Domenica 21 Ottobre 2018 - 14:21

Caso Astarita, Afro Napoli: confronto davanti alla Figc

NAPOLI. Svolta nella vicenda che ha visto coinvolta la calciatrice Titty Astarita e l’Afro-Napoli United. Il presidente Antonio Gargiulo, in accordo con i vertici della società sportiva, ha deciso di accogliere l’invito fatto dal Commissario della Federazione italiana gioco calcio Roberto Fabbrocini e dal Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia a far prevalere le ragioni dello sport e dichiara che Afro-Napoli United è aperta a un confronto con l’intera squadra di calcio a 11 femminile. Gargiulo ribadisce che «l’Afro-Napoli United è portatrice di valori umani ed universali, noti e chiari a tutti e coerenti negli anni ed è solo e unicamente in virtù di questo che abbiamo chiesto a Titty Astarita di chiarire una situazione che ci ha creato un forte imbarazzo e dispiacere ma non abbiamo mai, ribadisco mai cacciato alcun tesserato. Crediamo che la contraddizione forte stia nella persona di Titty Astarita per le scelte che opera e che sono contrastanti tra loro, e non nella nostra squadra che ha come principio fondante l’antirazzismo e valori in contrasto evidente con quelli degli schieramenti politici legati a Salvini e seguiti dalla stessa Astarita». «Tuttavia siamo consapevoli che l’accaduto – prosegue Gargiulo - meritava una più attenta valutazione. Nel calcio accade che si agisca d’impulso, non deve però accadere che non ci si chiarisca e che ragioni di altro tipo prevalgano sulla condivisione dei valori dello sport e della solidarietà. Perciò stiamo ancora aspettando Titty Astarita e la squadra femminile che sin da venerdì scorso sono state invitate a un confronto, e che ora chiediamo avvenga alla presenza del Comitato Regionale della Figc, per trovare una soluzione che vada bene per tutti».

Malore a quota mille, pensionato muore sul Vesuvio

ERCOLANO. Ha avuto un malore sul sentiero a quota mille del Vesuvio, probabilmente un infarto, che non gli ha lasciato scampo. È morto così un operaio 63enne, in pensione, di Maddaloni. L'uomo si trovava lì perché i dipendenti della ditta che si sta occupando del sentiero 5 - chiuso da più di una settimana a causa del nubifragio dello scorso 6 ottobre - gli avevano chiesto un parere su un macchinario di cui era esperto. Poi si è allontanato verso il cratere per una passeggiata. I primi a trovarlo sono state le guide che hanno chiamato carabinieri e 118, ma i soccorsi sono stati inutili. La salma è stata riconsegnata alla famiglia.

Pistola e cartucce interrate in un fondo agricolo

TORRE ANNUNZIATA. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Torre Annunziata questa mattinata, nell'ambito di una certosina attività di indagine hanno eseguito diversi controlli. All'interno di un fondo agricolo in via Plinio, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato un revolver marca "Python 357 Magnum" e 55 cartucce "CBC 357 Magnum": il tutto era sotterrato ad una profondità di circa 20/30 cm ed avvolti in un involucro di plastica a sua volta contenuto in una busta. Proseguono le indagini della Polizia di Stato sul fondo agricolo e sull’arma.

Oro e diamanti nascosti nell'auto, fermati due ricettatori

GIUGLIANO. Questa mattina gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Giugliano hanno sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria. O.E. e S.Z rispettivamente 24enne e 36enne, entrambi bosniaci, perché gravemente indiziati del reato di ricettazione. I poliziotti, durante l’attività di prevenzione e repressione dei reati, hanno intimato l’alt ad una autovettura Fiat Punto proveniente dalla zona industriale di Giugliano e diretta alla Circumvallazione esterna. Il conducente del veicolo anziché fermarsi ha accelerato fuggendo verso via Ferrovie dello Stato. Gli agenti li hanno inseguiti e bloccati poco dopo. A seguito del controllo i poliziotti hanno rinvenuto, all’interno del vano motore, occultata in una busta, numerosi oggetti in oro, tra cui diamanti e orologi da polso e vari monili. I due bosniaci, già conosciuti alle forze dell’ordine, non riuscivano a dare alcuna spiegazione riguardo i preziosi rinvenuti. L’autovettura, sfornita di assicurazione obbligatoria, è stata sequestrata mentre i due bosniaci sono stati sottoposti a fermo. Sono in corso indagini per risalire alla provenienza della refurtiva.

Scuolabus abusivi a Chiaia, controlli della Municipale

NAPOLI. Nell’ambito delle attività predisposte dalla Polizia Municipale di Napoli per il controllo dei bus adibiti al trasporto scolastico per verificare il rispetto delle norme finalizzate alla sicurezza stradale degli alunni, Agenti del Reparto Polizia Turistica hanno effettuato controlli nella zona di Chiaia. Nel corso di tale intervento sono stati controllati 21 veicoli. 16 conducenti sono risultati regolarmente autorizzati, mentre 5 sono stati verbalizzati ai sensi dell'art 85 c. 4 del codice della strada con relativi fermi amministrativi dei veicoli, in quanto abusivi. Ad uno di questi, oltre alla contestazione del servizio di trasporto abusivo, è stata ritirata la patente perchè alla guida di un veicolo già precedentemente sottoposto a sequestro e non ancora dissequestrato. Inoltre due conducenti sono stati verbalizzati perché trasportavano bambini in numero superiore a quelli previsti dalla carta di circolazione.

Riviera di Chiaia, riapre la carreggiata in direzione piazza Vittoria

NAPOLI. «Giovedì 18 ottobre, a partire dalle ore 6, verrà riaperta al traffico veicolare pubblico e privato la carreggiata di via Riviera di Chiaia in direzione Piazza Vittoria all’altezza di Piazza della Repubblica, la cui chiusura si rese necessaria per consentire l’ultimazione di alcune lavorazioni relative alla stazione di Arco Mirelli della Linea 6 della Metropolitana di Napoli». Lo fa sapere in una nota il Comune di Napoli. «Da Gennaio 2019 in poi si svilupperanno ulteriori fasi lavorative - conclude la nota - per consentire la realizzazione della sistemazione esterna di Piazza della Repubblica ed il riassetto definitivo dei sottoservizi sul solaio di copertura della stazione».

Sorpreso con pistola giocattolo modificata, 23enne nei guai

NAPOLI. Ieri pomeriggio, gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Crimine Campania, nell’ambito dei servizi di potenziamento del controllo del territorio, della prevenzione e repressione dei reati in genere, nelle aree cittadine e della periferia, hanno denunciato G. S., di anni 23,  poiché in possesso di una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Nel corso del servizio, i poliziotti mentre transitavano in via Nuova Villa hanno notato due giovani, a bordo di uno scooter SH Honda che, vedendo l’auto con i colori della Polizia hanno tentato di eludere il controllo. Subito intercettati e fermati dagli agenti, sono stati identificati ed entrambi avevano numerosi precedenti penali e di polizia. Lo stato di agitazione mostrato dai due ha indotto i poliziotti ad intensificare i controlli che sortivano un esito positivo poiché nella tasca del giubbino del passeggero trovavano una pistola giocattolo priva del tappo rosso, marca Volcanic modello V22, a tamburo con canna non occlusa e completa di caricatore a tamburo fornita di tre cartucce a salve e tre dardi inseriti nella camera di scoppio  che ne avrebbero aumentato il potenziale offensivo. L’arma veniva sequestrata e il giovane denunciato in stato di libertà. Il conducente del motoveicolo sanzionato per guida senza patente, mancata copertura assicurativa e revisione.

Mille pacchetti di sigarette in casa, finisce nei guai un 66enne

POZZUOLI. Mille pacchetti di sigarette di contrabbando seuestrate a un 66enne, finisce nei guai. I carabinieri della stazione di Licola hanno denunciato per contrabbando di tabacchi lavorati esteri un 66enne del luogo già noto alle forze dell'ordine. I militari lo hanno sorpreso su via Montenuovo Licola Patria mentre esponeva in vendita “bionde illegali”. Subito dopo, nel corso di perquisizioni, personale e della sua abitazione lo hanno trovato complessivamente in possesso di 954 pacchetti di sigarette di varie marche prive del bollino del monopolio di Stato.

Salvini sul presepe e il web si scatena

NAPOLI. La statuina da presepe dei maestri di San Gregorio Armeno, che raffigura Matteo Salvini in divisa da poliziotto, con tanto di polso ingessato, scatena sul web i fan del leader leghista. «Grandi Fratelli Napoletani», scrive Fabio, il primo a commentare il post del leader leghista che mostra la sua immagine in versione presepe, capofila di chi ringrazia gli ex terroni per il tributo al leader del Carroccio. C'è poi chi ironizza, Sabatino scrive «quest'anno sul presepe ci va pure Juncker: il suo posto è innanzi alla grotta col fiasco di vino. È la morte sua». Per Alex invece «si sono dimenticati la cutuleta e la birra». «Non immaginavo che i napoletani facessero il pupazzo di Matteo... vuol dire che sei l'uomo dell'anno», aggiunge un altro del gruppo dei fan. «Matteo sei un grande, più che una statuetta, ti meriti la statua d'oro a grandezza naturale per ciò che stai facendo per la nostra amata nazione», scrive Domenico. Tanti i napoletani che intervengono: «Questa è Napoli!! Un popolo di artisti, allegro e perbene! Altro che camorristi e clandestini. Torna presto in città!», scrive Marco, seguito da Pier Francesco che assicura «questa è la Napoli vera e la Napoli bella!!! Un grande saluto dal centro Italia!». Mentre Viola spiega che i tempi sono cambiati, niente più pregiudizi sui meridionali: «Io sono stata a Napoli due volte... ho visto l'allegria della gente, i monumenti, ho mangiato una meravigliosa margherita in una stradina di via Toledo, una superba sfogliatella dopo, ho visitato le chiese, perché mi piace l'arte, non ho pensato che fosse l'Africa». Infine c'è chi approfitta per ribadire il concetto «maledetti comunisti», come scrive Paolo. Oppure il rischio dei migranti, approfittando del fatto che alle spalle di Salvini spunta uno dei re Magi, il re “moro" Baldassarre: «occhio a quello dietro», scrive Candido. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)