Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Funerale-show Casamonica, Bindi: «La mafia a Roma c'è»

Il presidente dell'Antimafia: ferita grave, stop al negazionismo


di  

CONDIVIDI:

Ven 21 Agosto 2015 11:55


ROMA. I funerali del boss Casamonica? «Indubbiamente sono scene molto preoccupanti, una risposta a quanti in questi mesi hanno parlato di esagerazioni o hanno addirittura negato la presenza della mafia nella capitale». Per la presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi, intervistata dal Gr1, «è una ferita grave per l'Italia. Lo è in qualunque parte del Paese si verifichi. Quando però tutto questo accade nella capitale certo anche i riflettori del mondo sono più attenti».



Cerca di dividere i litiganti e viene accoltellato

Si stavano affrontando per la moglie di uno dei due


di  

CONDIVIDI:

Ven 21 Agosto 2015 11:44


LECCE. Ha cercato di dividere due persone che si stavano affrontando nel bar gestito da sua moglie a Galatone, in provincia di Lecce, ma è stato accoltellato da uno dei due. Il barista - ferito ieri al basso ventre e ricoverato all'ospedale di Galatina - se la caverà con 10 giorni di prognosi. I carabinieri hanno arrestato il 38enne C. P. con l'accusa di lesioni personali aggravate e porto abusivo di coltello. L'uomo, giovedì pomeriggio, è entrato in un bar della città dove ha incontrato alcuni conoscenti.



Al funerale dei Casamonica carrozza, banda e Rolls Royce

Il manifesto all'ingresso della chiesa per Vittorio Casamonica: «Hai conquistato Roma, ora conquisterai il paradiso». Il sindaco Marino: intollerabile


di  

CONDIVIDI:

Gio 20 Agosto 2015 21:37


ROMA. Il sagrato di piazza San Giovanni Bosco, nel quartiere Tuscolano, sembrava un set cinematografico. Il feretro di Vittorio Casamonica, morto a 65 anni, è arrivato nella piazza romana su un'antica carrozza trainata da sei cavalli neri mentre una banda musicale intonava le note del film di Francis Ford Coppola 'Il Padrino'.



Mamma acido: «Portatemi da don Mazzi»

 Boettcher non può vedere il figlio


di  

CONDIVIDI:

Gio 20 Agosto 2015 13:55


MILANO. Martina Levato, la studentessa condannata a 14 anni per aver sfiguratyo con l'acido il suo ex fidanzato, Pietro Barbini, insieme al compagno Alexander Boettcher, chiede di essere trasferita insieme al figlio avuto da Boettcher nella comunità di don Antonio Mazzi. Secondo quanto si apprende, nelle prossime ore il suo legale presenterà un'istanza al Tribunale dei minori. In alternativa, la bocconiana avrebbe indicato l'Icam, la struttura per madri detenute.



A Padova primo trapianto di mini-cuore bionico nel mondo

Impiantato in un giovane 26enne che era già stato sottoposto a un trapianto tradizionale


di  

CONDIVIDI:

Gio 20 Agosto 2015 11:50


PADOVA. Pesa solo 200 grammi, sostituisce in toto le funzioni dell'organo naturale, è ricaricabile dal paziente ed è stato disegnato su misura per trovare spazio anche nel torace di giovani e donne. Sbarca in Italia il mini-cuore bionico made in Usa 'CardioWest 50 cc': il dispositivo, un cuore artificiale totale, è stato impiantato per la prima volta a Padova in un giovane 26enne che 12 anni fa era già stato sottoposto a un trapianto tradizionale, ma che a causa delle terapie anti-rigetto si è ammalato di un grave linfoma.



Nigeria: nuovo massacro degli estremisti di Boko Haram, almeno 150 morti

Gente uccisa o annegata nel fiume per sfuggire alle violenze. Il massacro è avvenuto il 13 agosto scorso, ma la notizia è stata diffusa solo oggi 


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Agosto 2015 22:15


ROMA.  Almeno 150 persone sono state uccise o sono morte annegate in un fiume a nordest della Nigeria mentre tentavano di fuggire alle violenze degli estremisti islamici di Boko Haram. Lo riferisce PressTv. Il massacro è avvenuto il 13 agosto scorso, ma la notizia è stata diffusa solo oggi dopo il racconto dei testimoni. L'attacco, hanno raccontato, è avvenuto nel remoto villaggio di Kukuwa-Gari, nello stato nord-orientale di Yobe, martoriato dalle violenze.



Malore mentre nuota,donna muore a Baia Domizia

La vittima è Raffaella Salzano di Afragola


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Agosto 2015 20:19


AFRAGOLA. Un malore improvviso mentre era a mare a nuotare. È morta ieri appena giunta a riva, tra la disperazione dei familiari che non hanno potuto fare nulla per salvarla, Raffaella Salzano, 63enne di Afragola. La donna, mamma di tre figli, era con i familiari a Baia Domizia nei pressi del complesso Marina, sul litorale casertano, per trascorrere alcuni giorni di vacanza. Secondo la prima ricostruzione dell’accaduto, la donna sarebbe entrata in acqua nei pressi della spiaggia libera e all’uscita avrebbe avvertito un malore.



Martina Levato col figlio: «È stato emozionante»

L'avvocato: «Lo ha tenuto in braccio»


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Agosto 2015 18:11


ROMA. Martina Levato, la 23enne condannata in primo grado insieme ad Alexander Boettcher a 14 anni per aver aggredito usando dell'acido, ha incontrato oggi per la seconda volta alla clinica Mangiagalli di Milano, dove è ricoverata, il figlio che ha partorito a Ferragosto, come consentito con un provvedimento d'urgenza dal Tribunale dei Minori. L'incontro, riferisce Stefano De Cesare, avvocato della giovane, «è andato bene.



Mattarella: «Dal terrorismo i germi della terza guerra mondiale»

Il Presidente della Repubblica: accogliere i profughi con umanità


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Agosto 2015 15:48


ROMA. «Dalla capacità di dialogo, di comprensione reciproca, di collaborazione tra le religioni monoteiste dipenderà la pace nel mondo. Di questo dobbiamo essere consapevoli. Il terrorismo, alimentato anche da fanatiche distorsioni della fede in Dio, sta cercando di introdurre nel Mediterraneo, in Medio Oriente, in Africa i germi di una terza guerra mondiale. Sta alla nostra responsabilità fermarla». Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato al meeting di Cl a Rimini.



Il Papa: «Il lavoro non sia schiavo del profitto»

Monito di Francesco: «Pericolose tendenze a considerare la famiglia un ingombro per la produttività»


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Agosto 2015 13:13


CITTA' DEL VATICANO. «Il lavoro non sia separato dalle qualità spirituali dell'uomo e della donna: quando è in ostaggio della logica del solo profitto e disprezza gli affetti della vita, l'avvilimento dell'anima contamina tutto e la vita civile si corrompe». È quanto avverte Papa Francesco nel corso dell'udienza generale nell'aula Paolo VI in Vaticano.



Pagine