NAPOLI. Ci sono anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e l'ex governatore e attuale consigliere regionale, Stefano Caldoro, tra i destinatari dei 34 inviti a dedurre emessi dalla Procura della Corte dei Conti della Campania in relazione alla costituzione, nel 2015, e alla proroga per oltre due anni, di una commissione speciale d'inchiesta sulle società partecipate ritenuta dagli inquirenti «illegittima e dannosa». L'inchiesta è nata da un esposto del M5s.