Mercoledì 20 Febbraio 2019 - 14:27

Varcaturo, coltivavano marijuana tra i pomodori: intera famiglia denunciata

GIUGLIANO. Coltivavano marijuana tra i pomodori nella serra: intera famiglia denunciata a Varcaturo. I carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà i componenti un nucleo familiare di Giugliano (padre, madre, figlio e figlia) ritenuti responsabili di coltivazione e di produzione e detenzione illecita di cannabis. Nel corso di una nell'abitzione in via Domitiana i 4 (madre e padre di 59 e 49 anni + figlio e figlia di 29 e 24) sono stati trovati in possesso di 4 piante di cannabis alte circa 1,2 metri l’una, per un peso complessivo di 28 chilogrammi, scoperte all’interno di una serra nelle pertinenze dell’abitazione e fatte crescere in mezzo a piante di pomodori.

Da oggi c'è Via Pino Daniele

NAPOLI. Il sindaco de Magistris, ma anche artisti-amici come Tullio De Piscopo, Toni Esposito, Tony Cercola hanno partecipato alla cerimonia di intitolazione di via Pino Daniele.

La targa scoperta dal sindaco prende il posto di vico Donnalbina, vicino alla sua casa natale e a quei luoghi che Pino Daniele ha tante volte raccontato nelle sue canzoni

Anatoliy Korol, Mattarella conferisce la Medaglia d'oro. La vedova: «Grazie, lei mi può comprendere»

NAPOLI. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito su proposta del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, la Medaglia d'Oro al Valor Civile alla memoria ad Anatoly Korol, il muratore ucraino rimasto ucciso il 29 agosto scorso nel tentativo di sventare una rapina in un supermercato a Castello di Cisterna. Il Presidente Mattarella consegnerà l'onorificenza ai familiari della vittima venerdì 2 ottobre al Quirinale. La vedova Nadia ha ringraziato: «Ringrazio il presidente Mattarella, che può ben comprendere il mio stato d'animo avendo lui stesso subito una perdita tremenda».

Mugnano, arrestato il 17enne ferito da un poliziotto durante una rapina

MUGNANO. Sarebbe stato ferito da un colpo esploso da un poliziotto libero dal servizio, il 17enne ricoverato non in pericolo di vita all'ospedale "San Giuliano" di Giugliano, ora piantonato in stato d'arresto. Secondo una prima ipotesi investigativa, il 17enne sarebbe stato uno dei due rapinatori che, a bordo di uno scooter, si sarebbero avvicinati a un poliziotto libero dal servizio all'esterno del centro commerciale Auchan di Mugnano con l'intenzione di rapinarlo, puntandogli una pistola. Il poliziotto avrebbe poi esploso alcuni colpi di arma da fuoco ferendo il 17enne. È comunque ancora in corso la ricostruzione di quanto avvenuto; contestualmente, i carabinieri stanno indagando per identificare il complice del giovane.

Choc ad Andria, disabile
legato ad albero con lo scotch

ANDRIA. Accertamenti sono in corso da parte della polizia ad Andria su un episodio che ha visto coinvolto un uomo di una cinquantina di anni, disabile con problemi psichici, che, secondo quanto mostra anche una foto apparsa su Facebook, è stato legato a un albero con lo scotch, probabilmente da alcuni giovani del posto.

Uno scherzo cattivo che, dalle prime verifiche di chi indaga, risalirebbe a un paio di mesi fa ma è stato reso noto solo oggi, scatenando l'indignazione generale. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire i reali contorni dell'accaduto e di chiarire gli aspetti ancora non definiti della vicenda, che ha fatto molto scalpore anche sul web.

Una "bravata idiota di qualche balordo", un "comportamento da censurare", dice all'Adnkronos il sindaco di Andria, Nicola Giorgino, intervenendo sul caso. La vittima, spiega il sindaco, è un cinquantenne con problemi psichici, affetto da dipendenza da alcol e in cura al Sert, che è diventato il 'bersaglio' di qualche giovane del posto che ha pensato di passare il tempo così.

"Si tratta di una persona con una storia alle spalle difficile, una vicenda personale complicata - racconta il sindaco - Da quanto ne so, pare che questa foto risalga a due mesi fa e sarebbe stata frutto di una 'bravata' idiota di alcuni ragazzi che, approfittando delle sue condizioni, lo hanno legato all'albero e dopo qualche minuto lo avrebbero liberato".

E come se non bastasse l'episodio, già grave di suo, è ulteriormente degenerato con la pubblicazione della foto su Facebook. "Purtroppo è la distorsione dell'utilizzo indiscriminato dei social network - prosegue il primo cittadino - E sarebbe ancora più grave se a pubblicare la foto sia stato qualcuno che non ha partecipato al gesto ma che anziché andare a denunciare l'episodio alle forze dell'ordine se ne è così reso complice".

Poste, progetto Mentoring destinato a 15 Istituti scolastici

NAPOLI. La Presidente di Poste Italiane, Luisa Todini (nella foto), è intervenuta ieri alla cerimonia di apertura dell’anno scolastico, che si è svolta a Napoli presso l’Istituto Sannino – Petriccione alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini.  “Poste Italiane”, ha osservato la Presidente Todini «sta affrontando un percorso di profonda trasformazione per essere in grado di soddisfare le nuove esigenze di cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione e continuare a svolgere la sua storica missione al servizio del Paese, accompagnandolo nel passaggio verso l’economia digitale. Un’azienda come Poste, con cui si relazionano ben 33 milioni di italiani, avverte dunque in pieno la propria responsabilità sociale nel concorrere a migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini con servizi semplici, accessibili ed efficaci, proprio a partire dalla Scuola, agenzia educativa fondamentale per il futuro del nostro Paese». Proprio per contribuire alla prevenzione e al contrasto della dispersione e dell’abbandono scolastico Poste Italiane, attraverso la Fondazione Poste Insieme Onlus, ha deciso di finanziare lo sviluppo del progetto “Mentoring” in 15 istituti scolastici di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, grazie al quale più di 150 studenti in situazioni di difficoltà verranno affiancati e sostenuti da tutor appositamente formati e individuati anche tra i dipendenti dell’azienda.Sempre in ambito scolastico Poste ha di recente lanciato iniziative e prodotti specificamente rivolti ai giovani, e in particolare agli studenti: ad esempio la carta prepagata Postepay “ioStudio”, realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che grazie ad apposite convenzioni consente di ottenere sconti e facilitazioni per l’accesso ai consumi di tipo culturale e ricreativo; la carta offre inoltre una serie di funzionalità che ne rendono più sicuro l’uso anche su Internet. Infine in collaborazione con il Miur e con il Ministero delle Sviluppo Economico Poste Italiane realizza ormai da diversi anni il progetto “Filatelia e Scuola”, rivolto annualmente ad oltre 20 mila ragazzi delle scuole elementari e medie.

 

Tac ai calchi degli Scavi di Pompei: la morte rivela la vita

POMPEI. Morirono per un'onda di calore di 500 gradi, che emanò il Vesuvio durante l'eruzione del 79 dopo Cristo. Poi i loro corpi furono coperti da cenere e lapilli. Assunsero posizioni che rivelano la sofferenza della morte improvvisa e terribile che li sorprese mentre lavoravano,giocavano, fuggivano. Dai calchi ricavati nelle "impronte" lasciate sotto la cenere da quelle vittime di 2000 anni fa, ora possiamo ricavare tantissime informazioni. Denti perfetti, frutto di un'alimentazione sana, con pochi zuccheri, ma in parte consumati dall'uso improprio di tagliare o spezzare oggetti con la forza delle mandibole. Sono le prime rivelazioni della Tac (Tomografia assiale computerizzata multi strato) eseguita su una trentina di calchi delle vittime dell'eruzione del Vesuvio del 79 d.C., alla quale sta lavorando una equipe di studiosi incaricati dalla Soprintendenza archeologica di Pompei.

''Uno dei problemi che abbiamo incontrato è la densità del gesso utilizzato per la tecnica del calcio - ha spiegato il Soprintendente Massimo Osanna - E' una densità simile alle ossa, ecco perché è stato necessario ricorrere alla tecnologia della Tac da 16 strati messa a disposizione dalla Philips Spa Healthcare''. Il progetto coinvolge archeologi, antropologi, radiologi, odontoiatri, e ingegneri per i rilievi scanner-laser. Lo scopo è di risalire alle abitudini di vita, all'occupazione, al ceto sociale del' 'uomo nascosto nel calco' e ha già rivelato, ad esempio, il danno subito dalle ossa dovuto all'eccessiva presenza di fluoro nelle falde acquifere vesuviane. Proprio come avviene oggi.

Traffico di droga e lezioni di spaccio a minorenni: 25 arresti in Campania

 

 

NAPOLI. La fantasia dei malviventi non ha limiti. Un traffico di sostanze stupefacenti dal Napoletano alle località balneari della costa cilentana, con una sorta di "lezioni di spaccio" ad alcuni minorenni, è stato scoperto dai carabinieri di Torre del Greco che, in un'operazione scattata la scorsa notte, hanno arrestato 25 persone. I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e di spaccio di stupefacenti. Durante le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i carabinieri hanno scoperto un' associazione criminale con base a Torre del Greco i cui componenti, secondo le indagini, erano dediti all'acquisto (attraverso fornitori legati ai clan camorristici Gionta e Falanga) e al trasporto di ingenti quantità di cocaina, hashish e marijuana. Gli stupefacenti venivano poi spacciati nella zona e nelle località balneari della costiera cilentana, in provincia di Salerno, ove il gruppo poteva contare su una fitta rete di pusher.

Prove inconsistenti: torna libero l'imprenditore Patrizio Franco

NAPOLI. È stata una lunga battaglia quella degli avvocati: hanno sviscerato centinaia e centinaia di pagine, migliaia di intercettazioni telefoniche ed ambientali, guardato fotogrammi ma alla fine quella che per loro è verità è stata sancita in una firma di un collegio di giudici. In tarda serata l’imprenditore napoletano Patrizio Franco è stato scarcerato. L’ordinanza di custodia cautelare che lo aveva travolto e portato in carcere è stata scardinata dal lavoro dagli avvocati Andrea Imperato e Luigi Alaia. «Annullamento della misura della custodia cautelare in carcere con l’immediata scarcerazione se non detenuto per altro».

Pozzuoli, il ministro Orlando incontra il sindaco Figliolia

POZZUOLI. Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha incontrato questa mattina il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, giunto a Quarto per visitare il centro educativo diocesiano Regina Pacis. Il primo cittadino si è intrattenuto con l'esponente del governo Renzi, con il quale ha visitato la struttura di accoglienza della diocesi di Pozzuoli, che ospita minori con esperienze detentive nel carcere di Nisida e alcuni immigrati. Al ministro Orlando, il sindaco Figliolia ha portato i saluti della città di Pozzuoli, per la quale ha avuto sempre grande considerazione, fin dai tempi in cui ricopriva l'incarico di commissario provinciale del Partito Democratico di Napoli.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno