Venerdì 20 Aprile 2018 - 8:37

Schiaffi e calci alla madre, alla sorella stringe una cintura al collo: arrestato

ERCOLANO. Violenza in casa per droga, carabinieri arrestano un ragazzo. Un 25enne incensurato di Ercolano ha aggredito a schiaffi, calci e spintoni la madre 60enne, il fratello  30enne e la sorella 25enne alla quale ha stretto al collo una cinta da uomo, poi sequestrata. L’aggressione nel contesto domestico è scaturita da dissidi legati al consumo droga da parte del ragazzo, anche perché avveniva all’interno dell’abitazione. Intervenuti dopo una chiamata al 112, i carabinieri della tenenza di Ercolano lo hanno bloccato e tratto in arresto in flagranza per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I familiari sono stati medicati in ospedale e giudicati guaribili dalle lesioni rispettivamente in 7, 7 e 10 giorni. L’arrestato è stato condotto in carcere.

Pallonetto Santa Lucia, un arresto per droga

NAPOLI. Un arresto per droga nel Pallonetto Santa Lucia compiuto dai carabinieri. In vico Solitaria i militari della stazione Quartieri Spagnoli hanno tratto in arresto per spaccio un 35enne del luogo già noto alle forze dell'ordine, Alessandro Santoro, notato mentre cedeva un involucro di cocaina a un acquirente e quindi bloccato e arrestato. Per l’acquirente si è proceduto all’identificazione e alla sua segnalazione alla prefettura in qualità di assuntore. Alessandro Santoro, durante la perquisizione, è stato trovato in possesso di altri 7 grammi di cocaina divisi in 3 dosi, una stecca di hashish e materiale per il confezionamento dello stupefacente. Dopo le formalità di rito è stato tradotto in carcere

Agguato ad Acerra, 26enne ferito da colpi di pistola

ACERRA. Un 26enne è stato ferito da colpi di arma da fuoco la scorsa notte ad Acerra, in provincia di Napoli. Gli agenti del Commissariato di Acerra sono intervenuti in una clinica della zona dove, intorno alle 2.30, il 26enne C.D.A. è giunto con ferite da colpi di arma da fuoco. Agli agenti il ferito ha raccontato di essere stato colpito da qualcuno che lui non conosce o non è riuscito a individuare mentre si trovava in via Leonardo Da Vinci. Il 26enne è stato poi trasferito all'ospedale Cardarelli di Napoli. Non è in pericolo di vita. Indaga la Polizia di Stato. 

Babygang pesta a sangue tre ragazzini sul Lungomare

di Luigi Nicolosi

NAPOLI. Accerchiati e pestati a sangue. È ancora “Arancia Meccanica” sul Lungomare di Napoli. L’ennesima brutale aggressione si è consumata nella notte a cavallo tra sabato e domenica a pochi metri da Castel dell’Ovo e ha visto coinvolti, nel ruolo di vittime, tre ragazzini. Pesanti le conseguenze fisiche riportate dalla comitiva. Uno di loro, in particolare, si è ritrovato con il volto ridotto a una maschera di sangue: nella giornata di oggi i chirurghi del Vecchio Pellegrini lo sottoporranno a un delicato intervento per ricomporre la brutta frattura riportata al setto nasale. Un altro membro della comitiva è stato invece colpito da alcuni fendenti, ma per fortuna in maniera lieve. Il terzo se l’è cavata con qualche livido e un grosso spavento.

CONTINUA A LEGGERE SUL ROMA IN EDICOLA O SUL GIORNALE ONLINE

Raid in una concessionaria, distrutte dieci auto

di Giuseppe Bianco

ARZANO. A fuoco 10 autovetture, forse l'ombra del racket. Un incendio di vaste proporzioni ha distrutto alle prime ore dell'alba una 10 di autovetture di un salone espositivo alla via A. Moro ad Arzano. Sul posto i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme ma ingenti sono stati i danni per l'imprenditore. Sull'episodio indagano i carabinieri della locale tenenza subito accorsi sul posto con diverse gazzelle. Le piste battute sono diverse, ma quella più plausibile al momento sarebbe quella del racket. Clan della "167" che nonostante gli arresti, vuole ancora dimostrare la propria forza intimidatrice in un territorio pesantemente permeabile ai clan Amato-Pagano e Moccia.

 

Chiaia, controlli per la movida: è guerra ai parcheggiatori abusivi

NAPOLI. Durante i consueti controlli alla Movida, gli Agenti dell’Unità Operativa Chiaia hanno presidiando con postazioni fisse ed in collaborazione con gli ausiliari Anm, le zone sensibili della movida (via Carducci, via Imbriani, piazza Vittoria, via Chiatamone, via Caracciolo e Mergellina) allo scopo di contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Sono stati controllati e verbalizzati 25 abusivi, In particolare nella zona di via Carducci, via Imbriani e Largo Vasto a Chiaia e sono stati sorpresi 3 parcheggiatori abusivi risultati in possesso di 25 chiavi di veicoli lì parcheggiati ed affidati loro dai proprietari. Si è quindi proceduto a verbalizzare i soggetti confiscando i proventi dell’attività illecita in possesso di uno di loro nonché ad identificare i proprietari dei veicoli diffidati a non assumere più tale comportamento. Controlli mirati continueranno nei prossimi giorni anche finalizzati ad accertare la reiterazione di tale fenomeno. In totale sono stati verbalizzati 19 parcheggiatori abusivi ed elevate 280 verbali per la sosta vietata, inoltre, si è proceduto a verbalizzare una pizzeria in via Partenope per 18 mq di occupazione abusiva di suolo pubblico con tavolini e sedie in eccedenza rispetto alla superficie autorizzata. Sempre sul Lungomare e precisamente in via Nazario Sauro 2 ristoranti sono stati  verbalizzati  per occupazione di suolo pubblico per complessivi 28 mq ed un locale, sebbene munito di concessione per occupazione di suolo, è stato denunciato perché bullonava su suolo pubblico dei sostegni metallici verticali per la copertura dello spazio esterno, il gestore è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per danneggiamento in zona sottoposta a vincolo paesaggistico. L’importo complessivo delle sanzioni è di 338 euro e di 19.600 euro di Cosap.

In via Torelli si è contestata la difformità nell’occupazione di suolo da parte di un locale, in quanto seppure munito di concessione di suolo pubblico non rispettava le prescrizioni apponendo arredi non previsti e teli verticali in pvc a protezione dell’area esterna destinata alla consumazione. Nel corso del weekend si è proceduto anche ai controlli in materia ambientale ed in particolare un locale in via Fiorelli è stato verbalizzato per aver collocato all’esterno i contenitori della differenziata in orari e giorni non consentiti e 3 soggetti sono stati sorpresi a sversare fuori orario in via Torelli, via San Pasquale e piazza Amedeo. Nella zona dei Baretti di Chiaia sono stati elevati 24 verbali a motoveicoli in transito e sosta vietata.

 

Pulizie post Pasquetta sul Vesuvio, i volontari riempiono 200 sacchi

IL VIDEO

Duecento sacconi neri colmi di rifiuti di ogni tipo; dieci associazioni in campo; cento volontari tra associazioni e liberi cittadini. Questi i numeri di “PPP (Pulizie Post Pasquetta) Mission”, la mega operazione di pulizia straordinaria delle pinete imbrattate durante le scampagnate di lunedì dell’Angelo,che si è tenuta stamattina dalle 9 alle 14.30. Queste le associazioni promotrici dell’evento e oggi in azione: Aucelluzzo.it,Primaurora, Volontari per il Vesuvio; Mtb Vesuvio; Vesuvio Mountainbike ; CAI/TAM Campania ; Forum dei Giovani di TdG; Salute ambiente Vesuvio; Fondalicampania; Let's do It! Italy; Falchi del Vesuvio; Università Verde. Circa cento persone, tra cui anche portoghesi, francesi e spagnoli che hanno contribuito alla task force. Divisi in squadre, una per ciascuna area da pulire, i volontari hanno operato soprattutto nelle pinete libere, molte di proprietà privata, dell’area di Cappella Nuova a Torre del Greco, la zona particolarmente invasa dalle orde di «barbari». In particolare via Montagnelle, via Pisani e via Resina Nuova: i sacchi raccolti, poi, sono stati lasciati sul ciglio della strada e il Comune ha garantito che avrebbe mandato la ditta della nettezza urbana a prelevarli. Il Comune, inoltre, ha contruibuito fornendo una parte del materiale, come guanti e sacchetti, ma in una quantità esigua che non è bastata alla mega-impresa; infatti molti degli strumenti sono stati portati dai volontari stessi. «Abbiamo pulito per bene le aree interessate – hanno commentato i volontari – e c’è stata una buona partecipazione di persone, anche straniere o provenienti da Napoli e Provincia, che ci hanno sostenuto. Questa è una vera prova di civiltà ed un tipo di mentalità che dovrebbe essere la regola e non l’eccezione». «Vigilermo perché lo straordinario lavoro delle Associazioni di volontari non sia stato vano. I Verdi non possono accettare che il Parco Nazionale del Vesuvio sia trasformato in una pattumiera». Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi con il portavoce del Sole che Ride di Ercolano Francesco Zavota che con una delegazione di militanti ha partecipato alla pulizia.

Per questa campagna di sensibilizzazione che va avanti da molto tempo, le associazioni questa mattina alle 12 dovevano essere premiate alla Mostra D’Oltremare a Napoli dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. Però nessun volontario è andato a ritirare il premio (un po’ come Bob Dylan che non ritira il Nobel)perché nessuno ha voluto abbandonare l’operazione di pulizia. Tuttavia, il consigliere ha fatto sapere che la premiazione è rimandata, in settimana il premio sarà consegnato ai delegati delle associazioni negli studi di Radio Marte.

Gigi D'Alessio in fila al Cardarelli per donare il sangue

NAPOLI. Gigi D’Alessio al Cardarelli per donare il sangue, in tanti in fila per seguire il suo esempio, raggiunta una raccolta record. «Nella giornata dedicata alle donazioni del sangue l’artista napoletano ha voluto dare il suo contributo recandosi al Cardarelli per una nobile causa, donare il sangue. - ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e membro della Commissione Sanità - In tanti hanno seguito il suo esempio, facendo registrare una raccolta da record che non si verificava da anni. Bene D’Alessio che con il suo gesto ha mostrato una grande umanità. Gli artisti siano portavoce di temi sociali». Per D'Alessio tanti selfie e saluti, che qualche giorno fa aveva scritto sul suo profilo Facebook: «Domenica al Centro Trasfusionale Aorn "Cardarelli" di Napoli ci sarà una giornata dedicata alle donazioni di sangue per tutti i bambini e ragazzi affetti da thalassemia. Io sarò presente per fare la mia donazione, e vi aspetto numerosi. Donare è un atto d'amore».

Babygang in azione, tre ragazzi feriti sul Lungomare

NAPOLI. «Sabato notte il branco ha colpito ancora una volta in pieno centro, all'esterno di Castel dell'Ovo sul lungomare, mandando all'ospedale tre ragazzi. Uno dei tre feriti, ricoverato al Pellegrini, sarà operato domani per la grave frattura riportata al setto nasale. Gli altri due se la sono cavata, si fa per dire, con qualche pugnalata di striscio e tante botte in faccia. La babygang, composta da una quindicina di giovani, ha trovato le tre prede proprio nel centro della zona turistica della città. Da tempo diciamo che la situazione è fuori controllo. È giunto il tempo delle misure drastiche che noi invochiamo da tempo. A partire dalla sottrazione di questi delinquenti alle loro famiglie punendoli in modo esemplare, come gli adulti. Solo così potremo sperare di riportare sicurezza e civiltà». Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli che lunedì 16 aprile sarà all'ospedale Pellegrini assieme al consigliere municipale Salvatore Iodice per incontrare la giovane vittima.

San Siro, aggrediscono steward: arrestati tre ultras del Napoli

MILANO. Tre ultras partenopei sono stati arrestati oggi allo stadio San Siro prima della partita di serie A tra il Milan e il Napoli. Secondo quanto reso noto dalla questura di Milano, gli arresti sono stati eseguiti dalla Digos durante i controlli di filtraggio ai varchi di accesso allo stadio. I tre tifosi del Napoli, durante le fasi di controllo al settore ospiti hanno aggredito uno steward con schiaffi e pugni e con l'asta di una bandiera. Gli arrestati sono S.C di 23 anni, S.C di 33 anni e G.G. di 34 anni. A carico dei tre è stato notificato l'avvio del procedimento amministrativo immediato per l'irrogazione del Daspo da parte del personale della Divisione Anticrimine della Questura di Milano. Inoltre, durante le fasi di afflusso, all'interno del parcheggio ospiti, spiega la questura, altri tre tifosi napoletani di 33, 40 e 50 anni sono stati sanzionati in via amministrativa per la vendita abusiva di bevande alcoliche. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno