Venerdì 18 Agosto 2017 - 12:33

Un quintale di hashish in un veliero: tredici arresti

NAPOLI. Un veliero meraviglioso che navigava lento nelle acque di Ventotene in realta’ nascondeva un carico di milioni di euro di hashish. Un colpo della Guardia di Finanza di Lanita che coordinati dalla Dda di Napoli sono riusciti ad individuare ad uno ad uno i ‘proprietari’ di quel carico imponente di sostanze stupefacenti. Cosi’ questa mattina i militari su ordine del gip del Tribunale di Napoli hanno arrestato tredici persone accusate di associazione a delinquere finalizzata alla detenzione, cessione, trasporto e distribuzione di hashish e cocaina. L’affare era nelle mani del potente clan Mazzarella di Napoli. Tre le cosche che gestivano l’imponente traffico di sostante stupefacenti con carichi di quintali provenienti dalla Spagna con ogni mezzo, ma soprattutto con auto a noleggio. Dalle intercettazioni poi e’ emerso che i componenti dell’associazione usavano termini criptici come ‘i giubbini’, ‘la mozzarella’, ‘le finestre’, ‘le staffe’, ‘le rose bianche’, per indicare la droga. Le sostanze stupefacenti non era destinate solo al mercato napoletano ma anche a quello del Basso Lazio. Tra le persone arrestate ci sono anche dei prestanome, i quali erano i beneficiari dei trasferimenti del denaro dei traffici illeciti attraverso il sistema del ‘money transfer’. 

Geotermia, sì ai piccoli impianti nella caldera dei Campi Flegrei

NAPOLI. A Quarto si sono riuniti il sindaco di NAPOLI Luigi de Magistris, il sindaco di Monte di Procida Giuseppe Pugliese e il sindaco di Quarto Rosa Capuozzo per discutere  il documento d'intesa sulla geotermia e la scelta della tipologia di impianti da localizzare nella Caldera dei Campi Flegrei. I rappresentanti delle Amministrazioni si sono trovati concordi nel sottolineare l'importanza della geotermia come fonte sostenibile per la produzione energetica, termica e idrico-sanitaria che è una grande risorsa da utilizzare con sapienza e accortezza, ma al contempo hanno chiarito in modo netto la loro totale contrarietà agli impianti di grandi dimensioni ad alta e media entalpia per la produzione di megawatt di energia con trivellazioni profonde e con il prelievo e la re-immissione di fluidi nel sottosuolo, che produrrebbero rischi per la popolazione in una zona sensibile qual è la Grande Caldera dei Campi Flegrei. ''L'incontro di questa mattina è solo l'inizio di un percorso condiviso tra sindaci - sottolinea il primo cittadino di Quarto, Rosa Capuozzo - D'ora in avanti avremo diversi tavoli istituzionali di lavoro su molteplici tematiche di interesse generale, a cominciare dalla geotermia. Nel documento siglato questa mattina abbiamo tracciato le linee-guida, che puntano all'uso di questa fonte di energia sostenibile finora poco utilizzata; all'eliminazione del rischio connesso agli impianti di grandi dimensioni e alla scelta di redistribuire la ricchezza energetica favorendo molti singoli utenti-proprietari piuttosto che i grandi produttori''.

Mareggiata distrugge la strada della spiaggia di Citara ad Ischia

NAPOLI. "La mareggiata di questa notte ha distrutto parte della strada della spiaggia di Citara a Ischia. Risulterebbe che i lavori per risistemarla siano abbastanza recenti - accusano il consigliere regionale di Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della radiazza - oltre al fatto che non parliamo di una burrasca. I bagnanti da giorni segnalavano che il tratto crollato era pericolante e malmesso. Questo episodio ci deve far riflettere sulla qualità dei lavori che si continuano a fare sui nostri territori. Non ci basta che siano al massimo ribasso vogliamo anche che siano di qualità e che chi eventualmente li realizza male paghi per i suoi errori. Ci riferiamo sia alla parte tecnica comunale che alle ditte che vincono gli appalti". "C'è da segnalare che proprio Citara - continuano Borrelli e Simioli - è vittima della follia dei lavori estivi nelle località turistiche campane. Ischia infatti come tante altre località turistiche è un cantiere aperto in piena estate a causa della politica devastatrice dell'ex Presidente Caldoro autore dei provvedimenti per accelerare la spesa che hanno obbligato le amministrazioni a effettuarli entro il 31.10.2015 e rendicontarli entro il 31.12.2015. La spiaggia di Citara infatti è semi interdetta per i lavori alle fogne che si stanno svolgendo tra luglio e settembre. Inoltre nello spiazzale grande procedono da circa due anni i lavori di riqualificazione che incredibilmente non sono mai terminati". "Restare in villeggiatura a Ischia - spiega un villeggiante Francesco Paolo D'ostuni - quest'anno è davvero arduo. Tra l'altro l'area crollata è a ridosso della spiaggia libera. Siamo molto preoccupati per come sta procedendo questa stagione estiva".

Allarme di De Luca: fondi europei a rischio e Comuni in dissesto per colpa di Caldoro

NAPOLI. La Regione Campania deve spendere e  certificare 1,8 miliardi di euro di fondi europei entro dicembre o  rischia di perderli. E' lo scenario delineato da una lettera inviata  dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti  e argomento di una conferenza stampa del presidente della Regione  Campania Vincenzo De Luca, che ha parlato di una situazione  "estremamente preoccupante". De Luca ha presentato un report sulla programmazione dei fondi  2007-2013 e sul lavoro della precedente giunta regionale guidata da  Stefano Caldoro: "Dei 1,3 miliardi di euro impegnati nel decreto  sull'accelerazione della spesa, per la parte riguardante gli enti  locali - ha spiegato De Luca - ad oggi la spesa certificata è di 100  milioni. E' questo il dato che per noi e per l'Unione Europea fa testo ed è il dato più drammatico, perché il meccanismo prevedeva che i  Comuni si impegnassero a coprire con fondi di bilancio eventuali  decertificazioni della spesa". Il risultato, ha evidenziato De Luca, è che "c'è un rischio reale di  dissesto finanziario per decine di Comuni campani per colpa di una  decisione irresponsabile, conseguente al fatto di aver dormito tre  anni senza fare assolutamente nulla".

Il Governo, ha aggiunto il governatore campano, "ha  intenzione di aprire un dialogo con il commissario Cretu con  l'obiettivo di avere l'acquisizione di qualche meccanismo di  flessibilità. E' l'unica possibilità che abbiamo per salvare centinaia di Comuni della Campania, altrimenti al 31 dicembre la situazione sarà veramente drammatica".       
De Luca ha poi accennato ai dati relativi ad altri obiettivi  operativi: "Per i Grandi progetti - ha detto - dei 2,5 miliardi di  euro sono stati spesi 800 milioni, 700 dei quali riguardano la Linea 1 della Metropolitana di Napoli, per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti sono stati certificati 2 milioni di euro, per l'obiettivo  Miglioramento salubrità ambiente sono stati certificati 7,9 milioni su 450 milioni, zero su sviluppo sistema logistica, obiettivo 'Regione in porto' e sanità".

Caldoro replica su Twitter: "Fondi Ue, con me raggiunti i target, non abbiamo perso un euro". E poi: "De Luca? Già tragedia - conclude Caldoro - e si rischia di perdere fondi".

Rapine in casa, presi 13 finti carabinieri

NAPOLI. Sono state sgominate dai carabinieri due bande di rapinatori che si spacciavano per appartenenti a forze di polizia. I militari del Nucleo Investigativo di Napoli hanno eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip a carico di 13 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata a furti e rapine in abitazione aggravate dall’aver portato armi e dall’aver simulato la qualità di pubblico ufficiale. Nel corso di indagini coordinate dalla Procura partenopea, i militari dell’Arma hanno accertato che gli arrestati facevano parte di due distinti gruppi criminali tra loro in contatto che agivano con modus operandi identico: entravano di notte nelle case prese di mira
travestiti da appartenenti alle forze dell'ordine con segni distintivi e casacche simili a quelle vere ed esibivano falsi decreti di perquisizione, iniziando a rovistare in stanze e mobili alla ricerca di soldi e oggetti di valore, che portavano via, come si è visto in vari filmati scaricati da un circuito di videosorveglianza installato nell'abitazione di una delle vittime che ha consentito agli investigator di identificare alcuni dei malfattori e, a partire da questi, individuare gli altri complici.

Ercolano, felini trovati morti e scritte contro i gatti

ERCOLANO. In via Benedetto Cozzolino di fronte alla coop Serena a Ercolano - denunciano il consigliere regionale di Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli e Giampiero Perna capogruppo del Sole che Ride proprio a Ercolano - c'è la fermata dell' autobus che dei vandali e criminali hanno imbrattata in questi giorni con scritte di vernice verde,scrivendo:morte ai gatti. Purtroppo non sembra l'azione dei soliti esibizionisti idioti visto che gli stessi hanno ucciso contemporaneamente proprio un gatto e l'hanno lasciato a decomporsi per strada. Abbiamo informato le autorità competenti e faremo rimuove i resti del povero animale oltre che a cancellare le scritte contro i nostri amici felini. Non è chiaro se ci troviamo dinnanzi all'ennesima baby gang che si diverte a uccidere gli animali o ad uno psicopatico. Purtroppo le violenze e le cattiverie gratuite verso i nostri amici a 4 zampe aumentano sempre di più». Masha Borrelli che abita in zona controlla la strada da giorni per evitare che si ripetano violenze contro i felini: «chi ha commesso queste violenze potrebbe essere pericoloso anche per i nostri bambini che prendono il bus in quella zona. Chiediamo quindi che chi di dovere intervenga subito». 

Usura a Ercolano e Portici, 3 arresti: c'è anche il fratello del vice sindaco Fiengo

ERCOLANO-PORTICI. Non andavano certo per il sottile i componenti di un’organizzazione dedita all'usura con basi ed interessi tra Ercolano e Portici composta da tre persone, destinatari della misura cautelare eseguita dai carabinieri della Tenenza di Ercolano agli ordini del tenente Gianluca Candura emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura partenopea. Tra questi c’è il Nicola, fratello del vicesindaco di Ercolano, Luigi Fiengo (eletto con la lista di Centro Democratico) e cognato di Rosa Zeno, eletta consigliere comunale. 
A finire agli arresti domicilairi ieri mattina perché gravemente indiziati di perpetrata condotta usuraia ed estorsiva ai danni di piccoli imprenditori: Nicola Fiengo (fratello del vice sindaco), di 46 anni incensurato e proprietario di una cava con i fratelli Salvatore e Luigi), e Ciro Di Buono, cinquantunenne e Antonio Lucarella, di 51 anni, entrambi incensurati. Le indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di documentare l’attività usuraria nei confronti di operatori economici della zona, costretti a contrarre numerosi debiti e restituire i soldi ad interessi elevatissimi. I carabinieri hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo di beni immobili per un valore di circa 300mila euro.

Affitti in nero per i mesi estivi, blitz ad Ischia

Affitti estivi e a nero, blitz dei carabinieri a Ischia 
Comminate multe tra duemila e diecimila euro 
ISCHIA (NAPOLI) 
(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI), 28 LUG - Stretta a Ischia sugli affitti estivi e contratti a "nero": scoperte dai carabinieri 45 persone domiciliate in 10 abitazioni fittate in nero, o con contratti di comodato fittizi senza dichiarazione all'autorità di pubblica sicurezza e al Comune di Ischia. Ai contravventori contestate contravvenzioni per un ammontare tra i 2mila e i 10mila euro. Nel corso dei controlli è stato identificato anche un pregiudicato per reati di criminalità organizzata nei confronti del quale è stato proposta l'applicazione di una misura di prevenzione (foglio di via obbligatorio). I controlli, fanno sapere i carabinieri, continueranno anche i prossimi giorni. (ANSA). 
Y3W/ S44 QBXO

Sant'Antimo, spaccio di stupefacenti: arrestato 22enne

SANT'ANTIMO. Ad Aversa carabinieri del locale Reparto Territoriale, hanno arrestato, in flagranza, Mirko Mario Maggio, classe 1993 di Sant’Antimo, poiché ritenuto responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma hanno sorpreso il 22enne mentre cedeva dello stupefacente ad un assuntore e da una successiva perquisizione, è stato trovato in possesso di grammi 7 di hashish suddiviso in stecche, celate all’interno di un pacchetto di sigarette occultato nella biancheria intima. L’arrestato è stato accompagnato presso il proprio domicilio, in regime degli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del giudizio per direttissimo dinanzi all’Autorità Giudiziaria.

De Magistris, rigettati i reclami contro la sospensione: vado avanti da sindaco

Napoli - La prima sezione civile del Tribunale di Napoli ha dichiarato inammissibile il reclamo presentato dal Movimento Difesa del Cittadino e dall'Associazione lotta piccole illegalità (Alpi) e rigettato il reclamo presentato da Manfredi Nappi, rappresentante dell'Alpi, contro l'ordinanza che lo scorso 25 giugno ha accolto il ricorso del sindaco di Napoli Luigi de Magistris contro la sospensione prevista dalla legge Severino. 

 

«Il tribunale di Napoli ha rigettato ancora una volta il reclamo presentato da soggetti che si sono mossi come avversari politici - ha ricordato il sindaco - nel tentativo di scalzarmi dal ruolo di sindaco che legittimamente ricopro»
De Magistris era stato sospeso, per la condanna in primo grado nel processo "Why not", e poi reintegrato nelle funzioni di sindaco sia dal Tar che dal Tribunale civile. «Vado avanti fino alla fine del mio mandato e attendo con serenità sia il giudizio di appello nella causa penale, dove si dovrà porre rimedio alla sentenza di primo grado che ritengo profondamente ingiusta, sia la pronuncia della Corte Costituzionale sulla legge Severino», questo il commento di de Magistris alla decisione della prima sezione civile del Tribunale di Napoli.

 

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale