Mercoledì 20 Settembre 2017 - 6:00

Spaccia la droga dei Lo Russo: arrestato

NAPOLI. I carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella hanno effettuato un servizio antidroga nel complesso di edilizia popolare del “rione San Gaetano”, ove gli affari illeciti sono ritenuti sotto il controllo del clan camorristico dei “Lo Russo”. Nell'operazione è stato tratto in arresto Carmine di Napoli, 49 anni, residente in via Caprera, già noto alle forze dell'ordine e ritenuto contiguo al suddetto sodalizio criminale.

RcAuto, a Napoli è un optional

NAPOLI. I carabinieri nel traffico caotico e intenso dei Quartieri Spagnoli e intorno a via Toledo sono stati scoperti 56 conducenti di auto e scooter che circolavano senza copertura assicurativa (i loro mezzi sono stati sottoposti a sequestro amministrativo) e denunciato per uso di atto falso e ricettazione un 46enne di via Fragnito che circolava con la sua Peugeot 107 con un tagliando assicurativo falso. Nove persone guidavano 6 auto e 3 scooter senza aver conseguito la patente. Sorpresi e denunciati ai posti di controllo anche un 32enne di via san nicola dei caserti e una 45enne di via vicinale sant’aniello che circolavano alla guida di due ciclomotori con numero di telaio contraffatto.

Sosta selvaggia, a Chiaia 170 verbali in poche ore

NAPOLI, I carabinieri della compagnia Centro insieme a colleghi del nucleo radiomobile di Napoli hanno effettuato servizi per contrastare fenomeni diffusi d’illegalità a Chiaia. I servizi organizzati per combattere il fenomeno dei parcheggiatori abusivi nelle zone piu’ frequentate della “movida” (sabato sera ancora piu’ affollate in occasione di San Valentino) hanno portato a multe e allontanamento per 41 soggetti sorpresi a esercitare abusivamente l’attività di parcheggiatore guardiamacchine e al sequestro dei proventi dell’attivita’ svolta illecitamente, 201 euro. Nel corso dei servizi operati dai militari dell’arma nel quartiere chiaia sono stati contemporaneamente operati controlli della “Napoli Park”. Il personale addetto al controllo sugli stralli a pagamento ha riscontrato 170 casi di conducenti che non avevano provveduto a pagare per parcheggiare sulle strisce blu. Nella circostanza un parcheggiatore abusivo 24enne è stato sorpreso dai carabinieri mentre gettava via l’avviso di accertamento lasciato tra i parabrezza ed i tergicristalli di una decina di auto ed e’ stato denunciato per aver soppresso gli atti.

Somma Vesuviana, tragedia nella notte: casalinga investita e uccisa

SOMMA VESUVIANA. Una donna di 47 anni, Annamaria Vitiello, nata a San Giorgio a Cremano e residente a Somma Vesuviana in via Marigliano, separata, casalinga, incensurata, è morta dopo essere stata investita da un’auto a Somma mentre attraversava via Marigliano la scorsa notte. Alla guida dell’auto un 39enne di Saviano che stava percorrendo via Marigliano. La donna è stata portata all’ospedale di Nola da personale del 118 ma è deceduta a causa delle lesioni riportate. Sulla salma è stato disposto l’esame autoptico. L’auto dell’investitore è stata sottoposta a sequestro.

 

Sequestrata sala giochi al Vomero

NAPOLI. I carabinieri della compagnia del Vomero posto i sigilli a una sala giochi e scommese del Vomero, non essendo in possesso della licenza di pubblica sicurezza. Denunciata la titolare di 27 anni e due pregiudicati per gioco d'azzardo. Sequestrate diverse attrezzature e 200 euro relative a scommesse illegali.

Capri, furgone in mare, sciagura sfiorata

CAPRI. Furgone in mare nel porto di Capri.Tragedia sfiorata, per fortuna, a parte i danni della cooperativa Portuali, proprietaria del veicolo, che effettua servizi di facchinaggio e trasporto bagagli e merci, nessun ferito. Il furgoncino era parcheggiato a pochi passi dal porto di Capri, a bordo non c’era nessuno. Il veicolo è affondato nelle acque del porto nella tarda serata di ieri probabilmente per un guasto all'impianto frenante che ha portato il mezzo a scivolare e cadere in acqua a causa della pendenza del basolato. Ad accorgersi dell’incidente un cittadino di Marina Grande che ha allertato i componenti della cooperativa che a loro volta hanno lanciato l’allarme ai mezzi di soccorso. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, i militari della Guardia Costiera e gli agenti della Polizia, insieme a numerosi volontari che hanno tirato a secco il veicolo con l’ausilio del verricello in dotazione ai Vigili del fuoco e con l'aiuto dei subacquei ci Capri

Corsi di formazione, scandalo da 4 milioni di euro

NAPOLI. Corsi di formazione per 320 giovani napoletani, con stage pagati presso le aziende, mai partiti. In fumo il bando da 4 milioni di euro, attinti dai  fondi europei Por Fse 2007-2013. 
Sedici progetti della durata di 9 mesi in diversi settori, dal turismo alla ristorazione, alle attività ricettive, rivolti a persone da 18 a 55 anni e finalizzati all’inserimento lavorativo. 
Ma non sono bastati 4 anni alla Regione Campania per concludere l’iter amministrativo. Nonostante il bando sia stato lanciato nel 2011 e la graduatoria degli assegnatari sia pronta dal novembre 2013, i finanziamenti non sono mai stati attivati. Soldi non spesi, che ora saranno rispediti a Bruxelles, visto che la rendicontazione dei progetti va fatta entro il prossimo dicembre.
Beffati i 16 enti di formazione, in maggioranza di Napoli, che 2 anni fa hanno vinto il bando e sono stati inseriti in graduatoria, beffati i 320 napoletani che in tutto questo tempo avrebbero potuto partecipare ai corsi e ai tirocini pagati presso le aziende, con la possibilità di essere assunti alla fine del percorso. Un’altra occasione persa per creare sviluppo e occupazione in un territorio sofferente e piegato dalla crisi. 

BEFFATI 16 ENTI DI FORMAZIONE. Dopo più di un anno di richieste di chiarimento cadute nel vuoto, adesso i 16 assegnatari – Pmi Consulting, Csm Service, Obiettivo Napoli, Salernet, Res International, Scep, Piemmei Napoli, Arci Nuova Associazione Napoli, Delois International Consulting, Ideeazioneimpresa srl, Safim, Protom Group spa, Sep Scuola di Estetica professionale, Academy School slr, Noesis, Consvip – hanno deciso di far fronte comune per chiedere all’Ente di riattivare subito la procedura. 
«In un momento storico di forte crisi economica – scrivono in una nota congiunta –, dove gli operatori economici, specialmente al meridione, affrontano ogni giorno grosse difficoltà per poter sopravvivere e cercare di garantire un minimo di attività lavorative, e nonostante la grande disponibilità di fondi strutturali europei, la Regione Campania pensa di poter sperperare le proprie risorse comunitarie rimandandole al mittente».

4 ANNI PER UN BANDO. Il 30 dicembre 2011, la Ragione, con decreto dirigenziale 324, approva il bando da 4 milioni di euro, per l’avvio dei corsi di formazione, dal titolo “Po Campania Fse 2007-2013. Asse IV Capitale Umano”. Due gli obiettivi: “Aumentare l’accesso all’istruzione e alla formazione iniziale, professionale e universitaria, migliorandone la qualità” e “Migliorare le caratteristiche, l’attrattività, nonché l’accessibilità dell’offerta di formazione per gli adulti in particolare nel settore della ricerca e dell’innovazione”. Il bando, articolato in 16 progetti, prevedeva un percorso formativo di 200 ore, nel quale si sarebbero dovute apprendere le conoscenze di base, seguito da un tirocinio pagato di 800 ore presso le aziende di settore, finalizzato all’inserimento lavorativo. I corsi erano rivolti a 320 persone dai 18 ai 55 anni. In pratica stage di 9 mesi presso le aziende, con un rimborso (indennità di frequenza) di 2,50 euro all’ora e le spese di viaggio pagate. 
L’11 giugno 2012, 6 mesi dopo, con decreto dirigenziale dell’Agc 17 numero 94 viene nominato il Nucleo di Valutazione che ha il compito di verificare l’ammissibilità dei progetti presentati e valutare le proposte progettuali pervenute ammissibili e di redigere la graduatoria. Il Nucleo conclude le sue attività il 6 novembre 2013: un anno e 5 mesi dopo. 
Il 22 novembre successivo, i risultati sono trasmessi, con nota 802778, agli atti della Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche Giovanili della Regione Campania e, il 30 dicembre, con decreto dirigenziale numero 980 Dip 54 Direzione 11, arriva la presa d’atto della verifica di ammissibilità e della graduatoria e si rinvia a successivi atti l’ammissione al finanziamento e l’impegno di spesa per la realizzazione dei progetti. 

E QUI SI FERMA L’ITER. Perché, da allora, i finanziamenti non sono mai partiti e per più di un anno i 16 enti non hanno più avuto alcuna risposta, nonostante le numerose sollecitazioni inoltrate. Il 25 novembre scorso, quindi, inviano una nota agli assessori al Lavoro e all’Istruzione e al servizio. «Visto che la graduatoria degli assegnatari è pronta da più di un anno – scrivono - e nessun ricorso, nel frattempo, è stato presentato, chiediamo un incontro sui tempi della chiusura del procedimento amministrativo vista la scadenza del Por».

«Il RISULTATO è che i 16 percorsi formativi destinati ai 320 allievi non sono partiti. Sprecato l’impegno di oltre 60 partner (aziende ed enti di formazione ed istituzioni) coinvolti nelle attività con tutto il loro personale. Il finanziamento da 4 milioni di euro non è stato speso e va rispedito al mittente, mentre c’è da pagare il costo della commissione di valutazione, senza aver conseguito il risultato». «A questo punto – concludono – desideriamo capire di chi sia la responsabilità di questo ritardo. Se sia imputabile alla politica, incapace di gestire la spesa, o piuttosto alla burocrazia, magari per l’ostruzionismo di qualche dirigente».
«Il nostro auspicio - commenta Giuseppe Gilardi, presidente di Obiettivo Napoli onlus - è che l’iter burocratico possa riprendere subito. Territori sofferenti come quello napoletano non possono permettersi di perdere l’opportunità di utilizzare risorse disponibili per avviare attività e creare occupazione per i giovani».

Strade chiuse, maratona di Napoli senza domenica ecologica

napoli. Troppe strade chiuse, salta la domenica ecologica. Sul dispositivo del traffico che, in occasione della maratona di Napoli, vietava la circolazione su tutto il territorio cittadino il Comune è stato costretto a fare dietrofront. 
Il blocco del traffico veicolare sarà limitato al solo percorso della Maratona di Napoli, e comunque fino alla conclusione della corsa, ovviamente per non interferire  col passaggio degli atleti per alcune strade cittadine. «La decisione di Palazzo San Giacomo - è specificato in una comunicazione ufficiale - nasce da sopravvenuti accadimenti come la temporanea chiusura di importanti assi viari di collegamento tra zone cittadine come via Miano ma anche dei lavori di messa in sicurezza di alcune alberature di via Manzoni».

la maratona. Una mattinata tutta dedicata alla corsa quella in programma oggi Napoli, in occasione della maratona internazionale di Napoli-trofeo Banca del Sud. 
In strada infatti scendono i 1.200 atleti iscritti alla diciassettesima edizione della gara podistica organizzata dalla Napoli 1000venti, che quest’anno annovera al via rappresentanti di ben 29 nazioni.

Bimba morta al Santobono, medici indagati

È stata disposta l'autopsia sul corpo della bimba di 8 mesi morta dopo essere stata dimessa dall'ospedale pediatrico Santobono di Napoli dove era stata curata per problemi respiratori. L'autopsia sarà eseguita lunedì prossimo. Secondo quanto si apprende, contestualmente, verranno emessi anche gli avvisi di garanzia, come atto dovuto nell'ambito delle indagini che si stanno concentrando sulla decisione di dimettere la bimba dall'ospedale.

A disporre l'esame autoptico sono stati i magistrati titolari dell'indagine, il procuratore aggiunto Luigi Frunzio e il sostituto Emilia Gentile. In Procura, intanto, sono state consegnate, dalla Polizia di Stato, le documentazioni sequestrate ieri nell'ospedale pediatrico. Gli investigatori hanno anche raccolto le testimonianze dei genitori della bimba.

Il commissariato di polizia di Ponticelli ha ascoltato la pediatra della famiglia mentre gli agenti del commissariato del Vomero hanno acquisito la cartella clinica nel nosocomio pediatrico napoletano.

È una coppia giovane, il papà ha 27 anni, la mamma un anno in meno, quella che ieri ha perso la propria bimba deceduta dopo un aggravamento delle condizioni e mentre la stavano riportando in ospedale. La coppia, distrutta dal dolore, ha anche un bambino di qualche anno.

La dirigenza dell'ospedale pediatrico Santobono di Napoli ha avviato un'indagine interna in merito alla morte della bambina deceduta ieri dopo essere stata dimessa dalla struttura ospedaliera. A coadiuvare il lavoro di indagine - a quanto rende noto l'azienda ospedaliera - alcuni dirigenti inviati dalla Regione Campania. I vertici del Santobono ricordano, inoltre, che stesso nella giornata di ieri, giorno del decesso della bimba di appena 8 mesi, la struttura ospedaliera ha immediatamente informato «la magistratura e i competenti uffici regionali».

Giugliano, rapinava Poste e supermercati per costruire case e magazzini

GIUGLIANO. Ieri i militari della Compagnia di Giugliano in Campania, diretti dal capitano Francesco Piroddi, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Napoli, di 5 appartamenti, 2 magazzini, un'autorimessa, tutti intestati ad Anna Sequino Anna, 53enne incensurata di Giugliano. L'attività investigativa, avviata nel marzo 2013 a seguito della proposta dell'applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nei confronti del figlio della donna, Francesco De Rosa, 31enne, pregiudicato, ha consentito di appurare che la donna era fittiziamente proprietaria dei beni, tutti nella disponibilità indiretta del figlio, l'edificazione è stata completata in concomitanza con tre rapine commesse, tra l'anno 2001 e il 2008, dal giovane ai danni di due uffici postali e un supermercato ubicati nel centro Italia, durante le quali furono asportati complessivamente 70mila euro. Evidente sproporzione tra i redditi dichiarati da De Rosa Francesco, Sequino Anna e De Rosa Ciro, 55enne padre di Francesco, e gli averi nella loro disponibilità. Il valore complessivo dei beni finiti sotto sequestro è pari a due milioni di euro.

Pagine

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici