza nel comune che ieri ha osservato il lutto cittadino e che nella giornata odierna affronterà in consiglio comunale il problema della violenza di genere. Presente anche Rosaria Aprea, finalista a Miss Italia l’anno scorso, e prima ancora balzata agli onori della cronaca perché picchiata e sfregiata dal suo fidanzato. 

Castellammare, presi 5 pusher al rione Santa Caterina

CASTELLAMMARE DI STABIA. Scoperta piazza di spaccio nel centro antico: arrestati 5 spacciatori di cocaina e marijuana. Nel corso di un servizio di osservazione, controllo e pedinamento predisposto dai carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia nel rione Santa Caterina, i militari dell’Arma hanno arrestato Vincenzo D’Antuono (nella foto), 40 anni, Gregorio Izzo, 41 anni e Alessandro Cesarano, 21 anni, tutti già noti per reati legati alla droga. Arrestati anche Raffaele Libero, 21 anni e il padre Francesco, di 44 anni, entrambi stabiesi e già noti.
I carabinieri con servizi mirati sono riusciti a documentare la cessione di dosi di stupefacente a vari acquirenti (che sono stati segnalati al Prefetto) e a individuare il ruolo di ognuno degli arrestati, dalla vedetta, all’accompagnatore sulla piazza di spaccio al vero e proprio spacciatore. L’intervento antidroga ha portato al sequestro di 25 dosi di cocaina e di 45 confezioni di marijuana rinvenute in una cavità ricavata in un muro perimetrale e la somma di 665 euro trovata complessivamente addosso ai pusher che sono stati arrestati e condotti al carcere di Poggioreale.

Torre Annunziata, presi i banditi della farmacia Iovino: caccia al terzo uomo

TORRE ANNUNZIATA. Questa mattina, i poliziotti del commissariato di P.S. Pompei, con i colleghi di Torre Annunziata, hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione a carico di Alberto Vezzi, 39enne, e Giovanni Solimeno, 28enne, entrambi di Torre Annunziata, con precedenti di polizia e già detenuti presso la casa circondariale di Napoli-Poggioreale. Un terzo uomo è ricercato. I tre sono responsabili della rapina messa a segno ai danni della farmacia “Iovino” avvenuta il 13 giugno scorso nonché di diversi furti di autovetture. I fatti per i quali è stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è l’epilogo di una complessa indagine che ha già condotto alla emissione di due ordinanze applicative di misure cautelari nei confronti di Vezzi e Solimeno. Lo scorso 26 giugno il GIP del Tribunale di Torre Annunziata ha convalidato l’arresto di Vezzi e di Solimeno,  per la rapina ai danni della farmacia “Matacchione” di Torre Annunziata effettuata il 23 giugno. Le indagini scattate immediatamente hanno accertato la responsabilità della coppia di rapinatori anche in merito ad una rapina commessa in data 22 giugno ai danni del “Minimarket Ruggiero”  sempre a Torre Annunziata. I poliziotti grazie alle certosine indagini hanno ricostruito anche la rapina perpetrata ai danni della farmacia “Iovino”, nonché la commissione di alcuni furti di autovettura. Il giorno prima della rapina i tre avevano rubato una Fiat Uno da utilizzare per commettere la rapina ma l’auto venne ritrovata e riconsegnata al proprietario. L’imprevisto non aveva scoraggiato gli indagati; uno dei tre, impugnando  la pistola fornitagli dal Vezzi e indossando una tuta ed altri indumenti atti a nascondere il viso, aveva rapinato il titolare della farmacia “Iovino” portando via 1.200 euro ed esplodendo durante la fuga alcuni colpi d’arma da fuoco.

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica