Venerdì 20 Aprile 2018 - 8:37

Tentano di truffare 1.500 euro a una 90enne: presi

CASALNUOVO. Aveva telefonato a una 90enne di Casalnuovo che vive da sola e fingendo di essere il nipote le aveva annunciato l’imminente arrivo di corriere per il recapito di materiale informatico. Poco dopo aveva bussato alla porta dell’anziana dicendo di essere il corriere incaricato della consegna e che doveva pagare 1.500 euro.
Nel frattempo il nipote (quello vero) venuto a conoscenza della situazione aveva avvertito i carabinieri che, intervenuti in zona, hanno individuato e bloccato il truffatore e il suo complice mentre si allontanavano dalla zona.
Quello che si era finto il nipote dell’anziana si chiama Giuseppe Cretella e ha 19 anni. Il suo complice è Giovanni Fisciano, 37 anni. Entrambi sono del posto. Il più grande è già noto alle forze dell'ordine.
I carabinieri della Tenenza di Casalnuovo li hanno tratti in arresto per tentata truffa e portati davanti al Giudice per il rito direttissimo. Il magistrato ha convalidato l’arresto e disposto il processo in data da decidersi. Nel frattempo Fisciano sarà sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma.

Raid in farmacia, preso uno dei rapinatori

MASSA DI SOMMA. I carabinieri della Stazione di San Sebastiano a Vesuvio hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto un 45enne di Portici già noto alle forze dell'ordine ritenuto responsabile di una rapina consumata ai danni della farmacia di Massa di Somma. Alle 18.45 di ieri sera 3 soggetti con scaldacollo e cappellini, uno dei quali armato di pistola, avevano perpetrato la rapina razziando 1.600 euro dalla cassa. Analizzando i filmati di videosorveglianza i militari dell’Arma hanno poco dopo individuato l’autovettura usata dai rapinatori, una Volkswagen, di proprietà del 45enne. L’uomo è stato trovato nella sua casa a Portici nella tarda serata di ieri e dopo le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Torre Annunziata, 2 famiglie sgomberate

TORRE ANNUNZIATA. Due famiglie sgomberate ieri sera a Torre Annunziata. Torna la paura dei crolli. Due nuclei familiari sono stati fatti sgomberare nella tarda serata di ieri dalle loro abitazioni all'interno di un edificio fatiscente. L'allarme è scattato tra via Pagano e Traversa Monteleone e dopo un sopralluogo di carabinieri e vigili del fuoco le famiglie sono state invitate a lasciare il palazzo a causa del cedimento strutturale del solaio.

Tentata rapina all'Md, agente ferisce due baby-rapinatori

NAPOLI. Finisce nel sangue una tentata rapina armata all'Md in via Pietro Testi, a Fuorigrotta. In base ad una prima ricostruzione due giovanissimi rapinatori, un 18enne e un 17enne, hanno tentato il raid armi in pugno. Un poliziotto è intervenuto intimando ai due di fermarsi, ma uno dei due avrebbe puntato la pistola. Ne sarebbe nato un conflitto a fuoco e a essere feriti sono stati i due rapinatori, uno dei quali al torace. Quest'ultimo è stato ricoverato all'ospedale San Paolo in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita. L'altro bandito, ferito in maniera meno grave, è stato portato al Cardarelli.

«Per via Pigna lavoriamo senza sosta»

di Marco Altore

NAPOLI. «Stiamo lavorando incessantemente per risolvere la questione di via Pigna e sin da subito è stata creata un’unita di crisi con il Comune di Napoli, la quinta Municipalità, e tutti i servizi interessati». A dirlo è Raffaele Del Giudice, vicesindaco della città con delega alla Protezione Civile. «Il nostro obiettivo - aggiunge - è far rientrare il prima possibile i cittadini nelle loro case. Teniamo riunioni continue durante la giornata per monitorare tutto». 
GLI INTERVENTI. Le operazioni proseguono spedite e dopo aver effettuato i lavori nell’impianto fognario, secondo cronoprogramma, interverranno tutte le altri coinvolte come Abc, Enel, Telecom e Napoletana Gas. «Se i cittadini non vedono movimento sopra al cantiere (nella foto) - continua Del Giudice - non devono spaventarsi perché vuol dire che si sta lavorando sotto terra. In tal caso, per ragioni di sicurezza, le attività in superficie vanno fermate. Faccio appello ai cittadini di non parcheggiare innanzi al cantiere per lasciare libero il transito ai mezzi. Le istituzioni non sono ferme e lavoriamo per coordinare tutto anche dal punto di vista burocratico». Sui tempi per rientrare nelle case ancora non vi è certezza ma oggi si potrebbero avere sviluppi dopo il vertice pomeridiano. Intanto Del Giudice si sofferma anche sulle polemiche relative alla Protezione Civile: «Gli interventi sono previsti in caso di calamità naturale. Ma non è vero che non ha fatto nulla perché ci siamo attivati nell’ambito dei sottoservizi. La quinta Municipalità ha garantito alloggi e cibo. È un lavoro sinergico per una situazione complessa all’interno di un cantiere misto. Ringrazio tutti i tecnici che si stanno prodigando e anche i cittadini per la pazienza. Chi invece mette benzina sul fuoco e aizza gli animi si assumerà le proprie responsabilità». 
ALLARME SCIACALLAGGIO. L’attenzione dei cittadini è posta anche sulla paura di atti di sciacallaggio. «Ne abbiamo parlato con il Questore e lo ringraziamo per aver assicurato la vigilanza della zona. La Polizia municipale si occupa della viabilità». Solidarietà arriva anche dal decano di Vomero e Arenella, Don Massimo Ghezzi, che per oggi, nell’ambito di un’iniziativa solidale settimanale, mette i locali della chiesa di San Gennaro al Vomero a disposizione degli sfollati. Presenti gli esponenti dei Verdi di Comune e Municipalità Marco Gaudini e Valentina Barberio: «Resteremo sempre al loro fianco fino a quando non rientreranno a casa. Ci stiamo attivando per ridurre ogni disagio». Sul luogo anche Adolfo De Santis (Dema) e Pietro Lauro (Fdi): «Facciamo la nostra parte in maniera costruttiva».

Certamen di matematica, vince studente del Mercalli

NAPOLI. È Silvio Massari, del Liceo scientifico "G. Mercalli", il vincitore dell'ottava edizione del Certamen di matematica "Renato Caccioppoli", che si è svolto nella sede centrale del liceo scientifico "G. Mercalli" di Napoli. A lui sono andati un premio di 800 euro, una pergamena e un attestato di partecipazione valido come credito formativo. Al secondo posto con un premio di 500 euro, Gabriele Gavioli del Liceo Tassoni di Modena e, infine, al terzo posto Pierpaolo Padula, della Scuola Militare di Napoli Nunziatella, cui è andato un premio di 300 euro. Quest’anno al Certamen hanno aderito ben 18 scuole provenienti dalla provincia di Napoli, da tutta la regione e da altre città d’Italia (Roma e Modena in particolare) per un totale di 54 alunni. L'obiettivo del Certamen è quello di diffondere e incentivare negli studenti l’interesse per la matematica e le sue applicazioni, potenziandone le conoscenze, le capacità e le abilità. Il progetto si è svolto in collaborazione con il dipartimento di matematica “Caccioppoli” dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” che ha messo a disposizione alcuni docenti universitari che hanno preparato la traccia e corretto gli elaborati.
Lo staff del Certamen del Liceo “Mercalli” composto dalla dirigente Luisa Peluso, da Francesco Scuotto (referente e organizzatore del progetto) e dai docenti Mariateresa Longobardi (organizzazione spazi e tempi), Marina Mazzarella (contatti con le scuole del territorio nazionale), Antonio Gasparo Rippa (supporto tecnico - informatico), Paola Borsacchi e Rossella Longo (contatti con la stampa)  e Alvino Luca (organizzazione visite guidate per gli accompagnatori), hanno accolto i 54 partecipanti impegnati nella gara, durante tutta la mattinata, mentre nel pomeriggio c'è stato l’intervento di Guido Trombetti, che ha illustrato agli studenti l'offerta formativa del Dipartimento di Matematica.

Va in caserma a firmare dopo la rapina e ci trova la vittima: arrestato

NAPOLI. Fermato rapinatore riconosciuto dalla vittima in caserma dove era andato a firmare. I carabinieri della stazione di Poggioreale hanno sottoposto a fermo per rapina Giuseppe De Stefano, un 31enne di via Stadera. Il pomeriggio dell’11 aprile aveva rapinato un 21enne su via del Pascone: lo aveva spintonato e si era impossessato dello smartphone fuggendo poi su un Aprilia sportcity. poco dopo è andato a “firmare” alla stazione carabinieri di Poggioreale e lì si è trovato davanti proprio la sua vittima che stava denunciando la rapina patita poco prima. Il ragazzo lo ha riconosciuto, il carabiniere che stava redigendo la denuncia ha notato la corrispondenza di De Stefano con la descrizione fornita dal rapinato e lo ha bloccato mentre tentava di allontanarsi a passo svelto. È stato sottoposto a fermo e, estesi gli accertamenti, sotto casa sua è stato sequestrato lo scooter utilizzato nella rapina. Terminate le formalità è stato tradotto in carcere e lì è stata disposta la permanenza dopo la convalida del fermo da parte del gip.

Napoli violenta, c'è il piano per la movida

NAPOLI. Scatta il piano sicurezza e il rafforzamento dei controlli in tutte le aree della movida. Da piazza Trieste e Trento al Lungomare polizia, carabinieri, polizia locale e Finanza cotrolleranno palmo a palmo il territorio. È il piano messo a punto in Questura e dal comitato per l’Ordine e la sicurezza per contrastare episodi di bullismo e di delinquenza organizzata nelle aree frequentate dai giovani. Uomini di questa interforza saranno dislocati a piazza Trieste e Trento, dove si è verificata un’ultima stesa, via Caracciolo, via Chiatamone, via Carducci, via San Pasquale e ovviamente le zone dei baretti e dei vicoli di Chiaia dove, in un recente passato, si sono verificati episodi di criminalità spicciola. Tutto dovrà essere tenuto sotto controllo, anche la sosta selvaggia il cui contrasto sarà affidato agli ausiliari del traffico il cui compito sarà quello di presidiare il territorio per evitare anche l’arrembaggio dei parcheggiatori abusivi. Lunedì il Comitato si riunirà per fare il punto della situazione e per capire se e dove vi sono falle nel piano. Il sindaco Luigi de Magistris si è detto pronto a mettere in campo tutte le fiorze amministrative di sua competenza. Anche il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha confermato che per fronte «all’emergenza drammatica della sicurezza a Napoli, la Regione farà uno sforzo ulteriore per un piano di videosorveglianza in tutta la città, nei luoghi più esposti. Investiremo altri 2,5 milioni per la totale copertura di Vomero, Miano, Piscinola, Chiaiano, il Lungomare, via Caracciolo, piazza dei Martiri, e per potenziare via Roma e piazza Trieste e Trento, dove c’è il sistema di videocamere del Comune che non funziona perchè non c’è la manutenzione. Siamo già intervenuti - ha spiegato il governatore - ai Decumani, a Forcella, con un investimento di 1,2 milioni, al Rione Sanità, e abbiamo lavori in corso che partiranno a giugno per Chiaia, Scampia, una parte del Vomero. Questo piano forse non sarà sufficiente di per sè, ma darà un contributo importante per frenare, individuare i delinquenti e creare condizioni di migliore sicurezza. Sperando che tutti, dal Governo al Comune, facciano analogo sforzo. A Napoli oggi c’è un’emergenza drammatica per la sicurezza».

Universiadi, arrivano i delegati tecnici internazionali della Fisu

Continuano gli incontri tecnico-organizzativi in vista dell’Universiade 2019. A partire da domani, domenica 15 aprile, e per tutta la settimana, è in programma a Napoli la visita della Commissione Tecnica Internazionale della Fisu (Cti) per visionare tutte le strutture che ospiteranno l’Universiade ed analizzare i progetti esecutivi, gli avanzamenti e le tempistiche dei lavori.

In particolare, si approfondiranno anche altri aspetti concernenti l’organizzazione e lo svolgimento delle singole discipline sportive: programmi orari, il personale e l'attrezzatura tecnica da impiegare, la tecnologia necessaria, spazi interni ed esterni al campo, sale stampa e zone riservate agli operatori dei media e del broadcasting.

La Commissione, presieduta dal francese Jean Paul Clémençon, visiterà tutti gli impianti dove verranno ospitate le gare ufficiali di pallavolo, nuoto (sia in piscina che di fondo), tiro con l’arco, judo, pallanuoto, calcio, vela, tennis, ginnastica artistica e ritmica. Un vero e proprio tour de force che coprirà tutta la Campania e che permetterà alla Commissione Tecnica Internazionale di respirare la grande attesa per l’evento.

A coadiuvare il Comitato Organizzatore di Napoli 2019, già dalla prossima settimana, ci saranno anche i delegati tecnici designati direttamente dalle Federazioni Sportive Nazionali degli sport sopra elencati. Le Federazioni Nazionali saranno parte integrante e fondamentale per tutta la durata dell’organizzazione ed affiancheranno il Comitato Organizzatore per tutti gli aspetti sportivi legati all’Universiade.

Gli impianti dei restanti sport (tiro a volo e tiro a segno, pallacanestro, tuffi, scherma, tennistavolo, rugby a 7, taekwondo ed atletica), invece, verranno analizzati in una seconda sessione dal 6 al 12 maggio. A 15 mesi dall’inizio dell’evento, dunque, si rafforza la collaborazione tra la Federazione Internazionale dello Sport Universitario ed il Comitato Organizzatore.
 

Pompei, si muove la corona della Madonnina sul Santuario: c'è chi grida al prodigio

di Rosa Benigno

POMPEI. Sta diventando virale un video che gira sui social network in cui si vede oscillare la corona della Madonnina in cima al campanile di Pompei. Quello che è certo è che ieri sono intervenuti i vigili del fuoco per riattaccarla. Un fenomeno quello dell'oscillazione che, a quanto pare, non si era mai verificato, nemmeno in giornate di forte vento. Nella città mariana c'è chi interpreta il fatto come un “messaggio della Madonna, la Vergine del Rosario" alla vigilia della guerra che potrebbe scatenare l'intervento in Siria. E chi, invece, propende per un fenomeno naturale, asserendo che il vento di ieri avrebbe potuto spezzare via anche la statua.

IL VIDEO

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno