Giovedì 23 Febbraio 2017 - 1:19

Trovato il deposito delle armi della camorra: custode arrestato

NAPOLI.  I finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno scoperto un deposito di armi e arrestato un 50enne incensurato residente a Miano. Le fiamme gialle del gruppo pronto impiego di Napoli hanno individuato un casolare, apparentemente abbandonato, utilizzato come deposito di armi e munizionamento della camorra. L'ispezione dei locali ha consentito di trovare armi e munizionamento nascosti in una intercapedine, appositamente realizzata nella soffitta, accessibile esclusivamente da una finestra esterna semi murata e raggiungibile solo con una scala. Sono stati recuperati tre fucili a canne mozze e due mitragliette. I fucili erano stati presumibilmente modificati nelle dimensioni delle canne per renderli facilmente occultabili durante il trasporto ed erano armati con cartucce ''a pallettoni'', mentre le mitragliette, una ''micro uzi'' e una ''scorpion'' da guerra, erano entrambe dotate di caricatori con relativo munizionamento blindato in grado di perforare anche i giubbotti antiproiettile. Il custode dell'arsenale è stato arrestato per i reati di detenzione abusiva di armi da sparo e ricettazione. Le armi saranno sottoposte a perizia per accertare l'eventuale impiego nei recenti fatti di camorra o nelle ormai note ''stese''.

Pompei, vinti 90mila euro al Superenalotto

POMPEI. Nuovo SuperEnalotto bacia Pompei con un 5 da 87.623,36 Euro, registrato ieri presso il punto vendita Sisal in Caffè situato in via Campo Aviazione, 22.

Boscoreale, preso con la marijuana in casa

BOSCOREALE. A Boscoreale, in via Promiscua, nel rione popolare “piano napoli”, i carabinieri della stazione di boscoreale hanno arrestato in flagranza Luigi Tramparulo, un 42enne del luogo già noto alle forze dell'ordine resosi responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante perquisizioni, personale e domiciliare, i militari dell’arma hanno rinvenuto e sequestrato un  involucro contenente 130 grammi di marijuana  e altri 17 grammi già divisi in confezioni della stessa sostanza stupefacente. trovati e sequestrati anche un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Casalnuovo, in trappola uomo vicino ai Piscopo-Gallucci

CASALNUOVO. I carabinieri di Casalnuovo hanno tratto in arresto Umberto Di Napoli, 27enne, del luogo, già noto alle forze dell'ordine e ritenuto contiguo al clan camorristico dei “Piscopo-Gallucci”. Già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato raggiunto da un’ordine di carcerazione emesso dalla procura generale di Napoli. dovrà espiare 6 anni e 8 mesi di reclusione per associazione finalizzata allo spaccio di stupefacente aggravata dell’articolo 7, condotta accertata a casalnuovo dal 2009 al 2011. Dopo le formalità di rito è stato tradotto nel centro penitenziario di secondigliano.

Fuorigrotta, minorenni denunciati dopo raid all'ospedale San Paolo: in due armati di coltello

NAPOLI. Il pronto intervento della polizia ha evitato in serata che un nutrito gruppo di giovani e giovanissimi, una ventina circa se non di più secondo alcune testimonianze, facesse irruzione nell'ospedale San Paolo alla ricerca di un coetaneo responsabile, a loro dire, di aver sparlato di un amico deceduto l'estate scorsa in un incidente stradale. L'allarme è stato dato da un vigilante di turno, insospettito dall'arrivo in contemporanea di un nutrito gruppo di minorenni sui motorini, che ha avvertito il 113. Così, sul posto sono confluiti gli agenti dei commissariati San Paolo e Bagnoli, alla vista dei quali i giovani sono scappati. In quattro però, due dei quali armati di coltello, sono stati bloccati e denunciati a piede libero: sono tutti del rione Traiano. La vicenda è ancora in fase di ricostruzione nei dettagli. La vittima designata si trovava nella struttura sanitaria per stare accanto a un altro ragazzo ferito in un recente incidente stradale.  

Torre Annunziata, cocaina nascosta dietro una mattonella: coppia nei guai

TORRE ANNUNZIATA. Una coppia di Torre Annunziata aveva pensato a un nascondiglio per la droga sul terrazzo del loro appartamento: un vano ricavato in una parete al quale si accedeva rimuovendo una piastrella. I carabinieri della stazione oplontina hanno scoperto il segreto dei 2 e arrestato per detenzione di 86 grammi di cocaina a fini di spaccio un 28enne già noto, Luca Imperatore e la sua compagna 39enne, Rosa Gargiulo.
Dietro alla piastrella c’erano 2 involucri di cellophane contenenti 74 grammi di cocaina e una busta di plastica con 40 dosi, altri 12 grammi.
Sequestrati anche un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento, 480 euro in denaro contante ritenuti provento di attività illecita.
Gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.

Dissequestrati i beni al consigliere comunale Biondillo

SAN FELICE A CANCELLO. Un ulteriore risultato positivo è stato registrato dalla difesa dell’imprenditore  Biondillo Clemente, rappresentata dagli avvocati Clemente Crisci e Dario Vannetiello, accusato di associazione a delinquere, corruzione e rivelazione di segreto di ufficio, allorquando ricopriva la carica di presidente del consiglio comunale di San Felice a Cancello. Infatti, l’ex consigliere comunale, oltre ad aver ottenuto due giorni orsono gli arresti domiciliari presso la sua abitazione ed una significativa elisione delle accuse a lui mosse dalla direzione distrettuale antimafia, si è visto anche restituire tutto quanto gli era stato sequestrato a metà  gennaio. Il provvedimento di sequestro era stato adottato sul presupposto che la disponibilità di ingenti somme di denaro  insistenti su ben 21 conti correnti potesse consentire la protrazione dei reati per i quali costui  era stato arrestato o, comunque, agevolare la commissione di altri reati. Erano stati travolti da sequestro sia i conti correnti intestati  all’indagato, sia quelli dei suoi familiari sia quelli  della società di cui attualmente Biondillo è titolare. Viceversa, il Tribunale del riesame ha ritenuto  che il sequestro fosse stato disposto in assenza dei presupposti di legge. Nei prossimi giorni è previsto il deposito delle motivazioni delle due distinte ordinanze da parte del Tribunale del riesame che hanno restituito in larga parte la serenità a Biondillo che è oramai passato dalla politica al mondo imprenditoriale.        

Napoli Servizi, si è dimesso Domenico Allocca

La bagarre rivelata dalla stampa ha scatenato una bufera nella Napoli Servizi, società in house del Comune di Napoli che si occupa del patrimonio immobiliare e urbano, fino ad arrivare alle dimissioni dell'amministratore delegato Domenico Allocca, l'uomo le cui affermazioni hanno provocato la polemica. Il giornale napoletano questa mattina riportava una sintesi di una riunione tra Allocca e un gruppo ristretto di manager dell'azienda convocata per cercare soluzioni a una crisi di liquidita' che metteva a rischio stipendi di 400 dipendenti e la corresponsione di premi per 640mila euro. Un'ora di discussione nella quale i sindacalisti vengono definiti dall'ad "zingari ignoranti", l'assessore al Bilancio e i politici napoletani "deficienti", senza contare altri tipi di offese. Gia' il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, questa mattina, davanti a microfoni e taccuini, aveva sottolineato che sulla vicenda avrebbe condotto "approfondimenti, poi prenderemo provvedimenti". Poi arriva la lettera dei sindacati, una missiva dura, nella quale le dichiarazioni di Alloccavengono definite "un punto di non ritorno" e stigmatizzate perche' "espressioni di razzismo etnico", "affermazioni discriminatorie di inaudita violenza". Per tutte le organizzazioni sindacali quello che ha detto l'amministratore delegato indica "incompatibilita' con l'incarico e inconciliabilita' con le posizioni dell'amministrazione comunale". Allocca, chiedono i sindacati, "smentisca o si dimetta. Nel frattempo ogni accordo siglato con il Comune e' sospeso". In serata le dimissioni, ora sul tavolo di de Magistris.

Bagnasco: “La Chiesa deve affiancare le istituzioni»

 "Il compito della Chiesa e' affiancare le istituzioni le quali hanno gravi e grandi responsabilita', ma senza questa rete di popolo operoso nulla potranno fare. Se esiste qualcuno che, per ragioni di vita, ha piu' energia, forza e intraprendenza ed entusiasmo sono i giovani. Non lasciate che qualcuno uccida la speranza dei vostri cuori. Il lavoro da' dignita' all'uomo, ma anche la dignita' umana riscatta il lavoro". Cosi' il Cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, aprendo cosi' la seconda giornata di lavori del convegno "Chiesa e lavoro. Quale futuro per i giovani nel Sud?" a Napoli. "Come vescovi - spiega Bagnasco - siamo coscienti di non poter risolvere un problema piu' grande di noi e che competono ad autorita' politiche e amministrative, mondo imprenditoriale, burocrazia, ma siamo anche coscienti del nostro compito di stare vicini alla gente nella sua vita come Gesu' ci ha insegnato e il Santo Padre sollecita continuamente. Noi vogliamo e dobbiamo esserci per ascoltare le voci delle nostre popolazioni, dei giovani, delle famiglie e darne eco. E' importante in un mondo conflittuale e individualista come il nostro, promuovere la cultura della collaborazione, del rispetto e del reciproco sostegno, aderendo al passo della Genesi in cui sta scritto non e' bene che l'uomo sia solo e tenendo conto che Dio non e' solitario, e' comunione e noi veniamo inesorabilmente da li'". Il presidente della Cei ha portato anche il saluto e la vicinanza di tutti i vescovi italiani "nella comune preoccupazione per una questione che riveste gravita' e urgenze crescenti".

Nonni in rete, corso per gli over 65 a Ponticelli

NAPOLI. La comunicazione in mobilità, l’uso più efficace di smartphone e tablet e la capacità di sfruttare al meglio una App non avranno più segreti per gli over 65 grazie alla seconda edizione di “Nonni in Rete, tutti giovani alle Poste”. Il progetto di alfabetizzazione digitale promosso da Poste Italiane e Fondazione Mondo Digitale e in corso in 20 comuni di diverse regioni italiane. A Napoli ha preso il via all’Iti “Maria Curie” di Ponticelli le lezioni  per insegnare ai più anziani l’uso di Internet e a introdurli alla cultura digitale con il contributo di giovani insegnanti. A presentare il corso Alessandra Fratejacci di Mondo Digitale, la dirigente scolastica Patrizia Porretta con il docente di informatica Hernest Abate e Rita Piantadosi, responsabile formazione Poste Italiane. L’obiettivo è quello di accelerare il processo di digitalizzazione del Paese, promuovere l’accesso ai nuovi servizi da parte di tutti i cittadini e migliorare le competenze digitali delle fasce di popolazione a rischio di esclusione. Il programma 2016-2017 conferma la formula vincente dell'apprendimento intergenerazionale: a insegnare agli anziani sono gli studenti delle scuole affiancati da docenti coordinatori. La formazione digitale diffusa con corsi di 30 ore si svolge presso le aule informatiche delle scuole e introduce un nuovo focus sull’uso di device mobili, come smartphone e tablet.

Punto di forza di "Nonni in Rete" è l’alleanza strategica tra Poste, sensibile alla sfida delle pari opportunità di accesso ai nuovi servizi, Fondazione Mondo Digitale, impegnata nella diffusione delle nuove tecnologie tra le fasce più fragili della popolazione, e la scuola, la più grande infrastruttura sociale del paese. Insieme hanno deciso di aiutare i cittadini over sessantacinque a familiarizzare con gli strumenti telematici e i servizi di e-gov per una migliore qualità di vita di tutti. L’iniziativa, che promuove la vita attiva della terza età e agevola l’inclusione dei cittadini nelle trasformazioni dell''economia digitale, valorizza il contributo vincente dei giovani per combattere l’esclusione sociale e tecnologica degli italiani over 65 e ridurre il divario digitale nel Paese.

La precedente edizione di “Nonni in Rete” ha coinvolto 576 over 65, 600 studenti nel ruolo di tutor e 95 coordinatori, tra dirigenti, docenti e tecnici di laboratorio. Il programma di alfabetizzazione digitale, pensato per cittadini con più di 65 anni, è stato svolto in 15 lezioni di due ore ciascuna. Le lezioni, dall’abc del computer ai servizi on line, sono state coordinate da un docente affiancato da studenti tutor, uno per ciascun allievo, che hanno fornito agli anziani le competenze necessarie per usare le nuove tecnologie. A disposizione di tutti i partecipanti un ricco kit formativo in manuali, video lezioni e pillole digitali.

 

 

Pagine

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano