"Se ci sfugge lo spread deve cambiare la manovra" entro fine anno. E' quanto ha detto il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, intervenendo a Porta a Porta, in una giornata nervosa sui mercati, dove lo spread ha toccato i massimi dal 2013 per poi scendere a 298 punti base con un rendimento del 3,2%.

A Piazza Affari gli acquisti si sono concentrati sul comparto bancario, più colpito dalle recenti vendite, e sui petroliferi che beneficiano del rialzo del greggio."Lo spread non arriva a 400, ne sono abbastanza sicuro - conclude il ministro Savona -. Vince il mercato".