Ha confessato il 25enne fermato per aver ucciso il figlio di due anni in un appartamento a Milano. Lo svela il capo della Mobile di Milano, Lorenzo Bucossi. L'uomo, che non riusciva a dormire, ha agito nel corso della notte "in preda a un raptus, a un momento di rabbia anche a seguito dell'assunzione di sostanza stupefacente di tipo hashish. L'uomo ha confessato di aver percosso il piccolo fino alla morte".

Il bimbo è stato trovato senza vita questa mattina all'alba a Milano, in zona San Siro. Sul corpo del piccolo evidenti segni di percosse in varie parti. Il bambino aveva i piedi fasciati, pare si fosse tagliato con dei cocci in precedenza. Ad avvertire, intorno alle 5 di mattina, la polizia era stato il padre. Ma quando gli agenti sono arrivati, sul posto con il bimbo hanno trovato soltanto la madre. L'uomo è stato poi rintracciato e portato in questura.

La coppia è di origini croate: lei di 23 anni è incinta di 5 mesi circa. L'abitazione dove risiedeva era occupata abusivamente. Entrambi hanno precedenti per reati contro il patrimonio.