Lunedì 19 Febbraio 2018 - 8:58

De Luca: asse mediano, cerchiamo un accordo per gli svincoli

NAPOLI.  "Stiamo cercando di sbloccare una situazione bloccata sull'asse mediano di Napoli. Abbiamo due svincoli bloccati a Melito e uno a Casoria". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine della conferenza stampa di presentazione dele convenzioni con l'Anas in sala Giunta a Palazzo Santa Lucia. "Stiamo cercando di fare un accordo con la Città Metropolitana di Napoli", spiega il presidente, " in base al quale la Regione si carica gli oneri per questo investimento e anche la gara per aprire questi tre svincoli che obbligano decine di migliaia di automobilisti a fare giri lunghissimi sull'asse mediano di Napoli".

Tre scosse di terremoto al confine tra Basilicata e Campania

ROMA. Ci sono state tre lievi scosse di terremoto stamane lungo il confine tra Campania e Basilicata. La più forte è stata di magnitudo 2.8, le altre due di 2.1 e sono state registrate nel Potentino tra le ore 9.49 e le 10.07. Nessun danno a persone o cose. L'Ingv, segnala che l'epicentro, a una profondità di sette chilometri, è stato registrato a una trentina di chilometri dal capoluogo della Basilicata tra Muro Lucano, Bella, Castelgrande, Balvano (Potenza) e Ricigliano (Salerno).

Sant'Antimo, bomba esplode davanti al market

SANT'ANTIMO. Paura stanotte in via Aldo Moro a Sant'Antimo, dove un potente ordigno è esploso davanti alla saracinesca del supermercato Decò. L'esplosione ha distrutto la saracinesca e i vetri delle porte d'ingresso al locale commerciale. Danneggiata anche una Fiat Punto che si trovava nelle vicinanze. Sul posto della grave intimidazione sono giunti i carabinieri della tenenza di Sant'Antimo e una volante del commissariato di polizia di Frattamaggiore.

Ai domiciliari, coltivava marijuana. Arrestato Minicuccio 'o capellone

CASTELLAMMARE DI STABIA. È stato ammanettato per avere coltivato piante di marijuana mentre si trovava agli arresti domiciliari. Salvatore Domenico Comentale, Minicuccio 'o Capellone, ha il vizietto dell'agricoltore, ma solo per la marijuana che ha piantumato, cresciuto ed essiccato in proprio negli anni, in un fondo agricolo non a lui intestato ma da 20 anni nella sua disponibilità. La Guardia di Finanza di Castellammare di Stabia, su delega della Procura della Repubblica del Tribunale di Torre Annunziata, ha eseguito un'ordinanza di custodia in carcere nei confronti di Comentale al quale - a ottobre dello scorso anno - furono trovate piante di marijuana per 30 kg . Le indagini proseguono per individuare eventuali complici.

Famiglia sterminata a Rende: è omicidio-suicidio

RENDE. Madre, padre e i due figli. Tutti e quattro morti nella loro casa, uccisi da colpi di pistola. Una strage che, secondo una preliminare ricostruzione, si è consumata all'interno della famiglia stessa con il padre che potrebbe aver ucciso la moglie e i figli per poi suicidarsi. La tragedia è accaduta a Rende, nel cosentino. Per entrare in casa è stato necessario sfondare la porta, elemento che farebbe pensare a un omicidio-suicidio. Le indagini vanno in ogni caso avanti senza sosta per capire quanto avvenuto a Salvatore Giordano, 57 anni, Francesca Vilardi di 59 e a Giovanni e Cristina, di 25 e 28 anni. Ad avvisare le forze dell'ordine sarebbero state persone della zona, che avrebbero udito alcuni spari. Gli inquirenti hanno parlato di una ''una scena spaventosa''. Sul posto anche il medico legale e la balistica ''perché - spiega la stessa fonte - bisogna capire se siano state usate una o più armi da fuoco'', sebbene in casa siano state trovate due pistole. Due corpi sono stati trovati proprio a ridosso della porta di ingresso: il cadavere del marito posizionato sopra quello della moglie.

Anziana clochard stuprata in pieno centro a Roma: immigrato in manette

ROMA. Un 31enne, senegalese, è stato arrestato con l'accusa di aver violentato una donna di 75 anni, di origini tedesche, nota clochard che abitualmente vive sotto i portici di piazza Vittorio. La donna, che stava dormendo all'angolo con via Carlo Alberto, si è svegliata trovandosi con i pantaloni abbassati e l'uomo dietro di lei. Le sue urla hanno attirato l'attenzione di due turisti di passaggio e dei Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante, di pattuglia in transito, che hanno inseguito e fermato il 31enne mentre tentava di scappare. La donna, visitata presso il Pronto Soccorso dell'ospedale San Giovanni, si trova ora nella caserma di via Tasso, ospitata e rifocillata dai Carabinieri, in attesa di una sistemazione. L'uomo, accusato di violenza sessuale, è stato condotto nel carcere di Regina Coeli.

Abusi sessuali su due ragazze: arrestato

SANT’ANTIMO. I Carabinieri della tenenza di Sant'Antimo hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 45enne, del quartiere Secondigliano di Napoli, indagato per violenza sessuale aggravata nei confronti di due ragazze, di cui una minore di 16 anni.Le indagini della Procura di Napoli Nord sono scattate a seguito della denuncia delle due ragazze e fanno riferimento a due distinti episodi, avvenuti rispettivamente a luglio e a ottobre del 2017. Identico il modus operandi: l'indagato, dopo aver simulato di essere rimasto vittima di un incidente stradale con la propria moto, induceva le vittime a fermarsi e, una volta che queste gli si avvicinavano per aiutarlo, commetteva gli atti sessuali.

Racket, spari contro
il tarallificio "Leopoldo"

NAPOLI. Sono in corso serrate indagini dei carabinieri per risalire agli autori della sparatoria di ieri sera tardi contro il tarallificio "Leopoldo", in via Foria. Due proiettili hanno centrato la serranda dell'azienda, già chiusa per la notte. A terra i militari hanno raccolto i bossoli mentre sono in corso gli accertamenti per individuare il movente. I titolari sono stati interrogati e avrebbero dichiarato di non aver subito minacce di tipo estorsive. Si vagliano le immagini delle telecamere della zona

Spari alla periferia di Napoli: quasi 30 colpi esplosi in strada

NAPOLI. Quasi trenta colpi di arma da fuoco sono stati esplosi la scorsa notte, poco prima dell'una, in via Ravello, tra San Giovanni a Teduccio e Barra, alla periferia di Napoli: molto probabilmente si tratta di una ennesima "stesa", vale a dire colpi esplosi ad altezza d'uomo. L'allarme alla Polizia di Stato lo ha dato un uomo, incensurato, che abita al secondo piano di uno stabile che si trova in quella strada, dopo che il vetro del suo balcone e' stato infranto da uno dei proiettili. Sul posto, in seguito ai rilievi, sul manto stradale sono stati rinvenuti 26 bossoli calibro 9x19. Non risultano persone ferite ne' telecamere in zona.

Rapina a Frattamaggiore. Presi 3 della banda: uno è ferito. Minacce al gioielliere

FRATTAMAGGIORE.  Nel corso della notte, nell’ambito dell’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord sulla tentata rapina ai danni della gioielleria Corcione a Frattamaggiore avvenuta sabato 10 febbraio, i Carabinieri del Gruppo di Castello di Cisterna e della Tenenza di Caivano hanno eseguito un provvedimento di fermo emesso dal Pubblico Ministero della Procura di Napoli Nord nei confronti di tre persone, rispettivamente di anni 29, 27 e 41anni per i reati di tentata rapina aggravata, detenzione e porto di arma clandestina e ricettazione, in concorso. L'arresto dei rapinatori non dovrebbe cambiare l'accusa nei confronti del gioielliere, Luigi Corcione, che al momento resta omicidio colposo.

"Ci pensiamo noi di Fratelli d'Italia a difendere il gioielliere di Frattamaggiore, se ha bisogno. Siamo assolutamente pronti ad assisterlo, se ci fosse bisogno, con l'avvocato Piero Porciani". Lo dice Ignazio La Russa, fondatore di Fratelli d'Italia candidato al Senato in Lombardia. "Il magistrato inquirente - ha sottolineato - ha capito che era in una condizione di pericolo. Non potendo elevare l'imputazione di omicidio volontario, ha parlato di omicidio colposo. Per negligenza, secondo il magistrato, il gioielliere non si è reso conto che ha reagito così tanto, poteva reagire di meno. Siamo alla follia. Si pretende che una persona aggredita, che sta facendo una collutazione, abbia la lucidità di capire qual è il punto di non ritorno".

Intanto Luigi Ferrante, avvocato del gioielliere Luigi Corcione, afferma che nelle immagini diffuse dagli organi di stampa l'uomo "non era intento a minacciare uno dei rapinatori, impugnando una pistola" ma era invece "intento a consegnare - a uno dei poliziotti intervenuti - una pistola sottratta a uno dei rapinatori". Secondo il legale la ricostruzione fatta "non corrisponde a verita'" ed "è lesiva della reputazione" del suo assistito. Ferrante chiede "un'ampia rettifica" dei fatti. 

“Tra i tanti commenti di solidarietà al gioielliere che ha ucciso il rapinatore cominciano a venir fuori anche commenti offensivi e minacciosi sui quali sarebbero necessari accertamenti da parte delle forze dell’ordine”. A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, postando sulla sua pagina facebook un commento in cui un utente di facebook “augura la morte al gioielliere e offende pesantemente lui e il figlio”. "Chiaramente sono pronto a comunicare alle forze dell’ordine il nome del titolare di quel profilo fb” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “una volta finito il clamore della vicenda, sarà importante non lasciare solo
Corcione perché, oltre alle conseguenze penali, potrebbe ritrovarsi a fare i conti con la vendetta di chi difende il rapinatore”.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli