Venerdì 20 Ottobre 2017 - 2:00

Trovato con due panetti di hashish, pregiudicato arrestato a Secondigliano

Quando la Polizia di Stato, nel pomeriggio di ieri, ha fermato i 3 occupanti di un’autovettura Mercedes classe B, in sosta in Via Limitone di Arzano, uno di questi, Dario Giuseppe Sarracino, pregiudicato 36enne, si è mostrato alquanto insofferente al controllo.

Gli agenti della sezione “Falchi” del Commissariato di Polizia “Secondigliano”, infatti, nell’ambito dei controlli di prevenzione e contrasto al diffuso il fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente, maggiormente diffuso nel fine settimana, hanno intercettato l’autovettura con a bordo tre pregiudicati.

Nel procedere al controllo, i poliziotti hanno notato, riposto sul sedile posteriore dell’auto, un giubbotto al cui interno erano nascosti due panetti di hashish del peso complessivo di circa 200 grammi.

L’insofferenza di Sarracino era dettata proprio dal fatto che quel giubbotto era il suo e, non sapendo come giustificare il possesso della droga, come ultima scappatoia, asseriva di averlo prestato, dapprima ad uno straniero di origini slave per poi correggersi, sostenendo che era un nordafricano che lavora al mercato della frutta.

I poliziotti hanno messo alle strette il 36enne che, dopo poco, ha ammesso le sue responsabilità.

Sarracino è stato arrestato perché responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale.  

 

 

Minacce di morte alla ex 16enne, bloccato con un coltello

Minaccia di morte la ex fidanzata 16enne in strada, e, quando si accorge che stanno arrivando i carabinieri, si disfà del coltello che portava con sé. Il ragazzo, un 19enne incensurato, è stato arrestato dai carabinieri dell'aliquota radiomobile di Torre del Greco. Interpellata dai Carabinieri, la ex ha raccontato di aver dovuto subire in passato botte e minacce dal 19enne, a casa del quale, nel corso di una perquisizione domiciliare, sono stati sequestrati 5 coltelli e una mazza da baseball. 

I carabinieri entrano in casa e lui continua a lavorare la cannabis: preso

OTTAVIANO. I carabinieri della stazione di Ottaviano hanno arrestato in flagranza di coltivazione di cannabis Camillo Fusco, un 60enne del luogo già noto alle forze dell'ordine per 2 reati dello stesso tipo. In sintesi, i carabinieri entrano in casa, attraversano velocemente l’abitazione e si dirigono di corsa nel vigneto, li c’è il 60enne intento a scegliere le parti più ricche di principio attivo che stacca dalle piante per metterle in una scatola. Non si accorge che i carabinieri gli stanno alle spalle e continua; nello stesso momento gli squilla il telefonino. È la moglie che vuole avvisarlo ma ormai non serve a nulla. I carabinieri si qualificano e lo dichiarano in arresto. Nel vigneto vengono trovate 8 piante di cannabis che hanno già raggiunto l’altezza media di 2 metri e che pesano 5 chili ma l’uomo si giustifica: le coltivo per me! In casa i militari gli trovano 2 chili di marijuana in un soppalco trasformato in essiccatoio che addirittura è stato attrezzato di lampade e ventilatori per velocizzare il procedimento; ci sono anche semi, concime, un manuale per la coltivazione della cannabis, materiale per confezionare la droga in dosi. L’'uomo viene portato davanti al giudice per il rito direttissimo. Anche lì dice che i 7 chili che i carabinieri gli hanno sequestrato sono per uso personale. Ma il giudice ordina che sia sottoposto ai domiciliari in attesa del processo: dovrà rispondere di coltivazione di cannabis e di detenzione di marijuana a fini di spaccio.

Tenta di rubare portafogli dallo zaino di un passante, arrestato a piazza Garibaldi

Continua la proficua sinergia del presidio del territorio tra Esercito e Polizia di Stato. Questo pomeriggio una pattuglia dell'Esercito appartenente al Raggruppamento Campania che opera nell'ambito dell'Operazione Strade Sicure ha bloccato un extracomunitario intento a rubare un portafoglio dallo zaino di un passante. Nei pressi di Piazza Garibaldi i militari stavano svolgendo il consueto servizio di presidio del territorio quando il movimento sospetto di un individuo ha destato il loro interesse. Il malvivente con scaltrezza si aggirava tra la folla quando ad un certo punto ha aperto lo zaino di un incurante passante e, afferrato il portafoglio, stava dileguandosi con la refurtiva. A quel punto i militari appartenenti al reggimento ''Cavalleggeri Guide''(19°) lo hanno immediatamente bloccato ed hanno richiesto l'intervento della Polizia. Sul posto è intervenuta una volante dell'Ufficio Prevenzione Generale che ha preso in consegna l'individuo. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine per precedenti, è stato tratto in arresto per tentato furto e trattenuto in attesa del processo per direttissima. 

Vigili del fuoco bloccati da auto in sosta selvaggia al centro di Napoli

“Ancora una volta, un mezzo di soccorso è rimasto bloccato perché la strada era ostruita da auto parcheggiate in maniera selvaggia”. A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, con il consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini, raccontando che “in vico Corigliano, nella zona di Materdei, nel pomeriggio, un camion dei vigili del fuoco non riusciva a passare e ha ritardato l’arrivo per circa un'ora lì dove era stato richiesto proprio perché il passaggio era ostruito dalle auto”. “Chi parcheggia in modo selvaggio impedendo il passaggio anche a forze dell’ordine, ambulanze e vigili del fuoco dovrebbe essere costretto a pagare le conseguenze del suo comportamento illegale e irresponsabile” hanno aggiunto Borrelli e Gaudini per i quali “se i ritardi nei soccorsi provocano la morte di una persona, chi ha impedito che quei soccorsi arrivassero in tempo deve essere accusato di omicidio colposo”. “Non se ne può più di questa deriva incivile e vandalica fatta da parcheggi incivili e parcheggiatori abusivi, da persone che corrono con gli scooter senza casco e senza rispetto delle regole e del prossimo, di gente che guida in contro senso e pretende anche con arroganza di avere la precedenza” hanno aggiunto i Verdi sottolineando: “Noi continueremo a denunciare e a combattere contro chi pensa di vivere in una città senza regole”.

 

Anm, vertice De Luca-de Magistris

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris si sono incontrati oggi a Palazzo Santa Lucia, sede della Giunta regionale, per discutere dei temi relativi alla vertenza dell'Anm (Azienda napoletana mobilità), azienda dei trasporti del Comune di Napoli. «Abbiamo confermato la disponibilità a dare una mano, per quanto nelle nostre competenze, perché siano salvaguardati i livelli occupazionali e si eviti un esito pesante per la città e il territorio provinciale servito dall'Anm», dichiara il governatore campano De Luca, confermando «l'impegno di un aiuto prioritario all'Anm per i prepensionamenti, prioritario anche rispetto ad aziende regionali». 

«Confermiamo - aggiunge De Luca - l'impegno a mantenere, nonostante i tagli nazionali, per interi i 58 milioni del fondo regionale facendo uno sforzo ulteriore per garantire i trasferimenti ogni 2 mesi e consentire la gestione corrente. La Regione è impegnata a che non siano limitati i servizi nel resto del territorio della provincia di Napoli e procederemo entro dicembre con i previsti bandi di gara. È questo il quadro di disponibilità offerte perché siano tenute presenti nell'ambito della trattativa che impegna l'ente proprietario e le organizzazioni sindacali».

De Magistris spiega di aver trovato «molto utile questo confronto durato un'ora tra i massimi livelli di Regione e Comune. Come avevo sempre auspicato e come mi è stato oggi confermato - aggiunge - Regione e Comune intendono svolgere su questo tavolo e su altri tavoli una collaborazione istituzionale nell'interesse dei cittadini e dei lavoratori per salvare e rilanciare l'azienda di trasporto pubblico della città». 

La Polizia locale di Napoli vince il Premio Sicurezza urbana Anci

Per il secondo anno consecutivo alla Polizia Municipale di Napoli è stato attribuito un prestigioso riconoscimento. Il Corpo guidato dal Generale Ciro Esposito ha vinto la XII edizione del premio Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Sicurezza Urbana, patrocinato dal Ministero dell’Interno e rivolto ai Corpi di Polizia Municipale che si sono distinti in attività di servizio.
Nel 2016 il riconoscimento fu attribuito alla P.M. di Napoli per la sezione “Miglior Progetto” con il “Progetto Proximity”. L’idea era di avvicinare i giovani alle Istituzioni ed in particolare alla Polizia Municipale di Napoli quale interlocutore privilegiato, attesa la sua caratteristica di polizia di prossimità, sempre presente e vicina al cittadino, sia per la conoscenza sociale del territorio stesso. Le esperienze lavorative e professionali del personale, hanno evidenziato la necessità di far fronte alle nuove emergenze riguardo ai reati di atti persecutori e tutti quelli inerenti i fenomeni di bullismo e di cyberbullismo.
Il premio di quest'anno per la sezione “Migliore Operazione” è stato attribuito all’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori che opera nell'ambito della tutela delle emergenze sociali e la tutela dei minori svolgendo le proprie attività nell’ambito di temi complessi come la prostituzione minorile, il bullismo, lo stalking intervenendo in raccordo con la Procura Ordinaria ed il Tribunale per i Minorenni, con i Servizi Sociali, il Telefono Azzurro e le organizzazioni del privato sociale, con la seguente motivazione: «Per l'eccellente lavoro investigativo e di pronto intervento dimostrato in ambito delicato e complesso, intervenendo con equilibrio e professionalità nei confronti di soggetti particolarmente deboli ed esposti, per assicurare la difesa dei loro diritti».
Assegnato oggi a Vicenza in occasione della presentazione del Rapporto Nazionale  sull'attività di Polizia Locale, l'ambito riconoscimento è stato ritirato dal Capitano Gennaro Cerullo e dal Luogotenente Nicola Caprice in rappresentanza del Corpo e della Unità Operativa Tesm alla presenza del Sindaco Luigi De Magistris, Delegato Sicurezza e Legalità Anci, e del Comandante Ciro Esposito.
A titolo di esempio si sintetizzano alcuni interventi effettuati nel corso dell’anno di riferimento. A febbraio veniva arrestato in flagranza uno stalker diciottenne che perseguitava una bimba di solo 8 anni. Il  giovane pedinava la bambina e la riprendeva con foto e filmati rielaborando il materiale, con l'aggiunta di dettagli pedo-pornografici, per poi divulgarlo sui social network.
Ad ottobre, a seguito di attività delegata dalla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, la U.O. Tutela Emergenze Sociali e Minori è riuscita ad individuare una coppia di coniugi napoletani che, con dichiarazioni mendaci, si era resa colpevole della compravendita di una neonata con la complicità della madre biologica.
Vale la pena rimarcare anche la costante attività svolta dalla U.O. T.E.S.M. alla repressione della prostituzione minorile che a marzo ha consentito di sottrarre due minori rumene, entrambe in precarie condizioni di salute, sorprese a prostituirsi nelle zone periferiche di Napoli. Sono stati attivati tutti gli interventi a tutela del loro benessere e del recupero delle giuste condizioni di vita della loro età con l’immediato collocamento in strutture di protezione ed accoglienza.   
 

Costa fascinosa a Napoli per la Fondazione Umberto Veronesi

In occasione del mese della prevenzione del tumore al seno Costa Crociere sarà nuovamente a fianco della Fondazione Umberto Veronesi per sostenere il progetto “Pink is good", che si pone come obiettivo di sconfiggere definitivamente il tumore al seno, promuovendo la prevenzione e supportando ogni anno le attività di ricerca.

Per il secondo anno consecutivo la compagnia italiana finanzierà una borsa di ricerca, da destinare a una giovane e meritevole ricercatrice italiana scelta dalla Fondazione Umberto Veronesi. A bordo delle navi della flotta Costa posizionate nel Mediterraneo verrà riproposta, nel corso di una intera settimana, la campagna di sensibilizzazione a favore di “Pink is Good”: materiale informativo e di approfondimento verrà distribuito in ogni cabina per informare gli ospiti sulla prevenzione del tumore al seno, con suggerimenti sugli stili di vita sani da seguire e sugli esami di controllo regolari da effettuare.

La nave ambasciatrice di questa campagna di sensibilizzazione sarà Costa Fascinosa. Il 16 ottobre, in occasione dello scalo a Napoli, si svolgerà l’iniziativa “Un cammino in rosa, guardando il mare", una suggestiva passeggiata non competitiva di circa 6,5 Km, lungo il mare, tra via Francesco Petrarca e la Stazione Marittima. L’obiettivo è sostenere le attività di prevenzione al tumore al seno della Fondazione Umberto Veronesi, anche concretamente attraverso una raccolta fondi. Per partecipare alla camminata, che vedrà la presenza degli ospiti e dell’equipaggio di Costa Fascinosa, basta presentarsi alle ore 14 presso il piazzale antistante la Stazione Marittima. Tra tutti i partecipanti verrà estratta una crociera per due persone nel Mediterraneo proprio a bordo di Costa Fascinosa.

L’iniziativa è organizzata da Costa Crociere, Fondazione Umberto Veronesi, Marinter Shipping Agency, ASD RuNaples con il patrocinio del Comune di Napoli, che ha inserito la camminata negli “Stati Generali del Mare 2017", rassegna che per tutto il periodo di ottobre e novembre offre un ricco calendario di eventi gratuiti con protagonista il mare.

Afragola e Napoli capitali dell'adozione e dell'affidamento

Afragola e Napoli diventano per due giorni capitali italiane dell’adozione e dell’affidamento: 34 associazioni provenienti da Palermo ad Aosta in rappresentanza di oltre 5000 famiglie si incontreranno per due giorni il prossimo 14 e 15 ottobre ad Afragola e a Napoli nell’ambito dell’assemblea annuale del Care, il Coordinamento delle Associazioni nazionali delle famiglie adottive e affidatarie; la più importante rete nazionale in questo ambito.

L’incontro sarà l’occasione per affrontare uno dei temi più delicati del percorso adottivo: l’affiancamento di cui hanno bisogno le famiglie adottive e affidatarie, nella fase successiva all’entrata in famiglia del bambino. Proprio le carenze di percorsi di questo genere sono tra le prime cause di fallimento di tante adozioni. Si stima, infatti, che siano circa 3000 le adozioni effettuate annualmente in Italia, ma che siano diverse decine i fallimenti adottivi che si verificano ogni anno. Protagonista della discussione inerente il post-adozione che coinvolgerà associazioni ed Istituzioni sarà l’associazione di genitori UnPassoIsieme, attiva sui territori di Afragola, Cardito, Caivano e Crispano. La proposta portata dall’Associazione napoletana sarà quella di proporre le positive esperienze vissute sul proprio territorio, con il supporto dell’Ambito Sociosanitario, come uno dei modelli di gestione innovativa del percorso successivo all’adozione.

Nei comuni dell’afragolese, infatti, in diversi casi le famiglie adottive e affidatarie hanno assunto un ruolo solidale verso altre famiglie impegnate nello stesso percorso, promuovendo percorsi di supporto e portando loro la propria esperienza e capacità di gestione del percorso adottivo.

L’incontro si terrà ad Afragola nella giornata di sabato presso l’Istituto delle Suore di Piazza Castello, mentre per la giornata di sabato l’appuntamento sarà a Napoli presso la Fondazione San Gennaro, al tondo di Capodimonte.

Rubano vino, pentole e televisore in un ristorante di Ercolano, arrestati due napoletani

Nel corso di un servizio ad "alto impatto" i carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno arrestato due 46enni e di Napoli, bloccati immediatamente dopo aver rubato da un ristorante una televisione, 68 bottiglie di vino e pentolame vario. La perquisizione sul loro veicolo ha portato al rinvenimento e sequestro di diversi arnesi atti allo scasso. Gli arrestati attendono il rito direttissimo. Nel corso dei servizi sono stati denunciati in stato di libertà: un uomo che deteneva 10 grammi di hashish a fini di spaccio; un uomo che aveva installato abusivamente una sirena bitonale sulla sua vettura; un uomo che portava abusivamente un coltello sulla sua vettura. Segnalati al prefetto 5 giovani trovati in possesso di modiche quantita' di stupefacente per uso personale. Insieme alla polizia locale sono state contestate 29 infrazioni al codice della strada e sottoposti a sequestro o fermo amministrativo 19 scooter. 

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica