Martedì 13 Novembre 2018 - 18:50

Albicocca Day, giornata a contatto con produttori e contadini a Somma Vesuviana

Giugno è il mese fortunato dell'albicocca del Vesuvio, presidio Slow Food istituito nel luglio 2017 mentre una ondata impietosa di incendi devastava il territorio. Con il presidio l'associazione della chiocciola ha messo in campo un piano di valorizzazione e tutela della crisommola, il pomo dorato che resiste in agricoltura grazie a piccole aziende a conduzione familiare. Sabato 23 giugno ci sarà l'Albicocca Day, una giornata di convivialità da trascorrere a stretto contatto con i produttori e i loro antichi saperi contadini. L'appuntamento è alle ore 10,30 presso l' Azienda Agricola Gaetano Romano in via Pigno 127 a Somma Vesuviana dove Gaetano condurrà gli ospiti in visita al vecchio albicoccheto mostrando le diverse varietà che con la sua famiglia custodisce con passione. Il suo piccolo appezzamento di terra è un bellissimo esempio di tipica agricoltura vesuviana dove si incontrano i filari di viti di catalanesca, i vecchi e grandi alberi di noce, i gelsi, il campo di pomodorini del piennolo e tanti altri frutti troppo spesso dimenticati. Una passeggiata nel suo campo, avvolti dalla bellezza del paesaggio, custodita nel totale rispetto per l'identità agricola vesuviana, rappresenta sempre un momento di grande piacevolezza e relax. Terminata la visita in azienda, ci si dirige verso lo storico ristorante La Lanterna in via Colonnello Gaetano Aliperta n. 8. Qui Luigi Russo e sua moglie Consiglia Caliendo si danno un gran da fare nel recupero di ricette vesuviane, specializzandosii nei piatti dedicati allo stoccafisso ed al baccalà, prodotti storicamente legati all'economia di Somma Vesuviana. Il pranzo previsto per l'Albicocca Day è proposto al prezzo di 25 euro e garantisce i sapori autentici del Vesuvio. Con questa iniziativa si vuole riaccendere i ricordi di ognuno legati all'albicocca del Vesuvio, da sempre rinomata quale migliore espressione di questo frutto che annuncia l'arrivo dell'estate, nella speranza che venga poi richiesto nei punti vendita e preferito a frutti generici, ibridi e di dubbia provenienza. Questo tipo di agricoltura garantisce il rispetto per l'ambiente e la tutela della biodiversità agricola, temi di grande attualità che tutti dobbiamo impegnarci a sostenere per garantire un futuro sano alle nostre generazioni e la tutela del paesaggio. L'acquisto consapevole è uno strumento prezioso, apparentemente insignificante, una presa di coscienza indispensabile  per non essere gestiti e totalmente direzionati dagli interessi dei grandi mercati che puntano all'appiattimento delle menti e dell'identità territoriale. Domenica 24 giugno altro appuntamento gioioso con Slow Food Vesuvio presso la sede dell' Ente Parco Nazionale del Vesuvio alle ore 11 dove verrà presentata la Colazione Vesuviana con pane tipico del territorio, le confetture di crisommole ed altri prodotti del paniere vesuviano che saranno proposti agli ospiti dei B&B aderenti all'associazione AREVOD ,Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al numero338 5318935 e consultare la pagina FB Slow Food Vesuvio. 

10:46 19/06

di Redazione

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici