Giovedì 23 Novembre 2017 - 17:46

Marito e moglie in una discarica: è duplice omicidio

GIUGLIANO. Giallo nei pressi di Masseria Monticelli a Giugliano dove sono stati trovati i cadaveri di una coppia di coniugi. Si tratta di Luigi Simeone, tassista, e della moglie Immacolata Assisi, entrambi 49enni residenti a Melito. Ci sono volute diverse ore e un lavoro certosino di polizia e vigili del fuoco per riuscire a recuperare i corpi dei due, gettati in una delle tante cave che contraddistinguono l'ipervia zona nei pressi di via Ripuaria. Entrambi riportavano ferite da arma da fuoco alla testa. Gli investigatori, che in un primo momento, avevano pensato ad un caso di omicidio suicidio hanno presto abbandonato questa ipotesi puntando su quella del duplice omicidio. Nei pressi del burrone è stata inoltre trovata il taxi con il quale Simeone lavorava. L'auto era chiusa a chiave e all'interno erano ben visibili alcune tracce ematiche. 

 

 

 

Girava armato a bordo della sua auto, preso affiliato ai Cuccaro-Aprea

SOMMA VESUVIANA. Un 52enne già noto alle forze dell'ordine e ritenuto vicino al clan camorristico dei “Cuccaro Aprea”, Ciro Noto, residente a Barra sul corso Sirena, è stato tratto in arresto questa notte dai Carabinieri mentre si aggirava armato per il paesino del vesuviano. I Carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana stavano operando un servizio di perlustrazione predisposto per il controllo del territorio quando l’hanno notato aggirarsi con fare sospetto per via Firenze, alla guida della sua 500. Alla vista dei militari dell’Arma l’uomo si è dato alla fuga ma è stato raggiunto e bloccato dopo un breve inseguimento. Nel corso delle conseguenti perquisizioni, personale e del veicolo, i Carabinieri l’hanno trovato in possesso di una pistola semiautomatica calibro 7,65 con matricola abrasa, colpo in canna e 6 cartucce nel caricatore. A parte, ma sempre sulla vettura, c’erano altri 30 colpi dello stesso calibro. L’arma sarà sottoposta ad accertamenti per verificare se è stata usata in fatti di sangue e/o intimidazione. L’arrestato è stato tradotto nella Casa Circondariale di Poggioreale.

In commissariato riconosce il presunto rapinatore, fermato

GIUGLIANO. Va in commissariato per accompagnare la figlia che doveva rinnovare il passaporto e vede un uomo che si stava allontanando a bordo di un furgone, riuscendo ad annotare solo le prime tre cifre del numero di targa, ritenendo che fosse l'autore della rapina che aveva subito qualche giorno prima. Il fatto è avvenuto a Giugliano. Gli agenti del commissariato, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino, hanno avviato le indagini sottoponendo a fermo il 49enne Procolo Mele di Pozzuoli, perché indiziato di rapina. Due giorni prima la donna, una straniera dell'Est, per strada a Varcaturo - lungo la fascia costiera di Giugliano - era stata avvicinata da un uomo che col pretesto di vendere dei prodotti alimentari le aveva strappato la borsa. Dinanzi alle resistenze della vittima il presunto rapinatore, secondo il racconto della donna, l'aveva picchiata tanto da doverla costringere alle cure dei sanitari con l'applicazione di tre punti di sutura. La donna aveva poi presentato denuncia ai carabinieri. Ma l'altro giorno c'è stato il casuale incontro che le ha consentito di annotare parzialmente il numero di targa consentendo la svolta nel indagini.

 

Pallonate contro la Circum per divertirsi: denunciati tre studenti delle superiori

NAPOLI. Nel corso di servizi predisposti per contrastare danneggiamenti ai mezzi del trasporto pubblico ferroviario i Carabinieri della Compagnia di Poggioreale hanno denunciato in stato di libertà 3 studenti di 15, 16 e 18 anni, ritenuti responsabili di molestia alle persone in concorso. I 3 sono stati sorpresi all’interno della Stazione della Circumvesuviana in via Chiaromonte: per “divertirsi” a guardare il fuggi fuggi stavano ripetutamente tirando pallonate al convoglio ferroviario Poggiomarino - Napoli, causando disturbo e paura alle persone che stavano scendendo o salendo dal treno alla detta fermata.

Arrestato affiliato al clan Abete: è stato stanato in Francia

NAPOLI. Doveva scontare quasi 5 anni di reclusione per traffico di stupefacenti ma si era reso uccel di bosco per sfuggire al carcere. Dopo circa 2 anni è stato fermato in Francia. Nel corso delle attività per trovarlo i Carabinieri della Stazione di Secondigliano hanno esteso le sue ricerche in ambito europeo e tale segnalazione in ambito Shengen ha consentito la sua individuazione lo scorso 11 febbraio a Bordeaux, in Francia. Adesso, in cooperazione con personale dell’Interpol e della Polaria di Roma è stato tratto in arresto Gianluca Di Paola, 26 anni, residente a Napoli sulla Circumvallazione esterna, ricercato da circa 2 anni, già noto alle forze dell'ordine e ritenuto contiguo al clan camorristico degli “Abete”, attivo nel quartiere di Scampia. Il 26enne, raggiunto da un Ordine di carcerazione emesso il 20 settembre 2012 dalla Corte di Appello di Napoli, dovrà espiare un residuo pena detentiva: 4 anni e 11 mesi di reclusione per traffico di stupefacenti perpetrato nel marzo 2010 a Napoli. A seguito di mandato di estradizione Di Paola è stato accompagnato dalle autorità francesi all’aeroporto internazionale di Fiumicino e dopo la notifica del provvedimento restrittivo è stato tradotto nella Casa Circondariale di Rebibbia.

Pd, nominati commissari a Giugliano ed Ercolano

GIUGLIANO-ERCOLANO. Teresa Armato e Peppe Russo sono i commissari dei circoli del Pd di Ercolano, la prima, e Giugliano, il secondo. Lo rende noto il Pd di Napoli sottolineando che Armato e Russo sono stati scelti «tra figure di esperienza, autorevoli e non coinvolti nelle vicende locali». Il commissariamento dei due circoli era stato deciso ieri dalla stessa segreteria di Napoli del Pd «d'intesa con la segreteria nazionale e con quella regionale, in considerazione degli eventi verificatisi nei giorni scorsi e al fine di garantire un più rigoroso presidio al percorso di avvicinamento alla scadenza elettorale del prossimo 31 maggio». 

Commise un'altra rapina,
23enne ancora ai domiciliari

POMIGLIANO D’ARCO. Fu arrestato a novembre per rapina aggravata, ma si è scoperto che poche ore prima ne aveva portata a termine anche un’altra: ancora domiciliari per Tommaso di Mauro, 23enne di Castello di Cisterna. Smartphone e contanti erano il suo obiettivo. Giovani le sue vittime, che minacciava ogni volta con un coltello. Un profilo a cui è stato aggiunto un tassello importante, quello che ha consentito ai carabinieri di chiudere un’altra indagine: la Fiat Punto bianca con cui usciva per andare alla ricerca delle sue “prede”. L’auto che consentì di individuarlo a novembre, e che ora, di nuovo, ha permesso di incastrarlo. Un elemento che ha permesso di riconoscere in Di Mauro il presunto responsabile di un’altra rapina commessa qualche ora prima che venisse arrestato nel pomeriggio del 27 novembre e per la quale ieri è stato raggiunto dai carabinieri, che gli hanno notificato una nuova ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Si barrica in casa e minaccia di far esplodere la bombola del gas, presa

QUARTO. Una donna si è barricata in casa a Quarto, minacciando di fare esplodere una bombola di gas, ed è stata bloccata dall'intervento dei carabinieri e dei medici del 118. Iaquinta Artiaco, 48 anni, di Quarto, in stato di alterazione psichica si è chiusa nella sua abitazione, minacciando di fare esplodere la bombola. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno evacuato la zona, un'ambulanza del 118 e i Vigili del Fuoco. La donna è stata convinta ad aprire la porta ai militari ed è stata immobilizzata. Secondo i medici sarebbe incapace di intendere e di volere. È stata trasferita nel carcere di Pozzuoli in attesa del trattamento sanitario obbligatorio. I vigili del fuoco hanno preso in consegna la bombola a gas che la donna aveva in casa.

Agguato sulla foce del lago Fusaro, arrestato ucraino

BACOLI. Un immigrato ucraino - George Mikailu, 41 anni, senza fissa dimora - è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di tentativo di omicidio e porto abusivo d'arma. George - secondo quanto emerso dalle indagini dei militari - è accusato di essere il responsabile del ferimento di un uomo di 32 anni avvenuto a Bacoli, in località Spiagge Romane, l'11
aprile scorso. L' ucraino avrebbe agito a bordo di uno scooter guidato da un complice, che i carabinieri stanno cercando di identificare. Contro l'uomo sono stati sparati tre colpi di pistola, che lo ferirono al braccio destro e alla guancia sinistra. Ricoverato all' ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, l'uomo è stato giudicato guaribile in 20 giorni. Alla base del ferimento ci sarebbero stati rancori personali tra i due. 

 

Droga nelle aiuole, sequestro e un arresto al Parco Verde

CAIVANO. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno arrestato per evasione dagli arresti domiciliari e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti G. D. M., 44 anni, già noto alle forze dell'ordine, attualmente sottoposto ai domiciliari per associazione per delinquere, ricettazione e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. Durante i controlli nel complesso di edilizia popolare del “Parco Verde”, i militari hanno sorpreso e bloccato il 44enne nei pressi della sua abitazione in stato di evasione. Sottoposto a perquisizione è stato trovato possesso di 60 dosi di crack, del peso complessivo di 13 grammi, 4 confezioni di marijuana, del peso complessivo di 5 grammi e di 210 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività. Durante l’operazione i carabinieri, hanno esteso la perquisizione nelle zone adiacenti, rinvenendo nascosti tra le aiuole 48 stecchette di hashish, per un peso complessivo di 117 grammi, 51 confezioni di marijuana, per un peso complessivo di 60 grammi e 2 coltelli da cucina presumibilmente usati per tagliare lo stupefacente. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici