Lunedì 25 Giugno 2018 - 21:01

Raid fuori ad un pub, gli sparano dalla moto: ferito pregiudicato ai Quartieri Spagnoli

NAPOLI. Paura ai Quartieri Spagnoli dove ieri sera, davanti ad un pub è stato ferito un 24enne con precedenti alle spalle. Colpito ad una pallottola al ginocchio, Antonio Grimaldi è stato portato al pronto soccorso. Il raid è avvenuto poco prima della mezzanotte in via Girardi. I killer, almeno due, lo hanno visto e gli hanno sparato contro due volte.

Fiat: elezioni Rsu, vince la Fim

POMIGLIANO D’ARCO. La Fim vince le elezioni delle rsa nello stabilimento Fiat Chrysler di Pomigliano d'Arco e nel polo logistico di Nola, con il 32,8% delle preferenze. Con 1408 voti, i metalmeccanici della Cisl si aggiudicano 14 delegati dei 42 a disposizione, seguiti dalla Uilm (1328 voti e 13 delegati), Fismic (1137 voti e 11 delegati), Ugl (333 voti e 2 delegati), ed Associazione capi e quadri (143 voti e 2 delegati). La Fim, quindi, ribalta le ultime elezioni, quelle del 2006.

Sindaco di Rofrano arrestato per materiale pedo-pornografico

ROFRANO. È stato rinchiuso nel carcere di Vallo della Lucania, Nicola Cammarano, sindaco di Rofrano, comune in provincia di Salerno . La Guardia di Finanza, che indagava sui computer dello studio commercialista del primo citttadino, ha trovato del materiale pedo-pornografico che ha portato agli arresti l'uomo, 43enne neosindaco di Rofrano. L'arresto, però, è scattato dopo una giornata in cui la Finanza ha rovistato anche a casa di Cammarano.
L'accusa a carico del primo cittadino sarebbe piuttosto grave, non legata alla sua attività professionale nè amministrativa. Al momento sono solo indiscrezioni. Tutto è ancora da verificare. Le indagini della Finanza partite per far luce su una presunta truffa contabile avrebbero portato alla luce ben altro.
Nicola Cammarano era stato eletto sindaco nella scorsa primavera. È anche responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di San Giovanni a Piro

Portici, un'aiuola per
il pensionato ucciso

PORTICI. Un'aiuola dedicata alla memoria di Mariano Bottari, vittima innocente della criminalità. L'iniziativa del Comune di Portici e di Libera coinvolgerà le scuole per la realizzazione di uno spazio verde per non dimenticare e sensibilizzare i ragazzi. Bottari fu ucciso per errore da due rapinatori lo scorso anno a Portici mentre stava tornando a casa dopo aver fatto la spesa.

Torre del Greco, sequestri della Guardia Costiera

TORRE DEL GRECO. Raffica di sequestri effettuati dalla Guardia Costiera di Torre del Greco che, in concorso con il personale del comando di Polizia municipale di Ercolano, ha accertato una serie di violazioni, a cominciare dagli scarichi abusivi di abitazioni ed insediamenti produttivi. La Capitaneria di porto inoltre ha contestato l'occupazione abusiva di demanio marittimo ad opera di una nota impresa impegnata nel settore della ristorazione. Sequestrato anche un cantiere per la manutenzione dei sistemi fognari che era sprovvisto delle previste autorizzazioni amministrative afferenti il pubblico demanio marittimo, mentre 50 chilogrammi di prodotti ittici erano stati commercializzati violando la normativa che disciplina la tracciabilità degli alimenti.

Giugliano, nasconde cocaina e soldi, inseguito e preso

GIUGLIANO. Nascondeva droga e soldi, preso 35enne di Giugliano. A Villa Literno, sulla  strada provinciale Trentola-Ischitella, i carabinieri della stazione di  Casal di Principe, hanno proceduto all’arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. di Raffaele Grimaldi di Giugliano. L'uomo, bloccato dopo un breve inseguimento a bordo di autovettura, opponeva resistenza fisica nei confronti dei militari dell’Arma al fine di eludere il controllo. A seguito di perquisizione, personale e domiciliare, poi, lo stesso è stato trovato in possesso di 11 dosi di cocaina per complessivi 9 grammi, 2 bilancini di precisione, 1 pistola a salve priva del tappo rosso, la somma di 558 euro in banconote di vario taglio, denaro ritenuto dagli investigatori provento dell’illecita attività oltre a materiale vario utilizzato per il confezionamento e taglio della sostanza stupefacente. L’arrestato, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Scippò una donna nella Circum,
incastrato dalle telecamere

POMIGLIANO D’ARCO. Rapinò una donna nella stazione della Circumvesuviana: arrestato il 30enne Giovanni Domigno. L’uomo è stato fermato dai carabinieri della stazione di Pomigliano dopo un lavoro di indagine durato circa sei mesi. Fondamentali per incastrare l’accusato sono stati i filmati acquisiti dalle telecamere di videosorveglianza e le foto del suo profilo di Facebook in cui indossava gli stessi indumenti usati durante la rapina, oltre al fatto che l’uomo già era noto alle forze dell’ordine per precedenti reati contro il patrimonio. Gli occhi elettronici hanno immortalato infatti tutti i momenti dell’aggressione, avvenuta lo scorso 13 agosto: una 30enne del luogo, mentre stava salendo le scale per andare a prendere il treno alla fermata di “Pratola Ponte” della Circumvesuviana, fu sorpresa da un balordo che le si buttò addosso per strapparle la borsetta. Ne nacque una colluttazione in cui la donna ebbe la peggio: la vittima tentò inizialmente di non darla vinta al suo aggressore, ma fu trascinata lungo le scale e lasciata a terra con delle contusioni alla caviglia, che i medici della clinica Villa dei Fiori di Acerra giudicarono guaribili in un paio di giorni. Il rapinatore riuscì a scappare con un bottino formato da uno smartphone del valore di circa 600 euro e da 100 euro di denaro contante. Se ne persero pertanto le tracce, ma solo fino all’altro giorno, quando gli uomini dell’Arma, agli ordini del maresciallo Domenico Giannini, sono andati a chiudere le manette ai polsi a Giovanni Domigno, che ora, con l’accusa di rapina, si trova nella casa circondariale di Poggioreale in attesa dell’interrogatorio di garanzia dei prossimi giorni.

Mercadante, Giannola riconfermato da Caldoro

NAPOLI. Blitz di Caldoro sul Mercadante. L’assemblea dei soci ha confermato l’incarico al presidente del Cda, Adriano Giannola, silurato da de Magistris, negli scorsi giorni, proprio per il «venir meno della fiducia». Come per il San Carlo, un anno fa, ancora una volta il sindaco resta isolato. I rappresentanti di Comune e Città metropolitana - l’assessore al Bilancio Salvatore Palma e la dottoressa Lina Miele - abbandonano la seduta prima della votazione, in contrasto con la decisione della Regione e degli altri soci. Palazzo Santa Lucia difende la propria linea: «Per il Mercadante serve una governance salda in vista dell’appuntamento ormai prossimo della candidatura a Teatro Stabile Nazionale». Ma de Magistris non ci sta: «È un fatto grave, di cui Caldoro si assume la responsabilità».

Pozzuoli, allarme bomba negli uffici del Giudice di Pace: blitz degli artificieri

POZZUOLI. Valigetta sospetta all’esterno degli uffici del Giudice di Pace di Pozzuoli, mattinata di caos in via Pisciarelli. Momenti di terrore nella cittadina flegrea, ieri mattina intorno alle 12,30 circa nell’area del perimetro della sede dell’ufficio del Giudice di Pace.Alcune persone che in quel momento si trovavano a passare di lì hanno notato una valigetta 24ore abbandonata in mezzo al cortile. Immediatamente si è provveduto a segnalare la cosa alle forze dell’ordine e sul posto sono giunti gli agenti del commissariato della polizia di Stato di Pozzuoli. Alla vista degli uomini in divisa, in via Pisciarelli si è scatenato letteralmente in caos. Gli agenti hanno provveduto ad avviare le procedure di sgombero ed isolamento dell’area, recitando tutto il perimetro. Sul posto sono giunti anche gli artificieri (una squadra è stata inviata dalla Questura di Napoli). Insomma, dopo la messa in sicurezza si stava procedendo alla bonifica della valigia quand’ecco che sul posto si è materializzato il proprietario della valigetta sospetta.

Donato alla Caritas il gasolio
sequestrato dalla Guardia di Finanza

NOLA. Sono stati destinati alle opere caritative del territorio diocesano, i seicento litri di carburante sequestrato dalla compagnia della Guardia di Finanza di Nola nell’ambito dell'attività di prevenzione e controllo del territorio. Il gasolio fu sequestrato a Sant’Anastasia all’interno di un distributore clandestino di carburante, dalle fiamme gialle di Nola, guidate dal capitano Luca Gelormino. La donazione è stata accolta con entusiasmo dalla Caritas nolana per le proprie attività nei 45 comuni tra le province di Napoli ed Avellino.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)