Mercoledì 28 Giugno 2017 - 9:02

Una pietra contro il treno,
una ragazza perde un dente

SAN GIUSEPPE VESUVIANO. Un dente rotto, una decina di punti al volto e tanta, tanta paura. È questo il bilancio per la vittima dell’assurdo passatempo di un gruppo di teppisti che nella serata di sabato ha lanciato un grosso sasso su una carrozza del treno della Circumvesuviana in transito dalla stazione sangiuseppese “Casilli” a quella “Terzigno” situata nell’omonimo comune vesuviano. La pietra ha colpito uno dei finestrini della carrozza che, andando in frantumi, a propria volta ha colpito al volto una giovane coppia di fidanzati, purtroppo seduta nei pressi del punto dell’impatto. Ad avere la peggio la ragazza, che subito ha accusato forti dolori perdendo molto sangue.

Erri De Luca trasportato in ospedale per un malore

Intervento del soccorso alpino per lo scrittore Erri De Luca, che durante un'arrampicata sportiva nell'area di Gaeta è stato colto da un malore. De Luca, 64 anni, appassionato di arrampicate, è riuscito a scendere autonomamente per un tratto della parete, poi gli uomini del soccorso alpino, per mezzo del verricello, lo hanno caricato su un elicottero e trasportato all'ospedale di Latina.

 

Fiamme dalla stufa elettrica, muore carbonizzato

SAN CIPRIANO D'AVERSA. Il cadavere carbonizzato di un romeno di 43 anni è stato trovato nella tarda serata di ieri dai vigili del fuoco e dai carabinieri in un appartamento di San Cipriano d'Aversa nel Casertano dove si era sviluppato un incendio a causa probabilmente di problemi alla stufa elettrica. Sono stati i residenti del quartiere a chiamare i pompieri per le fiamme che sprigionatesi dall'abitazione fatiscente, composta di due stanze, in cui risiedeva lo straniero. L'uomo era nella camera da letto quando è stato sorpreso dal fuoco. I vigili del fuoco hanno domato il rogo scoprendo poi il corpo. Durante il successivo sopralluogo i militari della stazione di San Cipriano hanno riscontrato anomalie all'impianto elettrico e alla stufetta che l'uomo usava per riscaldarsi.

 

 

 

Polizia filma piazza di spaccio, tre arresti

NAPOLI. La sequenza delle immagini video girate dalla polizia ha consentito di smantellare una "piazza" di spaccio organizzata da tre persone, poi arrestate, nella zona di Piazza Garibaldi a Napoli. Si tratta di Nunzio La Manna, di 44 anni, Armando Pace, di 57 e Francesco Roccia, di 53. In particolare i tre avevano nascosto cocaina all'interno di una scatola a sua volta attaccata, grazie ad una calamita, su di una porta metallica dalla parte accostata al muro. Al passaggio dei clienti uno dei tre spacciatori si avvicinava alla porta, prendeva la droga nella scatolina e la consegnava agli acquirenti. I poliziotti sono riusciti a filmare le sequenze dell'attività di spaccio arrestando i tre che sono ritenuti responsabili di spaccio e di detenzione ai fini di spaccio di
sostanze stupefacenti. Gli agenti hanno recuperato la scatolina contenente 13 dosi di cocaina. I tre sono stati arrestati.

Pozzuoli, neonato ucciso in culla da un rigurgito: domani l'autopsia

POZZUOLI. Soffocato da un rigurgito mentre dormiva nella sua culletta. Sarebbe questa l’assurda causa che venerdì mattina ha provocato il decesso di un neonato di appena 25 giorni. 

INUTILI I SOCCORSI. Il piccolo è stato trovato privo di sensi dai genitori che immediatamente hanno tentato una inutile corsa in ospedale dove il neonato è arrivato già cadavere. 

DRAMMA A MONTERUSCIELLO. Il dramma si è consumato a Pozzuoli nel quartiere di Monterusciello, nelle palazzine popolari del lotto 12 in via Curzio Malaparte. 

LE INDAGINI. Sull’episodio indagano i poliziotti del Commissariato di Pozzuoli diretti dal vice questore aggiunto Pasquale Toscano . Domani l'autopsia al centro di medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli.

San Giorgio, crolla
la differenziata

SAN GIORGIO A CREMANO. Torna a calare la raccolta differenziata nel comune di San Giorgi a Cremano. Il dato è sceso dal 56,7% registrato a gennaio al  51,4%di febbraio. Un calo che rappresenta un passo indietro alle percentuali del 2011. Uno scivolone, quello registrato dal Comune vesuviano, che piomba nel pieno della campagna elettorale per il rinnovo dell'amministrazione comunale e accende lo scontro politico.

Papa Francesco ha ringraziato i napoletani

 

Il Santo Padre all'Angelus ha ringraziato Napoli e i napoletani per la sua splendida giornata trascorsa da Pompei al Lungomare di via Parteniope.

"IERI SONO STATO A napoli IN VISITA
PASTORALE. VOGLIO RINGRAZIARE PER LA CALOROSA ACCOGLIENZA DI
TUTTI I NAPOLETANI. GRAZIE TANTO".

Napoli spera nel miracolo di San Gennaro e il Santo dà soddisfazioneL'annuncio della liquefazione in occasione della visita di papa Francesco è stato fatto in cattedrale dal cardinale Crescenzio Sepe dietro constatazione dello stesso Pontefice. L'ampolla con il sangue di San Gennaro è oggetto di culto ma anche di attenzione polemica. Il prodigio della liquefazione del sangue non era avvenuto né con Wojtyla né con Ratzinger, che andò a Napoli nel 2007. Si verificò nel lontano 1848 con Pio IX.

Quella al Duomo è stata la tappa 'clou' della visita di Bergoglio a Napoli. Certamente la più attesa, perché la devozione per il santo patrono è tale (lo ha ricordato anche il cardinale Sepe, puntualizzando che per quanto popolare sia la devozione per il santo non si è mai arrivati ad espressioni di fanatismo) che a Napoli sono stati tutti col fiato sospeso nell'attesa del prodigio della liquefazione del sangue.

Prima del miracolo, il Papa ha lanciato un duro monito al clero partenopeo, tuonandocontro l'atteggiamento di chi mette zizzania attraverso le chiacchiere. Chi chiacchiera è come un "terrorista che butta una bomba e distrugge". E non le manda a dire: "Il diavolo - ha detto il Papa in un discorso fatto interamente a braccio perché come annuncia prima di parlare 'i discorsi preparati sono noiosi' - ci tenta sempre con gelosie, invidie, lotte interne, antipatie. Tante cose che non ci aiutano a fare una vera fratellanza se noi diamo testimonianza di divisione".

E ha aggiunto: "Mi permetto di parlare di terrorismo delle chiacchiere perché quello che chiacchiera è un terrorista che butta una bomba e distrugge". Francesco, per spiegare il concetto tanto forte, è ricorso ad una iperbole e dice: "Almeno facesse il kamikaze", intendendo il terrorista che con la sua azione distrugge se stesso, "ma le chiacchiere distruggono gli altri", ha insistito Francesco che ha invitato a dire ciò che non va "in faccia alla persona. Sennò lo dici ad una persona che può rimediare. Le chiacchiere sono il terrorismo della fraternità diocesana, sacerdotale, di tutta la comunità religiosa". Bergoglio ha anche lanciato un monito contro l'affarismo e la mondanità tra i religiosi.

Al suo arrivo al Duomo, il Pontefice è stato accolto con grande simpatia e spontaneità dai festeggiamenti di 66 suore di clausura. "Le ho lasciate uscire per incontrarlo", ha spiegato il cardinale Sepe. Ma il porporato non ha fatto in tempo a concludere che le claustrali hanno accerchiato letteralmente il Papa e gli hanno fatto festa intorno. "Sorelle dopo", ha cercato Sepe di contenere scherzosamente l'entusiasmo delle suore.

Oltre a sacerdoti, diaconi e seminaristi della diocesi napoletana, ad accogliere papa Francesco nel Duomo c'era anche don Maurizio Patriciello, parroco del Parco Verde di Caivano noto per il suo impegno contro i roghi di rifiuti tossici in Terra dei fuochi. Prima di raggiungere l'altare, Bergoglio ha scambiato alcune parole con lui.

 

Portici, medico pedofilo condannato

PORTICI. Con l'accusa di avere abusato si un bambino di 11 anni, G.P., di professione medico, è stato condannato a una pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione. Secondo i giudici del Tribunale di Napoli l'uomo avrebbe abusato del piccolo all’interno del proprio studio medico il 24 settembre del 2012, mentre la madre si trovava in una stanza attigua intenta a sottoporsi ad agopuntura. Era stato lo stesso bambino a descrivere le "attenzioni" subite dal medico.

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici